COVID-19 contro l'influenza contro il comune raffreddore


COVID-19 contro l'influenza contro il comune raffreddore

Importante

Le informazioni sul nuovo coronavirus (il virus che causa il COVID-19) sono in continua evoluzione. Aggiorneremo periodicamente il nostro nuovo contenuto sul coronavirus in base ai risultati sottoposti a revisione paritaria appena pubblicati a cui abbiamo accesso. Per le informazioni più affidabili e aggiornate, visitare il Sito web CDCC o il I consigli dell'OMS per il pubblico.

Cos'è il COVID-19?

La malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) è una malattia respiratoria causata da un nuovo coronavirus chiamato sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2). È stato segnalato per la prima volta alla fine del 2019 a Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina, e si è rapidamente diffuso nel resto del mondo. Puoi fare clic qui per vedere gli ultimi numeri per COVID-19 negli Stati Uniti ( CDC, 2020 ). Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), SARS-CoV-2 si diffonde da goccioline respiratorie infette da virus che vengono prodotte quando una persona infetta tossisce o starnutisce: queste goccioline possono quindi viaggiare fino a sei piedi ( CDC, 2020 ). Sebbene sia meno probabile, è possibile che il virus possa diffondersi toccando una superficie su cui è presente SARS-CoV-2 e quindi toccando bocca, naso o occhi.

I coronavirus appartengono a una famiglia di virus che causano diverse malattie. Alcuni causano una malattia lieve come il comune raffreddore, mentre altri causano condizioni più gravi, come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS). Il COVID-19 è geneticamente simile alla SARS ma non è così mortale ( OMS, 2020 ). Il COVID-19 può causare sintomi da lievi a gravi; più dell'80% delle persone con COVID-19 ha una malattia lieve, ma circa una persona su sei ha sintomi più gravi ( OMS, 2020 ).

I segni e i sintomi di COVID-19 di solito compaiono entro 10 giorni dal momento dell'infezione e possono includere febbre, tosse secca, stanchezza, dolori, mal di gola, diarrea, infiammazione degli occhi, mal di testa, perdita del gusto, perdita dell'olfatto, scolorimento delle dita delle mani o dei piedi, difficoltà a respirare, mancanza di respiro, dolore al petto o pressione ( OMS, 2020 ). In rari casi, il periodo di incubazione (periodo successivo all'infezione prima che si manifestino i sintomi) può superare i 20 giorni.

Al momento non sono disponibili cure per il COVID-19. Nell'ottobre del 2020, la Food and Drug Administration (FDA) ha approvato il primo trattamento per COVID-19: un farmaco antivirale chiamato remdesivir. In uno studio, è stato dimostrato che remdesivir migliora i sintomi e riduce le degenze ospedaliere nei pazienti ricoverati per infezioni da COVID-19 ( Beigel, 2020 ). Questo trattamento non è destinato a tutti coloro che contraggono il COVID-19. I vaccini sono ora ampiamente disponibili negli Stati Uniti e sono la soluzione migliore per tornare alla normalità. Essere vaccinati riduce il rischio di contrarre il coronavirus e riduce la possibilità di contrarre un caso grave se si contrae il virus. Contatta la tua farmacia locale per scoprire come puoi vaccinarti.



Vitali

  • Il COVID-19 è stato segnalato per la prima volta a Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina.
  • L'influenza (l'influenza) colpisce circa l'8% della popolazione negli Stati Uniti ogni anno e un miliardo di persone in tutto il mondo.
  • Il comune raffreddore colpisce milioni di persone ogni anno e la maggior parte degli adulti ha 2-3 raffreddori all'anno; i bambini possono ottenere di più.
  • COVID-19, influenza e raffreddore sono tutti simili in termini di sintomi comuni, prevenzione e metodo di diffusione.
  • Questi virus differiscono in termini di tassi di infezione, tassi di complicanze, rischio di infezione e tassi di mortalità, tra gli altri fattori.

Cos'è l'influenza?

L'influenza, comunemente nota come influenza, è causata da diversi ceppi e tipi di virus dell'influenza umana. I due principali tipi di virus dell'influenza stagionale sono l'influenza A e l'influenza B. La stagione influenzale inizia in genere a ottobre, ha un picco tra dicembre e febbraio e termina intorno ad aprile o maggio (CDC, 2020). I virus dell'influenza possono causare sintomi da lievi a gravi, con la morte nei casi più gravi. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che circa un miliardo di persone contraggono l'influenza ogni anno in tutto il mondo ( OMS, n.d. ) Durante la sola stagione influenzale 2019-2020, ci sono stati ben 56 milioni di persone colpite dall'influenza, con fino a 62.000 decessi per la malattia negli Stati Uniti ( CDC, 2020 ). Il CDC stima che circa l'8% della popolazione negli Stati Uniti contrae l'influenza ogni anno.

L'influenza si trasmette da persona a persona tramite goccioline respiratorie infette da virus che vengono prodotte quando una persona infetta tossisce o starnutisce. Meno spesso, potresti contrarre l'influenza toccando un oggetto che ha il virus dell'influenza su di esso e poi toccandoti la bocca, il naso o gli occhi. Secondo il CDC, le persone che hanno l'influenza sono le più contagiose durante i primi 3-4 giorni dopo che iniziano ad avere sintomi ( CDC, 2020 ). Tuttavia, è possibile che le persone infette dall'aspetto sano che non hanno ancora sviluppato i sintomi trasmettano il virus dell'influenza ad altri; potrebbero anche non rendersi conto di essere malati (CDC, 2020). I segni e i sintomi dell'influenza includono febbre/brividi, tosse, mal di gola, dolori muscolari, naso che cola/chiude e sensazione di stanchezza ( CDC, 2020 ). I sintomi dell'influenza di solito iniziano circa due giorni dopo aver contratto il virus ( CDC, 2020 ).

La maggior parte delle persone guarisce dall'influenza senza complicazioni, ma alcune persone possono sviluppare malattie gravi, come polmonite, infezioni dell'orecchio, infezioni del seno e peggioramento di altri problemi di salute come l'asma o il diabete. In alcuni casi, può verificarsi il ricovero in ospedale o addirittura la morte ( CDC, 2020 ). Quelli con il più alto rischio di sviluppare gravi complicazioni dell'influenza includono adulti di età pari o superiore a 65 anni, bambini di età inferiore ai cinque anni, persone con problemi medici come l'asma e donne incinte.

Se si contrae l'influenza, i farmaci antivirali (se assunti entro due giorni dalla malattia) possono aiutare a migliorare i sintomi e ridurre il tempo di malattia di uno o due giorni. Tuttavia, la prevenzione è ancora importante. Il modo più importante per evitare di contrarre l'influenza in primo luogo è fare il vaccino antinfluenzale ogni anno. Pur non essendo una garanzia che non avrai l'influenza, il vaccino antinfluenzale riduce i sintomi correlati all'influenza e diminuisce il rischio di avere una grave complicazione dell'influenza (CDC, 2020). Altre cose che puoi fare per evitare di contrarre l'influenza includono lavarsi spesso le mani, evitare le persone malate e restare a casa se si sviluppano sintomi.

Qual è il comune raffreddore?

Milioni di persone negli Stati Uniti contraggono il raffreddore comune: gli adulti hanno circa 2-3 raffreddori ogni anno e i bambini possono averne anche di più ( CDC, 2019 ). È una delle principali cause di mancanza di lavoro o di scuola. Più di 200 virus causano il raffreddore comune, inclusi ceppi di coronavirus, adenovirus, virus respiratorio sinciziale ed enterovirus, ma il rinovirus è la causa numero uno del raffreddore comune ( CDC, 2019 ). Come altre malattie respiratorie, il comune raffreddore si diffonde attraverso uno stretto contatto personale e le goccioline respiratorie trasportate dall'aria. I sintomi più comuni sono tosse, naso che cola, mal di gola, mal di testa e dolori muscolari. Mentre la maggior parte delle persone migliora entro 7-10 giorni, quelli con un sistema immunitario debole o condizioni polmonari possono sviluppare una malattia più grave, come la polmonite (CDC, 2019).

Non esiste una cura per il comune raffreddore e le terapie si concentrano sul miglioramento dei sintomi. La prevenzione implica pratiche salutari come lavarsi frequentemente le mani, evitare le persone malate e restare a casa se si sviluppano sintomi.

COVID-19 contro l'influenza contro il comune raffreddore: mettere tutto insieme

Ci sono sia somiglianze che differenze tra COVID-19, l'influenza e il comune raffreddore e può essere difficile distinguerli. Queste cifre riassumono il confronto tra questi tre virus respiratori.



Cosa hanno in comune COVID-19, influenza e virus del raffreddore comune?

Come si diffonde il virus Da goccioline respiratorie infette da virus che vengono prodotte quando una persona infetta tossisce o starnutisce; può anche ottenerlo toccando superfici contaminate
Sintomi Febbre, tosse, naso che cola/chiude, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari e sensazione di stanchezza
Prevenzione Lavarsi frequentemente le mani, restare a casa se si hanno sintomi e limitare il contatto con le persone malate
Trattamento Si concentra principalmente sul miglioramento dei sintomi; nei casi più gravi, può richiedere il ricovero in ospedale

In che modo COVID-19, influenza e virus del raffreddore sono diversi?

COVID-19 Influenza Raffreddore
Causa Virus SARS-CoV-2 Diversi tipi e ceppi di virus dell'influenza; principalmente virus dell'influenza A e dell'influenza B Il rinovirus è la causa più comune; causata anche da ceppi di coronavirus, adenovirus ed enterovirus
Numero di infezioni Continuando ad aumentare Nel mondo: fino a 1 miliardo
Stati Uniti: 32-45 milioni
Milioni di persone contraggono il raffreddore comune, con gli adulti che di solito ne prendono 2-3 all'anno
Tempi dei sintomi I sintomi compaiono in genere entro 10 giorni dall'esposizione I sintomi possono iniziare da 1 a 4 giorni dopo l'esposizione Inizia gradualmente e di solito raggiunge il picco 3-4 giorni dopo l'inizio della malattia
Quando contagioso Può essere contagioso prima che inizino i sintomi Può essere contagioso 1 giorno prima dell'inizio dei sintomi e fino a 5-7 giorni dopo essersi ammalato Può essere contagioso per alcuni giorni prima dell'inizio dei sintomi e fino a quando tutti i sintomi non si sono risolti
Rischio di infezione (negli Stati Uniti) Rischio aumentato se sei stato di recente in stretto contatto con qualcuno che ha COVID-19 Bambini 0-17 anni: 3%
Adulti 18-64 anni: 8,8%
Adulti dai 65 anni in su: 3,9%
Gli adulti prendono 2-3 raffreddori all'anno (in media) e i bambini possono prenderne di più
Farmaco antivirale Nessuna oseltamivir
Zanamivir
peramivir
Baloxavir marboxil
Nessuna
Vaccini Due tipi omologati per autorizzazione all'uso di emergenza Non ancora disponibile per il grande pubblico. Sì, devi prenderlo ogni anno Nessuna
Tasso di complicanze Varia a seconda dell'età e di altri fattori di rischio Nel mondo: 3-5 milioni di casi gravi
USA: 410.000-740.000 ricoveri all'anno per influenza

Il rischio di malattie gravi è aumentato negli adulti di età pari o superiore a 65 anni, nelle persone con problemi medici (asma, diabete o malattie cardiache), nelle donne in gravidanza e nei bambini di età inferiore ai 5 anni.
Rischio inferiore rispetto all'influenza
Numero di morti Continuando ad aumentare In tutto il mondo: 290.000-650.000 all'anno
USA: 24.000–62.0000 all'anno
Molto spiacevole

Conclusione

Quest'anno, oltre a preoccuparsi per il raffreddore e l'influenza, c'è un nuovo giocatore in gioco: COVID-19. Non è sempre facile sapere se la tua tosse e il raffreddore sono dovuti al raffreddore, all'influenza o al COVID-19. La cosa migliore che puoi fare per te e per i tuoi cari è farsi vaccinare. La vaccinazione riduce il rischio di contrarre il coronavirus, proteggendo te e le persone intorno a te. Inoltre, è importante utilizzare pratiche igieniche sane, come lavarsi frequentemente le mani, evitare le persone malate e restare a casa se si sviluppano sintomi. Incoraggia amici e familiari a fare lo stesso. Parla con il tuo medico se hai domande o dubbi sui tuoi sintomi o se i tuoi sintomi sono gravi.

come mantenere duro il tuo pene?

Riferimenti

  1. Beigel JH; et. al. (2020, 8 ottobre). Remdesivir per il trattamento del Covid-19 – Rapporto finale. New England Journal of Medicine. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32445440/

    Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) - Common Cold. (18 marzo 2019). Estratto il 3 marzo 2020 da https://www.cdc.gov/dotw/common-cold/
  2. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) – Coronavirus Disease 2019 (COVID-19). (1 marzo 2020). Estratto il 3 marzo 2020 da https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/faq.html#basics
  3. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) - Guida provvisoria: prepara la tua famiglia per la malattia da coronavirus 2019 (COVID-19), (1 marzo 2020). Estratto il 3 marzo 2020 da https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/community/get-your-household-ready-for-COVID-19.html
  4. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) - Stime preliminari sul carico di influenza nella stagione 2019-2020. (28 febbraio 2020). Estratto il 3 marzo 2020 da https://www.cdc.gov/flu/about/burden/preliminary-in-season-estimates.htm
  5. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) – Influenza stagionale (influenza). (28 febbraio 2020). Estratto il 3 marzo 2020 da https://www.cdc.gov/flu/index.htm
  6. Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) – Coronavirus. (2020). Estratto il 3 marzo 2020 da https://www.who.int/health-topics/coronavirus
  7. Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) – Influenza: siamo pronti? (n.d) Estratto il 3 marzo 2020 da https://www.who.int/influenza/spotlight
  8. Worldometer: COVID-19 Coronavirus Outbreak (4 marzo 2020) Estratto il 4 marzo 2020 da https://www.worldometers.info/coronavirus/#countries
Vedi altro