Trattamenti per il diabete: insulina, metformina, dieta e altro


Trattamenti per il diabete: insulina, metformina, dieta e altro

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Cominciamo con un mito: tutte le persone a cui viene diagnosticato il diabete hanno bisogno di insulina per il trattamento.

Sebbene ampiamente creduto, questo non potrebbe essere più lontano dalla verità. Mentre è vero che alcune persone con diabete richiedono insulina (comprese tutte le persone con diabete di tipo 1), il trattamento del diabete è in realtà molto più sfaccettato e include molti farmaci e cambiamenti nello stile di vita. Per darti i numeri reali sull'insulina, secondo i Centers for Disease Control and Prevent (CDC), nel 2011:



pene di dimensioni medie per 16 anni
  • Il 17,8% delle persone con diabete è stato trattato con la sola insulina
  • Il 50,3% delle persone con diabete è stato trattato con le sole pillole
  • Il 13,0% delle persone con diabete è stato trattato con una combinazione di insulina e pillole

Vitali

  • Mentre tutti con diabete di tipo 1 (T1DM) devono assumere insulina, meno di un terzo delle persone con diabete di tipo 2 (T2DM) lo fa.
  • Nel corso degli anni sono state sviluppate diverse forme di insulina e numerosi modi diversi di ricevere l'insulina.
  • Il primo farmaco tipicamente prescritto per le persone con diabete di tipo 2 è la metformina, che agisce rendendo il corpo più sensibile all'insulina e diminuendo la quantità di glucosio che il fegato rilascia nel flusso sanguigno.
  • Il diabete di tipo 2 può anche essere trattato con cambiamenti nello stile di vita che portano alla perdita di peso.

Allora, come si cura il diabete? Dividiamolo per tipologia:

Come si cura il diabete di tipo 1?

Subito dopo averti detto che non tutte le persone con diabete hanno bisogno di insulina, ti stiamo dicendo che tutte le persone con diabete di tipo 1 hanno effettivamente bisogno di insulina.

Il problema nel diabete mellito di tipo 1 (T1DM) è che il pancreas non produce più insulina e l'insulina è essenziale per la vita. Di conseguenza, devono ricevere l'insulina come trattamento. Infatti, prima della scoperta dell'insulina negli anni '20, il diabete di tipo 1 era sempre fatale.

Nel corso degli anni sono state sviluppate diverse forme di insulina e numerosi modi diversi di ricevere l'insulina. Il metodo standard di somministrazione dell'insulina è con iniezioni di insulina (chiamate anche iniezione di insulina). Questo è quando un individuo ha una fiala di insulina, elabora una dose predeterminata di insulina in una siringa e si fa un'iniezione.

Le forme più intuitive di somministrazione dell'insulina includono la penna per insulina e la pompa per insulina. La penna per insulina è un dispositivo che contiene già diverse dosi di insulina e utilizza un ago più piccolo. La pompa per insulina è un dispositivo indossabile che consente un'infusione continua di bassi livelli di insulina, con dosi maggiori secondo necessità durante i pasti. Il futuro della terapia con microinfusore potrebbe includere il collegamento del microinfusore al monitoraggio costante del glucosio in modo che possa somministrare insulina direttamente in risposta ai livelli di zucchero nel sangue. Ciò creerebbe una forma a ciclo chiuso di somministrazione di insulina ed è talvolta indicato come pancreas artificiale.

Per coloro che potrebbero sentirsi a disagio con così tanti aghi in un giorno, l'insulina può essere somministrata anche attraverso un iniettore a getto, che è un dispositivo che funziona sparando farmaci liquidi ad alta pressione attraverso la pelle. Inoltre, è disponibile una forma approvata dalla FDA di insulina per via inalatoria chiamata Afrezza.

L'obiettivo della terapia insulinica è quello di imitare ciò che accadrebbe naturalmente nel corpo. Ciò include il mantenimento costante di un basso livello di insulina (livello basale) con picchi durante i pasti (boli). A tal fine sono stati sviluppati molti tipi diversi di insulina (chiamati anche analoghi dell'insulina). Sono generalmente classificati in base al loro tempo di insorgenza (quanto tempo impiega l'insulina per iniziare a lavorare), il loro tempo di picco (quanto tempo dopo l'iniezione l'insulina è più efficace) e la loro durata (quanto durano gli effetti dell'insulina). I tipi di insulina includono:

Annuncio pubblicitario



Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più
  • Azione rapida: inizia a funzionare in 15 minuti, raggiunge il picco in 1 ora, è efficace per 2-4 ore (ad es., lispro/Humalog, aspart/Novolog)
  • Azione regolare o breve: inizia a funzionare in 30 minuti, raggiunge il picco in 2-3 ore, è efficace per 3-6 ore (ad es. Humulin R, Novolin R)
  • Azione intermedia: inizia a funzionare in 2-4 ore, raggiunge il picco in 4-12 ore, è efficace per 12-18 ore (ad es. NPH/Humulin N, NPH/Novolin N)
  • A lunga durata d'azione: inizia a lavorare dopo diverse ore, è efficace per più di 24 ore (ad es. detemir/Levemir, glargine/Basaglar, glargine/Lantus)
  • Azione ultralunga: inizia a lavorare dopo diverse ore, è efficace per oltre 42 ore (ad es. degludec/Tresiba)

A seconda delle esigenze e dello stile di vita specifici di un individuo, queste forme di insulina possono essere utilizzate in combinazione tra loro.

I metodi più invasivi per il trattamento del T1DM includono trapianto di pancreas (ADA, 2003) o trapianto di cellule insulari (NIH, 2018). Tuttavia, questi vengono eseguiti raramente e non rappresentano il trattamento standard della malattia. Entrambe queste terapie affrontano il problema alla base del diabete di tipo 1: il pancreas ha smesso di produrre insulina. I trapianti di pancreas sono stati eseguiti con successo e comportano la sostituzione dell'intero pancreas. Ciò richiede un donatore e richiede anche che la persona con T1DM continui a prendere farmaci per tutta la vita che sopprimono il sistema immunitario (per evitare che il corpo rigetti il ​​trapianto). Il trapianto di isole pancreatiche comporta il trapianto solo delle isole di Langerhans, che sono le aree del pancreas che producono insulina. Questo è attualmente solo un trattamento sperimentale per T1DM. In entrambi i casi, non vi è alcuna garanzia che T1DM non si ripresenti.

Le persone con T1DM devono anche impegnarsi in modifiche dello stile di vita per gestire la loro condizione. L'obiettivo generale per le persone con T1DM è ottenere un migliore controllo del glucosio (mantenendo i normali livelli di zucchero nel sangue). Per fare ciò, le persone con diabete di tipo 1 dovrebbero monitorare cosa mangiano e quando, compreso il numero relativo di carboidrati, grassi e proteine. Inoltre, le persone con diabete di tipo 1 dovrebbero controllare regolarmente i livelli di glucosio nel sangue e regolare di conseguenza il dosaggio di insulina. Fare esercizio ogni giorno è un modo per mantenere bassi i livelli di zucchero nel sangue. Tuttavia, se modifichi la quantità di esercizio che stai facendo ogni giorno, parla con il tuo medico poiché questo deve essere preso in considerazione quando si determina il dosaggio di insulina.



Come si cura il diabete di tipo 2?

Forse anche più che nel diabete di tipo 1, le modifiche dello stile di vita sono importanti nella gestione del diabete mellito di tipo 2 (DM2). Essere in sovrappeso o obesi e condurre uno stile di vita sedentario sono due dei fattori di rischio più significativi per lo sviluppo dell'insulino-resistenza, che è la causa del diabete di tipo 2. Pertanto, qualsiasi regime di trattamento per il diabete di tipo 2 dovrebbe includere un obiettivo di perdita di peso e un piano di esercizi. Secondo gli studi (Gaal, 2015), la perdita di peso del 5-10% del peso corporeo può migliorare la forma fisica, ridurre i livelli di HbA1c, migliorare i fattori di rischio delle malattie cardiovascolari (CVD) e ridurre l'uso di diabete, ipertensione e farmaci ipolipemizzanti.

Prestare attenzione alla dieta è il modo più efficace per perdere peso. Una dieta ricca di cibi integrali, non trasformati e povera di carboidrati può probabilmente portare a una maggiore perdita di peso rispetto a una dieta composta da cibi lavorati (ad es. Pane e pasta). Eliminare le fonti extra di zucchero, come le bevande zuccherate, è un altro strumento efficace per perdere peso. Alcune persone con diabete possono trovare efficace prestare attenzione all'indice glicemico o al carico glicemico degli alimenti, che sono valori assegnati agli alimenti contenenti carboidrati che danno un'idea di quanto ogni alimento potrebbe aumentare i livelli di zucchero nel sangue.

Per quanto riguarda l'attività fisica, si raccomanda a tutti di fare almeno trenta minuti di esercizio moderato almeno cinque giorni alla settimana.

Smettere di fumare può anche migliorare i fattori di rischio e migliorare la salute generale.

Mentre alcune persone con diabete di tipo 2 richiedono insulina per il controllo della glicemia, la maggior parte non ne ha bisogno. Invece, ci sono una varietà di altri farmaci orali e farmaci iniettabili che funzionano per aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue. Uno dei farmaci più popolari e tipicamente il primo prescritto per quelli con diabete di tipo 2 è la metformina (nome commerciale Glucophage). La metformina agisce rendendo il corpo più sensibile all'insulina e diminuendo la quantità di glucosio che il fegato rilascia nel flusso sanguigno. Altre classi di farmaci che possono essere utilizzate per trattare il diabete di tipo 2 includono:

  • Inibitori dell'alfa-glucosidasi (ad es. Acarbose/Precose)
  • Sequestranti degli acidi biliari (ad es. colesevelam/Welchol)
  • Agonisti della dopamina-2 (ad es. Bromocriptina/Parlodel)
  • Inibitori della DPP-4 (ad es. sitagliptin/Januvia)
  • Agonisti del recettore GLP-1 (ad es. dulaglutide/Trulicity, exenatide/Byetta, liraglutide/Victoza)
  • Meglitinidi (ad es. repaglinide/Prandin)
  • Sulfoniluree (ad es. glimepiride/Amaryl, glipizide/Glucotrol, gliburide/DiaBeta)
  • Inibitori SGLT2 (ad es. canagliflozin/Invokana, empagliflozin/Jardiance)
  • Tiazolidinedioni (es. pioglitazone/Actos, rosiglitazone/Avandia)

Come viene trattato il diabete gestazionale?

L'approccio al trattamento del diabete gestazionale inizia con le modifiche dello stile di vita. Questi includono dieta, esercizio fisico e frequenti controlli della glicemia. Alcune donne possono richiedere iniezioni di insulina per gestire la glicemia se la dieta e l'esercizio da soli non sono efficaci. Alcuni studi hanno dimostrato che i farmaci per il diabete orale, come la metformina, possono essere tranquillamente usati in gravidanza (Feig, 2011). Tuttavia, è noto che la metformina attraversa la placenta (il che significa che raggiunge il bambino). Di conseguenza, alcuni operatori sanitari ritengono che siano necessarie ulteriori ricerche sull'uso di farmaci orali per il trattamento del diabete gestazionale. Il trattamento è vitale perché il diabete gestazionale può portare a complicazioni sia nella madre che nel neonato. Le donne che hanno il diabete gestazionale hanno un aumentato rischio di aver bisogno di un taglio cesareo e anche un aumentato rischio di sviluppare diabete di tipo 2 dopo la gravidanza. E i neonati sono a rischio di alto peso alla nascita, basso livello di zucchero nel sangue e sviluppo di diabete di tipo 2 più avanti nella vita.

come allungare il pene senza pillole?

Cosa comporta la gestione permanente del diabete di tipo 1 e del diabete di tipo 2?

T1DM e T2DM sono malattie che durano tutta la vita. Al di là dei cambiamenti dello stile di vita e dei farmaci usati ogni giorno, una parte significativa della gestione del diabete ha a che fare con il rimanere regolarmente in contatto con il sistema sanitario e lo screening per altre condizioni che tendono a verificarsi con il diabete o sono complicanze del diabete. I pilastri della gestione permanente includono:

  • Controllo della glicemia: avere un livello di zucchero nel sangue troppo alto (chiamato iperglicemia) o un livello di zucchero nel sangue troppo basso (chiamato ipoglicemia) può essere pericoloso. Il controllo della glicemia è, quindi, un delicato equilibrio per rimanere nei limiti della normalità. Il tuo medico può eseguire un esame del sangue dell'emoglobina A1c (HbA1c) per monitorare il livello di controllo degli zuccheri nel sangue nei 2-3 mesi precedenti. Si afferma spesso che l'obiettivo HbA1c per le persone con diabete è<7.0. However, to minimize the risk of hypoglycemia, a target of <8.0 may be more appropriate for specific individuals.
  • Gestione della pressione alta (ipertensione) e del colesterolo alto (iperlipidemia): il diabete è un fattore di rischio per molte altre malattie, comprese le malattie cardiovascolari (malattie cardiache e malattie dei vasi sanguigni). Pertanto, è fondamentale identificare e trattare ulteriori fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Le raccomandazioni cambiano ogni pochi anni, ma le persone con diabete dovrebbero in genere mirare a un pressione sanguigna target di<140/90 or <130/80 e la maggior parte delle persone con diabete di età compresa tra 40 e 75 anni dovrebbe assumere una statina, che è un farmaco per abbassare il colesterolo (Bangalore, 2011).
  • Esami di screening annuali: a lungo termine, il diabete può portare a problemi agli occhi (retinopatia diabetica), problemi renali (nefropatia diabetica) e problemi ai nervi (neuropatia diabetica). Se non controllati, questi possono progredire verso la cecità, la necessità di dialisi o trapianto di rene e amputazioni. Per tenere d'occhio queste complicazioni, le persone con DMT1 e DMT2 dovrebbero sottoporsi a un esame oculistico annuale (noto come esame fundoscopico), un esame annuale del piede e un esame delle urine annuale che cerca piccole quantità di proteine ​​(microalbuminuria).

Riferimenti

  1. Associazione americana per il diabete. (2003). Trapianto di pancreas per pazienti con diabete di tipo 1. Cura del diabete , 26 (Supplemento 1). doi:10.2337/diacare.26.2007.s120, https://care.diabetesjournals.org/content/26/suppl_1/s120
  2. Bangalore, S., Kumar, S., Lobach, I., & Messerli, F. H. (2011). Obiettivi della pressione sanguigna in soggetti con diabete mellito di tipo 2 / glucosio a digiuno alterato. Circolazione , 123 (24), 2799–2810. doi: 10.1161/circolazioneaha.110.016337, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21632497
  3. Feig, D.S., & Moses, R.G. (2011). Terapia con metformina durante la gravidanza: buona per l'oca e anche per la papera? Cura del diabete , 3. 4 (10), 2329–2330. doi: 10.2337 / dc11-1153, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21949224
  4. Gaal, LV e Scheen, A. (2015). Gestione del peso nel diabete di tipo 2: approcci attuali ed emergenti al trattamento. Cura del diabete , 38 (6), 1161-1172. doi: 10.2337 / dc14-1630, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25998297
  5. Istituto Nazionale della Salute. (2018, 1 ottobre). Trapianto di isole pancreatiche. Recuperato da https://www.niddk.nih.gov/health-information/diabetes/overview/insulin-medicines-treatments/pancreatic-islet-transplantation .
Vedi altro