Amitriptilina: tutto quello che c'è da sapere

Amitriptilina: tutto quello che c'è da sapere

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Cos'è l'amitriptilina e come funziona?

L'amitriptilina (nome commerciale Elavil) è un farmaco di prescrizione comunemente usato per trattare la depressione. Appartiene alla classe dei farmaci antidepressivi triciclici. L'esatto meccanismo di come funziona non è del tutto chiaro, ma l'amitriptilina influenza i livelli di noradrenalina e/o serotonina nel sistema nervoso centrale. Sia la noradrenalina che la serotonina sono sostanze chimiche specializzate nel cervello (neurotrasmettitori) che sono importanti per la comunicazione tra i nervi e influenzano l'umore. Anche l'amitriptilina blocca l'istamina , causandoti sonnolenza dopo averlo preso, così come i recettori chiamati recettori muscarinici, che portano a effetti come secchezza delle fauci, visione offuscata e confusione (Thour, 2020). Altri esempi di antidepressivi triciclici includono desipramina e nortriptilina.

Vitali

  • Avvertenza sulla scatola nera emessa dalla FDA degli Stati Uniti: gli antidepressivi, come l'amitriptilina, aumentano il rischio di pensieri e comportamenti suicidi, specialmente nei bambini, negli adolescenti o nei giovani adulti. Le famiglie e gli operatori sanitari dovrebbero prestare attenzione a cambiamenti di umore, pensieri suicidi o tentativi di suicidio, specialmente durante i primi mesi di utilizzo dell'amitriptilina o se la dose aumenta. L'amitriptilina non è approvata dalla FDA per l'uso in persone di età inferiore ai 18 anni.
  • L'amitriptilina è un antidepressivo triciclico approvato dalla FDA per il trattamento della depressione.
  • L'amitriptilina ha diversi usi off-label, come dolore cronico, disturbi del sonno, sindrome dell'intestino irritabile, emicrania, cistite interstiziale, nevralgia post-erpetica e salivazione eccessiva.
  • Gli effetti indesiderati comuni includono aumento di peso, secchezza delle fauci, costipazione, mal di testa, vertigini, sonnolenza, confusione e visione offuscata.
  • Gli effetti collaterali gravi includono sintomi di astinenza, infarti, ictus, battito cardiaco irregolare, bassa pressione sanguigna, convulsioni, glaucoma ad angolo chiuso, soppressione del midollo osseo ed epatite.

A cosa serve l'amitriptilina?

L'amitriptilina è Approvato dalla FDA per trattare il disturbo depressivo maggiore (DailyMed, 2019):

Depressione

Il disturbo depressivo maggiore (spesso chiamato semplicemente depressione) è molto più che sentirsi tristi o depressi. È uno dei più comune disturbi della salute mentale negli Stati Uniti e possono influenzare tutti gli aspetti della tua vita, come lavorare, dormire, mangiare, relazioni, vita sociale, ecc. (NIMH, 2018). Comune sintomi di depressione includono (NIMH, 2018):

  • Scoppi di rabbia o irritabilità
  • Sentimenti di inutilità, impotenza o senso di colpa
  • Sentirsi senza speranza, triste o ansioso
  • Difficoltà a concentrarsi
  • Perdita di interesse o piacere nelle attività e negli hobby quotidiani
  • Difficoltà a dormire (insonnia) o dormire troppo
  • Mi sento sempre stanco
  • Aumento o diminuzione dell'appetito e cambiamenti di peso
  • Problemi fisici inspiegabili, come mal di testa o problemi di stomaco
  • Frequenti pensieri di morte o suicidio o tentativi di suicidio suicide

Annuncio pubblicitario

Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più

Tutti hanno vissuto una brutta giornata o si sono sentiti giù, a volte innescati da fattori di stress della vita; tuttavia, questi episodi di solito durano per un breve periodo. Se, d'altra parte, avverti uno di questi sintomi quasi ogni giorno, per due settimane o più, potresti soffrire di depressione. Il pilastro di trattamento di solito include psicoterapia, farmaci o una combinazione dei due (NIMH, 2018). L'amitriptilina può aiutare a migliorare i sintomi della depressione.

A volte gli operatori sanitari usano l'amitriptilina off-label, questo significa che la FDA non ha approvato l'amitriptilina per quello scopo specifico. Esempi di off-label gli usi dell'amitriptilina includono il trattamento del dolore cronico, disturbi del sonno (insonnia), sindrome dell'intestino irritabile, cistite interstiziale (sindrome del dolore alla vescica), emicrania, nevralgia post-erpetica (dolore duraturo dopo un'infezione da fuoco di Sant'Antonio) e scialorrea (eccessiva salivazione) 2020).

Dolore cronico

Molte condizioni, tra cui la sindrome da stanchezza cronica, la fibromialgia e la neuropatia diabetica, possono darti dolore cronico o di lunga durata e l'amitriptilina può migliorare i sintomi del dolore. Sindrome dell'affaticamento cronico è una malattia a lungo termine che provoca grave affaticamento, problemi di sonno, dolori muscolari, dolori articolari e mal di testa (CDC, 2020). L'amitriptilina può migliorare sia il dolore cronico che i problemi del sonno.

La fibromialgia provoca dolore dappertutto, problemi di sonno e affaticamento, oltre a depressione, formicolio o intorpidimento e problemi digestivi. Sei a maggior rischio di sviluppare la fibromialgia se sei una donna, hai un disturbo da stress post-traumatico (PTSD) o una storia familiare di fibromialgia. Nessuno sa cosa causa la fibromialgia, ma il trattamento può migliorare i sintomi. Farmaci come l'amitriptilina possono aiutare, soprattutto se combinato con strategie di gestione dello stress, esercizio fisico, miglioramento delle abitudini del sonno e terapia cognitivo comportamentale (CDC, 2020).

La neuropatia diabetica si verifica quando il diabete danneggia i nervi, comunemente quelli delle mani e dei piedi (neuropatia periferica). Fino a metà di tutte le persone con diabete soffre di neuropatia diabetica periferica (NIDDK, 2018). I sintomi della neuropatia diabetica includono dolore (noto anche come dolore neuropatico), formicolio, intorpidimento, bruciore e debolezza. Gli antidepressivi triciclici, come l'amitriptilina, possono aiutare con il dolore, ma non cambierà il danno ai nervi. Gestire il diabete è il modo migliore per evitare che la neuropatia diabetica peggiori.

Insonnia

Tutti hanno passato notti insonni a causa di un motivo o per l'altro: stress da lavoro, problemi relazionali, traumi, ecc. Di solito, questo torna alla normalità dopo pochi giorni o settimane. Tuttavia, l'insonnia è un disturbo del sonno in cui hai difficoltà ad addormentarti, a rimanere addormentato o entrambi e dura per un mese o più. È spesso causato da altri problemi, come l'uso di caffeina o alcol, condizioni mediche, farmaci o altri disturbi del sonno. L'amitriptilina può farti venire sonno, quindi alcuni l'hanno trovata utile nel trattamento della loro insonnia.

Sindrome dell'intestino irritabile

La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) è causata da un problema con il modo in cui l'intestino e il cervello lavorano insieme. La maggior parte delle persone avverte dolore addominale, insieme a stitichezza, diarrea o entrambi. Non sappiamo cosa causi l'IBS, ma potrebbe essere correlato a stress, una storia di abuso, depressione, infezioni batteriche o intolleranze alimentari (NIDDK, 2017). L'amitriptilina può migliorare il dolore addominale da IBS, insieme a un miglioramento del sonno, all'esercizio fisico e alla diminuzione dello stress.

Cistite interstiziale (sindrome del dolore vescicale)

La cistite interstiziale, nota anche come sindrome del dolore vescicale, provoca sensazioni di dolore e pressione a lungo termine nella vescica. Molte persone sperimentano anche sintomi del tratto urinario come la necessità di urinare più frequentemente o con urgenza, l'inizio e l'interruzione del flusso durante la minzione, lo sforzo, la sensazione che la vescica sia ancora piena dopo la minzione, ecc. prima fase del trattamento comporta cambiamenti nello stile di vita, come la riduzione dello stress e la limitazione di cibi/bevande irritanti (AUA, n.d.). L'amitriptilina può aiutare con il sintomi di cistite interstiziale rallentando i nervi che portano le sensazioni di dolore e diminuendo gli spasmi della vescica (AUA, n.d.)

emicranie

Un forte mal di testa non rende giustizia all'emicrania. Un'emicrania è un mal di testa pulsante che è spesso aggravato da movimenti improvvisi della testa, suoni forti o luce: ecco perché alcune persone con emicrania si chiudono in una stanza buia fino a quando l'episodio non passa. L'emicrania a volte si presenta con altri sintomi come visione doppia, nausea, vomito e vertigini. Molti sperimenteranno un'aura (segni visivi come linee colorate o cambiamenti sensoriali come intorpidimento temporaneo o debolezza di un arto) che fa loro sapere che sta arrivando un'emicrania. L'amitriptilina può aiutare diminuire la frequenza dell'emicrania (Modi, 2006).

Nevralgia post-erpetica

L'herpes zoster (chiamato anche herpes zoster) è un'infezione da riattivazione del virus varicella-zoster, lo stesso virus che causa la varicella. Dopo aver avuto la varicella, di solito da bambino, il virus si nasconde nel tuo sistema nervoso. Ad un certo punto, potrebbe riattivarsi, interessando solo il nervo in cui si nascondeva, ecco perché l'herpes zoster di solito si presenta solo in una posizione specifica, l'area alimentata da quello sfortunato nervo. L'eruzione cutanea di un focolaio di fuoco di Sant'Antonio viene spesso con una sensazione di bruciore e dolore che di solito dura circa 2-4 settimane.

Purtroppo, circa 10% di persone con l'herpes zoster proverà dolore continuo per tre mesi o più dopo l'eruzione cutanea, questa è chiamata nevralgia post-erpetica (Hadley, 2016). Gli antidepressivi triciclici come l'amitriptilina possono aiutare con i sintomi di questo dolore cronico, specialmente se combinati con altri trattamenti.

scialorrea (eccessiva salivazione)

La sbavatura è una condizione che la maggior parte delle persone associa ai bambini. Tuttavia, se persiste oltre il all'età di quattro anni , diventa una condizione medica patologica chiamata scialorrea (Hockstein, 2004). La scialorrea è una salivazione eccessiva che può accompagnare condizioni neurologiche come paralisi cerebrale, morbo di Parkinson o ictus. Questo sbavare è spesso dovuto a uno scarso controllo dei muscoli facciali. La scialorrea provoca conseguenze fisiche e psicosociali, come screpolature della pelle intorno alla bocca, disidratazione, imbarazzo e ritiro sociale. L'amitriptilina può rallentare la produzione di saliva, migliorando così la salivazione (Hunter, 1995).

Effetti collaterali dell'amitriptilina

Avviso scatola nera dalla Food and Drug Administration (FDA, 2014): gli antidepressivi, come l'amitriptilina, aumentano il rischio di pensieri e comportamenti suicidi, specialmente nei bambini, negli adolescenti o nei giovani adulti. Le famiglie e gli operatori sanitari dovrebbero prestare attenzione a cambiamenti di umore, pensieri suicidi o tentativi di suicidio, specialmente durante i primi mesi di utilizzo dell'amitriptilina o se la dose aumenta. L'amitriptilina non è approvata dalla FDA per l'uso in persone di età inferiore ai 18 anni.

Effetti indesiderati comuni (MedlinePlus, 2017):

  • Aumento di peso
  • Stipsi
  • Bocca asciutta
  • Mal di testa
  • Sonnolenza/sonnolenza
  • vomito
  • Visione offuscata
  • Vertigini/instabilità
  • Confusione
  • Eruzione cutanea
  • Cambiamento nella libido

Effetti collaterali gravi (DailyMed, 2019):

  • Sintomi da astinenza: l'interruzione improvvisa dell'amitriptilina può portare a sintomi da astinenza quali nausea, mal di testa e malessere
  • Infarti
  • colpi
  • Battiti cardiaci irregolari (aritmie)
  • Bassa pressione sanguigna (ipotensione), soprattutto dopo essersi alzati da seduti (ipotensione ortostatica)
  • Convulsioni
  • Glaucoma ad angolo chiuso
  • Soppressione del midollo osseo
  • Epatite

Questo elenco non include tutti i possibili effetti collaterali dell'amitriptilina e altri possono verificarsi. Consultare un medico dal proprio farmacista o operatore sanitario per ulteriori informazioni.

Interazioni farmacologiche

Prima di iniziare l'amitriptilina, consultare un medico per quanto riguarda altri farmaci per evitare potenziali interazioni farmacologiche. Informa il tuo medico o il farmacista se stai assumendo altri medicinali soggetti a prescrizione o da banco, nonché integratori a base di erbe. Possibile interazioni farmacologiche includono (DailyMed, 2019):

  • Topiramato: il topiramato tratta le convulsioni e riduce la frequenza dell'emicrania. Se lo prendi con amitriptilina, potresti avere un aumento della concentrazione di amitriptilina e potrebbe essere necessario un aggiustamento della dose per prevenire effetti collaterali.
  • Farmaci che bloccano il sistema p450 del fegato: l'amitriptilina viene metabolizzata dal sistema p450 del fegato. L'assunzione di questo farmaco con farmaci che bloccano il sistema p450 aumenta i livelli di amitriptilina e può portare a tossicità. Esempi di medicinali che rientrano in questa categoria includono cimetidina, chinino e inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) come fluoxetina, sertralina e paroxetina.
  • Inibitori delle monoaminossidasi (IMAO): non dovresti usare amitriptilina entro quattordici giorni dall'assunzione di antidepressivi IMAO come selegilina (marchio Emsam), tranilcipromina (marca Parnate), fenelzina (marca Nardil) e isocarboxazid (marca Marplan). Sia gli IMAO che l'amitriptilina influiscono sui livelli di serotonina e il loro utilizzo insieme può portare alla sindrome serotoninergica (febbre, ipertensione, confusione e, nel peggiore dei casi, morte).
  • Cisapride: La cisapride è un farmaco usato per promuovere il movimento del tratto gastrointestinale. L'assunzione di cisapride con amitriptilina può interferire con i segnali elettrici nel cuore e aumenta il rischio di battiti cardiaci irregolari (aritmie).
  • Guanetidina: questo farmaco è usato per trattare la pressione alta. La sua combinazione con l'amitriptilina può rendere la guanetidina meno efficace nell'abbassare la pressione sanguigna.

Questo elenco non include tutte le possibili interazioni farmacologiche con l'amitriptilina e altre possono esistere. Verificare con il proprio farmacista o operatore sanitario per ulteriori informazioni.

Chi non dovrebbe usare l'amitriptilina (o usare con cautela)?

Alcuni gruppi di persone sono a maggior rischio di effetti collaterali con l'amitriptilina e dovrebbero evitare di usarla o usarla con cautela e attento monitoraggio. Esempi di questi gruppi includono (DailyMed, 2019):

  • Donne in gravidanza o in allattamento: secondo la FDA, l'amitriptilina è di categoria C di gravidanza; ciò significa che non ci sono dati sufficienti per dire se l'amitriptilina sia o meno sicura durante la gravidanza. Ci sono state alcune segnalazioni di effetti avversi nei bambini le cui madri hanno assunto amitriptilina. Inoltre, la ricerca mostra che l'amitriptilina entra nel latte materno. Pertanto, la decisione di assumere amitriptilina dovrebbe considerare sia i potenziali rischi per il bambino che i benefici per la madre.
  • Persone con disturbo bipolare: l'amitriptilina può scatenare un episodio misto/maniacale nelle persone con disturbo bipolare. L'amitriptilina non è approvata dalla FDA per il trattamento della depressione bipolare.
  • Persone con problemi cardiaci: l'amitriptilina può influenzare il sistema elettrico del cuore e portare a ritmi cardiaci anormali e battiti cardiaci irregolari. Infarti e ictus possono verificarsi con l'amitriptilina, quindi le persone con condizioni cardiache preesistenti dovrebbero parlare con il proprio medico dei loro problemi medici prima di iniziare l'amitriptilina.
  • Le persone con problemi alla tiroide o che assumono farmaci per la tiroide devono essere attentamente monitorate durante l'assunzione di amitriptilina.
  • Persone che hanno o sono a rischio di glaucoma ad angolo chiuso: l'amitriptilina può causare dilatazione pupillare, che può innescare un episodio di glaucoma ad angolo chiuso (pressione oculare elevata, dolore oculare, arrossamento degli occhi, visione offuscata, aloni intorno alle luci). Questi episodi di glaucoma ad angolo chiuso possono portare alla perdita permanente della vista, soprattutto se non trattati tempestivamente. Il glaucoma ad angolo chiuso di solito si verifica solo nelle persone con angoli stretti nell'occhio, il che significa che la parte anteriore dell'occhio è anatomicamente diversa. Il tuo medico può raccomandare un esame della vista prima di iniziare l'amitriptilina.
  • Persone con diabete: l'amitriptilina può influenzare la regolazione del glucosio e deve essere usata con cautela nelle persone con diabete.
  • Persone con miastenia grave: l'amitriptilina può esacerbare la miastenia grave, una condizione neuromuscolare che porta alla debolezza muscolare.
  • Persone con convulsioni: l'amitriptilina può ridurre la soglia convulsiva, il che significa che è più probabile che tu abbia un attacco mentre prendi questo farmaco. Pertanto, le persone con disturbi convulsivi dovrebbero usare l'amitriptilina con cautela.

Questo elenco non include tutti i gruppi a rischio e potrebbero esisterne altri. Parla con il tuo medico o il farmacista per ulteriori informazioni.

dosaggio

Le compresse di amitriptilina cloridrato (nome commerciale Elavil) vengono solitamente assunte per bocca da una a quattro volte al giorno. Le compresse sono disponibili in dosaggi da 10 mg, 20 mg, 50 mg, 75 mg e 100 mg.

come rendere più duro un pene

La maggior parte dei piani assicurativi copre l'amitriptilina. Il costo per una fornitura di 30 giorni varia da $ 3,60 a oltre $ 37, a seconda della dose (GoodRx.com).

Riferimenti

  1. American Urology Association (AUA) – Urology Care Foundation: che cos'è la cistite interstiziale (IC)/sindrome del dolore vescicale? (n.d.). Estratto il 23 settembre 2020 da https://www.urologyhealth.org/urology-conditions/interstitial-cystitis
  2. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) – Fibromialgia (2020). Estratto il 23 settembre 2020 da https://www.cdc.gov/arthritis/basics/fibromyalgia.htm
  3. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) – Encefalomielite mialgica/Sindrome da affaticamento cronico (2020). Estratto il 23 settembre 2020 da https://www.cdc.gov/me-cfs/index.html
  4. DailyMed – Compressa di amitriptilina cloridrato, rivestita con film. (2019) Estratto il 23 settembre 2020 da https://dailymed.nlm.nih.gov/dailymed/drugInfo.cfm?setid=1e6d2c80-fbc8-444e-bdd3-6a91fe1b95bd
  5. GoodRx.com - Amlodipina / Benazepril (n.d.) Estratto il 23 settembre 2020 da https://www.goodrx.com/amitriptyline
  6. Hadley, G.R., Gayle, J.A., Ripoll, J. et al. (2016). Nevralgia post-erpetica: una revisione. Curr Dolore Mal di testa Rep 20, 17. https://doi.org/10.1007/s11916-016-0548-x
  7. Hockstein, N.G., Samadi, D.S., Gendron, K., & Handler, S.D. (2004). Scialorrea: una sfida manageriale. Medico di famiglia americano, 69 (11), 2628-2634. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/15202698/
  8. Hunter, K. D. e Wilson, W. S. (1995). Gli effetti dei farmaci antidepressivi sul flusso salivare e sul contenuto di ioni sodio e potassio nella saliva parotide umana. Archivi di biologia orale, 40 (11), 983-989. https://doi.org/10.1016/0003-9969(95)00079-5
  9. MedlinePlus – Amitriptilina (2017). Estratto il 23 settembre 2020 da https://medlineplus.gov/druginfo/meds/a682388.html
  10. Modi, S., & Lowder, D. M. (2006). Farmaci per la profilassi dell'emicrania. Medico di famiglia americano, 73(1), 72-78. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16417067/
  11. National Institite of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases (NIDDK) – Sindrome dell'intestino irritabile (2017). Estratto il 23 settembre 2020 da https://www.niddk.nih.gov/health-information/digestive-diseases/sindrome-intestino-irritabile
  12. National Institite of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases (NIDDK) – Neuropatia periferica (2018). Estratto il 23 settembre 2020 da https://www.niddk.nih.gov/health-information/diabetes/overview/preventing-problems/nerve-damage-diabetic-neuropathies/peripheral-neuropathy
  13. Istituto nazionale di salute mentale (NIMH) – Depressione (2018). Estratto il 23 settembre 2020 da https://www.nimh.nih.gov/health/topics/depression/index.shtml
  14. Thour A, Marwaha R. Amitriptilina. (2020). In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL): StatPearls Publishing; 2020 gennaio-. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK537225/
  15. UpToDate – Amitriptilina: Informazioni sul farmaco (n.d.). Estratto il 23 settembre 2020 da https://www.uptodate.com/contents/amitriptyline-drug-information
  16. U. S. Food and Drug Administration (FDA): Sandoz (amitriptilina cloridrato) Compresse (2014). Estratto il 23 settembre 2020 da https://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2014/085966s095,085969s084,085968s096,085971s075,085967s076,085970s072lbl.pdf
Vedi altro