Trattamento della clamidia per uomini e donne

Trattamento della clamidia per uomini e donne

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Non capita tutti i giorni di trovare buone notizie su un sito web medico, ma oggi è quel giorno. La clamidia è curabile. Non solo è curabile, è facilmente curabile! In molti casi, tutto ciò che serve è una singola dose di un antibiotico e sei libero dalla clamidia.

Vitali

  • Se hai sintomi compatibili con un'infezione da clamidia o un partner sessuale ti ha detto di essere risultato positivo alla clamidia, riceverai un trattamento anche prima che i risultati del test tornino. Questa è chiamata terapia presuntiva o empirica.
  • Questo approccio presuntivo riduce la quantità di tempo in cui puoi continuare a diffondere l'infezione ad altri e viene somministrato perché il farmaco è ben tollerato e poco costoso.
  • Il trattamento di prima linea per la clamidia è uno dei due antibiotici: azitromicina (marca Zithromax) o doxiciclina (marca Vibramycin).
  • Malattie specifiche causate dalla clamidia richiedono diverse durate di trattamento.

Ora, questo non è il caso di tutti. Alcune persone potrebbero aver bisogno di diversi tipi di antibiotici per periodi di tempo variabili: tutto dipende dal tipo di clamidia che ti sta infettando, da quanto è estesa l'infezione e se la clamidia ha sviluppato qualche tipo di resistenza agli antibiotici. Ci immergeremo in tutto questo in un momento, ma prima, un rapido aggiornamento su cos'è la clamidia.

La clamidia è un'infezione a trasmissione sessuale (STI) causata dal batterio Chlamydia trachomatis. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), è l'infezione batterica segnalabile più comune negli Stati Uniti, con circa 1,7 milioni di casi segnalati nel 2017.



La clamidia si diffonde attraverso il contatto sessuale, compreso il contatto con l'ano, la bocca, il pene o la vagina di una persona infetta. La clamidia infetta più comunemente l'uretra o la cervice, ma può anche essere trovata nella gola o nel retto. Può anche diffondersi alla prostata, all'epididimo (rotoli di tubi dietro i testicoli), all'utero, alle tube di Falloppio e alle ovaie e può causare malattie infiammatorie pelviche (PID) e altre complicazioni come l'infertilità e un aumento del rischio di gravidanza ectopica nelle donne.



vitamine che aiutano con la caduta dei capelli

Inoltre, alcuni sottotipi o sierotipi di clamidia possono causare la malattia linfogranuloma venereo (LGV), che è un'infezione del sistema linfatico. Gli stessi sierotipi possono anche infettare il retto e possono causare gravi complicazioni, in particolare negli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (MSM). Mentre i classici sintomi della clamidia sono bruciore con la minzione e perdite vaginali o uretrali, la clamidia è asintomatica nella maggior parte dei casi. Ciò significa che il modo migliore per scoprire se hai la clamidia è attraverso lo screening, che comporta semplicemente la raccolta di campioni presso l'ufficio del tuo medico.

Annuncio pubblicitario

Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese



Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più

Come viene trattata la clamidia?

Ci sono tre situazioni in cui potresti trovarti a essere curato per la clamidia. Questi sono:

  1. Hai sintomi compatibili con un'infezione da clamidia
  2. Un partner sessuale ti ha contattato e ti ha fatto sapere che è risultato positivo alla clamidia
  3. Sei stato sottoposto a screening per le malattie sessualmente trasmissibili e hai scoperto di avere la clamidia, anche se potresti o meno avere sintomi

In queste prime due situazioni, il trattamento per la clamidia è spesso presuntivo, o quella che viene chiamata terapia empirica. Ciò significa che riceverai il trattamento anche prima che i risultati del test tornino. Questo è vantaggioso perché ti tratta prima, riduce la necessità di tornare dal tuo medico per una visita extra. Riduce anche la quantità di tempo in cui puoi continuare a diffondere l'infezione ad altri.

Inoltre, il trattamento per la clamidia è generalmente ben tollerato e a basso costo (o addirittura gratuito in alcuni luoghi), quindi gli aspetti negativi del trattamento presuntivo sono ridotti al minimo. Quando vieni trattato presumibilmente per la clamidia, potresti anche essere trattato per la gonorrea, che spesso infetta le persone insieme alla clamidia. Questo trattamento per la gonorrea include un'iniezione una tantum di un antibiotico chiamato ceftriaxone (nome commerciale Rocephin). Il trattamento per la gonorrea include sempre l'azitromicina, anche se la clamidia torna negativa.

Il trattamento di prima linea per la clamidia è uno dei due antibiotici: azitromicina (marca Zithromax) o doxiciclina (marca Vibramycin). Se viene utilizzata l'azitromicina, il trattamento è una dose una tantum di 1 g. Se viene utilizzata la doxiciclina, il trattamento è di sette giorni da 100 mg assunti due volte al giorno.

metoprololo tartrato 50 mg due volte al giorno

Opzioni alternative di antibiotici includono due antibiotici fluorochinolonici chiamati levofloxacina (nome commerciale Levaquin) o ofloxacina (nome commerciale Floxin) (Hsu, 2020). Il dosaggio della levofloxacina è di 500 mg una volta al giorno per sette giorni. Il dosaggio dell'ofloxacina è di 300 mg due volte al giorno per sette giorni. Tuttavia, queste terapie possono essere più costose e dovrebbero essere utilizzate solo in determinate popolazioni di pazienti.

Malattie specifiche causate dalla clamidia richiedono diverse durate di trattamento.

  • Se un individuo ha l'epididimite, la doxiciclina dovrebbe invece essere somministrata per dieci giorni.
  • Se un individuo ha LGV, la doxiciclina deve essere somministrata per 21 giorni.
  • Se un individuo ha la PID, la doxiciclina deve essere somministrata per 14 giorni.

Altri tipi di batteri possono causare PID, possono essere gravi e possono richiedere il ricovero in ospedale. Per questo motivo, vari altri antibiotici possono essere inclusi come parte del trattamento, tra cui metronidazolo (nome commerciale Flagyl) e ceftriaxone.

Nei tempi moderni, c'è stata preoccupazione per l'emergere di resistenza ai farmaci o resistenza agli antibiotici tra alcuni batteri. In particolare, la gonorrea super resistente ai farmaci, a volte chiamata super gonorrea, ha conquistato i titoli dei giornali. Mentre i ceppi di clamidia resistenti ai farmaci hanno iniziato a emergere in alcune parti del mondo, in questo momento si raccomanda ancora l'uso di azitromicina o doxiciclina come trattamento.

Da notare che i pazienti HIV positivi (positivi per il virus dell'immunodeficienza umana) dovrebbero ricevere lo stesso trattamento dei pazienti non HIV positivi.

Come viene trattata la clamidia nelle donne in gravidanza?

La doxiciclina, la levofloxacina e l'ofloxacina sono tutte controindicate nelle donne in gravidanza e in allattamento. Per questo motivo, il trattamento raccomandato è una dose una tantum di azitromicina.

Se l'azitromicina non è ben tollerata, i trattamenti alternativi includono amoxicillina (nome commerciale Amoxil) o una delle diverse formulazioni di eritromicina.

modi naturali per avere un'erezione

Le donne incinte che sono state curate per la clamidia dovrebbero tornare tra tre settimane per essere riesaminate per stabilire che sono state curate. Dovrebbero anche tornare tra tre mesi per valutare la reinfezione. La clamidia non trattata nelle donne in gravidanza può portare alla rottura precoce del sacco fluido contenente il feto e al parto prematuro. Può anche portare a polmonite o congiuntivite (un'infezione agli occhi) nel neonato.

Cos'è la reinfezione da clamidia? Come si può prevenire?

La reinfezione si riferisce a una situazione in cui qualcuno è stato curato per la clamidia, ma acquisisce nuovamente la clamidia in futuro. Si raccomanda che i pazienti tornino per il test dopo tre mesi per vedere se sono stati reinfettati. Nei pazienti che hanno sintomi persistenti o che sono stati trattati con un antibiotico di qualità inferiore (come amoxicillina o eritromicina), è necessario ripetere il test dopo tre settimane per assicurarsi che i batteri siano stati eradicati e che siano guariti.

La reinfezione si verifica frequentemente a causa del contatto continuo con un partner sessuale non trattato. La reinfezione non è rara; infatti, il 15-30% delle donne si reinfetta con la clamidia. Un modo per evitare la reinfezione è evitare di fare sesso entro sette giorni dall'inizio del trattamento antibiotico. Ciò contribuirà sia a prevenire l'ulteriore diffusione della clamidia sia a ridurre il rischio che qualcuno contragga la clamidia che potrebbe ritrasmetterla di nuovo. Un altro modo per evitare la reinfezione è assicurarsi che tutti i tuoi partner sessuali entro 60 giorni siano consapevoli che potrebbero avere la clamidia. Questo dovrebbe spingere anche loro a essere testati e trattati. In alcune aree del paese, gli operatori sanitari pubblici potrebbero essere disponibili per assistere nella notifica dei partner sessuali.

Una pratica che ha lo scopo di aiutare a trattare i partner sessuali è chiamata terapia partner accelerata (EPT) o terapia partner consegnata dal paziente (PDT o PDPT). Questa pratica va oltre la semplice notifica ai partner che potrebbero avere la clamidia. Con l'EPT, il trattamento antibiotico per un partner sessuale viene somministrato a un paziente o viene chiamato direttamente in farmacia per il partner, senza che un operatore sanitario abbia mai esaminato il partner. Ad esempio, se ti viene diagnosticata la clamidia, potresti ricevere una dose extra di azitromicina da portare a casa e somministrare al tuo partner sessuale, senza che il tuo partner sessuale debba mai andare da un operatore sanitario. Questo ha lo scopo di aumentare il trattamento tra i partner sessuali, ridurre i tassi di reinfezione e ridurre il carico complessivo della malattia nella società.

Quali sono le complicazioni della clamidia non trattata?

Se non trattata, la clamidia può portare a diverse complicazioni negli uomini e nelle donne. Negli uomini, la clamidia può infettare la prostata e l'epididimo, provocando dolore. Può anche essere una causa di stenosi uretrali (restringimento dell'uretra), può portare a problemi nel retto (come restringimento o connessioni anormali) e può innescare una risposta immunitaria nota come artrite reattiva o sindrome di Reiter. Nelle donne, la clamidia non trattata può diffondersi agli organi riproduttivi causando la PID, che può portare a infertilità e aumento del rischio di gravidanza ectopica. Può anche diffondersi al rivestimento del fegato, causando periepatite (chiamata anche sindrome di Fitz-Hugh-Curtis) e aderenze e cicatrici intorno agli organi nell'addome.

Riferimenti

  1. Hsu, K. (2020). Trattamento dell'infezione da Chlamydia trachomatis. Aggiornato. Recuperato da https://www.uptodate.com/contents/treatment-of-chlamydia-trachomatis-infection
Vedi altro