Il test COVID-19 fa male?


Il test COVID-19 fa male?

Importante

Le informazioni sul nuovo coronavirus (il virus che causa il COVID-19) sono in continua evoluzione. Aggiorneremo periodicamente il nostro nuovo contenuto sul coronavirus in base ai risultati sottoposti a revisione paritaria appena pubblicati a cui abbiamo accesso. Per le informazioni più affidabili e aggiornate, visitare il Sito web CDCC o il I consigli dell'OMS per il pubblico.

Potresti aver sentito dire che il test del tampone nasale COVID è doloroso. Potresti aver persino evitato di fare il test per questo motivo. Ma state tranquilli, anche se può essere un po' scomodo, non dovrebbe essere doloroso. E il lato positivo è che ci vogliono solo pochi secondi per completarlo.



Diamo un'occhiata più da vicino al motivo per cui il tampone nasale PCR può causare disagio e controlla alcune delle altre opzioni di test COVID disponibili.

modi per allungare il tuo cazzo

Vitali

  • Il test COVID PCR viene in genere eseguito con un tampone che va in profondità nella narice, il che può essere scomodo, ma non dovrebbe essere doloroso. Il lato positivo è che il test richiede solo pochi secondi.
  • Molte persone trovano più comodo il test rapido dell'antigene poiché il tampone non arriva fino alla narice.
  • Il test PCR è migliore nel rilevare il COVID rispetto al test rapido dell'antigene, ma i risultati possono richiedere più tempo e il test è spesso più costoso.
  • Fare il test se hai sintomi o se sei stato esposto a COVID è fondamentale per mantenere il virus contenuto. Se ottieni un risultato positivo del test, è importante informare tutti i contatti stretti per prevenire un'ulteriore diffusione.

Perché il test PCR è scomodo per alcune persone?

Prima di approfondire, che cos'è esattamente un test PCR? Questi test diagnostici funzionano cercando il materiale genetico del virus. Questo è diverso da un test rapido dell'antigene, che cerca proteine ​​virali invece di materiale genetico.

Il test PCR è considerato il test COVID più affidabile disponibile. È comunemente fatto con quello che viene chiamato un tampone nasofaringeo, che va in profondità nel naso in modo da poter catturare il maggior numero possibile di secrezioni. Il test viene talvolta eseguito anche con un tampone orofaringeo che va nella parte posteriore della gola. Mentre i test della saliva (che richiedono di sputare in un contenitore) sono un'altra opzione , non sono ampiamente disponibili (Czumbel, 2020). E la ricerca sembra dimostrare che il tampone nasale è il più preciso (Wang, 2020).



Inutile dire che attaccare qualcosa nel passaggio nasale non sembra un'esperienza molto piacevole. Ma come abbiamo detto, non dovrebbe causare dolore. E il test richiede solo pochi secondi per narice, quindi sarà finito prima che tu te ne accorga.

Un'altra opzione, tuttavia, è il test rapido dell'antigene. Mentre può essere fatto con a tampone nasale meno profondo detto essere meno sgradevole dell'immersione profonda del test PCR e i risultati sono in genere più veloci, questo test è meno accurato dei test PCR, il che significa che potrebbe mancare alcuni casi di COVID (FDA, 2020).

Ci sono complicazioni dal test PCR?

Anche se il tampone nasofaringeo va in profondità nella narice, il test PCR è molto sicuro. Finora sono stati somministrati centinaia di milioni di test e gli studi hanno dimostrato che le complicanze sono quasi inesistente (Föh, 2020).



Qual è la differenza tra PCR e test rapido dell'antigene?

Quando un test è in grado di rilevare un virus a livelli così bassi, è considerato altamente sensibile, il che significa che è utile per identificare se una persona ha il COVID. Il test PCR è sia altamente sensibile che altamente specifico, il che significa che è anche utile per identificare quando una persona non ha il virus. Quando un test è sia sensibile che specifico, è considerato molto accurato.

Sebbene di solito sia accurato quando si tratta di identificare le persone che non hanno COVID, il test rapido dell'antigene non è accurato come il test PCR nell'identificare le persone che lo fanno. Ciò significa che è più probabile che si verifichino falsi negativi. In altre parole, se ottieni un risultato negativo da un test rapido dell'antigene, ma hai sintomi di COVID o sei stato esposto a qualcuno con il virus, non puoi fare affidamento su quel risultato del test negativo. Se sospetti di avere il COVID, potresti dover confermare i risultati con un test PCR (Krüttgen, 2020).

Quanto tempo impiegano i risultati dei test?

Naturalmente, una delle principali differenze tra i test antigenici e PCR è la rapidità con cui i risultati ritornano. Con i test dell'antigene, generalmente otterrai risultati entro 20 minuti. In alcuni casi, puoi persino ottenere un test rapido dell'antigene a casa e il processo dura solo 15 minuti dall'inizio alla fine con i risultati disponibili direttamente dal tuo smartphone.

Il test PCR deve essere elaborato da un laboratorio che utilizza macchinari speciali, quindi la velocità con cui si ottengono i risultati dipende in realtà da dove si ottiene il test, dal laboratorio utilizzato e dalla logistica del processo.

Che cos'è un test anticorpale e fa male?

A differenza della PCR e dei test rapidi dell'antigene, a Test anticorpale COVID non è diagnostico. Ciò significa che non può dire se attualmente hai il virus. Quello che ti dice è se hai mai avuto COVID-19 in passato (Zolton, 2020).

I test anticorpali vengono eseguiti su un campione di sangue, non su un tampone nasale o nasofaringeo, e possono essere eseguiti con una puntura del dito o un campione di sangue da una vena.

Non aver paura di fare un test per il coronavirus

C'è così tanto sulla pandemia che può essere spaventoso, ma fare il test non dovrebbe essere uno di questi. Sia che tu stia eseguendo un test PCR o un test rapido dell'antigene, puoi aspettarti alcuni secondi di disagio che andranno via quando avrai finito.

modo naturale per ingrandire il tuo pene

Anche se i vaccini COVID si stanno diffondendo in tutto il mondo, è comunque importante indossare una maschera e praticare il distanziamento sociale se non sei stato completamente vaccinato o se sei vicino ad altre persone che non sono state vaccinate. E non dimenticare l'altro elemento cruciale quando si tratta di contenere il virus: se hai sintomi di COVID-19 o se sei stato in contatto con qualcuno che è risultato positivo, è importante fare il test.

Riferimenti

  1. Czumbel, LM, Kiss, S., Wolf, N., Mandel, I., Mountain, A., Large, Á., Lohinai, Z., Chef, Z., Mountain, P., Steward, MC e Varga , G. (2020). La saliva come candidato per i test diagnostici COVID-19: una meta-analisi. Frontiere della medicina, 7, 465. Doi: 10.3389 / fmed.2020.00465. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7438940/
  2. Föh, B., Borsche, M., Balck, A., Taube, S., Rupp, J., Klein, C., & Katalinic, A. (2020). Complicazioni dei tamponi nasali e faringei: una sfida rilevante della pandemia di COVID-19?. The European Respiratory Journal, 2004004. Pubblicazione online anticipata. Doi: 10.1183/13993003.04004-2020. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7736753/
  3. Krüttgen, A., Cornelissen, C. G., Dreher, M., Hornef, M. W., Imöhl, M., & Kleines, M. (2021). Confronto del test dell'antigene SARS-CoV-2 Rapid con il kit Real Star Sars-CoV-2 RT PCR. Rivista di metodi virologici, 288, 114024. Doi: 10.1016/j.jviromet.2020.114024. Recuperato a https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7678421/
  4. Sullivan, C. B., Schwalje, A. T., Jensen, M., Li, L., Dlouhy, B. J., Greenlee, J. D. e Walsh, J. E. (2020). Perdita di liquido cerebrospinale dopo il test del tampone nasale per la malattia del coronavirus 2019. Otorinolaringoiatria JAMA – chirurgia della testa e del collo, 146(12), 1179–1181. Doi: 10.1001/jamaoto.2020.3579. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33022069/
  5. Food and Drug Administration (FDA) statunitense. (2020). Uno sguardo più da vicino ai test diagnostici COVID-19. Recuperato a https://www.fda.gov/health-professionals/closer-look-covid-19-diagnostic-testing il 10 gennaio 2021
  6. Wang, X., Tan, L., Wang, X., Liu, W., Lu, Y., Cheng, L. e Sun, Z. (2020). Il confronto di tamponi nasofaringei e orofaringei per il rilevamento di SARS-CoV-2 in 353 pazienti ha ricevuto test con entrambi i campioni contemporaneamente. Rivista internazionale di malattie infettive: IJID: pubblicazione ufficiale della Società internazionale per le malattie infettive, 94, 107-109. Doi: 10.1016/j.ijid.2020.04.023. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7166099/
  7. Zolton J. R. (2020). Test degli anticorpi COVID-19: direzioni future. Salute riproduttiva globale, 5. Doi: 10.1097/GRH.0000000000000045. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7480799/
Vedi altro