Acne cistica: cos'è, cause e cure

Acne cistica: cos'è, cause e cure

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

L'acne (nota anche come acne vulgaris) è una comune condizione infiammatoria della pelle che colpisce 40-50 milioni persone negli Stati Uniti. (AAD, n.d.). Si verifica quando un poro della pelle, o follicolo sebaceo (che produce olio), si ostruisce con olio e cellule morte della pelle. Gli ormoni possono influenzare la quantità di olio nella pelle: più la pelle è grassa, più è probabile che tu abbia i pori ostruiti. Questi pori ostruiti possono infiammarsi o infettarsi con batteri della pelle come Cutibatterio acnes ( C. acnes ) (Oge', 2019). Può formarsi una cisti dell'acne (nodulo) Se l'infiammazione penetra in profondità nella pelle, si parla di acne cistica o acne nodulare.

L'acne è più comune negli adolescenti ( 95% di adolescenti hanno un certo grado di acne), ma può verificarsi in persone tra i 30, i 40, i 50 anni e oltre (Zouboulis, 2015). 12–14% delle persone con l'acne adolescenziale hanno sintomi che persistono nell'età adulta, soprattutto donne e persone con squilibri ormonali (come menopausa, sindrome dell'ovaio policistico, ecc.) (Fabroccini, 2010). Il numero di donne con acne adulta è in aumento e l'American Academy of Dermatology (AAD) stima che fino a 15% di donne adulte avrà una qualche forma di acne (AAD, n.d.).

Vitali

  • L'acne è una condizione della pelle comune che colpisce 40-50 milioni di persone negli Stati Uniti.
  • L'acne cistica è una forma grave di acne caratterizzata da infezione profonda e infiammazione, che porta a cisti e noduli.
  • L'acne cistica viene solitamente trattata con farmaci prescritti per via orale, come l'isotretinoina (marca Accutane), antibiotici orali, pillole anticoncezionali e agenti antiandrogeni (come lo spironolattone).
  • Alcune persone avranno cicatrici mentre l'acne cistica guarisce. I trattamenti per le cicatrici da acne includono peeling chimici, dermoabrasione, terapia laser e puntura della pelle.

Di solito, le lesioni cutanee dell'acne (brufoli) si formano sul viso, sul petto, sulla schiena e sulle spalle e possono apparire come brufoli, punti neri o brufoli. L'acne cistica, d'altra parte, forma cisti o noduli profondi ed è la forma più grave di acne. Diversi fattori possono portare a sfoghi di acne: genetica, stress, fattori dello stile di vita e squilibri ormonali possono tutti svolgere un ruolo.

Annuncio pubblicitario

Semplifica la tua routine di cura della pelle

Ogni bottiglia di Nightly Defense prescritta dal medico è realizzata per te con ingredienti potenti e scelti con cura e consegnata a casa tua.

Per saperne di più

Identificazione dell'acne cistica

L'acne cistica è più grave dei tipici punti neri e brufoli che la maggior parte delle persone sperimenta con l'acne. Le cisti sono più grandi e più profonde di altre forme di acne. I segni comuni includono:

  • Grandi, solidi, protuberanze sotto la pelle
  • Grandi grumi pieni di pus sotto la pelle
  • Rossore (eritema)
  • Dolore o tenerezza
  • Cicatrici o macchie scure sulla pelle da eruzioni cutanee passate che sono guarite

Opzioni di trattamento

L'acne grave, come l'acne cistica, spesso deve essere trattata con farmaci prescritti per via orale perché i prodotti da banco non sono abbastanza forti. Il tuo dermatologo di solito prescrive queste pillole; sono farmaci sistemici che hanno effetti su tutto il corpo (al contrario dei farmaci topici che applichi direttamente sul sito dell'acne). I trattamenti medici includono retinoidi come l'isotretinoina, antibiotici orali, pillole anticoncezionali orali e agenti antiandrogeni come lo spironolattone.

isotretinoina

L'isotretinoina (nome commerciale Accutane) è un retinoide (un farmaco che deriva dalla vitamina A) molto efficace nel trattamento della cause sottostanti di acne grave (Zouboulis, 2015). ti ferma ghiandole sebacee dalla produzione di troppo olio, che poi diminuisce C. acnes crescita della popolazione e riduce la sua capacità di causare infezioni e infiammazioni della pelle. Tutti questi effetti si riducono a miglioramenti nella tua acne cistica (Oge', 2019). Un trattamento tipico di solito dura almeno 4-6 mesi, ma alcune persone hanno bisogno di cicli più lunghi del farmaco. Dopo aver iniziato questo trattamento, potresti notare un'iniziale riacutizzazione dell'infiammazione entro le prime 3-4 settimane. Questo migliora da solo nel tempo (Zouboulis, 2015). Secondo l'AAD, 85% delle persone riferiscono che la loro acne è andata in remissione dopo un solo ciclo di trattamento (AAD, n.d.).

Qualsiasi donna in età fertile che sta assumendo isotretinoina deve evitare di rimanere incinta prima o durante il trattamento perché ha un alto rischio di difetti alla nascita. Le donne devono essere disposte a sottoporsi a regolari test di gravidanza e devono utilizzare due forme di contraccezione durante la terapia con isotretinoina (Zaenglein, 2016). Altro potenziale effetti collaterali includono pelle secca, infiammazione degli occhi, secchezza oculare, secchezza della bocca e del naso, aumento della sensibilità della pelle al sole e alla secchezza, cambiamento dell'umore, dolori articolari o muscolari, problemi al fegato, tra gli altri (OWH, 2018). Parla con il tuo dermatologo prima di iniziare l'isotretinoina per discutere i rischi e i benefici.

Antibiotici sistemici

Gli antibiotici orali aiutano a migliorare l'acne cistica a causa sia del loro effetto antibatterico che della loro capacità di ridurre l'infiammazione (effetto antinfiammatorio). Il più comunemente usato antibiotici orali per l'acne cistica sono la classe delle tetracicline, che include doxiciclina e minociclina (Oge', 2019). Gli effetti collaterali includono aumento della fotosensibilità, mal di stomaco, diarrea e scolorimento della pelle. Altro opzioni includono macrolidi, trimetoprim/sulfametossazolo (nome commerciale Bactrim), trimetoprim, penicilline e cefalosporine. Tuttavia, questi sono solitamente riservati a persone che non possono assumere tetracicline, come donne incinte o bambini di età inferiore agli otto anni (Oge', 2019). In generale, dovresti limitare la quantità di tempo in cui stai assumendo antibiotici orali (non più di 3-4 mesi) per prevenire resistenza agli antibiotici . Gli antibiotici sono spesso combinati con altri trattamenti (come il perossido di benzoile o i retinoidi) per ridurre ulteriormente il rischio di resistenza agli antibiotici (Zouboulis, 2015).

Pillole anticoncezionali orali

Le pillole anticoncezionali possono ripristinare l'equilibrio di estrogeni e altri ormoni nelle donne, portando a una pelle più chiara. I contraccettivi orali combinati (CAC), che sono pillole anticoncezionali che contengono sia estrogeni che progestinici, sono i più efficaci nel trattamento dell'acne. Le pillole anticoncezionali possono aiutare a ridurre i livelli di androgeni (ormone maschile) nella pelle, il che porta a una riduzione della produzione di olio e a un miglioramento dell'acne. Attualmente sono disponibili quattro contraccettivi orali combinati Approvato dalla FDA per il trattamento dell'acne nelle donne (Zaenglein, 2016):

  • Estrogeni e norgestimate (nome commerciale Ortho Tri-Cyclen)
  • Estrogeni e noretindrone (nome commerciale Estrostep)
  • Estrogeni e drospirenone (marchio Yaz)
  • Estrogeni e drospirenone e levomefolato (nome commerciale Beyaz)

può durare diversi mesi affinché la tua acne migliori con le pillole anticoncezionali orali, quindi alcuni dermatologi raccomandano di combinare i CAC con altri trattamenti, come i retinoidi (Oge', 2019).

Gli effetti indesiderati comuni includono aumento di peso, tensione mammaria e sanguinamento da rottura. Raramente, in alcune donne possono verificarsi effetti avversi più gravi come coaguli di sangue e attacchi di cuore, in particolare le donne di età superiore ai 35 anni. Le pillole anticoncezionali orali non sono raccomandate per le donne sopra i 35 anni.

Spironolattone

Come le pillole anticoncezionali orali, lo spironolattone influisce sull'equilibrio ormonale e blocca gli androgeni nella pelle. Può innescare sviluppo del seno negli uomini, quindi lo spironolattone viene solitamente somministrato solo alle donne (AAD, n.d.). Con questo trattamento, potresti iniziare a vedere una diminuzione degli sfoghi cutanei e dell'untuosità della pelle entro poche settimane. Alcune persone sperimentano gli effetti collaterali di periodi dolorosi, periodi irregolari, tensione mammaria e ingrossamento del seno. Lo spironolattone non è raccomandato per le donne in gravidanza.

Iniezioni di steroidi

Alcune persone con acne cistica possono trarre beneficio da iniettare uno steroide farmaci direttamente nelle cisti o nei noduli per aiutare a ridurre rapidamente le dimensioni e il dolore (AAD, n.d.). Il miglioramento può verificarsi relativamente rapidamente con queste iniezioni. Effetti collaterali includono il diradamento della pelle nell'area dell'iniezione (Zaenglein, 2016).

Acne cistica e cicatrici da acne

L'acne cistica può causare cicatrici permanenti mentre guarisce, più spesso dei tipi meno gravi di acne. Le cicatrici atrofiche sono i tipi più comuni di cicatrici che le persone sperimentano dopo che la loro acne cistica si risolve. Le cicatrici atrofiche sono dovute alla perdita di collagene nel sito dell'acne, che provoca depressioni (buchi o fosse) nella pelle. I tre più comuni cicatrici atrofiche le forme sono (Fabbrocini, 2010):

  • Rompighiaccio (60-70%): buche strette e profonde
  • Carro merci (20–30%): fori da tondi a ovali con bordi verticali
  • Cicatrici rotolanti (15-25%): fossette più larghe, danno un aspetto rotolante alla pelle

Meno comunemente, puoi formare cicatrici ipertrofiche ; si tratta di cicatrici in rilievo, rosa, consistenti che si verificano più frequentemente sul tronco e nelle persone di carnagione più scura (Fabbrocini, 2010).

Idealmente, il modo migliore per trattare le cicatrici da acne è essere proattivi e prevenire la loro formazione in primo luogo. Puoi farlo cercando presto un trattamento per la tua acne. Evita di raccogliere o far scoppiare le cisti dell'acne, poiché ciò aumenta il rischio di infezione e cicatrici. Cerca di lavarti il ​​viso ogni sera e, dopo aver sudato, con un detergente delicato, non strofinare mai il viso. Dovresti anche indossare la protezione solare ogni volta che sei al sole. Il tuo dermatologo può prescrivere a retinoide topico (come la tretinoina) o gel di silicone per aiutare a prevenire le cicatrici insieme al trattamento dell'acne (Fabbrocini, 2010).

Nonostante tutte queste misure, alcune persone finiscono ancora con cicatrici da acne. Fortunatamente, diversi trattamenti possono aiutare, ma possono richiedere più di una sessione per ottenere risultati ottimali.

  • Peeling chimici: I peeling chimici utilizzano sostanze chimiche aggressive per rimuovere gli strati esterni della pelle e consentire la crescita di nuova pelle e collagene. I peeling chimici di solito usano soluzioni di acido salicilico, acido glicolico, acido piruvico o acido tricloroacetico (TCA) (Fabbrocini, 2010).
  • Dermoabrasione: La dermoabrasione utilizza un dispositivo con un materiale abrasivo per rimuovere gli strati esterni della pelle, innescando il processo di guarigione della ferita e la formazione di nuovi collagene (Lanou, 2015).
  • Laserterapia: I trattamenti laser utilizzano la luce di diversa intensità e lunghezza d'onda per influenzare diverse parti della pelle. Per il trattamento delle cicatrici da acne sono disponibili due tipi di terapie laser: ablative e non ablative. Ablativo i laser (laser YAG ad anidride carbonica e erbio) rimuovono gli strati esterni della pelle mentre i laser non ablativi (laser NdYag e a diodi) colpiscono il tessuto più profondo senza influenzare la pelle sovrastante (Fabbrocini, 2010).
  • Agugliatura della pelle: L'ago della pelle utilizza un piccolo rullo con minuscoli aghi per creare più forature negli strati superficiali della pelle. La pelle si sviluppa micro lividi che stimolano la guarigione e la formazione di nuovo collagene (Fabbrocini, 2010).

In conclusione

Se soffri di acne cistica, consulta un dermatologo e inizia presto il trattamento. Questo può migliorare non solo la salute della pelle e le potenziali cicatrici, ma anche altri sintomi come depressione, ansia e bassa autostima. Anche se potresti sentirti imbarazzato dalla tua acne, può essere trattata. Potrebbe volerci del tempo, ma collaborando con il tuo dermatologo, puoi trovare la terapia che funziona meglio per te.

Riferimenti

  1. American Academy of Dermatology (AAD) - Acne: come i dermatologi trattano l'acne grave (n.d.). Estratto il 7 luglio 2020 da https://www.aad.org/public/diseases/acne/derm-treat/severe-acne
  2. American Academy of Dermatology (AAD) – Condizioni della pelle in cifre (n.d.). Estratto il 7 luglio 2020 da https://www.aad.org/media/stats-numbers
  3. American Academy of Dermatology (AAD) – Acne ostinata? La terapia ormonale può aiutare (n.d.). Estratto il 7 luglio 2020 da https://www.aad.org/public/diseases/acne/derm-treat/hormonal-therapy
  4. American Academy of Dermatology (AAD) – Acne: chi ottiene e provoca (n.d.). Estratto il 7 luglio 2020 da https://www.aad.org/acne-causes
  5. Fabbrocini, G., Annunziata, M., D'Arco, V., De Vita, V., Lodi, G., & Mauriello, M. et al. (2010). Cicatrici da acne: patogenesi, classificazione e trattamento. Ricerca e pratica dermatologica, 2010, 1-13. doi: 10.1155/2010/893080, https://www.hindawi.com/journals/drp/2010/893080/
  6. Lanoue, J., & Goldenberg, G. (2015). Cicatrici da acne: una revisione delle terapie cosmetiche. Cutis, 95(5), 276–281, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26057505/
  7. Ufficio per la salute delle donne (OWH) – Acne. (2018). Estratto il 7 luglio 2020 da https://www.womenshealth.gov/a-z-topics/acne
  8. Oge', L. K., Broussard, A. e Marshall, M. D. (2019). Acne Vulgaris: diagnosi e trattamento. medico di famiglia americano, 100(8), 475–484, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31613567/
  9. Zaenglein, A., Pathy, A., Schlosser, B., Alikhan, A., Baldwin, H., & Berson, D. et al. (2016). Linee guida di cura per la gestione dell'acne vulgaris. Giornale dell'Accademia americana di dermatologia, 74 (5), 945-973.e33. doi: 10.1016/j.jaad.2015.12.037, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26897386/
  10. Zoubulis, C., & Bettoli, V. (2015). Gestione dell'acne grave. Rivista britannica di dermatologia, 172, 27-36. doi: 10.1111/bjd.13639, https://onlinelibrary.wiley.co m /doi/full/10.1111/bjd.13639
Vedi altro