Collirio per allergie: le migliori soluzioni per prurito agli occhi

Collirio per allergie: le migliori soluzioni per prurito agli occhi

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

La primavera è nell'aria: gli uccelli cantano, i fiori sbocciano... e i tuoi occhi non smetteranno di prudere o lacrimare. Se questo suona familiare, probabilmente soffri di congiuntivite allergica (allergie oculari).

I colliri per le allergie possono darti un po' di sollievo dal tuo disagio. Continua a leggere per scoprire quali opzioni sono disponibili per te.



Annuncio pubblicitario

Sollievo dalle allergie da prescrizione, senza sala d'attesa



Trovare il giusto trattamento per le allergie non dovrebbe essere un gioco da ragazzi. Parla con un dottore.

Per saperne di più

Cosa sono le allergie oculari?

Le allergie possono causare molti sintomi fastidiosi, uno dei più comuni dei quali è l'allergia agli occhi. Le allergie oculari sono un problema comune, con circa il 40% delle persone che segnalano sintomi di allergia agli occhi. Di questo gruppo, il 98% ha congiuntivite allergica ( Kimchi, 2020 ).

Gli occhi vengono colpiti più velocemente di altre parti del corpo perché la superficie dell'occhio è a diretto contatto con l'ambiente e l'innesco per le allergie, chiamato allergene ( Dupuis, 2020 ).



I sintomi di congiuntivite allergica o allergie oculari possono includere ( Leonardi, 2015 ):

  • Occhi pieni di lacrime
  • Prurito
  • Gonfiore intorno all'occhio
  • Palpebre gonfie
  • Bruciore, bruciore, indolenzimento o dolore
  • occhi rossi
  • Sensibilità alla luce

Il prurito è il sintomo più comune e solitamente entrambi gli occhi sono interessati. Questi sintomi possono influenzare la tua produttività e farti sentire infelice (Leonardi, 2015). Non devi continuare a soffrire, però. Sono disponibili trattamenti utili.

Quali sono le cause delle allergie oculari?

Quindi, cosa ti fa prudere così tanto gli occhi? Probabilmente è congiuntivite allergica.

La congiuntivite allergica è una reazione allergica in cui il sistema immunitario del corpo reagisce in modo eccessivo a una sostanza a cui la maggior parte delle persone non è sensibile ( Akhouri, 2019 ).

Alcune delle sostanze che causano la congiuntivite allergica includono (Dupuis, 2020):

  • Polline —Questi provengono dall'esterno da alberi e piante. I pollini causano il tipo più comune di reazione allergica, chiamata allergie stagionali. Si chiama così perché generalmente si verifica quando piante e alberi rilasciano polline (di solito intorno alla primavera, anche se il polline di ambrosia e le muffe fogliari possono portare a sintomi in autunno).
  • Peli di animali o animali domestici —Questi provengono dai tuoi animali domestici e durano tutto l'anno. Questo tipo di allergia è chiamato congiuntivite cronica o perenne.
  • Sostanze chimiche —Trucco per gli occhi, profumi o altre sostanze chimiche vicino all'occhio possono causare congiuntivite da contatto.
  • Lenti a contatto —Alcune persone sono allergiche ai loro contatti. Possono ottenere protuberanze all'interno delle palpebre, chiamate congiuntivite papillare gigante. Questa reazione allergica può rendere i tuoi occhi rossi, pruriginosi e molto sensibili, indipendentemente dal fatto che tu indossi o meno le lenti.

Allegra vs Claritin vs Zyrtec per le allergie: qual è il migliore per te?

4 minuti di lettura

La congiuntivite allergica gonfia i vasi sanguigni dell'occhio e provoca arrossamento, lacrimazione e prurito. Molte persone hanno altri sintomi di allergia con congiuntivite allergica, come starnuti e naso che cola o chiuso ( Bielory, 2020 ).

Trattamento della congiuntivite allergica

Il modo migliore per trovare il trattamento giusto è trovare la causa della tua congiuntivite allergica. Altre condizioni oculari possono causare prurito e arrossamento degli occhi, comprese infezioni virali o batteriche. Solo il 10% circa delle persone va da un operatore sanitario per vedere cosa sta causando i loro occhi rossi e pruriginosi. Potresti voler programmare una visita a un operatore sanitario per ottenere la diagnosi giusta in modo da poter iniziare immediatamente il trattamento più efficace per i tuoi occhi pruriginosi (Bielory, 2020).

Esistono diversi trattamenti e, a volte, potrebbe essere necessario prendere una pillola e utilizzare colliri per ottenere sollievo dai sintomi di allergia agli occhi.

Collirio antiallergico

Puoi usare il collirio per la congiuntivite allergica in due modi diversi. Alcuni vengono utilizzati quando si hanno sintomi e altri vengono utilizzati prima di avere prurito, gonfiore e arrossamento (Dupuis, 2020).

È fondamentale controllare gli ingredienti dei colliri da banco (OTC). Alcuni di questi colliri hanno conservanti che possono aumentare i sintomi di allergia agli occhi come prurito e arrossamento. Il benzalconio cloruro, presente nel 70% dei colliri, può causare danni agli occhi con l'uso a lungo termine o in soggetti sensibili ( Walsh, 2019 ).

Alcune persone desiderano così tanto sollievo che useranno due o più tipi di colliri. È importante conoscere sia la marca che il nome generico del collirio, in modo da non esagerare. Usarne troppo può diminuire l'efficacia e aumentare sia gli effetti collaterali che la dose. Potresti anche causare lesioni agli occhi se ne usi troppo (Walsh, 2019).

Esistono quattro tipi principali di colliri usati per trattare la congiuntivite allergica:

  • Collirio antistaminico
  • Gocce oculari stabilizzanti mastociti
  • Collirio steroideo
  • Collirio antinfiammatorio non steroideo

Allergie o occhi rosa? Ecco come capire la differenza

2 minuti di lettura

Collirio antistaminico

Gli antistaminici bloccano l'istamina, uno dei principali responsabili delle reazioni allergiche. Per la congiuntivite allergica, bloccano l'istamina agli occhi, alleviando prurito, arrossamento e gonfiore (Kimchi, 2020).

Usa queste gocce quando hai sintomi. Le gocce da banco (OTC) funzionano bene, ma non dovresti usarle per più di tre giorni senza consultare il tuo medico. Alcuni colliri antistaminici sono combinati con decongestionanti e dicono sollievo dal rossore. Se li usi più a lungo di quanto indicato sulla confezione, possono causare arrossamenti di rimbalzo, dove il rossore torna più forte. Queste gocce possono essere problematiche per alcune persone con glaucoma, quindi verifica prima con il tuo medico se ti è stato diagnosticato un glaucoma e hai una congiuntivite allergica (Kimchi, 2020).

Se ti vengono prescritti colliri antistaminici, usali come indicato.

Questi sono i principali colliri antistaminici da banco disponibili:

  • Opcon-A, Naphcon-A, Visine-A (decongestionante e antistaminico)
  • Zaditor (ketotifen fumarato)
  • Patanol e Pataday (olopatadina)

I colliri antistaminici da prescrizione includono:

  • Optivar (azelastina cloridrato)
  • Zerviato (cetirizina oftalmica)
  • Emadine (emedastina difumarato)
  • Livostin (levocabastina)

Gocce oculari stabilizzanti mastociti

Gli stabilizzatori dei mastociti agiscono impedendo il rilascio di istamina dai mastociti (cellule che producono e immagazzinano l'istamina). Gli stabilizzatori dei mastociti sotto forma di colliri possono causare bruciore, bruciore o visione offuscata quando somministrati. Altri colliri combinano antistaminici insieme a stabilizzatori dei mastociti ( Amin, 2012 ).

I colliri da prescrizione per lo stabilizzatore dei mastociti includono:

  • Crolom (cromolino)
  • Alomide (lodoxamide)
  • Alocril (nedocromile sodico)
  • Alamast (pemirolast potassio)

I colliri combinati antistaminici e stabilizzatori dei mastociti includono (Kimchi, 2020):

  • OTC: Alaway, Claritin Eye, Refresh Eye Itch Relief, Visine All Day Eye Itch Relief e Zaditor (ketotifen fumarato), nonché Patanol e Pataday (olopatadine)

Come sbarazzarsi delle allergie? Concentrati sulla gestione dei sintomi

4 minuti di lettura

I colliri steroidei possono aiutare con gravi allergie oculari ma possono causare gravi effetti collaterali, specialmente se usati per un periodo prolungato o in persone con glaucoma. Di solito vengono prescritti solo per un breve periodo e richiedono la supervisione di un operatore sanitario (Kimchi, 2020).

Le gocce di steroidi da prescrizione includono:

  • Alrex, Lotemax (loteprednolo)
  • Maxidex (desametasone oftalmico)

Collirio antinfiammatorio non steroideo

Questi colliri sono una forma topica di farmaci antinfiammatori orali come Advil. Se sei allergico all'aspirina, non dovresti usare questi colliri (Dupuis, 2020).

I colliri antinfiammatori non steroidei includono:

  • Aculare, Acuvail (ketorolac)

Se continui ad avere sintomi di allergia agli occhi, visita il tuo medico. Potrebbe essere necessario cambiare il collirio, aggiungere un farmaco per via orale o prendere iniezioni o pillole di immunoterapia per le allergie.

Farmaci per via orale

In alcuni casi, potrebbe essere necessario provare farmaci per via orale, spesso sotto forma di pillole antistaminiche.

I farmaci orali OTC antistaminici comuni includono:

come ottenere un'eiaculazione più grande
  • Allegra (fexofenadina)
  • Benadryl (difenidramina): questa pillola può causare sonnolenza
  • Claritin, Alavert (loratadina)
  • Zirtec (cetirizina)

Xyzal vs Zyrtec: gli antistaminici si scontrano

5 minuti di lettura

Immunoterapia

L'immunoterapia allergenica, nota anche come iniezioni allergiche o pillole sotto la lingua, è una forma di trattamento a lungo termine che aumenta gradualmente la capacità di tollerare gli allergeni. Se hai una congiuntivite allergica persistente o una rinite allergica, il tuo medico può raccomandare l'immunoterapia (Dupuis, 2020).

I colpi di allergia riducono la sensibilità agli allergeni e spesso portano a un sollievo duraturo dei sintomi dell'allergia anche dopo l'interruzione del trattamento. Questo lo rende un approccio terapeutico conveniente e vantaggioso per molte persone.

Modi naturali per ridurre i sintomi della congiuntivite allergica

Ci sono anche alcuni rimedi naturali o tecniche che puoi usare per ridurre i sintomi allergici. Questi includono (Baab, 2020; Dupuis, 2020):

  • Riduci gli allergeni nella tua casa con una politica senza animali domestici, imbottiture per materassi e lenzuola anallergiche, aspirapolveri con filtro HEPA, purificatori d'aria, tenere le finestre chiuse e far funzionare il condizionatore d'aria, rimuovere tappeti e tende e interrompere l'uso di prodotti chimici che causare irritazione agli occhi.
  • Usa un asciugamano pulito, freddo e umido sugli occhi e sul viso quando torni a casa, soprattutto se hai gli occhi gonfi.
  • Utilizzare colliri salini OTC senza conservanti per sciacquare gli occhi (i marchi includono Refresh e Systane).
  • Usa lacrime artificiali da banco o colliri lubrificanti per mantenere gli occhi umidi se sono asciutti (i marchi includono Refresh, TheraTears, Bion Tears, Visine Tears, GenTeal, Systane, Blink Tears e Murine Tears).
  • Cerca di non stropicciarti gli occhi perché così facendo li renderai ancora più pruriginosi.
  • Non dormire con le lenti a contatto.
  • Blocca gli allergeni esterni indossando occhiali da sole per proteggere gli occhi dal polline.
  • Limita il tuo tempo all'aperto quando il numero di pollini è alto.

Rivolgiti immediatamente al tuo medico se sviluppi dolore agli occhi o perdita della vista. Questa è un'emergenza medica. Si prega di andare al pronto soccorso se si hanno forti dolori agli occhi, disturbi della vista, macchie nere fluttuanti, aloni colorati o maggiore sensibilità alla luce.

Tieni gli occhi aperti

Sebbene le allergie oculari possano non essere pericolose per la vita, possono davvero influire sulla qualità della vita. Esistono molte opzioni di trattamento che riducono o, in alcuni casi, eliminano i sintomi. Consulta il tuo medico per trovare i migliori colliri e alleviare i sintomi per i tuoi occhi pruriginosi.

Riferimenti

  1. Akhouri, S., & House, S. A. (2019). Rinite allergica. StatPearls [Internet]. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK538186/
  2. Amin, K. (2012). Il ruolo dei mastociti nell'infiammazione allergica. Medicina respiratoria, 106 (1), 9-14. doi: 10.1016/j.rmed.2011.09.007. Recuperato da https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0954611111003325
  3. Baab, S., Le, P. H. e Kinzer, E. E. (2020). Congiuntivite allergica. StatPearls [Internet]. Recuperato da https://www.statpearls.com/ArticleLibrary/viewarticle/19890
  4. Bielory, L., Delgado, L., Katelaris, C. H., Leonardi, A., Rosario, N. e Vichyanoud, P. (2020). ICON: diagnosi e gestione della congiuntivite allergica. Annali di allergia, asma e immunologia, 124 (2), 118-134. doi: 10.1016/j.anai.2019.11.014. Recuperato da https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S1081120619313948
  5. Dupuis, P., Prokopich, C. L., Hynes, A. e Kim, H. (2020). Uno sguardo contemporaneo alla congiuntivite allergica. Allergia, asma e immunologia clinica, 16 (1), 5. doi: 10.1186/s13223-020-0403-9. Recuperato da https://link.springer.com/article/10.1186/s13223-020-0403-9
  6. Kimchi, N., & Bielory, L. (2020). L'occhio allergico: raccomandazioni sulla farmacoterapia e sui recenti agenti terapeutici. Opinione attuale in allergia e immunologia clinica, 20 (4), 414-420. doi: 10.1097 / ACI.0000000000000669. Recuperato da https://journals.lww.com/co-allergy/Fulltext/2020/08000/The_allergic_eye__recommendations_about.15.aspx
  7. Leonardi, A., Castegnaro, A., Valerio, A. L. G., & Lazzarini, D. (2015). Epidemiologia della congiuntivite allergica: aspetto clinico e modelli di trattamento in uno studio di popolazione. Opinione attuale in allergia e immunologia clinica, 15 (5), 482-488. doi: 10.1097 / ACI.000000000000204. Recuperato da https://www.ingentaconnect.com/content/wk/aci/2015/00000015/00000005/art00014
  8. Walsh, K., & Jones, L. (2019). L'uso di conservanti in colliri secchi. Oftalmologia clinica (Auckland, NZ), 13 , 1409. doi: 10.2147/OPTH.S211611. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6682755/
Vedi altro