Acido azelaico: usi, benefici ed effetti collaterali

Acido azelaico: usi, benefici ed effetti collaterali

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Se sei nuovo nel vasto mondo dei prodotti per la cura della pelle, immergere la punta del piede negli acidi può sembrare, beh, poco attraente. Ma nonostante le immagini mentali dolorose che potresti evocare sui loro effetti, prodotti come l'acido azelaico possono effettivamente fare miracoli per il tono della tua pelle, calmando il rossore e uniformando il tono della pelle. L'acido azelaico appartiene a una famiglia di farmaci chiamati acidi dicarbossilici ed è presente in natura. In effetti, molti degli alimenti che mangi lo contengono. Questo acido naturale si trova in cereali come orzo, frumento e segale.

Vitali

  • L'acido azelaico è un acido naturale che ha proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche.
  • È disponibile in una vasta gamma di prodotti topici come gel e creme e formulazioni da banco e su prescrizione.
  • Poiché può uccidere i batteri e reprimere l'infiammazione, è comunemente usato per trattare sia l'acne che la rosacea.
  • L'acido azelaico provoca irritazione cutanea temporanea nel 5-10% delle persone che ne fanno uso.

Ecco la parte importante per la tua pelle: a differenza di quegli acidi della lezione di chimica a cui probabilmente stai pensando, l'acido azelaico ha antimicrobico e proprietà antinfiammatorie (Fitton, 1991). Inoltre è disponibile in una vasta gamma di prodotti per la cura della pelle. Questi prodotti differiscono nella forma—ci sono trattamenti topici come creme, gel e prodotti in schiuma—oltre alla concentrazione—le versioni da banco hanno una concentrazione più bassa, ma le formulazioni più forti sono disponibili tramite prescrizione con marchi come Azelex e Finacee.

Benefici dell'acido azelaico

Fino a poco tempo fa, l'acido azelaico non aveva ricevuto la stessa attenzione degli alfa-idrossiacidi (AHA) come l'acido glicolico o lattico. Ma i benefici di questo acido ben tollerato dovrebbero guadagnargli un ampio seguito. Come il perossido di benzoile, l'acido azelaico può uccidere i batteri che possono causare eruzioni cutanee. Ha anche proprietà esfolianti e può ridurre l'aspetto delle rughe come i trattamenti acidi più aggressivi, solo con molta meno irritazione. Ma questo è solo l'inizio di ciò che l'acido azelaico può fare per la tua pelle.

come sapere se hai le palle blu

Annuncio pubblicitario

Semplifica la tua routine di cura della pelle

come avere una grande eiaculazione

Ogni bottiglia di Nightly Defense prescritta dal medico è realizzata per te con ingredienti potenti e scelti con cura e consegnata a casa tua.

Per saperne di più

Può aiutare a chiarire i breakouts

L'acido azelaico non è estraneo ai regimi di cura della pelle per la pelle a tendenza acneica. Uno studio trovato quel 15% di detergente in schiuma di acido azelaico ha migliorato significativamente l'acne vulgaris nei partecipanti. Nello studio, i ricercatori hanno classificato l'acne dei partecipanti con livelli di gravità da Severe a Clear. Entro la settimana 16, l'84% dei partecipanti aveva visto almeno un miglioramento di grado nelle proprie imperfezioni e il 63% aveva raggiunto un grado di Clear o Quasi Clear. Ma per diventare ancora più granulare, il trattamento ha anche aiutato con più tipi di acne. Tutti i partecipanti hanno visto un miglioramento della loro acne infiammatoria e le lesioni non infiammatorie sono migliorate nell'89% dei partecipanti. Per finire, il trattamento è stato ben tollerato. Sono state segnalate alcune irritazioni cutanee, ma la gravità è stata classificata come Lieve o Traccia e la maggior parte dei casi si è risolta entro la fine dello studio (Hashim, 2018).

Può aiutare a prevenire l'acne

Una volta che hai ripulito la pelle, probabilmente vorrai tenerla libera da eruzioni cutanee in futuro. L'acido azelaico può essere d'aiuto in questo. Questo composto naturale ha proprietà antibatteriche, che sono stati mostrati in vitro per combattere i batteri specificamente responsabili di alcuni tipi di acne (Apriani, 2019). I batteri intrappolati nei pori o nei follicoli piliferi sono una causa comune di acne.

Può trattare la rosacea

La rosacea è una condizione dermatologica comune e cronica che causa vasi sanguigni visibili e arrossamento del viso. A volte le persone con rosacea possono sviluppare piccole protuberanze o pustole rosse e piene di pus che sono anche chiamate acne rosacea (o rosacea papulo-pustolosa) e la gravità di questi sintomi può cambiare nel tempo.

Nel due studi correlati , il gel di acido azelaico topico al 15% applicato due volte al giorno ha avuto successo e ha ridotto significativamente il numero di lesioni infiammatorie e il grado di arrossamento della pelle. Alla fine degli studi, la quantità di partecipanti la cui rosacea era diminuita da moderata a grave, minima o lieve era del 61% nel primo studio e del 62% nel secondo. I ricercatori inoltre non hanno notato effetti collaterali causati dal trattamento (Thiboutot, 2003).

Può avere proprietà antitumorali della pelle

L'acido azelaico può essere tossico per le cellule cancerose della pelle. Gli studi sulle cellule tumorali umane hanno scoperto che l'acido azelaico può essere in grado di fermare la moltiplicazione di due diversi tipi di cellule tumorali della pelle. I ricercatori hanno scoperto che questi effetti erano più forti, con concentrazioni più elevate di acido azelaico (Fitton, 1991). Nota: dovresti comunque applicare sempre la protezione solare prima di uscire all'aperto per proteggere la pelle dai danni dei raggi ultravioletti (UV).

Può ridurre l'iperpigmentazione

Questo acido può anche essere in grado di aiutare con condizioni della pelle caratterizzate da macchie scure o iperpigmentazione, come il melasma. acido azelaico può indirettamente distruggere cellule che producono melanina, chiamate melanociti. E gli studi hanno dimostrato che il trattamento con acido azelaico al 20% può aiutare a schiarire queste macchie scure, sebbene l'effetto schiarente avvenga più velocemente se combinato con l'acido glicolico. Ma non c'è nemmeno bisogno di preoccuparsi dello schiarimento della pelle se si ha la pelle normale: l'acido azelaico non ha gli stessi effetti sulla pelle con pigmentazione regolare (Bandyopadhyay, 2009).

come ottenere erezioni davvero dure

Niacinamide per l'acne: benefici e possibili effetti collaterali

7 minuti di lettura

Può ridurre le cicatrici da acne

Le macchie scure che compaiono da vecchie macchie hanno lo stesso problema di iperpigmentazione delle cellule discusse sopra, quindi l'acido azelaico può agire su queste macchie allo stesso modo. Queste macchie scure che compaiono dopo l'acne sono chiamate iperpigmentazione post-infiammatoria (PIH) e le persone con tonalità della pelle più scure hanno un rischio maggiore di svilupparle. Ma uno studio trovato che dopo 16 settimane di applicazione di un gel topico di acido azelaico al 15%, i partecipanti hanno visto una diminuzione non solo delle macchie dell'acne, ma anche dell'alleggerimento del loro PIH (Kircik, 2011).

Può ridurre al minimo l'aspetto delle rughe

La pelle si assottiglia e si secca naturalmente con l'avanzare dell'età attraverso un processo dell'invecchiamento ormonale. In sostanza, i livelli di alcuni ormoni diminuiscono, il che si traduce in una riduzione dello spessore della pelle e della produzione di sebo. Mentre l'eccesso di sebo può causare sfoghi cutanei, è necessario un certo livello per mantenere la pelle idratata (Caliens, 1996). Lo spessore e la secchezza della pelle influenzano entrambi l'aspetto delle rughe visibili. Ma un piccolo studio hanno scoperto che le maschere topiche di acido azelaico hanno potenziato con successo la produzione di questo olio naturale, che a sua volta può aiutare a ridurre la comparsa delle rughe (Wójcik, 2013).

Come usare l'acido azelaico?

Per preparare la pelle all'eventuale presenza di acido azelaico, è necessario detergere la pelle prima di utilizzare questi prodotti. Alcuni trattamenti con acido azelaico vengono applicati sulle aree interessate anziché su tutto il viso. Dovresti lasciare che il prodotto si asciughi prima di usare lozioni, creme idratanti, trucco o altri prodotti per la cura della pelle per consentire il massimo assorbimento.

Quando vedrai i risultati?

A differenza di altri acidi, l'acido azelaico tende a impiegare più tempo prima che i risultati appaiano. Lo studio che ha esaminato come l'acido azelaico aumenta la produzione di sebo, ad esempio, ha confrontato i suoi risultati con quelli dei peeling chimici fatti con l'acido mandelico. I ricercatori hanno scoperto che mentre hanno notato risultati con l'acido mandelico già due settimane dopo la prima sessione di trattamento, i risultati non sono stati osservati con l'acido azelaico fino a dopo dieci settimane o dopo la quinta sessione di trattamento (Wójcik, 2013). Altri studi esaminano circa 10-12 settimane di applicazione.

È importante notare che potresti non riscontrare gli stessi risultati osservati in uno studio, ma la coerenza nell'uso del prodotto è altrettanto importante per te quanto per i partecipanti allo studio. Se un prodotto viene utilizzato in modo meno coerente di quanto consigliato, i risultati potrebbero richiedere più tempo per apparire.

Potenziali rischi/effetti collaterali dell'acido azelaico

Sebbene sia raro, i prodotti a base di acido azelaico come detergenti, sieri e gel possono inizialmente causare irritazioni alla pelle. Ciò può essere vissuto come bruciore, prurito, desquamazione, secchezza della pelle o arrossamento della pelle. Irritazione causata dal 20% di acido azelaico topico succede in Dal 5 al 10% dei pazienti è lieve e tende a scomparire entro due-quattro settimane dal trattamento (Fitton, 1991). Il tuo dermatologo potrebbe essere in grado di suggerire una concentrazione più adatta al tuo tipo di pelle per prevenire possibili irritazioni.

come indossare una manica del cazzo

Riferimenti

  1. Apriani, EF, et al. Formulazione, caratterizzazione e test in vitro della crema a base di acido azelaico etosoma contro l'acne del propionibatterio per il trattamento dell'acne. Journal of Advanced Pharmaceutical Technology & Research, vol. 10, nr. 2, 2019, pp. 75–80., doi:10.4103/japtr.japtr_289_18. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31041186/
  2. Caliens, A., Vaillant, L., Lecomte, P., Berson, M., Gall, Y., & Lorette, G. (1996). Esiste l'invecchiamento ormonale della pelle? Uno studio sull'influenza di diversi regimi di terapia ormonale sulla pelle delle donne in postmenopausa utilizzando tecniche di misurazione non invasive. Dermatologia, 193(4), 289-294. doi: 10.1159/000246272 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/8993951/
  3. Fitton, A., & Goa, K. L. (1991). acido azelaico. Una revisione delle sue proprietà farmacologiche e dell'efficacia terapeutica nell'acne e nei disturbi della pelle iperpigmentare. Droghe, 41(5), 780-798. doi: 10.2165/00003495-199141050-00007 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/1712709/
  4. Hashim, PW, et al. L'efficacia e la sicurezza della schiuma di acido azelaico 15% nel trattamento dell'acne vulgaris facciale. Journal of Drugs In Dermatology, vol. 17, nr. 6, 2018, pp. 641–645., https://jddonline.com/. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29879251/
  5. Kircik, L.H. (2011). Efficacia e sicurezza del gel di acido azelaico (AzA) 15% nel trattamento dell'iperpigmentazione post-infiammatoria e dell'acne: uno studio di 16 settimane controllato al basale. Journal of Drugs In Dermatology, 10(6), 586-590. Estratto da https://jddonline.com/ https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21637899/
  6. Thiboutot, D., Thieroff-Ekerdt, R., & Graupe, K. (2003). Efficacia e sicurezza del gel di acido azelaico (15%) come nuovo trattamento per la rosacea papulo-pustolosa: risultati di due studi di fase III randomizzati e controllati dal veicolo. Journal of the American Academy of Dermatology, 48(6), 836-845. doi: 10.1067/mjd.2003.308 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/12789172/
  7. Wójcik, A., Kubiak, M., & Rotsztejn, H. (2013). Influenza dei peeling con acido azelaico e mandelico sulla secrezione di sebo nelle donne anziane. Progressi in dermatologia e allergologia, 3, 140-145. doi: 10.5114/pdia.2013.35614 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3834725/
Vedi altro