Dieta contro l'eczema? Mangiare questi cibi può ridurre le riacutizzazioni


Dieta contro l'eczema? Mangiare questi cibi può ridurre le riacutizzazioni

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Ultimamente, sembra che ci sia una dieta per tutto ciò che ti affligge o ti infastidisce, e di certo non mancano i piani alimentari alla moda là fuori. Ma una dieta può davvero aiutare a migliorare una condizione cronica della pelle come l'eczema?



Vitali

  • L'eczema è una condizione caratterizzata da pelle secca e pruriginosa e può causare eruzioni cutanee.
  • Molte persone con eczema hanno anche allergie alimentari.
  • Mangiare certi cibi come il pesce grasso ed evitare altri cibi come i latticini può aiutare a ridurre i sintomi dell'eczema, ma è importante lavorare con un medico prima di modificare la dieta.

Che cos'è l'eczema?

Altrimenti noto come dermatite atopica, l'eczema è un termine che descrive diversi tipi di infiammazione della pelle. La maggior parte dei tipi di eczema causa pelle secca ed eruzioni cutanee o chiazze di pelle pruriginosa su viso, mani e piedi, nonché all'interno dei gomiti e dietro le ginocchia. L'eczema non è contagioso (NIH, n.d.). È una malattia allergica della pelle che di solito comporta l'ipersensibilità del sistema immunitario a determinati fattori scatenanti. L'eczema di solito si sviluppa nella prima infanzia, ma anche gli adulti possono averlo. Per alcune persone, l'eczema è il risultato di a infezione batterica, fungina, virale o da lievito (AAAAI, n.d.). Di Dal 15% al ​​20% dei bambini e dall'1% al 3% degli adulti in tutto il mondo hanno eczema (Avena-Woods, n.d.).

Ricerche recenti hanno indicato che i bambini che hanno sia la dermatite atopica che almeno un'allergia alimentare possono avere differenze nella struttura e nelle molecole degli strati superiori della pelle dall'aspetto sano, vicino alle lesioni da eczema. Mentre questi bambini avevano una pelle dall'aspetto sano intorno ai cerotti eczema, i cerotti erano in realtà più inclini a perdere idratazione, accumulare batteri Staphylococcus aureus e avere un'espressione genica che assomigliava a una barriera cutanea immatura. I bambini che hanno solo l'eczema e non hanno allergie alimentari non sembrano mostrare queste differenze microscopiche. I ricercatori ritengono che comprendere ulteriormente questa connessione possa aiutarli a diagnosticare e curare l'eczema. Identificando i bambini che sono più a rischio di sviluppare allergie alimentari, gli esperti possono affrontare le riacutizzazioni dell'eczema prima che diventino gravi e si sviluppino strategie di trattamento più efficaci e mirate . (Leung, 2019).

Annuncio pubblicitario



Un modo conveniente per controllare le riacutizzazioni dell'eczema

come si misura un pene?

Visita un medico online. Fatti consegnare a casa un trattamento per l'eczema su prescrizione.

Per saperne di più

Quali alimenti dovresti mangiare in una dieta contro l'eczema?

Anche se non esiste un'unica soluzione rapida per l'eczema, alcuni studi scientifici hanno indicato che mangiare cibi particolari può aiutare alcune persone a controllare le riacutizzazioni dell'eczema (AAD, n.d.). Sebbene le prove siano contrastanti, potrebbe valere la pena considerare di sperimentare alcune di queste opzioni commestibili:



  • Pesce grasso: poiché l'eczema è considerato una malattia infiammatoria della pelle, i ricercatori hanno studiato se l'olio di pesce può aiutare a domare i sintomi visto che è ricco di acidi grassi omega-3 anti-infiammatori (NIH, 2019; Calder, 2013). Qualche piccolo studio suggeriscono che l'olio di pesce può aiutare a curare l'eczema, ma sono necessarie ulteriori ricerche ( Schlichte, 2016 ).
  • Probiotici: altrimenti noto come batteri buoni, integratori probiotici e alimenti come yogurt e verdure fermentate sono stati propagandati come salutari aiuti digestivi e combattenti delle malattie (NIH, n.d.). Uno studio del 2010 hanno scoperto che i bambini con malattie allergiche come l'eczema avevano una flora intestinale significativamente diversa dai bambini sani, cosa che i ricercatori hanno interpretato come un possibile indizio che i probiotici potrebbero essere utili. (Ozdemir, 2010). Uno studio del 2016 hanno scoperto che i probiotici possono avere effetti positivi sull'eczema, ma i miglioramenti dipendono in realtà dal ceppo probiotico utilizzato, dal tempo di somministrazione, dalla durata dell'esposizione e dal dosaggio ( Piuttosto, 2016 ).
  • Alimenti con quercetina: quercetina è un pigmento naturale (o flavonoide) che si trova in frutta e verdura come mele, mirtilli rossi, cipolle e cavoli, così come in altri alimenti come vino e tè nero o verde (Andres, 2018). Alcuni studi hanno dimostrato che la quercetina ha proprietà antinfiammatorie e che aggiungerla a una dieta sana ed equilibrata attraverso il cibo o gli integratori alimentari può aiutare a trattare i sintomi dell'eczema (Karuppagounder, 2016).

Quali alimenti dovresti evitare in una dieta contro l'eczema?

Numerosi studi hanno scoperto che alcuni alimenti possono esacerbare l'eczema nelle persone che sono sensibili a questi alimenti o che soffrono di allergie alimentari. Le allergie alimentari più comuni negli Stati Uniti sono provocate da arachidi, frutta a guscio, latte di mucca, uova, soia, grano, pesce e crostacei. Sebbene l'eliminazione del cibo non sia raccomandata a tutti, alcune persone con eczema hanno mostrato miglioramenti nella loro reazione allergica e nei sintomi dell'eczema quando hanno eliminato gli alimenti a cui sono sensibili. Uno studio hanno scoperto che i bambini che avevano eczema oltre a un'allergia alle uova hanno mostrato una significativa riduzione dei loro sintomi di eczema quando hanno eliminato le uova dalla loro dieta (Lever, 1998).

Potenziali diete da seguire o provare con l'eczema

Sebbene non ci siano necessariamente scelte alimentari uguali per tutte le persone con eczema, la ricerca ha dimostrato che alcuni piani alimentari possono aiutare a controllare i sintomi e consentire alle persone con eczema di gestire meglio la condizione infiammatoria della pelle.

Uno studio hanno scoperto che i bambini che mangiavano cibi considerati parte della dieta mediterranea (frutta, verdura, olio d'oliva e pesce) avevano un rischio ridotto di eczema mentre i bambini che mangiavano frequentemente al fast food avevano un rischio maggiore (Cepeda, 2015).

Alcune persone con eczema hanno una forma della malattia chiamata eczema disidrotico o disidrosi. Questo tipo di eczema colpisce mani e piedi e può causare vesciche e irritazioni a mani e piedi. Non esiste un'unica causa di eczema disidrotico, ma gli esperti ritengono che alcune persone che ne soffrono potrebbero anche avere un'allergia a metalli come il nichel o il cobalto. Per alcune persone, apportare modifiche alla dieta per evitare cibi che contengono questi metalli e seguire una dieta a basso contenuto di nichel o di cobalto può aiutare ad alleviare i sintomi. Le persone sensibili al nichel possono trovare sollievo se evitano cibi che possono contenere questo metallo, come cibi in scatola, ostriche, fagioli, pomodori, farina integrale, pere e cioccolato per 3-4 settimane. Persone sensibili al cobalto può cercare di evitare cibi che contengono questo metallo, come albicocche, birra, cavoli, cioccolato, caffè e altro. Tuttavia, mentre alcune persone trovano sollievo seguendo queste diete, il miglioramento è in realtà raro e i piani alimentari possono essere difficili da seguire a causa della loro restrizione (Amini, 2019; Lofgren, 2008; Stuckert, 2008).

come sbarazzarsi di urti sull'albero

Per alcune persone, an dieta di eliminazione può essere appropriato per aiutare a identificare potenziali fattori scatenanti dell'eczema. Nei bambini piccoli, ciò può comportare l'eliminazione temporanea di latticini, uova, arachidi e soia e, nei bambini più grandi, l'eliminazione di grano, pesce, noci e crostacei per un periodo di tempo. È sempre importante lavorare con un medico prima di provare qualsiasi dieta specifica o eliminare interi gruppi di alimenti, quindi assicurati di esaminare i pro e i contro di qualsiasi dieta con un operatore sanitario o un nutrizionista (Bergmann, 2013).

Riferimenti

  1. AAAAI (n.d.) Panoramica sull'eczema (dermatite atopica). Recuperato da: https://www.aaaai.org/conditions-and-treatments/library/allergy-library/eczema-atopic-dermatitis
  2. AAD (n.d.). Può il cibo risolvere l'eczema? Recuperato da: https://www.aad.org/public/diseases/eczema/childhood/treating/food-fix
  3. Amini, S. (2019). Trattamento e gestione dell'eczema disidrotico (Pompholyx). Medscape. Recuperato da: https://emedicine.medscape.com/article/1122527-treatment#d18
  4. Andres, S., Pevny, S., Ziegenhagen, R., Bakhiya, N., Schäfer, B., Hirsch-Ernst, K. I. e Lampen, A. (2017). Aspetti di sicurezza dell'uso della quercetina come integratore alimentare. Nutrizione molecolare e ricerca alimentare, 62(1), 1700447. doi: 10.1002/mnfr.201700447, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29127724
  5. Avena-Woods, C. (2017). Panoramica sulla dermatite atopica. AJMC. Recuperato da: https://www.ajmc.com/journals/supplement/2017/atopic-dermatitis-focusing-on-the-patient-care-strategy-in-the-managed-care-setting/overview-of-atopic-dermatitis- articolo? p = 1
  6. Bergmann, M. M., Caubet, J.-C., Boguniewicz, M., & Eigenmann, P. A. (2013). Valutazione dell'allergia alimentare nei pazienti con dermatite atopica. Il giornale di allergia e immunologia clinica: in pratica, 1 (1), 22-28. doi: 10.1016/j.jaip.2012.11.005, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24229818
  7. Calder P.C. (2013). Acidi grassi polinsaturi Omega-3 e processi infiammatori: nutrizione o farmacologia?. Rivista britannica di farmacologia clinica, 75(3), 645–662. doi: 10.1111/j.1365-2125.2012.04374.x, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22765297
  8. Cepeda, A. M., Del Giacco, S. R., Villalba, S., Tapias, E., Jaller, R., Segura, A. M., Reyes, G., Potts, J. e Garcia-Larsen, V. (2015). Una dieta tradizionale è associata a un rischio ridotto di eczema e respiro sibilante nei bambini colombiani. Nutrienti, 7(7), 5098-5110. doi: 10.3390/nu7075098, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26121530
  9. Leung, D. (2019). La superficie cutanea non lesionale distingue la dermatite atopica con l'allergia alimentare come endotipo unico. Science Translational Medicine doi: 10.1126/scitranslmed.aav2685 2019. https://stm.sciencemag.org/content/11/480/eaav2685.abstract
  10. Karuppagounder, V., Arumugam, S., Thandavarayan, R. A., Sreedhar, R., Giridharan, V. V. e Watanabe, K. (2016). Bersagli molecolari della quercetina con proprietà antinfiammatorie nella dermatite atopica. Drug Discovery Today, 21(4), 632–639. doi: 10.1016/j.drudis.2016.02.011, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26905599
  11. Katta, R., & Schlichte, M. (2014). Dieta e dermatiti: trigger alimentari. The Journal of dermatologia clinica ed estetica, 7 (3), 30-36. Recuperato da: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3970830/
  12. Lever, R., Macdonald, C., Waugh, P., & Aitchison, T. (1998). Studio randomizzato controllato di consigli su una dieta di esclusione delle uova nei bambini piccoli con eczema atopico e sensibilità alle uova. Allergia pediatrica e immunologia, 9 (1), 13-19. doi: 10.1111/j.1399-3038.1998.tb00294.x, http://europepmc.org/article/MED/9560837
  13. NIH (2019). Probiotici: cosa devi sapere Recuperato da: https://nccih.nih.gov/health/probiotics/introduction.htm
  14. NIH (n.d.). Eczema. Recuperato da: https://medlineplus.gov/eczema.html
  15. Ozdemir O. (2010). Vari effetti di diversi ceppi probiotici nei disturbi allergici: un aggiornamento da dati di laboratorio e clinici. Immunologia clinica e sperimentale, 160(3), 295-304. doi: 10.1111/j.1365-2249.2010.04109.x, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20345982
  16. Piuttosto, I. A., Bajpai, V. K., Kumar, S., Lim, J., Paek, W. K. e Park, Y. H. (2016). Probiotici e dermatite atopica: una panoramica. Frontiere in microbiologia, 7, 507. doi: 10.3389/fmicb.2016.00507, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27148196
  17. Schlichte, M.J., Vandersall, A., & Katta, R. (2016). Dieta ed eczema: una rassegna di integratori alimentari per il trattamento della dermatite atopica. Dermatologia pratica e concettuale, 6 (3), 23-29. doi: 10.5826/dpc.0603a06, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5006549/
  18. Tsakok, T., Marrs, T., Mohsin, M., Baron, S., Toit, G. D., Till, S. e Flohr, C. (2017). La dermatite atopica causa allergia alimentare? Una revisione sistematica. La lancetta, 389. doi: 10.1016/s0140-6736(17)30491-9, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26897122
  19. Stuckert, J., & Nedorost, S. (2008). Dieta a basso contenuto di cobalto per pazienti con eczema disidrotico. Dermatite da contatto, 59(6), 361-365. doi: 10.1111/j.1600-0536.2008.01469.x, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19076887
  20. Lofgren, S. M., & Warshaw, E. M. (2006). Disidrosi: epidemiologia, caratteristiche cliniche e terapia. Dermatite, 17(4), 165-181. doi: 10.2310/6620.2006.05021, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17150166
Vedi altro