Bloccanti del cortisolo: tutto quello che devi sapere


Bloccanti del cortisolo: tutto quello che devi sapere

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Il cortisolo è una sostanza chimica nel corpo che viene spesso chiamata ormone dello stress. Quando sei sotto stress, la tua ghiandola pituitaria (che è alla base del cervello) secerne una sostanza chiamata ormone adrenocorticotropo (ACTH). L'ACTH, a sua volta, innesca il rilascio di cortisolo dalle ghiandole surrenali (che si trovano sopra i reni). Questo rilascio extra di cortisolo inizia quella che viene comunemente chiamata risposta di lotta o fuga. Il cortisolo aumenta anche la glicemia e la pressione sanguigna, provoca aumento di peso e influisce sull'umore.



Vitali

  • Il cortisolo è un ormone rilasciato dalle ghiandole surrenali in risposta allo stress.
  • Alti livelli di cortisolo aumentano il rischio di malattie cardiache, diabete, ipertensione e altre condizioni mediche.
  • I bloccanti del cortisolo abbassano i livelli di cortisolo o ne impediscono il funzionamento.
  • Gli alimenti che possono ridurre i livelli di cortisolo includono cioccolato fondente, tè e probiotici, tuttavia sono necessarie ulteriori ricerche.
  • Integratori come l'olio di pesce (una fonte di acidi grassi omega-3) e l'ashwagandha possono ridurre i livelli di cortisolo.

Bloccanti del cortisolo

I farmaci che bloccano la produzione o bloccano il legame del cortisolo al suo recettore sono talvolta indicati come bloccanti del cortisolo. Questi farmaci da prescrizione possono essere utili nel trattamento della sindrome di Cushing, una condizione in cui il corpo produce troppo cortisolo. Esempi di bloccanti del cortisolo includono mifepristone e pasireotide, che sono approvati dalla FDA per il trattamento della sindrome di Cushing.

Quando i livelli di cortisolo sono troppo alti per troppo tempo, può aumentare il rischio di altre condizioni mediche come diabete, malattie cardiache e ipertensione. Abbassare i livelli di cortisolo potrebbe contribuire a uno stile di vita più felice e più sano per alcune persone. Ma assicurati di fare la tua ricerca: alcuni prodotti senza prescrizione medica in passato (come CortiSlim e CortiStress) hanno affermato di promuovere la perdita di peso e alleviare lo stress, ma sono stati multati dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense e dalla Federal Trade Commission ( FTC) per mancanza di prove scientifiche a sostegno delle loro affermazioni (FTC, 2004).

Annuncio pubblicitario



Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più

Ci sono diversi piccoli studi guardando diversi cibi e integratori e il loro effetto sul cortisolo. Il cioccolato fondente, ad esempio, sembra ridurre i livelli di cortisolo in studi limitati (Tsang, 2019). Probiotici sono un'altra potenziale opzione per abbassare il cortisolo (Takada, 2016). e un studia di oltre 70 uomini hanno mostrato livelli di cortisolo ridotti nei partecipanti che hanno bevuto tè nero ogni giorno per sei settimane (Steptoe, 2006).



Oltre a determinati alimenti, gli integratori alimentari possono favorire una riduzione del cortisolo. È stato dimostrato che l'olio di pesce, una grande fonte di acidi grassi omega-3, riduce il cortisolo e, in alcuni casi studi , può essere collegato alla perdita di peso. Tuttavia, il meccanismo alla base di ciò è poco conosciuto (Noreen, 2010). Ashwagandha è un altro integratore che può ridurre il cortisolo. Uno studio guardando 64 adulti con stress cronico, sono stati riscontrati livelli di cortisolo più bassi in coloro che assumevano integratori di ashwagandha rispetto al gruppo placebo (Chandrasekhar, 2012).

Con questi o altri integratori, assicurati di discutere le opzioni con il tuo medico. Sono necessarie molte più ricerche in questi settori.

Riferimenti

  1. Chandrasekhar, K., Kapoor, J. e Anishetty, S. (2012). Uno studio prospettico, randomizzato in doppio cieco, controllato con placebo sulla sicurezza e l'efficacia di un estratto ad alta concentrazione a spettro completo della radice di Ashwagandha nel ridurre lo stress e l'ansia negli adulti. Giornale indiano di medicina psicologica, 34 (3), 255. doi: 10.4103/0253-7176.106022, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23439798/
  2. Sito web della Federal Trade Commission - FTC prende di mira i prodotti che affermano di influenzare il cortisolo, l'ormone dello stress. (ottobre 2004). Estratto il 18 febbraio 2020 da https://www.ftc.gov/news-events/press-releases/2004/10/ftc-targets-products-claiming-affect-stress-hormone-cortisol
  3. Noreen, E., Sass, M., Crowe, M., Pabon, V., Brandauer, J., & Averill, L. (2010). Effetti dell'olio di pesce supplementare sul tasso metabolico a riposo, sulla composizione corporea e sul cortisolo salivare negli adulti sani. Giornale della società internazionale di nutrizione sportiva, 7 (1). doi: 10.1186/1550-2783-7-31, https://jissn.biomedcentral.com/articles/10.1186/1550-2783-7-31
  4. Steptoe, A., Gibson, E., Vounonvirta, R., Williams, E., Hamer, M., & Rycroft, J. et al. (2006). Gli effetti del tè sulla risposta allo stress psicofisiologico e sul recupero post-stress: uno studio randomizzato in doppio cieco. Psicofarmacologia, 190(1), 81-89. doi: 10.1007/s00213-006-0573-2, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17013636/
  5. Takada, M., Nishida, K., Kataoka-Kato, A., Gondo, Y., Ishikawa, H., & Suda, K. et al. (2016). Il probiotico Lactobacillus caseistrain Shirota allevia i sintomi associati allo stress modulando l'interazione intestino-cervello in modelli umani e animali. Neurogastroenterologia e motilità, 28(7), 1027-1036. doi: 10.1111/nmo.12804, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26896291/
  6. Tsang, C., Hodgson, L., Bussu, A., Farhat, G. e Al-Dujaili, E. (2019). Effetto del cioccolato fondente ricco di polifenoli sul cortisolo salivare e sull'umore negli adulti. Antiossidanti, 8(6), 149. doi: 10.3390/antiox8060149, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31146395/
Vedi altro