Pelle antietà e invecchiamento: cosa puoi fare oggi

Pelle antietà e invecchiamento: cosa puoi fare oggi

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

come si aumenta la dimensione del pene?

La fontana della giovinezza è stata oggetto di storie e leggende fin dai tempi delle antiche civiltà. Nel tempo, il desiderio di sembrare giovane non è diminuito: i segni dell'invecchiamento possono iniziare già dai 30 ai 40 anni. Sfortunatamente, gli scienziati devono ancora scoprire la cura per l'invecchiamento. Tuttavia, ci sono opzioni per ritardare i segni visibili dell'invecchiamento. Oltre 230 miliardi di dollari vengono spesi in tutto il mondo in prodotti per aiutarti a sembrare più giovane (McCullough, 2006).

Vitali

  • I segni dell'invecchiamento della pelle possono iniziare già dai 30 ai 40 anni.
  • Alcuni segni comuni di invecchiamento sono linee sottili, rughe, ridotta elasticità della pelle e macchie scure.
  • Le maggiori cause modificabili dell'invecchiamento della pelle sono i danni del sole e l'esposizione al fumo di sigaretta.
  • I trattamenti includono farmaci topici (come la tretinoina) e procedure (come la tossina botulinica o iniezioni di filler, laser, peeling chimici e chirurgia estetica).
  • Il miglior trattamento per l'invecchiamento cutaneo è la prevenzione: applicare una protezione solare di almeno 30 SPF al giorno.

Quali sono i segni dell'invecchiamento cutaneo

In una certa misura, i cambiamenti dell'invecchiamento della pelle possono variare tra gli individui in base alla loro genetica, etnia, come si sono presi cura della loro pelle quando erano più giovani, ecc. Tuttavia, alcune caratteristiche dell'invecchiamento della pelle sono relativamente comuni:



  • Diminuzione dell'elasticità della pelle: pensa a un elastico usato più e più volte. Con il tempo, quell'elastico non si ritrae come prima e rimane teso: si tratta di una perdita di elasticità ed è simile a ciò che accade alla nostra pelle nel tempo. La tua pelle potrebbe sentirsi allentata o cedere e non avere più quell'aspetto fermo e teso che avevi quando eri più giovane.
  • Linee sottili
  • Rughe e pieghe profonde: le rughe dinamiche sono quelle che vedi solo con le espressioni facciali, come le linee sottili intorno agli occhi quando sorridi. Nel tempo, le rughe diventano permanenti e sono presenti indipendentemente dal movimento del viso.
  • Punti neri
  • Consistenza della pelle ruvida
  • Vasi sanguigni sottili visibili
  • La pelle diventa più sottile e più fragile
  • Perdita di grasso e muscoli sotto la pelle, dando un aspetto vuoto.

Annuncio pubblicitario

Semplifica la tua routine di cura della pelle



Ogni bottiglia di Nightly Defense prescritta dal medico è fatta per te con ingredienti potenti e scelti con cura e consegnata a casa tua.

qual è la dimensione media del pene per un sedicenne?
Per saperne di più

Cosa fa invecchiare la pelle

Con l'avanzare dell'età, sperimentiamo cause intrinseche ed estrinseche dell'invecchiamento. I fattori intrinseci sono quelli che sfuggono al nostro controllo. Un esempio è la perdita di tessuto molle (muscolo, grasso) da sotto la pelle che di solito si verifica con l'invecchiamento (Ko, 2017). Questa perdita porta ad un aspetto sgonfio (piuttosto che ad un aspetto paffuto e giovanile) e provoca il rilassamento cutaneo, creando rughe più profonde e numerose. Anche la perdita di elasticità della pelle si verifica con l'età e contribuisce al rilassamento cutaneo e alla comparsa di rughe (Ko, 2017). L'effetto costante della gravità sulla pelle porta anche a cedimenti (Khazanchi, 2007). Il metabolismo e il turnover della pelle cambiano con l'età ; la pelle diventa più sottile, rompe il collagene invece di crearlo e aumenta il numero di cellule pigmentate (melanociti) (Baumann, 2007). Questi cambiamenti fanno sì che la pelle del viso sia sottile e asciugare con colorazione macchiata o screziata (Ko, 2017). La genetica gioca sicuramente un ruolo nell'invecchiamento ed è un altro fattore intrinseco da tenere in considerazione.

Le cause estrinseche dell'invecchiamento sono quelle che puoi modificare se inizi presto; è più facile prevenire l'invecchiamento estrinseco che invertirlo. Il colpevole più comune dell'invecchiamento estrinseco è il danno solare (noto anche come fotoinvecchiamento o invecchiamento precoce). Quando esponi la tua pelle al sole, riceve i raggi ultravioletti A (UVA) e ultravioletti B (UVB): entrambi questi tipi di raggi UV causano danni alla pelle. Questo danno del sole ti fa sembrare più vecchio di quanto avresti naturalmente. Fino a L'80% dell'invecchiamento della pelle cambia può essere dovuto ai danni del sole e non solo all'invecchiamento (Amaro-Ortiz, 2014). Troppa esposizione al sole (sia all'aperto che al coperto) non solo ti fa sembrare più vecchio della tua età, ma aumenta anche il rischio di tumori della pelle.



Il fumo di sigaretta è un altro causa comune di invecchiamento estrinseco , indipendentemente dai danni del sole o da altri fattori (Farage, 2008). Le sostanze chimiche nel fumo di sigaretta possono accelerare il processo di invecchiamento danneggiando i vasi sanguigni della pelle e diminuendo l'elasticità della pelle (Ko, 2017). Inoltre rende la pelle più ruvida e aumenta il rischio di rughe. Uno studio ha dimostrato che i fumatori hanno quasi rischio tre volte maggiore di rughe da moderate a gravi rispetto ai non fumatori (Castelo-Branco, 1998).

Come fermare o invertire i segni dell'invecchiamento

Le cose migliori che puoi fare per mantenere la tua pelle giovane sono smettere di fumare e prevenire i danni del sole usando la protezione solare. Dovresti applicare la protezione solare ogni volta che esci, anche se è una giornata nuvolosa. Assicurati di utilizzare una crema solare ad ampio spettro (protegge dai raggi UVA e UVB) con una valutazione di almeno 30 SPF. Indossare indumenti protettivi, come un cappello a tesa larga e occhiali da sole, può anche proteggerti dall'invecchiamento precoce. Infine, qualsiasi tipo di abbronzatura è dannoso per la tua pelle. Contrariamente alla credenza popolare, abbronzarsi non protegge dalle scottature o dai danni del sole. Indipendentemente dalla tua età, dovresti proteggere la tua pelle da ulteriori danni con la cura della pelle e la protezione solare appropriate.

Retinoidi:

La tretinoina (nome commerciale Retin-A) è un farmaco topico efficace nel migliorare l'aspetto della pelle che invecchia; appartiene a una classe di farmaci chiamati retinoidi perché costituiti da vitamina A (retinolo). La tretinoina può migliorare le rughe sottili, la scioltezza della pelle e macchie marroni osservate nell'invecchiamento della pelle (Mukherjee, 2006). Tazarotene e adapalene sono retinoidi meno comunemente usati (Chien, 2020). I retinoidi non sono una soluzione rapida: possono essere necessari diversi mesi prima che si manifestino miglioramenti nell'invecchiamento della pelle. La tretinoina può aumentare la sensibilità della pelle al sole e aumentare il rischio di scottature; può anche causare secchezza e irritazione della pelle. Se stai usando i retinoidi, è particolarmente importante applicare la protezione solare ogni giorno. Le donne in gravidanza o che allattano non devono usare la tretinoina.

  • La tossina botulinica (nome commerciale Botox) indebolisce specifici muscoli facciali (fronte, contorno occhi e bocca) per ridurre la comparsa di rughe dinamiche (rughe che derivano da movimenti facciali ripetuti).
  • I filler iniettabili (es. Juvederm, Restylane, Radiesse) possono essere utilizzati per riempire le rughe profonde.
  • I volumizzanti iniettabili (ad es. Sculptra, Voluma) vengono talvolta utilizzati per creare più volume (su guance, labbra, mandibola, ecc.), rendendo il tuo viso più pieno e giovane.
  • I trattamenti laser possono essere un'opzione per migliorare i segni dell'invecchiamento precoce, a seconda del tono della pelle, della quantità di danni del sole e di altri fattori. Esistono diversi tipi di laser (ablativi, non ablativi, ecc.), ciascuno con diversi gradi di efficacia, tempi di inattività richiesti e rischi associati.
  • I peeling chimici utilizzano sostanze chimiche aggressive per rimuovere lo strato esterno della pelle, favorendo la ricrescita della pelle per uniformare il tono della pelle e rassodare la pelle flaccida (Chien, 2020).
  • La chirurgia estetica è la più efficace per migliorare le rughe e la lassità cutanea, soprattutto nelle persone anziane, ma ha il rischi potenziali più elevati e tempi di inattività più prolungati (McCullough, 2006)

Conclusione

Con l'avanzare della tecnologia, gli scienziati stanno imparando di più sul processo di invecchiamento e su come rallentarlo, ma molte cose non sono ancora state comprese. Il modo migliore per rallentare i segni dell'invecchiamento è proteggere la pelle dai danni del sole e dall'esposizione al fumo di sigaretta. Inoltre, proteggere la tua pelle mentre sei giovane può aiutarti a mantenere il tuo aspetto giovanile più a lungo. Non aspettare di vedere le rughe prima di iniziare a usare la crema solare quotidiana. Consulta il tuo dermatologo per determinare se i trattamenti antietà sono adatti a te.

come far sembrare il mio pene più grande

Riferimenti

  1. Amaro-Ortiz, A., Yan, B., & D'Orazio, J. (2014). Radiazioni ultraviolette, invecchiamento e pelle: prevenzione dei danni mediante manipolazione topica del cAMP. Molecole, 19(5), 6202-6219. doi: 10.3390/molecole19056202 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24838074/
  2. Baumann, L. (2007). L'invecchiamento cutaneo e il suo trattamento. Il giornale di patologia, 211(2), 241-251. doi: 10.1002/percorso.2098 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17200942/
  3. Castelo-Branco, C., Figueras, F., Martı́nez de Osaba, M., & Vanrell, J. (1998). Rughe del viso nelle donne in postmenopausa. Effetti del fumo e della terapia ormonale sostitutiva. Maturitas, 29(1), 75-86. doi: 10.1016/s0378-5122(97)00087-x https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/9643520/
  4. Farage, M., Miller, K., Elsner, P. e Maibach, H. (2008). Fattori intrinseci ed estrinseci nell'invecchiamento cutaneo: una rassegna. Giornale internazionale di scienza cosmetica, 30 (2), 87-95. doi: 10.1111/j.1468-2494.2007.00415.x https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18377617/
  5. Khazanchi, R., Aggarwal, A., & Johar, M. (2007). Anatomia del viso invecchiato. Giornale indiano di chirurgia plastica, 40 (2), 223. doi: 10.4103/0970-0358.37775 https://www.researchgate.net/publication/26494392_Anatomy_of_aging_face
  6. Ko, A., Korn, B. e Kikkawa, D. (2017). Il viso che invecchia. Indagine di oftalmologia, 62(2), 190-202. doi: 10.1016/j.survophthal.2016.09.002 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27693312/
  7. McCullough, J. (2006). Prevenzione e trattamento dell'invecchiamento cutaneo. Annali dell'Accademia delle scienze di New York, 1067 (1), 323-331. doi: 10.1196/annals.1354.044 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16804006/
  8. Mukherjee, S., Date, A., Patravale, V., Korting, H., Roeder, A., & Weindl, G. (2006). I retinoidi nel trattamento dell'invecchiamento cutaneo: una panoramica di efficacia clinica e sicurezza. Interventi clinici nell'invecchiamento, 1(4), 327-348. doi: 10.2147/ciia.2006.1.4.327 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2699641/
Vedi altro