Celexa generico: il citalopram è la stessa cosa?


Celexa generico: il citalopram è la stessa cosa?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

l'erba di capra arrapata ti fa durare più a lungo?

Cos'è il citalopram?

Il citalopram è un tipo di farmaco chiamato inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina o SSRI. Gli SSRI impediscono alle cellule nervose (neuroni) di riassorbire una sostanza chimica chiamata serotonina, un importante neurotrasmettitore. Di conseguenza, più serotonina può rimanere attiva nel cervello. Decenni di ricerche hanno dimostrato che questo può ridurre i sintomi della depressione in molti pazienti. Il citalopram non deve essere confuso con l'escitalopram (nome commerciale Lexapro). Tuttavia, i due sono, come suggeriscono i nomi simili, strettamente correlati.



Vitali

  • Citalopram bromidrato, di solito indicato solo come citalopram, è il nome generico del farmaco venduto con il marchio Celexa.
  • È approvato dalla FDA per il trattamento della depressione e talvolta prescritto off-label per il trattamento di altre condizioni, tra cui il disturbo da stress post-traumatico (PTSD), il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) e l'ansia.
  • Gli effetti collaterali più comunemente riportati sono sonnolenza, insonnia, sudorazione, nausea e secchezza delle fauci.
  • Citalopram porta un avviso di scatola nera dalla FDA. Il citalopram può aumentare i pensieri suicidi nei bambini, negli adolescenti e nei giovani adulti di età inferiore ai 25 anni. Se hai pensieri suicidi, chiama la National Suicide Prevention Hotline al numero (800) 273-8255. Sono disponibili 24 ore al giorno.

Quando diciamo depressione in senso medico, non stiamo semplicemente parlando di sentirsi giù nelle discariche per una relazione o una morte in famiglia, o qualsiasi altro motivo per cui le persone si sentono depresse. La tristezza per gli eventi fa semplicemente parte della vita. Quello di cui stiamo parlando qui si chiama disturbo depressivo maggiore unipolare o MDD.

Ci sono molte complessità e variazioni a MDD. In termini semplici, sono necessari almeno cinque sintomi entro due settimane per diagnosticare un episodio depressivo maggiore (MDE). Uno o due di questi sintomi devono essere uno stato d'animo depresso o una perdita di interesse per le cose che di solito ti piacciono. I restanti sintomi possono includere (Tolentino, 2018):

Annuncio pubblicitario



Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più
  • Sentimenti di colpa o senso di inutilità
  • Fatica, perdita di energia
  • Insonnia o dormire troppo
  • Incapacità di concentrarsi o pensare
  • Perdita o aumento di peso o cambiamenti nell'appetito
  • Funzioni notevolmente compromesse come movimenti lenti o linguaggio
  • Pensieri suicidi

MDD non è raro. Uno studio internazionale su MDD nel 2011 ha rilevato che circa il 14,6% delle persone nelle nazioni ad alto reddito avrebbe avuto almeno un episodio depressivo maggiore ad un certo punto della propria vita e il 5,5% potrebbe averne uno in un dato anno (Kessler, 2013). Uno studio del 2018 negli Stati Uniti ha riscontrato risultati ancora più elevati . Il 10,4% dei partecipanti ha soddisfatto i criteri in un dato anno e il 20,6% nel corso della loro vita, con una maggiore prevalenza tra donne, giovani adulti (18-29 anni), a basso reddito e individui bianchi (Hasin, 2018).



Il disturbo depressivo maggiore unipolare non deve essere confuso con il disturbo bipolare, in cui gli episodi depressivi si alternano a picchi estremi. Citalopram non deve essere usato per trattare il disturbo bipolare, poiché in alcuni pazienti può indurre mania.

La depressione clinica viene solitamente trattata con una combinazione di terapia del linguaggio e farmaci e gli SSRI come il citalopram sono i trattamenti più comuni. Citalopram è stato uno dei 50 farmaci più prescritti negli Stati Uniti per diversi anni, con oltre quattro milioni di pazienti che hanno ricevuto prescrizioni nel 2018 (AHRQ, 2020).

Sebbene il citalopram sia approvato dalla FDA per la depressione, gli operatori sanitari possono anche prescriverlo off-label per altre condizioni. Il disturbo d'ansia generalizzato (GAD) è una delle condizioni più comuni che si verificano insieme a MDD. Fino all'85% dei pazienti con depressione clinica soffre almeno di alcuni sintomi di ansia e fino al 90% dei pazienti con disturbi d'ansia ha sintomi di depressione (Tiller, 2013).

Uno studio del 2002 su pazienti con GAD , sebbene molto piccolo (13 pazienti) e imperfetto in quanto non conteneva alcun gruppo placebo, ha riscontrato che tutti i partecipanti hanno riportato un miglioramento dopo 12 settimane di assunzione di citalopram. Lo studio includeva in particolare alcuni pazienti che non avevano risposto al trattamento con altri SSRI (Varia, 2002).

Alcune altre condizioni per le quali gli operatori sanitari possono prescrivere citalopram off label includono:

  • Disturbo ossessivo-compulsivo (DOC)
  • Disturbo da stress post-traumatico (PTSD)
  • Attacchi di panico
  • Disturbo d'ansia sociale
  • Disturbo da alimentazione incontrollata
  • Disturbo disforico premestruale
  • Eiaculazione precoce
  • Sintomi della menopausa, come vampate di calore

Effetti collaterali di Citalopram:

Il citalopram è generalmente ben tollerato dalla maggior parte delle persone e gli effetti collaterali tendono ad essere lievi o temporanei, con pochissimi pazienti che scelgono di interrompere il trattamento. Gli effetti avversi più comuni riportati dai pazienti includere (DailyMed, 2019):

  • Nausea
  • Bocca asciutta
  • Sonnolenza
  • Insonnia
  • Aumento della sudorazione

Gli effetti collaterali meno comuni possono includere

come ottenere un ding dong più grande?
  • Agitazione
  • Ansia
  • Diarrea
  • Indigestione
  • Minor desiderio sessuale
  • Difficoltà erettili, difficoltà a eiaculare
  • Dolori mestruali
  • Naso chiuso o che cola

Molti effetti collaterali sono temporanei e scompaiono con il tempo e nella maggior parte dei casi non sono abbastanza gravi da interrompere il trattamento. Consultare sempre il proprio medico prima di interrompere l'assunzione di farmaci antidepressivi. Sintomi di astinenza spesso possono essere peggiori degli effetti collaterali, tra cui vertigini, ansia e irritabilità (Fava, 2015). Il tuo medico probabilmente ti farà diminuire gradualmente il dosaggio piuttosto che interromperlo bruscamente. A volte gli effetti collaterali scompaiono con una dose più bassa.

Alcuni rari effetti collaterali possono essere segni di qualcosa di più grave. Contatta immediatamente il tuo medico se hai uno dei seguenti sintomi (Medline Plus, n.d.):

  • Dolore al petto o difficoltà a respirare
  • Vertigini, instabilità o svenimento
  • Prurito, eruzione cutanea, orticaria o vesciche
  • Sudorazione eccessiva
  • Ritmo cardiaco irregolare, battito cardiaco accelerato
  • Contrazioni muscolari o rigidità
  • Febbre
  • Perdita di coordinazione
  • Confusione, incapacità di concentrazione, problemi di memoria
  • allucinazioni
  • Difficoltà a deglutire
  • Raucedine
  • Gonfiore, in particolare alla testa, alle braccia/mani o alle gambe/piedi
  • Tremori/brividi
  • Crisi

Molti di quanto sopra possono essere segni di sindrome serotoninergica . Questa grave condizione può essere causato da un sovradosaggio di SSRI o dalla combinazione di farmaci o integratori che influenzano i livelli di serotonina . La sindrome serotoninergica è rara ma può portare a insufficienza d'organo e morte (Ables, 2010).

Interazioni farmacologiche:

Si deve prestare attenzione con quanto segue (MedlinePlus, n.d.):

  • Gli inibitori delle monoamino ossidasi (IMAO) non devono essere assunti entro quattordici giorni dal citalopram o da qualsiasi SSRI
  • Qualsiasi altro SSRI, incluso escitalopram (marchio Lexapro), fluoxetina (marca Prozac), fluvoxamina (marca Luvox), paroxetina (marca Paxil) e sertralina (marca Zoloft)
  • Triciclici o altri tipi di antidepressivi
  • Qualsiasi farmaco per il cuore, in particolare quelli per il battito cardiaco irregolare, come amiodarone (marca Cordarone), chinidina (marca Quinidex), procainamide e sotalolo
  • Stabilizzatori dell'umore, come il litio
  • Antipsicotici, in particolare pimozide (nome commerciale Orap)
  • Qualsiasi farmaco per l'ansia o la malattia mentale
  • Farmaci per il dolore cronico
  • Farmaci per le convulsioni
  • Farmaci per l'emicrania, come i triptani
  • Metoprololo per la pressione alta (nomi commerciali Lopressor, Toprol XL)
  • Farmaci per il morbo di Parkinson
  • Diuretici
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), compresi i comuni antidolorifici come l'aspirina, l'ibuprofene e il naprossene
  • Anticoagulanti come il warfarin (nome commerciale Coumadin)
  • Linezolid (nome commerciale Zyvox)
  • Cimetidina (nome commerciale Tagamet HB)
  • Erba di San Giovanni
  • Triptofano

Questo elenco non è esaustivo e molti farmaci possono interagire in modi inaspettati o influenzare la tua tolleranza al citalopram. Informa il tuo medico di tutti i farmaci che stai assumendo, sia con prescrizione che senza prescrizione, compresi gli integratori a base di erbe, prima di iniziare qualsiasi nuovo farmaco. Potrebbero voler aggiustare la dose o iniziare con un farmaco diverso.

I pazienti con depressione dovrebbero generalmente evitare l'alcol e tutte le droghe illecite durante il trattamento. Potrebbero esserci anche problemi specifici relativi alle interazioni con il citalopram. Assicurati di parlare con il tuo medico del consumo di alcol o droghe prima di assumere farmaci.

Altre precauzioni:

La sindrome del QT lungo, nota anche come prolungamento del QT, è una condizione molto rara ma pericolosa che colpisce i tempi del cuore e può portare a un infarto. La FDA ha emesso un avvertimento nel 2011, rivista nel 2013, che la sindrome del QT lungo era associata a dosi più elevate di citalopram, limitando il dosaggio a 40 mg al giorno per i pazienti di età inferiore ai 60 anni e a 20 mg al giorno per quelli di età superiore ai 60 anni (FDA, 2013).

I pazienti con una storia di malattie cardiache o una storia familiare di sindrome del QT lungo dovrebbero discutere questo e altri fattori di rischio con il proprio medico prima di assumere citalopram.

Gli studi suggeriscono che tutti gli SSRI comportano un certo rischio di causare il glaucoma. Questo sembra essere un rischio più serio per i pazienti che assumono dosi superiori alla media o che vengono trattati per più di un anno . I pazienti devono essere monitorati per i sintomi quando iniziano qualsiasi SSRI. Quelli con una storia familiare di glaucoma dovrebbero discuterne con il proprio medico (Chen, 2017).

Assicurati di parlare con il tuo medico prima di prendere citalopram se:

  • Ha l'epilessia o ha mai avuto un attacco
  • Sei incinta, stai pianificando una gravidanza o stai allattando. Citalopram è rilevabile nel latte materno in basse concentrazioni (Schmidt, 2000)
  • Ha o ha avuto malattie ai reni o al fegato
  • Avere un disturbo emorragico

Dosaggio e costo

Citalopram è prescritto in dosi di 10 mg, 20 mg o 40 mg al giorno. In genere i pazienti iniziano con una dose più bassa e aumentano gradualmente per valutare la tollerabilità.

Citalopram può essere acquistato per $ 4– $ 25 per la fornitura di un mese di tasca propria, se non coperti dalla propria assicurazione. Sotto il marchio Celexa, il costo può essere significativamente più alto, variando da $ 300 a $ 400 al mese a seconda del dosaggio (GoodRX, n.d.).

come ottenere un pennis più grande naturalmente

Riferimenti

  1. Agenzia per la Ricerca e la Qualità in Sanità. (n.d.) Numero di persone con acquisto in migliaia per classe terapeutica, Stati Uniti, 1996–2018. Indagine sul pannello delle spese mediche. Generato in modo interattivo: Estratto il 1 novembre 2020 da https://meps.ahrq.gov/mepstrends/hc_pmed/
  2. Ables, A.Z., & Nagubilli, R. (2010). Prevenzione, diagnosi e gestione della sindrome serotoninergica. Medico di famiglia americano, 81(9), 1139–1142. Recuperato da https://www.aafp.org/afp/2010/0501/p1139.html
  3. Beach, S. R., Celano, C. M., Sugrue, A. M., Adams, C., Ackerman, M. J., Noseworthy, P. A. e Huffman, J. C. (2018). Prolungamento dell'intervallo QT, torsione di punta e farmaci psicotropi: un aggiornamento di 5 anni. Psicosomatica, 59(2), 105-122. doi:10.1016/j.psym.2017.10.009 Estratto da https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0033318217302207
  4. Bromet, E., Andrade, L.H., Hwang, I., Sampson, N.A., Alonso, J., Girolamo, G.D., . . . Kessler, RC (2011). Epidemiologia transnazionale dell'episodio depressivo maggiore del DSM-IV. Medicina BMC, 9 (1). doi:10.1186/1741-7015-9-90 Estratto da https://bmcmedicine.biomedcentral.com/articles/10.1186/1741-7015-9-90
  5. Chen, V. C., Ng, M., Chiu, W., Mcintyre, R. S., Lee, Y., Lin, T., . . . Hsu, C. (2017). Effetti degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina sul glaucoma: uno studio nazionale basato sulla popolazione. Plos Uno, 12(3). doi:10.1371/journal.pone.0173005 Estratto da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5336262/
  6. DailyMed – Compressa di citalopram bromidrato, rivestita con film (2019) Estratto il 06 novembre 2020 da https://dailymed.nlm.nih.gov/dailymed/drugInfo.cfm?setid=2632b547-2e13-447f-ac85-c774e437d6a8
  7. Fava, G. A., Gatti, A., Belaise, C., Guidi, J., & Offidani, E. (2015). Sintomi di astinenza dopo la sospensione dell'inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina: una revisione sistematica. Psicoterapia e psicosomatica, 84(2), 72-81. doi:10.1159/000370338 Estratto da https://www.karger.com/Article/FullText/370338
  8. GoodRX (n.d.) Citalopram Celexa generico. Generato in modo interattivo: Estratto il 1 novembre 2020 da https://www.goodrx.com/citalopram?dosage=40mg&form=tablet&label_override=citalopram&quantity=30
  9. Hasin, D. S., Sarvet, A. L., Meyers, J. L., Saha, T. D., Ruan, W. J., Stohl, M. e Grant, B. F. (2018). Epidemiologia del disturbo depressivo maggiore DSM-5 dell'adulto e dei suoi descrittori negli Stati Uniti. JAMA Psychiatry, 75(4), 336. doi:10.1001/jamapsychiatry.2017.4602 Estratto da https://jamanetwork.com/journals/jamapsychiatry/article-abstract/2671413
  10. Kellner, M. (2010). Trattamento farmacologico del disturbo ossessivo-compulsivo. Dialoghi in neuroscienze cliniche, 12 (2), 187-197. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3181958/
  11. Kessler, R.C., & Bromet, E.J. (2013). L'epidemiologia della depressione nelle culture. Revisione annuale della sanità pubblica, 34 (1), 119-138. doi:10.1146/annurev-publhealth-031912-114409 Estratto da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4100461/
  12. MedlinePlus. (2018). Citalopram: informazioni sui farmaci MedlinePlus. Estratto il 01 novembre 2020 da https://medlineplus.gov/druginfo/meds/a699001.html
  13. Schmidt, K., Olesen, O.V., & Jensen, P.N. (2000). Citalopram e allattamento al seno: concentrazione sierica ed effetti collaterali nel neonato. Psichiatria biologica, 47(2), 164-165. doi:10.1016/s0006-3223(99)00155-9 Estratto da https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0006322399001559
  14. Tiller, JW (2013). Depressione e ansia. Rivista medica dell'Australia, 199 (S6). doi:10.5694/mja12.10628 Estratto da https://www.mja.com.au/journal/2013/199/6/depression-and-anxiety
  15. Tolentino, J. C., & Schmidt, S. L. (2018). Criteri del DSM-5 e gravità della depressione: implicazioni per la pratica clinica. Frontiers in Psychiatry, 9. doi:10.3389/fpsyt.2018.00450 Estratto da https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fpsyt.2018.00450/full
  16. Varia, I., & Rauscher, F. (2002). Trattamento del disturbo d'ansia generalizzato con citalopram. Psicofarmacologia clinica internazionale, 17(3), 103-107. doi:10.1097/00004850-200205000-00002 Estratto da https://journals.lww.com/intclinpsychopharm/Abstract/2002/05000/Treatment_of_generalized_anxiety_disorder_with.2.aspx
Vedi altro