Ci sono effetti collaterali del consumo di spirulina?

Ci sono effetti collaterali del consumo di spirulina?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Siamo convinti che le alghe saranno la prossima aragosta. L'aragosta era cibo per i poveri nell'Europa e nel Nord America del XVII e XVIII secolo prima di raggiungere il suo status attuale di cibo d'élite (Spanier, 2015). Ma dove l'aragosta ha un gusto sottilmente dolce e un inquietante cameratismo con il burro, i tipi di alghe blu-verdi come la spirulina hanno una lunga lista di benefici per la salute che dovrebbero spingerla a uno status d'élite.

La Spirulina, un tipo di cianobatteri appartenente alla famiglia delle alghe blu-verdi, ha avuto un breve momento al sole come superalimento. (Gli integratori di Spirulina sono fatti da arthrospira o Arthrospira maxima e Arthrospira platensis , due tipi di microalghe.) Anche prima era consumato dagli antichi aztechi, che ne riconoscevano il potere nutritivo. Ma dopo essere tornata brevemente negli anni '80 come tendenza dei superfood, la spirulina non ha davvero ottenuto il dovuto sia come fonte alimentare di molti nutrienti vitali che come integratore alimentare.

Vitali

  • La Spirulina è un tipo di cianobatteri della famiglia delle alghe azzurre.
  • È incredibilmente nutriente e può ottenere molti dei suoi benefici per la salute da uno dei potenti antiossidanti che contiene.
  • Le alghe azzurre, inclusa la spirulina, creano naturalmente tossine che possono causare danni al fegato, ma possiamo coltivarle in modo da ridurre questi composti.
  • Ma questo integratore è generalmente ben tollerato e gli effetti collaterali sono rari.
  • Alcune persone non dovrebbero assumere la spirulina a causa di condizioni di salute.

Benefici della spirulina

Questa alga blu-verde è un'ottima fonte di vitamina A, potassio, beta-carotene, niacina, riboflavina e magnesio. Vanta anche tutti gli amminoacidi essenziali, rendendolo una proteina completa. Oltre agli amminoacidi, include anche acidi grassi, tra cui gli omega-3 salutari per il cuore. Questo integratore può migliorare la salute del cuore di abbassare i trigliceridi e il colesterolo alto (Mazokopakis, 2014) e ridurre la pressione alta (Torres-Duran, 2007). Potrebbe anche dai una spinta al tuo sistema immunitario (Selmi, 2011), alleviare i sintomi dell'allergia stagionale (rinite allergica) (Cingi, 2008), e sedare l'infiammazione in tutto il corpo (Shih, 2009). Si ritiene che molti dei suoi benefici per la salute, come l'effetto antinfiammatorio della spirulina, siano dovuti ai suoi antiossidanti, il più degno di nota è chiamato ficocianina.

Per la maggior parte delle persone, il consumo di spirulina non è solo vantaggioso ma anche conveniente. Le compresse di spirulina sono facili da trovare e la polvere di spirulina è facile da incorporare in frullati e bevande. Questo tipo di alghe blu-verdi è anche una buona fonte di proteine ​​complete e omega-3 per i vegani.

Annuncio pubblicitario

Roman Daily: multivitaminico per uomini

Il nostro team di medici interni ha creato Roman Daily per colmare le lacune nutrizionali comuni negli uomini con ingredienti e dosaggi scientificamente supportati.

Per saperne di più

Possibili effetti collaterali della spirulina

Ma nonostante l'ampia gamma di benefici della spirulina, potrebbe non essere priva di alcuni effetti collaterali. Vale la pena notare che è generalmente ben tollerato, ma la spirulina è ancora un integratore, il che significa che non è regolamentata dalla Food and Drug Administration (FDA). È essenziale acquistare da un marchio di alta qualità di cui ti fidi. E sebbene possa essere una buona aggiunta ai regimi di integrazione per la maggior parte delle persone, ci sono alcuni gruppi come quelli con condizioni di salute specifiche per i quali potrebbe non essere un'opzione per motivi di salute.

Può contenere tossine

Probabilmente hai sentito gli avvertimenti sul mercurio nel tonno. Questo perché qualsiasi cosa proveniente dagli oceani è un prodotto dell'acqua in cui vive. Proprio come le piante assorbono sostanze nutritive o addirittura pesticidi dal terreno, così anche la spirulina assorbe ciò che è nell'acqua intorno. Se la spirulina cresce in acqua contenente metalli pesanti o batteri, questo potrebbe essere presente anche negli integratori.

Alcune alghe blu-verdi d'acqua dolce producono naturalmente anche microcistine (chiamate anche cianoginosine), una classe di tossine. Uno studio hanno scoperto che dei 18 integratori di alghe che hanno ispezionato, 8 contenevano queste tossine a livelli superiori all'assunzione giornaliera tollerabile per l'uomo (Roy-Lachapelle, 2017). In grandi dosi, queste tossine può causare danni al fegato (Schmidt, 2014). Ciò sottolinea la necessità di acquistare integratori solo da marchi affidabili. Idealmente, cerca un'azienda che si occupi delle microcistine e del loro processo di approvvigionamento in modo aperto e chiaro. Esistono modi per coltivare la spirulina per diminuire il contenuto di microcistine, quindi cerca un marchio che li segua.

La vitamina D bassa ti fa sentire stanco?

Può interferire con la coagulazione del sangue

La coagulazione del sangue è necessaria e questo processo può prevenire lividi e sanguinamento eccessivi quando sei stato ferito. Ma gli integratori di spirulina possono interferire o rallentare questo processo (Majdoub, 2009). Anche se questo potrebbe non essere abbastanza drastico da essere pericoloso per la maggior parte delle persone, quelli che assumono farmaci per fluidificare il sangue come il warfarin (marca Coumadin) non dovrebbero assumere questi integratori. Altri studi hanno scoperto che la spirulina non influisce sul tempo di coagulazione, ma non è stata condotta alcuna ricerca su persone che assumono anticoagulanti (Jensen, 2015). Per questo motivo, è ancora necessario discutere di questo rischio con il proprio medico e seguire i loro consigli medici quando si tratta di integratori.

È pericoloso per le persone con fenilchetonuria

La fenilchetonuria (PKU) è una condizione in cui le persone non metabolizzano correttamente l'aminoacido fenilalanina. È una malattia genetica rara che viene generalmente diagnosticata alla nascita. La fenilalanina può accumularsi nel corpo delle persone con PKU e, se non trattata, causare effetti collaterali come convulsioni e cambiamenti comportamentali simili a quelli osservati nel disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) (Stevenson, 2013). La spirulina (e altre alghe) contiene fenilalanina, quindi dovrebbe essere evitata dalle persone con PKU.

Potrebbe essere un allergene

Sì, alcune persone sono allergiche alla spirulina. Uno studio di dimensioni moderate ha scoperto che le persone che avevano un'altra allergia avevano maggiori probabilità di avere reazioni allergiche ai cianobatteri, di cui la spirulina è una (Bernstein, 2011). Se sospetti di essere allergico, parla con il tuo medico che potrebbe essere in grado di eseguire un test di sensibilità non invasivo.

Riferimenti

  1. Akao, Y., Ebihara, T., Masuda, H., Saeki, Y., Akazawa, T., Hazeki, K., … Seya, T. (2009). Miglioramento dell'attivazione delle cellule killer naturali antitumorali mediante l'estratto di Spirulina somministrato per via orale nei topi. Scienza del cancro, 100(8), 1494–1501. doi: 10.1111/j.1349-7006.2009.01188.x, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19432881
  2. Cingi, C., Conk-Dalay, M., Cakli, H., & Bal, C. (2008). Gli effetti della spirulina sulla rinite allergica. Archivi europei di oto-rino-laringologia, 265(10), 1219-1223. doi: 10.1007/s00405-008-0642-8, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18343939
  3. Jensen, G. S., Attridge, V. L., Beaman, J. L., Guthrie, J., Ehmann, A. e Benson, K. F. (2015). Proprietà antiossidanti e antinfiammatorie di un estratto acquoso di Cyanophyta derivato da Arthrospira Platensis: contributo alla bioattività da parte della frazione acquosa non ficocianina. Journal of Medicinal Food, 18(5), 535-541. doi: 10.1089/jmf.2014.0083, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25764268
  4. Mazokopakis, E. E., Starakis, I. K., Papadomanolaki, M. G., Mavroeidi, N. G. e Ganotakis, E. S. (2013). Gli effetti ipolipidemici dell'integrazione con Spirulina (Arthrospira platensis) in una popolazione cretese: uno studio prospettico. Giornale della scienza dell'alimentazione e dell'agricoltura, 94 (3), 432-437. doi: 10.1002/jsfa.6261, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23754631
  5. Roy-Lachapelle, A., Solliec, M., Bouchard, M., & Sauvé, S. (2017). Rilevazione di cianotossine negli integratori alimentari di alghe. Tossine, 9(3), 76. doi: 10.3390/tossine9030076, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28245621
  6. Schmidt, J., Wilhelm, S. e Boyer, G. (2014). Il destino delle microcistine nell'ambiente e le sfide per il monitoraggio. Tossine, 6(12), 3354-3387. doi: 10.3390/tossine6123354, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4280539/
  7. Selmi, C., Leung, P. S., Fischer, L., German, B., Yang, C.-Y., Kenny, T. P., … Gershwin, M. E. (2011). Gli effetti della Spirulina sull'anemia e sulla funzione immunitaria negli anziani. Immunologia cellulare e molecolare, 8(3), 248-254. doi: 10.1038/cmi.2010.76, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21278762
  8. Shih, C.-M., Cheng, S.-N., Wong, C.-S., Kuo, Y.-L., & Chou, T.-C. (2009). Attività antinfiammatoria e antiiperalgesica della C-ficocianina. Anestesia e analgesia, 108(4), 1303-1310. doi: 10.1213/ane.0b013e318193e919, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19299804
  9. Stevenson, M., & Mcnaughton, N. (2013). Un confronto tra fenilchetonuria e disturbo da deficit di attenzione e iperattività: eziologie marcatamente differenti forniscono fenotipi comuni? Bollettino di ricerca sul cervello, 99, 63-83. doi: 10.1016/j.brainresbull.2013.10.003, https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0361923013001536
  10. Torres-Duran, P.V., Ferreira-Hermosillo, A., & Juarez-Oropeza, M.A. (2007). Effetti antiiperlipemici e antipertensivi della Spirulina maxima in un campione aperto di popolazione messicana: un rapporto preliminare. Lipidi in salute e malattia, 6(1), 33. doi: 10.1186/1476-511x-6-33, https://lipidworld.biomedcentral.com/articles/10.1186/1476-511X-6-33
Vedi altro