Gli animali domestici possono contrarre il nuovo coronavirus? Mi possono infettare?

Gli animali domestici possono contrarre il nuovo coronavirus? Mi possono infettare?

Importante

Le informazioni sul nuovo coronavirus (il virus che causa il COVID-19) sono in continua evoluzione. Aggiorneremo periodicamente il nostro nuovo contenuto sul coronavirus in base ai risultati sottoposti a revisione paritaria appena pubblicati a cui abbiamo accesso. Per le informazioni più affidabili e aggiornate, visitare il Sito web CDCC o il I consigli dell'OMS per il pubblico.

Da quando il COVID-19 è apparso per la prima volta e ha sconvolto le nostre vite, molto è cambiato. La malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) è una malattia che ha iniziato a diffondersi nel 2019. È causata dal virus noto come sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2), che è un membro della famiglia dei coronavirus. Alcuni dei virus di questa famiglia possono saltare dagli animali alle persone, come è accaduto con la sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e la sindrome respiratoria mediorientale (MERS). SARS-CoV-2 è il nuovo coronavirus a fare questo salto.

Il processo di un virus che salta dagli animali all'uomo è chiamato zoonosi. La zoonosi inversa è l'opposto: quando un virus passa da un essere umano a un animale. Sebbene comprendiamo questo processo molto meno del modello da animale a uomo, una revisione degli studi del 2014 ne ha trovati esempi. Gli esseri umani hanno superato la resistenza alla meticillina Staphylococcus aureus (MRSA), influenza A, e Ascaris lumbricoides (ascaridi) agli animali (Messenger, 2014).

Quindi cosa ci vuole perché un virus si diffonda dagli animali all'uomo o viceversa? Gli animali possono essere infettati da SARS-CoV-2? I nostri animali domestici rischiano di ammalarsi e possono trasmetterci il virus? Ecco cosa devi sapere sugli animali da compagnia e sul nuovo coronavirus.

Gli animali domestici possono prendere il COVID-19?

Pensavamo che la risposta a questa domanda fosse no. Tuttavia, la nostra comprensione della situazione è cambiata.

Nel febbraio 2020, un cane di Hong Kong che era di proprietà di un paziente con COVID-19 è risultato positivo al virus. Tuttavia, il territorio Dipartimento per l'agricoltura, la pesca e la conservazione ha affermato in una dichiarazione che potrebbe essere stato dovuto a contaminazione ambientale. Al 28 febbraio 2020, il cane non aveva mostrato alcun sintomo del virus (Detection, 2020).

Il 5 aprile 2020 è stato segnalato che una tigre allo zoo del Bronx era malata di COVID-19. La tigre è stata testata dopo aver mostrato sintomi respiratori, ma non si sa come la tigre sia stata infettata in primo luogo. Da allora, molti altri animali dello zoo hanno mostrato sintomi e sono risultati positivi anche al virus (Daly, 2020).

Il 22 aprile 2020 è stato segnalato che due gatti domestici di New York sono risultati positivi al virus dopo aver sviluppato sintomi respiratori. I gatti provenivano da zone separate di New York. Uno dei gatti apparteneva a una persona con COVID-19. Un altro gatto nella stessa famiglia non ha mostrato alcun sintomo (Azad, 2020).

Nel gennaio del 2021, anche due gorilla dello zoo di San Diego hanno contratto il COVID. Sebbene i loro sintomi fossero lievi, i guardiani dello zoo sono rimasti sorpresi dal fatto che il personale che lavora con la fauna selvatica allo zoo prendesse precauzioni per evitare di esporre gli animali al virus (NPR, 2021).

C'è anche prova che altri animali sono suscettibili all'infezione, come i furetti (Domande, 2020). E il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) afferma di essere a conoscenza di un piccolo numero di animali domestici, inclusi cani e gatti, segnalati per essere stati infettati dal virus che causa il COVID-19, principalmente dopo uno stretto contatto con persone con COVID-19 (CDC, 2020).

Sono attualmente in corso studi per comprendere meglio come l'infezione da SARS-CoV-2 colpisca gli animali. Al momento non ci sono prove che il virus che causa il COVID-19 possa diffondersi dal pelo di un animale domestico. Non tentare di lavare i tuoi animali domestici con disinfettanti, disinfettanti per le mani o perossido di idrogeno. Se pensi che il tuo animale domestico sia malato, chiama il veterinario prima di portarlo in un ufficio veterinario o in una clinica in modo che possa dirti il ​​modo migliore per procedere.

Il mio animale domestico può infettarmi con il nuovo coronavirus?

Al momento non ci sono prove che gli animali domestici svolgano un ruolo nella diffusione di SARS-CoV-2 all'uomo. A causa di ciò, gli esperti sottolineano non vi è alcuna giustificazione nell'adottare misure contro gli animali da compagnia che potrebbero comprometterne il benessere (Domande, 2020).

Detto questo, ci sono alcune precauzioni da prendere che potrebbero essere utili. Il CDC suggerisce, in generale, di lavarsi le mani dopo aver toccato gli animali perché possono diffondere altre malattie all'uomo. Se sei malato di COVID-19, il CDC suggerisce ti separi dagli animali domestici e lasci che qualcun altro si prenda cura di loro mentre sei malato (Domande e risposte frequenti 2019-nCoV, 2020). Inoltre, è raccomandato che non permetti agli animali domestici di interagire con altri umani o animali fuori casa (CDC, 2020). Ciò include evitare parchi per cani affollati e tenere i gatti in casa.



Riferimenti

  1. 2019-nCoV Domande e risposte frequenti. (2020, 1 marzo). Estratto il 2 marzo 2020 da https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/faq.html
  2. Azad, A. (2020, 22 aprile). Due gatti a New York hanno confermato di avere il coronavirus, rendendoli i primi animali domestici negli Stati Uniti noti per essere stati infettati. Estratto il 23 aprile 2020 da https://www.cnn.com/2020/04/22/health/cats-new-york-coronavirus-trnd/index.html
  3. Daly, N. (2020, 6 aprile). La tigre risulta positiva al coronavirus allo zoo del Bronx, primo caso noto al mondo. Estratto il 23 aprile 2020 da https://www.nationalgeographic.com/animals/2020/04/tiger-coronavirus-covid19-positive-test-bronx-zoo/
  4. Rilevamento di un basso livello di virus COVID-19 nel cane da compagnia. (2020, 28 febbraio). Estratto il 2 marzo 2020 da https://www.info.gov.hk/gia/general/202002/28/P2020022800013.htm
  5. Se hai animali. (2020, 13 aprile). Estratto il 23 aprile 2020 da https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/daily-life-coping/animals.html
  6. Messenger, A. M., Barnes, A. N. e Gray, G. C. (2014). Trasmissione inversa della malattia zoonotica (zooantroponosi): una revisione sistematica delle minacce biologiche umane agli animali raramente documentate. PLoS UNO, 9(2). doi: 10.1371/journal.pone.0089055, https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0089055
  7. NPR: Jones, D. (2021, 11 gennaio). 2 Gorilla in California contraggono il Coronavirus. Radio pubblica nazionale. Estratto l'11 gennaio 2021 da https://www.npr.org/2021/01/11/955782284/two-gorillas-in-california-contract-the-coronavirus

    Domande e risposte sul COVID-19: OIE – Organizzazione mondiale per la salute animale. (2020, 21 aprile). Estratto il 23 aprile 2020 da https://www.oie.int/en/scientific-expertise/specific-information-and-recommendations/questions-and-answers-on-2019novel-coronavirus/
Vedi altro