Carenza di calcio: 6 segni e sintomi

Carenza di calcio: 6 segni e sintomi

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Il calcio è stato classificato come costruttore di ossa. Ad essere onesti, è davvero utile per sostenere la salute delle ossa, ma non è tutto ciò che fa bene. Il calcio è il minerale più abbondante nel corpo umano e, sì, si trova principalmente nelle ossa e nei denti. Ma è anche essenziale per il corretto funzionamento, da aiutando il tuo sangue a coagulare (Palta, 2014) a mantenendo il tuo cuore che batte (Iseri, 1984) contraendo i muscoli dopo che il magnesio li rilassa. Potrebbe anche aiutare ad abbassare entrambi pressione arteriosa sistolica e diastolica (Griffith, 1999).

Vitali

  • Il calcio è un minerale essenziale che fa molto di più che aumentare la salute delle ossa.
  • Questo minerale è vitale per il corretto funzionamento di nervi e muscoli e svolge un ruolo nella regolazione di ormoni come l'insulina.
  • Il sintomo più comune della carenza di calcio sono gli spasmi muscolari.
  • Se non trattata, la carenza può causare osteoporosi o convulsioni tetaniche.
  • Bassi livelli di calcio sono relativamente facili da trattare e i professionisti medici potrebbero suggerire una dieta più ricca di cibi ricchi di calcio invece di integratori.
  • È possibile soddisfare il fabbisogno di calcio solo attraverso la dieta e i latticini non sono le uniche buone fonti alimentari di questo minerale.

Pensavi che fosse quello? Sebbene sia certamente fondamentale per costruire e preservare la massa ossea che ti consente di muoverti ed esercitare, il calcio continua a raccogliere posti di lavoro nel tuo corpo ben oltre. Questo potente minerale viene utilizzato come messaggero in tutto il corpo ed è fondamentale per la trasmissione nervosa. Aiuta anche con la contrazione vascolare e la vasodilatazione, regolando il flusso sanguigno e la pressione. Calcio anche funziona sul tuo sistema endocrino , svolgendo un ruolo nella secrezione di ormoni come l'insulina (National Academies Press, 2011).



Questi sono solo i ruoli di base di questo minerale, però. Ci sono benefici per la salute oltre a prevenire le fratture ossee o mantenere attivi gli ormoni e il battito cardiaco quando si ottiene abbastanza calcio. Bassi livelli di calcio sono associati ad a indice di massa corporea (BMI) più elevato (Bueno, 2008) e aumento dell'assunzione può aiutarti a perdere grasso se non ne avevi abbastanza prima (Zhu, 2013). È stato anche dimostrato che aiuta alcuni gruppi di persone con marcatori di infiammazione (Foroozanfard, 2015) e stress ossidativo, livelli di trigliceridi (Asemi, 2015) e metabolismo del glucosio.

Annuncio pubblicitario



come aumentare le dimensioni del tuo pene?

Roman Daily: multivitaminico per uomini

Il nostro team di medici interni ha creato Roman Daily per colmare le lacune nutrizionali comuni negli uomini con ingredienti e dosaggi scientificamente supportati.

il modo migliore per ottenere completamente eretto
Per saperne di più

Che cos'è una carenza di calcio?

La buona notizia è che incasellare questo minerale cruciale non ci ha impedito di ottenere la quantità di cui abbiamo bisogno. La vera carenza di calcio (chiamata anche ipocalcemia o malattia da carenza di calcio) è rara negli Stati Uniti, anche se assumerne abbastanza prima dei 20-25 anni è importante per ridurre il rischio di sviluppare l'osteoporosi più avanti nella vita. Quando succede, però, una carenza è grave.



Le nostre esigenze di calcio cambiano più volte durante la nostra vita. Aumenta rapidamente man mano che cresciamo da neonati a bambini prima di vedere un picco durante la nostra adolescenza quando raggiungiamo fasi di crescita critiche. Quando ciò è fatto, le esigenze degli uomini si stabilizzano su 1.000 mg al giorno da 19-71 prima di aumentare a 1.200 mg . I bisogni delle donne scendono leggermente da Da 19-50 a 1.000 mg al giorno prima di aumentare nuovamente da 51 a 1.200 mg . Sebbene i loro bisogni aumentino di nuovo prima rispetto agli uomini, la loro indennità dietetica di riferimento (RDA) rimane la stessa fino ai 70 anni e oltre. Se non ricevi questa quantità ogni giorno, potresti sviluppare bassi livelli di calcio nel sangue (Office of Dietary Supplements - Calcium, 2019). L'intervallo normale per gli adulti è 8,8-10,4 milligrammi per decilitro (mg/dL), ma questi valori esatti possono variare a seconda del laboratorio. Se i tuoi livelli ematici sono inferiori a 8,8 mg/dL, potresti soffrire di ipocalcemia.

Segni e sintomi di carenza di calcio

I nostri corpi possono lottare per utilizzare questo minerale. Fortunatamente, la vitamina D può rendere più efficiente l'assorbimento del calcio. Ma ci sono alcune persone che hanno difficoltà nell'assorbimento del calcio rispetto ad altre. Alcuni farmaci come i corticosteroidi possono ostacolare questo processo. Le diete ad alto contenuto proteico e ricco di sodio possono anche indurti a espellere il calcio più velocemente, interferendo con la creazione di livelli ematici di calcio sani e coerenti. Anche le persone con problemi gastrointestinali come il morbo di Crohn hanno difficoltà ad assorbire una quantità sufficiente di minerale. I vegani sono anche a più alto rischio di ipocalcemia perché potrebbero non ottenere un apporto di calcio sufficientemente elevato attraverso la loro dieta.

Ma ci sono un paio di altre cause che, sebbene più rare, meritano di essere menzionate. Le persone con ipoparatiroidismo possono facilmente sviluppare una carenza di calcio. Questa condizione significa che non produci abbastanza ormone paratiroideo, che controlla direttamente i livelli di calcio nel sangue. Ma la carenza di calcio può anche essere un sintomo di carenza di magnesio, che può causare carenze secondarie non solo di calcio ma anche di potassio (ipopotassiemia).

quanto è lungo un pennis medio?

Vale anche la pena notare che c'è una grande differenza tra i sintomi acuti dell'ipocalcemia grave e gli effetti a lungo termine che derivano dal sottoconsumo cronico di calcio. Li abbiamo suddivisi in due sezioni in modo da poter comprendere e identificare ciascun tipo.

Sintomi acuti di ipocalcemia grave

Questi sono segni di carenza di calcio che si manifestano quando i livelli di calcio scendono abbastanza. Spesso sono anche il risultato di altri gravi problemi di salute.

Ritmo cardiaco anomalo

Quando i livelli di calcio si abbassano abbastanza, non è in grado di contrarre i muscoli cardiaci nello stesso modo forte e ritmico a cui siamo abituati con i nostri battiti cardiaci. Ciò provoca un ritmo cardiaco anomalo o aritmie cardiache.

Spasmi muscolari

Sai già che il calcio svolge un ruolo chiave nella contrazione muscolare e nella segnalazione nervosa. Quindi, quando i livelli di calcio nel sangue sono spenti, si mette anche un freno al normale funzionamento agendo sia sulle cellule nervose che su quelle muscolari. Questo è in realtà il segno più comune di carenza di calcio ed è indicato anche come irritabilità neuromuscolare. Potresti notare spasmi o contrazioni o provare crampi muscolari ai muscoli delle braccia o delle gambe se non stai assumendo abbastanza calcio. L'ipocalcemia estrema può causare tetania o crisi tetanica, che è caratterizzato da cellule muscolari e nervose più eccitabili (Williams, 2011).

Contrazioni facciali

Questi spam non sono solo limitati alle braccia e alle gambe, anche se queste posizioni sono comuni. Lo stesso meccanismo può causare contrazioni facciali in alcune persone con grave ipocalcemia. Ma a differenza degli spasmi nei muscoli dell'arto, le contrazioni facciali non si verificano finché non viene toccato il nervo facciale. chiamato il segno di coda , i muscoli del viso si contrarranno quando viene toccato il nervo facciale, ma solo quelli sullo stesso lato del viso del nervo (Hujoel, 2016).

Fatica o letargia

Il reticolo sarcoplasmatico (SR) è una struttura nelle cellule muscolari che immagazzina il calcio. Uno studio scoperto che se il calcio non viene rilasciato correttamente dal SR, la debolezza muscolare e l'affaticamento sono il risultato. I ricercatori hanno anche scoperto che la caffeina può aiutare il rilascio di calcio dall'SR durante l'affaticamento, il che potrebbe spiegare perché quella bevanda energetica pre-allenamento sembra aiutare così tanto (Allen, 2008). Ma la stanchezza è un sintomo aspecifico. Dovresti prestare attenzione e notare qualsiasi affaticamento o debolezza sperimentato se pensi che i tuoi livelli di calcio siano un problema e portali da un operatore sanitario. Sia l'ipocalcemia che l'ipercalcemia possono causare questo sintomo, quindi probabilmente useranno gli altri sintomi e gli esami del sangue per diagnosticarti.

Intorpidimento o formicolio alle estremità

La stessa irritabilità neuromuscolare che causa gli spasmi muscolari può anche causare una sensazione di intorpidimento o formicolio (chiamata parestesia) alle estremità, come le dita delle mani e dei piedi. In alcuni casi, questa sensazione si manifesta anche nel regione periorale , o l'area immediatamente circostante la bocca (Schafer, 2000).

Sintomi di sottoconsumo cronico di calcio

A differenza dei sintomi che possono manifestarsi improvvisamente quando i livelli di calcio scendono abbastanza, ci sono alcuni sintomi che richiedono molto tempo per progredire abbastanza da notarli. Questi sintomi si verificano generalmente con il sottoconsumo cronico o abituale di questo minerale vitale. L'esempio più noto è l'osteoporosi, chiamata anche malattia silente perché può passare inosservata fino a quando non si verifica una frattura. Ma questa condizione è tutt'altro che l'unico potenziale effetto collaterale.

come avere un'erezione veloce

Unghie deboli e fragili

Tendiamo a mettere insieme capelli, pelle e unghie. Ma c'è una buona ragione per cui vedi pacchetti di integratori realizzati per loro: fanno tutti parte del sistema ectodermico e tutti e tre possono essere influenzati da un basso livello di calcio. Cambiamenti del tempo può causare capelli ruvidi e pelle secca , entrambi sono anche segni di ipocalcemia, quindi può essere più utile cercare unghie deboli e fragili (Schafer, 2000).

Osteoporosi o osteopenia

Perdita ossea nelle donne inizia intorno al periodo della menopausa . La quantità di calcio escreta naturalmente dall'organismo aumenta durante questo periodo, motivo per cui la quantità di calcio necessaria aumenta. Ma c'è molto in gioco qui. Gli estrogeni aiutano il nostro intestino ad assorbire il calcio. Quindi non solo perdiamo più calcio durante la menopausa, ma assorbiamo anche il calcio in modo meno efficace poiché i nostri livelli ormonali cambiano. E se quei bisogni di calcio non vengono soddisfatti, la perdita ossea può accelerare (Nordin, 1997).

Per gli uomini, il processo di perdita ossea inizia intorno ai 55 anni. Sebbene non attraversino la menopausa e tutti gli ostacoli legati al calcio ad essa associati, hanno comunque bisogno di più di questo minerale quando raggiungono questa età critica, ed è importante per soddisfare l'aumento del valore giornaliero (DV). L'osteoporosi è caratterizzata da una perdita di densità ossea. Man mano che le ossa diventano più porose, diventano anche più fragili, aumentando le probabilità di fratture. L'osteopenia, invece, è caratterizzata da ossa più deboli del normale, ma non tanto da spezzarsi facilmente. È nello spettro tra avere una normale densità ossea e avere l'osteoporosi. Sebbene il basso apporto di calcio non sia l'unica causa dell'osteoporosi, contribuisce notevolmente alla compromissione della densità ossea.

Depressione

La ricerca è mista sulla connessione tra basso contenuto di calcio e depressione. C'era un'associazione tra basso apporto di calcio nella dieta e punteggi di depressione auto-riferiti in uno studio (Bae, 2012). Tuttavia, i dati auto-riportati possono essere inaffidabili e altri studi non sono d'accordo con i risultati. Una meta-analisi che ha esaminato studi relativi sia al magnesio che al calcio e alla depressione, poiché la carenza di magnesio può causare un basso livello di calcio, ha trovato una connessione tra magnesio e depressione, ma non calcio e depressione (Li, 2017).

Problemi dentali

A partire dal 2016, la carie era il condizione più comune negli Stati Uniti (Heng, 2016). Ma la ricerca è mista sulla connessione tra bassi livelli di calcio e cavità. Per anni si è creduto che un basso apporto di calcio durante l'infanzia predisponesse a future carie. E uno studio hanno scoperto che i bambini con carie, o cavità, avevano livelli più bassi di calcio nella loro saliva rispetto ai loro omologhi senza carie (Prabhakar, 2009). Ma più recente (Heng, 2016) la ricerca non considera il basso apporto di questo minerale per essere un fattore di rischio per la carie (Roberts-Thompson, 2008).

quali sono i vantaggi degli integratori coq10

Trattamento e prevenzione dell'ipocalcemia

Parla con un medico se stai riscontrando effetti collaterali che corrispondono a quelli dell'ipocalcemia. Probabilmente prenderanno una storia medica, inclusa la domanda sulla presenza di bassi livelli di calcio o osteoporosi nei membri della famiglia e condurranno un esame del sangue per confermare. Ci sono tre livelli che probabilmente cercheranno: il tuo livello di calcio totale, il tuo livello di calcio libero o ionizzato e i tuoi livelli di albumina, una proteina che trasporta il calcio attraverso il sangue. A seconda della gravità della carenza, il medico può scegliere di trattare con integratori di calcio o semplicemente attraverso cambiamenti prolungati dello stile di vita che incorporano più alimenti ricchi di calcio nella dieta quotidiana. Le carenze tendono ad essere facili da trattare.

Non è necessario ricorrere agli integratori alimentari se il consiglio medico che ti viene dato è quello di aumentare le buone fonti di calcio nella tua dieta. È abbastanza facile raggiungere 1.000-1.200 mg di calcio al giorno attraverso il solo cibo, soprattutto se si mangiano latticini. Mentre la maggior parte degli articoli del reparto lattiero-caseari sono buone fonti di calcio, puoi ottenere questo minerale da un'ampia varietà di alimenti che vanno dal pesce azzurro come le sardine alle verdure a foglia verde come il cavolo riccio e il cavolo cappuccio. Assicurati solo di non mangiare oltre la quantità raccomandata. Troppo calcio può causare calcoli renali, atrofia ossea, debolezza muscolare e confusione.

Riferimenti

  1. Allen, DG, Lamb, GD, & Westerblad, H. (2008). Rilascio di calcio alterato durante la fatica. Giornale di fisiologia applicata, 104 (1), 296-305. doi: 10.1152/japplphysiol.00908.2007, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17962573
  2. Asemi, Z., Samimi, M., Siavashani, M., Mazloomi, M., Tabassi, Z., Karamali, M., … Esmaillzadeh, A. (2016). La co-integrazione di calcio-vitamina D influisce sui profili metabolici, ma non sugli esiti della gravidanza, nelle donne in gravidanza sane. Rivista internazionale di medicina preventiva, 7 (1), 49. doi: 10.4103/2008-7802.177895, http://www.ijpvmjournal.net/article.asp?issn=2008-7802;year=2016;volume=7;issue=1;spage=49;epage=49;aulast=Asemi
  3. Bae, Y.-J., & Kim, S.-K. (2012). Il basso contenuto di calcio nella dieta è associato alla depressione autovalutata nelle donne coreane di mezza età. Ricerca e pratica nutrizionale, 6(6), 527. doi: 10.4162/nrp.2012.6.6.527, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23346303
  4. Bueno, M. B., Cesar, C. L. G., Martini, L. A., & Fisberg, R. M. (2008). Assunzione di calcio nella dieta e sovrappeso: una visione epidemiologica. Nutrizione, 24(11-12), 1110-1115. doi: 10.1016/j.nut.2008.05.020, https://europepmc.org/article/med/18640008
  5. Foroozanfard, F., Jamilian, M., Bahmani, F., Talaee, R., Talaee, N., Hashemi, T., … Esmaillzadeh, A. (2015). L'integrazione di calcio più vitamina D influenza i biomarcatori di infiammazione e stress ossidativo in donne in sovrappeso e carenti di vitamina D con sindrome dell'ovaio policistico: uno studio clinico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo. Endocrinologia clinica, 83(6), 888-894. doi: 10.1111/cen.12840, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26119844
  6. Griffith, L., Guyatt, G. H., Cook, R. J., Bucher, H. C. e Cook, D. J. (1999). L'influenza della supplementazione di calcio dietetica e non dietetica sulla pressione sanguigna Una metaanalisi aggiornata di studi randomizzati controllati. Giornale americano di ipertensione, 12 (1), 84-92. doi: 10.1016/s0895-7061(98)00224-6, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10075392
  7. Heng, C. (2016). La carie dentaria è la malattia più diffusa. Praticante federale, 33(10), 31-33. Recuperato da https://www.mdedge.com/fedprac
  8. Hujoel, I.A. (2016). L'associazione tra i livelli sierici di calcio e il segno di Chvostek. Neurologia: pratica clinica, 6(4), 321-328. doi: 10.1212/cpj.00000000000000270, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5727700/
  9. Iseri, L.T., & French, J.H. (1984). Magnesio: calcio-bloccante fisiologico di Nature. American Heart Journal, 108(1), 188–193. doi: 10.1016/0002-8703(84)90572-6, https://europepmc.org/article/med/6375330
  10. Li, B., Lv, J., Wang, W. e Zhang, D. (2016). Assunzione dietetica di calcio e magnesio e rischio di depressione nella popolazione generale: una meta-analisi. Giornale australiano e neozelandese di psichiatria, 51 (3), 219-229. doi: 10.1177/0004867416676895, https://journals.sagepub.com/doi/10.1177/0004867416676895
  11. National Academies Press (USA). (2011). Nelle assunzioni dietetiche di riferimento per calcio e vitamina D. Washington, DC, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK56070/
  12. Nordin, B. E. (1997). Calcio e osteoporosi. Nutrizione, 13 (7-8), 664-686. doi: 10.1016/s0899-9007(97)83011-0, https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0899900797830110
  13. Ufficio degli integratori alimentari – Calcio. (2019, 16 ottobre). Estratto il 7 dicembre 2019 da https://ods.od.nih.gov/factsheets/Calcium-HealthProfessional/
  14. Palta, S., Saroa, R., & Palta, A. (2014). Panoramica del sistema di coagulazione. Indian Journal of Anesthesia, 58(5), 515. doi: 10.4103/0019-5049.144643, https://ods.od.nih.gov/factsheets/Calcium-HealthProfessional/
  15. Prabhakar, A., Dodawad, R., & Raju, O. (2009). Valutazione della portata, del pH, della capacità tampone, del calcio, delle proteine ​​totali e dei livelli di antiossidanti totali della saliva nei bambini senza carie e con carie attiva: uno studio in vivo. Rivista internazionale di odontoiatria pediatrica clinica, 2 (1), 9-12. doi: 10.5005/jp-journals-10005-1034, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4086556/
  16. Roberts-Thompson, K.F., & Spencer, A.J. (1999). Conoscenza pubblica della prevenzione della carie dentaria e delle malattie gengivali. Australian Dental Journal, 44 (4), 253-258. doi: 10.1111/j.1834-7819.1999.tb00229.x, https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1834-7819.1999.tb00229.x
  17. Schafer, A.L., & Schoback, D.M. (2000). Ipocalcemia: diagnosi e trattamento. In Endotesto. South Dartmouth, MA: MDText.com, Inc, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK279022/
  18. Williams, A., Abraham, V. e Liddle, D. (2011). Tetania: un dilemma diagnostico. Journal of Anaesthesiology Clinical Pharmacology, 27(3), 393. doi: 10.4103/0970-9185.83691, http://www.joacp.org/article.asp?issn=0970-9185;year=2011;volume=27;issue=3;spage=393;epage=394;aulast=Williams
  19. Zhu, W., Cai, D., Wang, Y., Lin, N., Hu, Q., Qi, Y., … Amarasekara, S. (2013). L'integrazione di calcio più vitamina D3 ha facilitato la perdita di grasso negli studenti universitari in sovrappeso e obesi con un consumo di calcio molto basso: uno studio controllato randomizzato. Diario nutrizionale, 12 (1). doi: 10.1186/1475-2891-12-8, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23297844
Vedi altro