Ashwagandha per l'ansia: è dimostrato che aiuta?


Ashwagandha per l'ansia: è dimostrato che aiuta?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Non c'è niente di nuovo nello stress e nell'ansia. È qualcosa che gli esseri umani sperimentano da secoli, ma sembra che i nostri stili di vita moderni abbiano fatto salire i livelli di ansia a livelli febbrili. I disturbi d'ansia colpiscono 40 milioni di adulti di età pari o superiore a 18 anni solo negli Stati Uniti. Questo è il 18,1% della popolazione degli Stati Uniti. I bambini non vengono risparmiati: 25,1% dei ragazzi dai 13 ai 18 anni soffre di ansia (Facts & Statistics, n.d.). E mentre molti guardano alla medicina moderna per aiutare i disturbi d'ansia, stiamo anche iniziando a guardare indietro ai trattamenti più vecchi e tradizionali come l'ashwagandha.



Vitali

  • L'Ashwagandha è un'erba essenziale nella pratica dell'Ayurveda, un tipo di medicina tradizionale indiana.
  • Fa parte della pratica di Rasayana che si riferisce alla scienza dell'allungamento della vita.
  • Gli studi hanno dimostrato che l'estratto di ashwagandha è in grado di abbassare i livelli di cortisolo, l'ormone dello stress, nelle persone con stress cronico.
  • L'erba riduce anche i punteggi di ansia, depressione e stress auto-riferiti in alcune popolazioni.
  • Sebbene l'ashwagandha sia generalmente ben tollerato, ci sono alcuni gruppi di persone che dovrebbero essere cauti nell'assumere il supplemento, come le persone con problemi alla tiroide.

Ashwagandha, o Withania somnifera, è un segno distintivo dell'Ayurveda, una forma di medicina tradizionale indiana. La pianta medicinale, nota anche come ginseng indiano o ciliegio invernale, si trova anche nelle pratiche di altri tipi di medicina tradizionale indiana e africana. È considerata un'erba essenziale per queste pratiche tradizionali e un adattogeno, un gruppo di piante che aiutano il tuo corpo ad affrontare o adattarsi allo stesso modo a fattori di stress fisici e mentali.

La radice di Ashwagandha è considerata una droga di Rasayana, una parola sanscrita che si traduce in un percorso dell'essenza, e una pratica della medicina ayurvedica che si riferisce alla scienza dell'allungamento della vita. Tradizionalmente, le persone credevano che questa radice potesse influenzare il tuo corpo dal sistema nervoso alla pressione sanguigna. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, la scienza moderna sta iniziando a trovare potenziali benefici per la salute dell'ashwagandha. Gli studi suggeriscono l'erba può essere in grado di combattere le infezioni stimolando le cellule immunitarie (Bhat, 2010), diminuire i marcatori di infiammazione (Auddy, 2008) e proteggere il cervello da un placca che può contribuire all'Alzheimer e preservare la funzione cerebrale (Jayaprakasam, 2009). Si sospetta che questi benefici derivino dai withanolidi, lattoni steroidei presenti in natura che si trovano nella radice. Tuttavia, alcune persone potrebbero non sperimentare gli stessi benefici.

Annuncio pubblicitario



Supplementi di supporto del testosterone romano Roman

La fornitura del tuo primo mese è di $ 15 ($ 20 di sconto)

Per saperne di più

Ashwagandha e l'ansia

Sebbene siamo stati lenti a prendere piede, nonostante la lunga storia di uso medicinale dell'ashwagandha, la scienza sta ora iniziando a scoprire alcuni dei suoi potenziali benefici. Uno dei più acclamati è la sua potenziale capacità di mitigare gli effetti fisici e psicologici dello stress cronico. Forse l'effetto più noto dell'ashwagandha è la sua presunta capacità di abbassare il cortisolo, l'ormone dello stress. Dosi a partire da 250 mg al giorno per 60 giorni hanno ridotto significativamente i livelli di ansia auto-riferiti così come i livelli sierici di cortisolo nei partecipanti di un piccolo studio del 2014 controllato con placebo sugli integratori di ashwagandha (Auddy, 2008).



Anche se desideri un po' di cortisolo, essenziale per funzioni vitali come il metabolismo, livelli cronicamente elevati di questo ormone possono portare ad altri problemi come problemi di zucchero nel sangue e aumento di peso. Quindi l'integrazione per ridurre i livelli di cortisolo è un potenziale uso terapeutico della Withania somnifera con benefici ad ampio raggio.

Ashwagandha può alleviare l'ansia oltre i livelli di cortisolo corti

Uno studio precedente di sicurezza hanno riscontrato la stessa cosa nei partecipanti che stavano vivendo un notevole stress. Su una scala di stress percepito (PSS) classificata da 0 (essenzialmente senza stress) a 40, tutti i partecipanti hanno ottenuto un punteggio di 14 o superiore. Dopo 60 giorni, il PSS del gruppo placebo era sceso in media del 5,5%, mentre coloro che hanno integrato due volte al giorno l'estratto a spettro completo della radice di ashwagandha hanno visto una diminuzione media del 44% nel punteggio di stress auto-riferito (Chandrasekhar, 2012 ).

Ma questi ricercatori non si sono fermati qui. Lungo la strada, hanno anche chiesto ai partecipanti di compilare questionari sulla scala dello stress da ansia e depressione (DASS), che suddivide le preoccupazioni per tipo. Ciò significa che i ricercatori hanno potuto vedere come le persone hanno sperimentato depressione, ansia e stress separatamente prima e dopo il trattamento con l'erba medicinale. I loro risultati hanno mostrato che l'erba adattogena era davvero all'altezza del clamore con un effetto sia antidepressivo che ansiolitico (anti-ansia). Al giorno 60, c'è stata una riduzione significativa in tutte le aree: 77% per la depressione, 64,2% per lo stress e 75,6% per l'ansia. Naturalmente, questo era solo uno studio e determinare se l'ashwagandha ha effettivamente o meno questi effetti richiederà ulteriori indagini.

È potenzialmente efficace anche nel ridurre lo stress nei casi più gravi. Ashwagandha ha aiutato in modo significativo i partecipanti a a studio randomizzato in doppio cieco nel gruppo di trattamento con disturbi d'ansia ICD-10, inclusi disturbo d'ansia generalizzato (GAD), ansia e depressione miste, disturbo di panico e disturbo dell'adattamento con ansia (Andrade, 2000). Il trattamento con una combinazione di terapia e prescrizione di farmaci è comune per questi disturbi, ma la forza delle opzioni a base di erbe non dovrebbe essere sottovalutata. Infatti, in un studio sugli animali , il trattamento con Withania somnifera glycowithanolides, composti attivi estratti dalla radice di ashwagandha, è risultato essere efficace quanto il lorazepam (Bhattacharya, 2000).

Questo non vuol dire che l'ashwagandha sia un toccasana per l'ansia. Uno studio ha esaminato come l'ansia sarebbe alleviata attraverso l'intervento di psicoterapia standard (PT) rispetto alla cura naturopatica (NC). Entrambi i gruppi sono stati guidati attraverso esercizi di respirazione profonda. Il gruppo PT ha ricevuto psicoterapia e una pillola placebo, mentre quelli del gruppo NC hanno ricevuto consulenza nutrizionale, un multivitaminico e ashwagandha. Dopo almeno otto settimane di trattamento, gli effetti adattogeni erano evidenti: l'ansia auto-riferita era diminuita del 30,5% nel gruppo PT e del 56,5% nel gruppo NC (Cooley, 2009). C'erano altri fattori coinvolti, ma lo studio almeno dà speranza e una base scientifica per credere che l'estratto di ashwagandha potrebbe essere una parte utile di un piano di trattamento olistico per alleviare l'ansia e migliorare la salute mentale generale.

Dosaggio e forme di ashwagandha

Fortunatamente, l'ashwagandha è generalmente ben tollerato (ne parleremo più avanti). È disponibile come estratto, ma la forma più comune sono le capsule di polvere. Questi sono prontamente disponibili nei negozi di salute, nei negozi di integratori e online, ma integratori come l'ashwagandha non sono regolamentati dalla FDA. Fai sempre le tue ricerche e scegli un prodotto di cui ti puoi fidare e parla con il tuo medico se non sai da dove cominciare.

Una vasta gamma di dosi giornaliere è stata utilizzata nella ricerca sull'erba medicinale con pochi effetti avversi segnalati. In molti casi, questa dose è stata suddivisa in modo che i partecipanti assumessero l'integratore a base di erbe da 2 a 4 volte al giorno anziché tutto in una volta. Le dosi di Whiles negli studi specifici sull'ansia arrivano fino a 5 g. Dovresti sempre iniziare in basso per valutare la tolleranza e discutere la gamma superiore con un medico. Vale la pena notare che la maggior parte degli studi sperimentali ha esaminato gli effetti nel corso di 8-12 settimane, anche se in alcuni casi sono stati osservati risultati positivi già a sei settimane. Dai tempo al tuo integratore di lavorare prima di decidere se vale la pena continuare il trattamento.

Potenziali effetti collaterali di ashwagandha

In generale, gli studi sulla sicurezza hanno scoperto che gli effetti collaterali più comuni dell'ashwagandha sono lievi e includono sonnolenza, feci molli e disturbi gastrointestinali. L'estratto di radice di Ashwagandha può anche interferire con i test di funzionalità tiroidea. Anche le donne incinte non dovrebbero mai assumere l'integratore a base di erbe, in quanto può causare contrazioni precoci o addirittura aborto spontaneo (Erbe e gravidanza, 2019). Scopri di più su tutti gli effetti collaterali dell'ashwagandha in il nostro articolo , che delinea i potenziali effetti negativi.

Riferimenti

  1. Andrade, C., Aswath, A., Chaturvedi, S.K., Srinivasa, M., & Raguram, R. (2000). Una valutazione in doppio cieco, controllata con placebo dell'efficacia ansiolitica di un estratto etanolico di Withania somnifera. Indian Journal of Psychiatry, 42(3), 295-301. Recuperato da http://www.indianjpsychiatry.org/
  2. Auddy, B., Hazra, J., Mitra, A., Abedon, B., & Ghosal, S. (2008). Un estratto standardizzato di Withania somnifera riduce significativamente i parametri legati allo stress negli esseri umani cronicamente stressati: uno studio in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo. JANA, 11 (1), 50-56. Recuperato da https://anthrosource.onlinelibrary.wiley.com/journal/24755389
  3. Bhat, J., Damle, A., Vaishnav, P. P., Albers, R., Joshi, M. e Banerjee, G. (2010). Miglioramento in vivo dell'attività delle cellule natural killer attraverso il tè arricchito con erbe ayurvediche. Ricerca sulla fitoterapia, 24 (1), 129-135. doi: 10.1002/ptr.2889, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19504465
  4. Bhattacharya, S., Bhattacharya, A., Sairam, K., & Ghosal, S. (2000). Attività ansiolitico-antidepressiva di Withania somnifera glycowithanolides: uno studio sperimentale. Fitomedicina, 7(6), 463–469. doi: 10.1016/s0944-7113(00)80030-6, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19504465
  5. Chandrasekhar, K., Kapoor, J. e Anishetty, S. (2012). Uno studio prospettico, randomizzato in doppio cieco, controllato con placebo sulla sicurezza e l'efficacia di un estratto a spettro completo ad alta concentrazione della radice di Ashwagandha nel ridurre lo stress e l'ansia negli adulti. Indian Journal of Psychological Medicine, 34(3), 255. doi: 10.4103/0253-7176.106022, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23439798
  6. Cooley, K., Szczurko, O., Perri, D., Mills, E. J., Bernhardt, B., Zhou, Q. e Seely, D. (2009). Cura naturopatica per l'ansia: uno studio controllato randomizzato ISRCTN78958974. PLoS UNO, 4(8). doi: 10.1371/journal.pone.0006628, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19718255
  7. Fatti e statistiche. (n.d.). Estratto il 23 novembre 2019 da https://adaa.org/about-adaa/press-room/facts-statistics
  8. Erbe e gravidanza. (2019, 31 ottobre). Estratto il 23 novembre 2019 da https://americanpregnancy.org/pregnancy-health/herbs-and-pregnancy/
  9. Jayaprakasam, B., Padmanabhan, K., & Nair, M. G. (2009). Withanamides inWithania somniferafruit proteggere le cellule PC-12 da Î-amiloide responsabile della malattia di Alzheimer. Ricerca in Fitoterapia. doi: 10.1002/ptr.3033, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19957250
Vedi altro