Oli essenziali per le allergie: una cura praticabile?


Oli essenziali per le allergie: una cura praticabile?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Febbre da fieno, allergie stagionali, rinite allergica. Qualunque cosa tu voglia chiamarlo, un naso chiuso e gli occhi pruriginosi possono essere decisamente debilitanti. E quando la primavera è sbocciata, tutti i peli e il polline nell'aria hanno portato molti di noi a cercare soluzioni (e una scatola di Kleenex).



Se ti suona familiare, non sei solo. all'incirca 30% degli adulti americani hanno segnalato sintomi di allergia stagionale ad un certo punto dell'anno (Nathan, 2008). Ci sono molti trattamenti per le allergie disponibili, tuttavia, alcuni richiedono prescrizioni e altri hanno effetti collaterali fastidiosi. È qui che entrano in gioco gli oli essenziali.

Vitali

  • Quando si tratta di curare le allergie stagionali, potresti aver sentito dire che gli oli essenziali sono una buona opzione.
  • Alcuni oli essenziali hanno dimostrato di ridurre la congestione e l'infiammazione associati alle allergie.
  • È importante usare gli oli essenziali con cautela. Solo un paio di essi possono essere applicati direttamente sulla pelle. Molti possono essere dannosi e alcuni sono inclini a causare essi stessi reazioni allergiche.

Gli oli essenziali possono curare le allergie?

L'uso di oli essenziali come trattamenti medici non è stregoneria o magia. È scienza. Molti composti in gli oli essenziali sono naturalmente presenti come agenti antibatterici per proteggere le piante dagli invasori stranieri (Ruiz, 2016).

Naturalmente, gli scienziati si sono chiesti se questi notevoli effetti protettivi avrebbero funzionato per gli esseri umani. Gli oli essenziali possono alleviare i sintomi delle allergie stagionali? Forse, ma la ricerca è scarsa.



Annuncio pubblicitario

Sollievo dalle allergie da prescrizione, senza sala d'attesa

Trovare il giusto trattamento per le allergie non dovrebbe essere un gioco da ragazzi. Parla con un dottore.



Per saperne di più

La maggior parte delle allergie deriva da una risposta immunitaria iperattiva a cose che il nostro corpo percepisce come invasori, anche se probabilmente sono innocue. Un esempio di questo è la polvere o il polline. Quando una persona con allergie è esposta a un innesco come questo, il suo sistema immunitario inizia a rilasciare quella che viene chiamata istamina nel sangue e nei tessuti. L'istamina è ciò che causa i sintomi associati alle allergie, come naso che cola, tosse, prurito o lacrimazione e gola irritata.

Mentre ci sono poche ricerche che dimostrano che gli oli essenziali possono curare le allergie, ci sono prove che alcuni possono farlo alleviare i sintomi fastidiosi . Uno studio ha scoperto che l'inalazione di vapori di oli essenziali infusi con legno di sandalo, geranio e ravensara miglioramento dei sintomi dei partecipanti con rinite allergica (Choi, 2016).

Ecco di più sugli oli essenziali comuni ricercati per alleviare le allergie.

Camomilla

Gli scienziati hanno scoperto che l'estratto di camomilla può bloccare il rilascio iniziale di istamina, che causa l'inizio dei sintomi dell'allergia, in ratti (Chandrashekhar, 2011). Allo stesso modo, l'olio essenziale di lavanda ha dimostrato di ridurre l'infiammazione delle vie aeree nei topi , ma non ci sono segnalazioni nell'uomo (Ueno-Iio, 2014).

Se ti è stato detto che l'olio di menta piperita è la strada da percorrere, stai alla larga. Non solo l'olio di menta piperita non ha dimostrato di alleviare le allergie, ma può indurre una reazione allergica in alcune persone.

Eucalipto

L'eucalipto contiene un composto antinfiammatorio chiamato eucaliptolo , che è stato studiato come potenziale trattamento dell'asma (Juergens, 2003). Un piccolo studio ha scoperto che l'uso di un olio essenziale di eucalipto in aromaterapia miglioramento dei sintomi della rinite allergica come starnuti, congestione e prurito agli occhi, al naso e alla gola (Song, 2014).

Ma proprio come la menta piperita, l'olio di eucalipto dovrebbe essere usato con cautela in quanto ha ha causato reazioni allergiche in alcune persone (Kartal, 2016).

Limone

Gli oli essenziali di limone possono aiutare con i sintomi dell'allergia stagionale, tuttavia sono necessarie ulteriori ricerche. Un piccolo studio ha scoperto che uno spray nasale contenente scorza di limone riduzione della congestione nasale e problemi di respirazione nei partecipanti con rinite allergica. I ricercatori hanno anche notato un minor numero di segni di infiammazione nasale in coloro che hanno utilizzato questo spray (Ferrara, 2012).

Olio dell'albero del tè

L'olio dell'albero del tè è un'ottima opzione per alleviare il prurito del cuoio capelluto e il prurito dell'acne. C'è ricerca promettente esaminando se l'olio dell'albero del tè può essere efficace per il trattamento delle reazioni allergiche cutanee, ma non ci sono prove a sostegno come trattamento per le allergie stagionali (Koh, 2002).

Posso usare l'olio dell'albero del tè per l'acne?

4 minuti di lettura

Come usare gli oli essenziali

Che si tratti di alleviare le allergie o di alleviare lo stress, è importante utilizzare correttamente gli oli essenziali. Non tutti gli oli sono uguali, quindi è importante acquistare un marchio di cui ti fidi.

Esistono diversi modi per integrare gli oli essenziali nella tua routine. Puoi spruzzare o diffondere oli nell'aria per l'aromaterapia. In alternativa, puoi usarli in trattamenti topici come lozioni.

Assicurati di utilizzare un olio vettore per diluire gli oli essenziali se hai intenzione di metterli sul tuo corpo. Gli oli neutri spesso utilizzati nei prodotti per la cura della pelle, come l'olio di cocco, l'olio di jojoba e l'olio di mandorle, funzionano bene. Assicurati di eseguire il patch test di queste miscele prima di applicarle su ampie porzioni della pelle.

Concentrati sull'identificazione degli oli vergini, un termine che descrive gli oli estratti senza aggiunta di sostanze chimiche o additivi. Altri oli essenziali, come quelli estratti mediante vapore o altre tecniche, contengono spesso additivi che possono irrita la tua pelle (NEA, 2018).

Non consumare mai oli essenziali. L'ingestione ne aumenta l'assorbimento, che può aumentare il rischio di una reazione avversa con qualsiasi farmaco che stai assumendo. Questo è particolarmente pericoloso per i bambini , che sono più vulnerabili alle reazioni negative dovute all'esposizione della pelle agli oli essenziali (Smith, 2016).

Se sei incinta, parla con un operatore sanitario per sapere se l'uso di oli essenziali è sicuro e come dovrebbero essere usati.

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense non regolamenta gli oli essenziali prima che arrivino sul mercato, quindi fai qualche ricerca in anticipo per assicurarti di acquistare prodotti di alta qualità da un luogo di cui ti fidi (FDA, 2020).

Trattare i sintomi dell'allergia: errori comuni

6 minuti di lettura

Qual è il modo migliore per trattare le allergie stagionali?

Il modo migliore per evitare i sintomi dell'allergia è evitare ciò che ha causato i sintomi in primo luogo.

modi naturali per aumentare la circonferenza del pene

Naturalmente, questo non è sempre possibile. Se non si può evitare il colpevole del prurito agli occhi e del naso che cola, i farmaci per l'allergia come gli antistaminici sono comunemente usati come trattamento di prima linea (Hossenbaccus, 2020).

Gli spray nasali che utilizzano i corticosteroidi sono un'altra buona opzione poiché sedare l'infiammazione correlata ai sintomi dell'allergia (Canonica, 2009). Se hai sintomi lievi che colpiscono principalmente gli occhi, il collirio potrebbe essere sufficiente.

Sono disponibili opzioni di prescrizione per coloro che presentano gravi sintomi di allergia stagionale. Questi farmaci possono ridurre l'infiammazione intorno ai seni paranasali e al naso.

Le modifiche al modo in cui pulisci e ai prodotti che usi possono anche aiutarti a gestire le allergie causate da polvere o muffe. Lavare la biancheria più frequentemente, affrontare rapidamente i punti bagnati in cui può formarsi la muffa e stare lontano da fattori scatenanti noti come fumo di sigaretta, polvere e peli di animali domestici sono tutti suggerimenti per ridurre gli allergeni.

Riferimenti

  1. Bingham, L. J., Tam, M. M., Palmer, A. M., Cahill, J. L. e Nixon, R. L. (2019). Allergia da contatto e dermatite allergica da contatto causata dalla lavanda: uno studio retrospettivo da una clinica australiana. Dermatite da contatto, 81(1), 37-42. doi:10.1111/cod.13247. Recuperato da https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/cod.13247
  2. Borish L. (2003). Rinite allergica: infiammazione sistemica e implicazioni per la gestione. Il Journal of Allergy and Clinical Immunology, 112(6), 1021-1031. doi:10.1016/j.jaci.2003.09.015. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/14657851/
  3. Canonica, G.W., & Compalati, E. (2009). Infiammazione persistente minima nella rinite allergica: implicazioni per le attuali strategie di trattamento. Immunologia clinica e sperimentale, 158(3), 260–271. doi:10.1111/j.1365-2249.2009.04017.x. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2792821/
  4. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). (2018). Statistiche riassuntive sulla salute: sondaggio sull'intervista sanitaria nazionale, 2018 [Revisione delle statistiche sanitarie riepilogative: sondaggio sull'intervista sanitaria nazionale, 2018]. https://ftp.cdc.gov/pub/Health_Statistics/NCHS/NHIS/SHS/2018_SHS_Table_A-2.pdfm
  5. Chandrashekhar, V. M., Halagali, K. S., Nidavani, R. B., Shalavadi, M. H., Biradar, B. S., Biswas, D. e Muchchandi, I. S. (2011). Attività antiallergica della camomilla tedesca (Matricaria recutita L.) nel modello di allergia mediata dai mastociti. Journal of Ethnopharmacology, 137 (1), 336-340. doi:10.1016/j.jep.2011.05.029. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21651969/
  6. Choi, S. Y. e Park, K. (2016). Effetto dell'inalazione di olio per aromaterapia su pazienti con rinite allergica perenne: uno studio controllato randomizzato. Medicina complementare e alternativa basata sull'evidenza: eCAM, 2016, 7896081. doi:10.1155/2016/7896081. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4808543/
  7. Ferrara, L., Naviglio, D., & Armone Caruso, A. (2012). Aspetti citologici sugli effetti di uno spray nasale costituito da estratto standardizzato di agrumi limone e oli essenziali nella rinopatia allergica. ISRN Farmaceutica, 2012, 1–6. doi:10.5402/2012/404606. Recuperato da https://www.hindawi.com/journals/isrn/2012/404606/
  8. Herro, E., & Jacob, S. E. (2010). Mentha piperita (menta piperita). Dermatite, 21(6), 327-329. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21144345/
  9. Juergens, UR, Stöber, M., & Vetter, H. (1998). L'attività antinfiammatoria del L-mentolo rispetto all'olio di menta nei monociti umani in vitro: una nuova prospettiva per il suo uso terapeutico nelle malattie infiammatorie. Giornale europeo di ricerca medica, 3(12), 539-545. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/9889172/
  10. Juergens, UR, Dethlefsen, U., Steinkamp, ​​G., Gillissen, A., Repges, R., & Vetter, H. (2003). Attività antinfiammatoria dell'1.8-cineolo (eucaliptolo) nell'asma bronchiale: uno studio in doppio cieco controllato con placebo. Medicina respiratoria, 97(3), 250-256. doi:10.1053/rmed.2003.1432. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/12645832/
  11. Kartal, D., Kartal, L., Çınar, S., & Borlu, M. (2016). Dermatite allergica da contatto causata sia dall'olio di eucalipto che dall'olio di abete rosso. Rivista internazionale di casi clinici e farmaceutici, 7 (2), 1-3. doi:10.9734/ijmpcr/2016/25115. Recuperato da http://sciencedomain.org/abstract/14127
  12. Koh, K. J., Pearce, A. L., Marshman, G., Finlay-Jones, J. J. e Hart, P. H. (2002). L'olio dell'albero del tè riduce l'infiammazione della pelle indotta dall'istamina. Il British Journal of Dermatology, 147(6), 1212-1217. doi:10.1046/j.1365-2133.2002.05034.x. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/12452873/
  13. Nam, S. Y., Chung, C. K., Seo, J. H., Rah, S. Y., Kim, H. M. e Jeong, H. J. (2014). L'efficacia terapeutica dell'α-pinene in un modello sperimentale murino di rinite allergica. Immunofarmacologia internazionale, 23(1), 273–282. doi:10.1016/j.intimp.2014.09.010. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25242385/
  14. Nathan, R. A., Meltzer, E. O., Derebery, J., Campbell, U. B., Stang, P. E., Corrao, M. A., Allen, G. e Stanford, R. (2008). La prevalenza dei sintomi nasali attribuiti alle allergie negli Stati Uniti: risultati del carico di rinite in un'indagine americana. Procedimenti per allergie e asma, 29(6), 600-608. doi:10.2500/aap.2008.29.3179. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/19173786/
  15. Associazione Nazionale Eczema (NEA). (2018, 15 marzo). Ci sono trattamenti per l'eczema naturali e alternativi che vale la pena provare? Recuperato da https://nationaleczema.org/alternative-treatments-dr-shi/
  16. Istituti Nazionali di Sanità (NIH). Olio di menta piperita. NCCH, ottobre 2020, http://www.nccih.nih.gov/health/peppermint-oil
  17. Ruiz, J. (2016). Oli essenziali. Scienza diretta. Estratto il 27 gennaio 2021 da https://www.sciencedirect.com/topics/scienze-agrarie-e-biologiche/oli-essenziali
  18. Smith, T. (2016, 10 maggio). Il Tennessee Poison Center di Vanderbilt vede un aumento dei bambini che ingeriscono oli essenziali. Estratto il 05 gennaio 2021 da https://news.vumc.org/2016/05/10/tennessee-poison-center-at-vanderbilt-sees-rise-in-children-ingesting-essential-oils/
  19. Song, M. R. e Kim, E. K. (2014). Effetti dell'aromaterapia di eucalipto sulla rinite allergica degli studenti universitari. Giornale della scienza infermieristica biologica coreana, 16 (4), 300-308. doi:10.7586/jkbns.2014.16.4.300. Recuperato da http://koreascience.or.kr/article/JAKO201436351073538.page
  20. Ueno-Iio, T., Shibakura, M., Yokota, K., Aoe, M., Hyoda, T., Shinohata, R., Kanehiro, A., Tanimoto, M., & Kataoka, M. (2014) . L'inalazione di olio essenziale di lavanda sopprime l'infiammazione allergica delle vie aeree e l'iperplasia delle cellule mucose in un modello murino di asma. Scienze della vita, 108(2), 109-115. doi:10.1016/j.lfs.2014.05.018. Recuperato da https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0024320514005177?via%3Dihub
  21. Food and Drug Administration (FDA) statunitense. (2020, 24 agosto). Aromaterapia. Recuperato da https://www.fda.gov/cosmetics/cosmetic-products/aromatherapy
  22. Vandenplas, O., Vinnikov, D., Blanc, PD, Agache, I., Bachert, C., Bewick, M., Cardell, L.-O., Cullinan, P., Demoly, P., Descatha, A ., Fonseca, J., Haahtela, T., Hellings, PW, Jamart, J., Jantunen, J., Kalayci, Ö., Price, D., Samolinski, B., Sastre, J., … Bousquet, J. (2018). Impatto della rinite sulla produttività del lavoro: una revisione sistematica. Il giornale di allergia e immunologia clinica: in pratica, 6 (4), 1274-1286.e9. doi:10.1016/j.jaip.2017.09.002. Recuperato da https://santanallergy.com/wp-content/uploads/2017/11/work-and-rhinitis.pdf
Vedi altro