Ansia e pressione sanguigna: qual è il legame?

Ansia e pressione sanguigna: qual è il legame?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Lo stress è ovunque: è impossibile evitarlo. Lo stress può essere positivo o negativo; può aiutarti a rispettare quell'importante scadenza al lavoro, oppure può farti girare e rigirarti di notte. Lo stress è una risposta alle situazioni della tua vita. L'ansia, tuttavia, è una reazione allo stress nella tua vita. Le persone con ansia hanno eccessiva preoccupazione e paura per alcuni aspetti della loro vita; questa opprimente apprensione e dubbio possono essere accompagnati da sintomi di ansia come muscoli tesi, sudorazione, aumento della frequenza cardiaca, ecc.

perché divento eretto quando dormo?

Vitali

  • Lo stress è una reazione naturale ai cambiamenti nella nostra vita; l'ansia è una reazione allo stress.
  • Quando sei sotto stress, il tuo corpo attiva la risposta di lotta o fuga, incluso il rilascio di cortisolo (ormone dello stress).
  • Il cortisolo provoca un aumento temporaneo della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna; non ci sono prove definitive che lo stress causi l'ipertensione a lungo termine.
  • La pressione sanguigna elevata a lungo termine è chiamata ipertensione e, nel tempo, può danneggiare i vasi sanguigni, portando a malattie cardiache e ictus
  • Il trattamento dello stress prevede tecniche di rilassamento, yoga, respirazione profonda, una dieta sana ed esercizio fisico.

Se questi sintomi suonano familiari, è perché sono gli stessi sintomi che si manifestano quando si attiva il sistema nervoso simpatico, o la risposta di lotta o fuga. Quando sei sotto stress o hai ansia per una situazione stressante, il tuo corpo rilascia cortisolo (chiamato anche ormone dello stress) come parte della risposta di lotta o fuga. Il cortisolo colpisce molte parti del tuo corpo, incluso il tuo cuore; livelli elevati di cortisolo causano un aumento della frequenza cardiaca e restringono (stringono) i vasi sanguigni, portando ad un aumento della pressione sanguigna. Questa è una risposta a breve termine e gli effetti scompaiono quando l'innesco stressante è sparito.

Che cos'è l'ipertensione?

Secondo l'American Heart Association (AHA), l'ipertensione è quando la pressione sanguigna è costantemente troppo alta (AHA, 2016). Perché è così male? La pressione sanguigna si riferisce alla forza del sangue che spinge contro le pareti dei vasi sanguigni ad ogni battito cardiaco. Questa forza elevata provoca danni al rivestimento interno dei vasi sanguigni, portando a un indurimento delle arterie e allo sviluppo dell'aterosclerosi (placche di grasso).

Man mano che l'aterosclerosi peggiora, i vasi sanguigni si restringono e questo provoca un ulteriore aumento della pressione sanguigna perché si ha la stessa quantità di sangue che cerca di passare attraverso un canale più piccolo. Inoltre, quando il vaso sanguigno si restringe, meno sangue arriva ai muscoli cardiaci e possono indebolirsi a causa della mancanza di ossigeno e sostanze nutritive. Nel tempo, l'ipertensione può portare a malattie cardiache, infarti, ictus, perdita della vista, disfunzioni sessuali e malattie renali.



Annuncio pubblicitario



Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più

Stress cronico, ansia e ipertensione

Esistono diverse teorie per spiegare come lo stress e l'ansia possano portare a un'ipertensione a lungo termine, ma non esiste una prova definitiva che lo stress di per sé causi ipertensione. L'attivazione della risposta di lotta o fuga comporta un aumento della pressione sanguigna, il precursore dell'ipertensione. Anche se l'aumento della pressione sanguigna torna alla normalità dopo che il fattore di stress è scomparso, quando sei sotto stress e ansia cronici, potresti avere frequenti picchi temporanei di pressione sanguigna. Episodi di ansia, come gli attacchi di panico, possono anche causare un drammatico aumento della pressione sanguigna, anche se temporaneo. Questi picchi transitori possono portare a danni ai vasi sanguigni e malattie cardiovascolari nel tempo; questo è simile a ciò che accade nelle persone con ipertensione.



Un altro motivo per cui l'ansia e lo stress cronici possono contribuire all'ipertensione, secondo l'AHA, è che alcune persone rispondono allo stress e all'ansia con abitudini malsane che possono aumentare il rischio di ipertensione (AHA, 2014). Questi includono l'eccesso di cibo o una dieta ricca di sodio e grassi, un aumento dell'uso di alcol o droghe, fumo o mancanza di esercizio fisico. Queste abitudini malsane sono noti fattori di rischio per l'ipertensione e possono portare all'ipertensione.

Come gestire lo stress

Anche se non puoi evitare lo stress, puoi apportare cambiamenti nella tua vita per aiutarti a gestire lo stress. Il National Institute of Mental Health (NIHM) e l'AHA raccomandano i seguenti modi per far fronte allo stress (AHA, 2016):

  • Impegnarsi in attività fisica regolarmente; anche camminare può aiutare.
  • Segui una dieta sana.
  • Prova un'attività rilassante come la meditazione, lo yoga e respiri lenti e profondi.
  • Identifica gli aspetti della tua vita che sono sotto il tuo controllo, ad esempio cosa devi fare ora e cosa può aspettare.
  • Impara a dire di no se senti che c'è troppo nel tuo piatto.
  • Programma il tempo per te stesso. Inizia un hobby, rilassati con il tuo libro preferito o semplicemente fai qualcosa che ti piace.
  • Conosci i fattori scatenanti dello stress ed evitali quando possibile.
  • Avere un sistema di supporto: amici, famiglia, comunità, organizzazione religiosa e altri possono essere una fonte di aiuto e sostegno quando ti senti stressato.
  • Chiedi un aiuto professionale se ritieni di non poter ridurre lo stress da solo.

L'ansia può essere una condizione medica, soprattutto se diventa opprimente e influenza la tua vita; quando ciò accade, è probabilmente dovuto a un disturbo d'ansia. Oltre il 30% delle persone negli Stati Uniti sperimenterà un disturbo d'ansia ad un certo punto della propria vita. Se ti ritrovi incapace di affrontare la tua ansia o che la tua ansia ti impedisce di fare le cose che vuoi fare, parla con il tuo medico (NIHM, 2017). Per alcune persone, il trattamento della propria ansia può richiedere farmaci e terapie, oltre a gestire lo stress con le tattiche sopra elencate. Non aver paura di chiedere aiuto se ne hai bisogno. Non sei solo.

Riferimenti

  1. Associazione americana del cuore. Gestire lo stress per controllare la pressione alta. (2016, 31 ottobre). Estratto il 12 dicembre 2019 da https://www.heart.org/it/argomenti-di-salute/alta-pressione-sanguigna/cambiamenti-che-puoi-fare-per-gestire-la-pressione-alta-/gestire-lo-stress-per-controllare-la-alta- pressione sanguigna
  2. Associazione americana del cuore. Stress e salute del cuore. (2014, 17 giugno). Estratto l'11 dicembre 2019 da https://www.heart.org/it/vivere-sano/stile-di-vita-sano/gestione-dello-stress/stress-e-salute-del-cuore
  3. Associazione americana del cuore. Cos'è l'ipertensione arteriosa? (2016, 31 ottobre). Estratto il 12 dicembre 2019 da https://www.heart.org/it/argomenti-di-salute/pressione-alta/i-fatti-sulla-pressione-alta/che-cos'è-pressione-ipertensione
  4. Istituto Nazionale di Salute Mentale. 5 cose che dovresti sapere sullo stress Estratto l'11 dicembre 2019 da https://www.nimh.nih.gov/health/publications/stress/index.shtml#pub4
  5. Istituto Nazionale di Salute Mentale. Qualsiasi disturbo d'ansia. (2017, novembre). Estratto il 12 dicembre 2019 da https://www.nimh.nih.gov/health/statistics/any-anxiety-disorder.shtml
Vedi altro