L'assunzione di vitamina D può aiutare con la caduta dei capelli?

L'assunzione di vitamina D può aiutare con la caduta dei capelli?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

La perdita dei capelli, nota anche come alopecia, colpisce una parte significativa della popolazione. In effetti, più di 56 milioni di persone negli Stati Uniti vivono con una sorta di perdita di capelli.

Tuttavia, non tutta la perdita di capelli è uguale. Se la tua perdita di capelli è più diffusa alle tempie o hai sviluppato la caduta dei capelli sulla corona, è molto probabile alopecia androgenetica , una condizione genetica comunemente nota come calvizie (Wolff, 2016).



Vitali

  • La carenza di vitamina D è stata collegata a comuni disturbi della caduta dei capelli.
  • Si stima che quasi un miliardo di persone nel mondo non assuma abbastanza vitamina D.
  • La soluzione migliore per evitare una carenza di vitamina D è introdurre più alimenti ricchi di vitamina D nella dieta. Se ti è stata diagnosticata una carenza di vitamina D, gli integratori di vitamina D sono disponibili senza prescrizione medica e possono aiutarti a correggere tale carenza.
  • Se la vitamina D non è alla radice dei tuoi problemi di caduta dei capelli, ci sono molti trattamenti efficaci per la caduta dei capelli tra cui farmaci da banco, spray e schiume, nonché terapia UVB o persino opzioni chirurgiche.

La massiccia perdita di capelli può anche essere innescata da stress intenso o infezione, una condizione reversibile chiamata telogen effluviovi (Malkud, 2015). In alcuni casi, se la caduta dei capelli si verifica in piccole chiazze, potrebbe essere il risultato di una condizione autoimmune chiamata alopecia areata (Spano, 2015).

Ma ci sono altre cose che giocano un ruolo nello spessore delle tue serrature. I ricercatori hanno persino scoperto un potenziale legame tra la carenza di vitamina D e lo sviluppo di alcuni tipi di caduta dei capelli.



quanto può durare un'epidemia di herpes?

Cosa ha a che fare la vitamina D con la caduta dei capelli?

La mancanza di vitamina D potrebbe non essere la causa di tutti i tipi di perdita di capelli, ma potrebbe svolgere un ruolo importante nello sviluppo dell'alopecia areata e della calvizie.

La vitamina D agisce legandosi ai recettori della vitamina D presenti in tutti i tipi di cellule del corpo, come le cellule immunitarie, le cellule renali e i follicoli piliferi. Uno funzione importante di vitamina D è quello di aiutare a regolare i cicli cellulari, che è particolarmente importante quando si tratta di crescita dei capelli. Nei pazienti con alopecia areata, ad esempio, la ricerca sembra dimostrare che il ciclo del follicolo pilifero è interrotto a causa di bassi livelli di vitamina D (Hosking, 2018; Lin, 2019).

In uno studio, i ricercatori hanno scoperto che i pazienti con alopecia areata erano più probabilmente essere carente di vitamina D (Gade, 2018).



Annuncio pubblicitario

1° mese di trattamento anticaduta gratuito su piano trimestrale

Trova un piano per la caduta dei capelli che funzioni per te

Per saperne di più

Esistono meno ricerche che collegano la vitamina D alla caduta dei capelli, tuttavia, ricerca recente hanno scoperto che livelli più bassi di vitamina D erano correlati a casi più gravi di questo tipo di perdita di capelli (Sanke, 2020). Non solo: ci sono persino prove che il trattamento con vitamina D può aiutare a ripristinare la crescita dei capelli. Più su quello sotto.

Gli integratori di vitamina D aiutano per la caduta dei capelli?

Se hai una carenza di vitamina D e stai vivendo la caduta dei capelli, alcuni studi suggeriscono una soluzione semplice: prendere integratori di vitamina D (Lin, 2019; Gerkowicz, 2017). Sfortunatamente, i dati sono scarsi sul fatto che gli integratori di vitamina D funzionino davvero per la caduta dei capelli, ma ecco cosa sappiamo finora.

cosa fanno i booster di testosterone al tuo corpo?

Uno studio molto piccolo che ha valutato solo 22 persone ha scoperto che l'applicazione di a crema a base di vitamina D era moderatamente efficace per più della metà dei partecipanti allo studio con perdita di capelli a chiazze (Narang, 2017). Un altro studio ha avuto un successo simile, con i ricercatori che hanno trovato a trattamento topico con vitamina D per essere efficace per la caduta dei capelli in quasi il 70% dei partecipanti allo studio. (Çerman, 2015).

Come posso sapere se ho una carenza di vitamina D?

Se sospetti di avere una carenza di vitamina D, potresti avere ragione. Ma questo non significa che dovresti prendere degli integratori. Il tuo primo passo dovrebbe essere una visita al tuo medico per un semplice analisi del sangue per capire se hai bisogno di più vitamina D (Kennel, 2010).

Se il tuo medico scopre che i tuoi livelli sono bassi, la cosa migliore da fare è assicurarti di assumere abbastanza vitamina D attraverso la tua dieta. Ci sono due forme di vitamina D: D2 e D3. Otteniamo vitamina D2 mangiando determinate piante e funghi. Sebbene sia possibile ottenere la vitamina D3 dal sole, la maggior parte di noi non trascorre abbastanza tempo all'aperto per soddisfare il proprio fabbisogno di vitamina D. Fortunatamente, però, puoi anche ottenere la tua vitamina D3 da consumare cibi come pesce grasso, uova e latte (Sahota, 2014).

Il tuo medico potrebbe consigliarti di aggiungere un integratore alla tua routine per assicurarti di ricostituire le tue riserve di vitamina D. Tuttavia, non tutti gli integratori sono uguali. Assicurati di sceglierne uno da un marchio rispettabile.

Tipi di integratori di vitamina D

Gli integratori di vitamina D esistono in molte forme. Consulta un medico prima di decidere se uno dei seguenti integratori è una buona soluzione per te.

  • Creme per uso topico : La caduta dei capelli può essere trattata con creme o lozioni contenenti derivati ​​della vitamina D. Uno famoso si chiama calcipotriolo , che è stato efficace in alcuni studi per il trattamento di pazienti con alopecia areata (El Taieb, 2019). Il calcipotriolo richiede una prescrizione di un operatore sanitario.
  • Compresse orali : Gli integratori di vitamina D sono disponibili anche sotto forma di compresse o capsule orali. Puoi trovare integratori di vitamina D2 e ​​D3 nella tua farmacia locale. Tieni presente che l'assunzione di integratori giornalieri può aiutare con una carenza complessiva di vitamina D , ma non ci sono ancora dati sufficienti per dimostrare che questo trattamento aiuta specificamente con la caduta dei capelli (Gerkowicz, 2017).
  • Dieta: Il modo migliore per ottenere la vitamina D nella maggior parte dei casi è da cibo . Gli alimenti che contengono quantità significative di vitamina D includono olio di fegato di merluzzo, trota, salmone e funghi bianchi (NIH, 2020).

Forse ti starai chiedendo a cui tutti associamo la vitamina D: il sole. La luce solare naturale produce due tipi di raggi ultravioletti, UVA e UVB . I raggi UVB aiutano il tuo corpo a produrre più vitamina D. La maggior parte delle persone in tutto il mondo ottiene almeno una parte della loro vitamina D dalla luce solare e dove viviamo, come viviamo e persino come ci vestiamo influisce sulla quantità di luce solare che riceviamo ogni giorno (NIH, 2020 ).

Quelli di noi che svolgono lavori sedentari, specialmente quelli che richiedono di trascorrere molto tempo al chiuso o sotto la luce artificiale, potrebbero non esporsi al sole a sufficienza come gli altri. I raggi UVB non possono penetrare nelle finestre di vetro e, quando abbiamo finito di lavorare per la giornata, il sole è già tramontato.

Fare uno sforzo consapevole per prendere più sole potrebbe essere una soluzione. I ricercatori hanno suggerito che l'esposizione alla luce solare (senza protezione solare) per 5-30 minuti almeno due volte a settimana aiuta produrre sufficiente vitamina D sufficient (NIH, 2020).

Questo viene fornito anche con un forte avvertimento: i raggi UV sono noti per causare il cancro. Un po' di sole naturale sulla nostra pelle può essere salutare, ma è meglio evitare di stare al sole troppo a lungo per ridurre il rischio di cancro della pelle (NIH, 2020).

Dosi consigliate di vitamina D

Secondo il NIH, gli adulti di età compresa tra 18 e 70 anni dovrebbero avere un have assunzione giornaliera di 15 mcg/600 UI di vitamina D. Per gli adulti di età superiore a 70 anni, si raccomandano 20 mcg/800 UI di vitamina D. Molte persone ottengono la loro vitamina D da diverse fonti, che si tratti di una combinazione di dieta, sole o integratori (NIH, 2020).

Opzioni alternative per il trattamento della caduta dei capelli

Se la vitamina D non è la soluzione per te, non preoccuparti. Ci sono molte opzioni là fuori per aiutarti con il tuo problema di caduta dei capelli. Di seguito, ne citiamo solo alcuni.

  • Minoxidil: Usando minoxidil come a crema topica è stato efficace negli studi clinici per il trattamento di persone con alopecia areata o alopecia androgenetica (Wolff, 2016).
  • Finasteride: Finasteride è un farmaci per via orale per la caduta dei capelli. Gli studi hanno scoperto che 1 mg di finasteride al giorno può aiutare a prevenire un'ulteriore perdita di capelli e ad infoltire i capelli nei pazienti con alopecia androgenetica (Spano, 2015).
  • Terapia UVB: I raggi UVB esistono alla luce solare naturale e aiutano il corpo a produrre abbastanza vitamina D. La ricerca ha scoperto Fototerapia UVB essere efficaci nel migliorare l'alopecia areata (Esen Salman, 2019).
  • Trapianto di follicoli piliferi: Per quelli con perdita di capelli più grave, come l'alopecia androgenetica avanzata, il trattamento chirurgico è possibile . Sebbene questo metodo non prevenga un'ulteriore perdita di capelli, aiuta a ripristinare la crescita dei capelli (Wolff, 2016).

Insieme agli integratori di vitamina D, queste alternative sono solo una parte di un elenco più ampio di trattamenti per la caduta dei capelli. La perdita dei capelli è spesso un'esperienza angosciante, ma sappi che non sei solo e ci sono molte opzioni di trattamento là fuori da esplorare.

Riferimenti

  1. Çerman, A. A., Solak, S. S., Altunay, İ., & Küçükünal, N. A. (2015). Terapia topica con calcipotriolo per l'alopecia areata da lieve a moderata: uno studio retrospettivo. Journal of drugs in dermatologia: JDD, 14(6), 616-620. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26091388/
  2. Esen Salman, K., Kıvanç Altunay, İ., & Salman, A. (2019). L'efficacia e la sicurezza della terapia UVB a banda stretta mirata: uno studio di coorte retrospettivo. Giornale turco di scienze mediche, 49(2), 595–603. doi: 10.3906/sag-1810-110. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30997975/
  3. El Taieb, M. A., Hegazy, E. M., Ibrahim, H. M., Osman, A. B. e Abualhamd, M. (2019). Calcipotriolo topico vs ultravioletto a banda stretta B nel trattamento dell'alopecia areata: uno studio randomizzato controllato. Archivi di ricerca dermatologica, 311(8), 629–636. doi: 10.1007/s00403-019-01943-8. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31236672/
  4. Farole, A. (2016). Quante persone perdono i capelli? Statistiche sulla caduta dei capelli. Estratto il 05 febbraio 2021 da https://www.drfarole.com/blog/many-people-lose-hair-hair-loss-statistics/#:~:text=With%20approssimativamente%20320%20million%20people,percentage%20of%20hair%20loss% 20 vittime
  5. Gerkowicz, A., Chyl-Surdacka, K., Krasowska, D. e Chodorowska, G. (2017). Il ruolo della vitamina D nell'alopecia non cicatriziale. Rivista internazionale di scienze molecolari, 18(12), 2653. doi: 10.3390/ijms18122653. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/2921595/
  6. Hosking, A. M., Juhasz, M. e Atanaskova Mesinkovska, N. (2019). Trattamenti complementari e alternativi per l'alopecia: una revisione completa. Disturbi dell'appendice cutanea, 5(2), 72-89. doi: 10.1159/000492035. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6388561/
  7. Kennel, K. A., Drake, M. T. e Hurley, D. L. (2010). Carenza di vitamina D negli adulti: quando fare il test e come trattare. Procedimenti della Mayo Clinic, 85(8), 752-758. doi: 10.4065/mcp.2010.0138. Recuperato da https://www.mayoclinicproceedings.org/article/S0025-6196(11)60190-0/fulltext
  8. Kim, D. H., Lee, J. W., Kim, I. S., Choi, S. Y., Lim, Y. Y., Kim, H. M., Kim, B. J. e Kim, M. N. (2012). Trattamento efficace dell'alopecia areata con calcipotriolo topico. Annali di dermatologia, 24(3), 341-344. doi: 10.5021/ad.2012.24.3.341. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3412244/
  9. Lin, X., Meng, X. e Song, Z. (2019). Vitamina D e alopecia areata: possibili ruoli nella patogenesi e potenziali implicazioni per la terapia. Rivista americana di ricerca traslazionale, 11(9), 5285-5300. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31632510/
  10. Narang, T., Daroach, M. e Kumaran, M. S. (2017). Efficacia e sicurezza del calcipotriolo topico nella gestione dell'alopecia areata: uno studio pilota. Terapia dermatologica, 30(3), 10.1111/dth.12464. doi: 10.1111/dth.12464. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28133875/
  11. Phillips, G.T., Slomiany, P.W., & Allison, R., II. (2017). Perdita di capelli: cause e trattamento comuni. Medico di famiglia americano, 96(6): 371-378. Recuperato da https://www.aafp.org/afp/2017/0915/p371.html
  12. Sahota O. (2014). Comprensione della carenza di vitamina D. Età e invecchiamento, 43(5), 589-591. doi: 10.1093/invecchiamento/afu104. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4143492/
  13. Sanke, S., Samudrala, S., Yadav, A., Chander, R. e Goyal, R. (2020), Studio dei livelli sierici di vitamina D negli uomini con alopecia androgenetica prematura. Rivista internazionale di dermatologia, 59: 1113-1116. doi: 10.1111/ijd.14982. Recuperato da https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/ijd.14982
  14. Spano, F., & Donovan, J. C. (2015). Alopecia areata: Parte 2: trattamento. Medico di famiglia canadese Medecin de famille canadien, 61(9), 757–761. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4569105/
  15. National Institutes of Health, Office of Dietary Supplements (NIH). (2020, 9 ottobre). Vitamina D. Estratto il 05 febbraio 2021 da https://ods.od.nih.gov/factsheets/VitaminD-HealthProfessional/
  16. Wolff, H., Fischer, T. W. e Blume-Peytavi, U. (2016). La diagnosi e il trattamento delle malattie dei capelli e del cuoio capelluto. Deutsches Arzteblatt internazionale, 113(21), 377–386. doi: 10.3238/arztebl.2016.0377. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4908932/
Vedi altro