Linee sottili: come si formano e come prevenirle

Linee sottili: come si formano e come prevenirle

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Prendono il nome da corvi, coniglietti e fisarmoniche, ma provocano reazioni più grandi di quelle che potrebbero mai fare queste tre cose. Sono le linee sottili e le rughe che si formano sul tuo viso. Ti salveremo l'aspetto preoccupato che potrebbe approfondire quelle linee di espressione: ecco cosa devi sapere sulle linee sottili e le strategie che si sono dimostrate efficaci per ridurle al minimo (se questo è il tuo genere).

Vitali

  • Le fibre di collagene ed elastina donano struttura alla pelle che la mantiene elastica e levigata.
  • Queste strutture possono rompersi come parte del naturale processo di invecchiamento e come risultato di fattori esterni come l'esposizione al sole e il fumo.
  • Quando queste fibre si rompono, provoca le pieghe note come linee sottili e rughe.
  • Vari prodotti e trattamenti terapeutici possono ridurre l'aspetto delle linee sottili.

L'unica vera differenza tra linee sottili e rughe è la profondità della piega. Le linee sottili sono meno profonde delle rughe ma possono evolvere in rughe nel tempo. Una linea sottile si forma quando la pelle si piega, generalmente come parte naturale della formazione di un'espressione facciale. Nel tempo, i movimenti ripetitivi dei muscoli facciali possono rendere permanenti queste linee. Questa incapacità della tua pelle di riprendersi come quando eri più giovane è un processo naturale (se non molto gradito) causato da una rottura della produzione di elastina e collagene.

Quali sono le cause delle linee sottili?

La maggior parte di noi viene risparmiata da linee sottili e rughe fino alla fine dei 20 anni o all'inizio dei 30 anni. Con l'avanzare dell'età, la struttura sottostante della nostra pelle, che le conferisce quell'aspetto elastico, compatto ed elastico, inizia a rompersi. Sotto lo strato superiore della nostra pelle (noto come epidermide) c'è un altro strato chiamato derma.

È questo strato che contiene strutture chiamate fibre di collagene ed elastina che supportano l'epidermide sopra. In sostanza, il derma è il fondamento su cui è costruita l'epidermide. Con l'avanzare dell'età, le fibre di elastina e collagene si degradano naturalmente. E, proprio come una casa con le fondamenta che si sgretolano, parti dell'epidermide iniziano a cadere senza i loro supporti necessari, creando le pieghe che chiamiamo linee sottili e rughe.

Annuncio pubblicitario

Semplifica la tua routine di cura della pelle

Ogni bottiglia di Nightly Defense prescritta dal medico è realizzata per te con ingredienti potenti e scelti con cura e consegnata a casa tua.

Per saperne di più

Potremmo non goderci il processo, ma è normale. Sfortunatamente, ci sono fattori che possono accelerare questo processo, causando la formazione di linee sottili anche prima. Fattori ambientali e abitudini come il fumo possono accelerare l'invecchiamento della pelle, ma i danni del sole sono il più grande fattore esterno. La parte ultravioletta (UV) dei raggi solari provoca la rottura delle fibre di elastina e collagene, portando a fotodanneggiamento e invecchiamento precoce (Avci, 2013).

Come sbarazzarsi delle linee sottili

Per prima cosa: mentre le opzioni chirurgiche possono offrire risultati drammatici, nulla cancellerà in modo permanente le linee sottili e le rughe e impedirà la comparsa di nuove. Ma ci sono diversi prodotti per la cura della pelle e trattamenti dermatologici che possono darti quell'aspetto levigato che stai cercando, almeno temporaneamente.

Ti faremo sapere per quanto tempo possono durare i risultati, anche se le persone e i tipi di pelle rispondono in modo diverso, quindi i risultati possono variare. Anche i prodotti topici possono essere efficaci, soprattutto se stai iniziando ad affrontare le linee sottili in anticipo, ma vale la pena notare che raccogli i benefici di questi prodotti per la cura della pelle solo se li usi. I loro effetti inizieranno a svanire non appena ti fermi.

Antirughe: esiste una cosa del genere?

9 minuti di lettura

retinoidi

I retinoidi sono una classe di sostanze sintetiche o naturali correlate al retinolo, noto anche come vitamina A. Anche i derivati ​​della vitamina A, come la tretinoina e l'acido retinoico, sono frequentemente utilizzati nel trattamento clinico di varie condizioni della pelle. retinoidi aumentare il turnover cellulare della pelle skin , o quanto velocemente il tuo corpo crea nuovi strati e libera quelli vecchi. Ciò significa che l'uso regolare di questi prodotti può aiutare a rivelare la pelle dall'aspetto più giovane sotto. Ma aumentano anche la capacità delle cellule della pelle di ricostituire il loro collagene, supportando quella struttura che mantiene la pelle carnosa e liscia (Mukherjee, 2006).

Abbiamo detto che il fotodanneggiamento è uno dei maggiori contributori alla formazione di linee sottili e rughe. I retinoidi combattono il fotodanneggiamento. La tretinoina, in particolare, ha dimostrato di migliorare l'elasticità e l'aspetto della pelle danneggiata dal sole. E potrebbero essere in grado di aiutare a prevenire che le linee sottili future influenzino il modo in cui la luce UV interagisce con la struttura della pelle. I retinoidi bloccano la degradazione del collagene che questo tipo di luce provoca tipicamente (Mukherjee, 2006). È comunque importante applicare una protezione solare di almeno SPF 30 prima di esporsi al sole quando si utilizzano i retinoidi.

come allargare il tuo cazzo

Sieri con antiossidanti

Gli antiossidanti possono aiutarci a proteggerci dai danni che provengono dal nostro stesso corpo. Un sottoprodotto naturale delle nostre cellule è qualcosa chiamato specie reattive dell'ossigeno (ROS), che può essere dannoso ai nostri corpi (Schieber, 2014). Gli antiossidanti possono aiutarci a proteggerci da questo tipo di danno e sono, quindi, ingredienti popolari nei prodotti per la cura della pelle. La vitamina C è un ottimo esempio di antiossidanti che possono aiutare a combattere alcuni dei fattori che contribuiscono all'invecchiamento della pelle.

I prodotti per la cura della pelle alla vitamina C sono un'ottima scelta poiché ci sono molte ricerche sui loro effetti. La ricerca ha dimostrato che la vitamina C topica può significativamente diminuire l'aspetto delle linee sottili (Traikovich, 1999), migliorare il fotodanneggiamento (inclusa la riduzione dei solchi profondi nella pelle) (Humbert, 2003), e aumentare la produzione di collagene (Nusgens, 2001).

Idratanti

Sembra semplice, ma l'applicazione coerente della crema idratante può davvero aiutare a ridurre l'aspetto delle linee sottili. Insieme alle fibre di elastina e collagene, la nostra pelle è anche sede di glicosaminoglicani o GAG. I GAG sono molecole che amano l'acqua e la attirano nelle cellule. Trattenendo l'acqua, i GAG aiutano a dare volume e compattezza alla pelle.

Dovrei usare la tretinoina ogni notte? Cosa è meglio per la mia pelle?

6 minuti di lettura

Il problema è che i GAG non possono svolgere questo lavoro in modo efficace nella pelle fotoinvecchiata, quindi è necessario aggiungere l'umidità che non possono più trattenere (Ganceviciene, 2012). Gli idratanti possono aiutare a contrastare la comparsa di una perdita di struttura causata dal fotoinvecchiamento, ma potrebbe non essere sufficiente per appianare completamente le linee sottili.

Un altro termine che potresti aver sentito quando si tratta di cura della pelle è acido ialuronico . È prodotto naturalmente dal nostro corpo e, come i GAG, è ottimo per trattenere l'umidità. Invecchiando, è una cosa in più che perdiamo (Ganceviciene, 2012).

Fortunatamente, ora ci sono molti prodotti per la cura della pelle sul mercato, dai detergenti ai sieri e alle creme per gli occhi che utilizzano l'acido ialuronico per aiutare a contrastare questa perdita naturale e mantenere la pelle umida, consentendo alla pelle di assorbire meglio gli idratanti. Sono disponibili anche iniezioni di acido ialuronico. Chiamati anche filler di acido ialuronico, queste iniezioni può essere usato per riempire le rughe , labbra carnose o contro volume perso nelle guance (Gold, 2007).

Peeling chimici

I peeling chimici sono trattamenti dermatologici che rimuovono gli strati superficiali delle cellule cutanee vecchie e morte per rivelare la pelle sottostante più giovane e dall'aspetto più stretto. Esistono tre diversi tipi di peeling chimici: peeling superficiali, peeling di media profondità e peeling profondi. I nomi si riferiscono a quanta pelle viene rimossa o quanto in profondità negli strati di pelle penetra la buccia.

Generalmente questi trattamenti utilizzano gli stessi principi attivi e variano solo in termini di concentrazione, aumentando la profondità dei loro effetti. È stato dimostrato che i peeling profondi aumentano le fibre di collagene, l'acqua e i GAG nel derma, anche se i ricercatori non sono abbastanza sicuri di come funzionino esattamente (Ganceviciene, 2012).

Il ripristino di alcuni di questi elementi strutturali della pelle può aiutare a ridurre la comparsa delle rughe. Le persone possono in genere tornare al lavoro e alle normali attività due settimane dopo aver ottenuto un peeling chimico profondo, secondo Dermatologo Estetico Dott. Michele Green e il tempo di inattività è più breve per i trattamenti più blandi.

Gli stessi ingredienti attivi utilizzati nei peeling chimici sono disponibili per l'uso domestico, solo in formulazioni molto più delicate. Gli idrossiacidi, un gruppo di sostanze chimiche che includono alfa-idrossiacidi (AHA) e beta idrossiacidi (BHA) come l'acido glicolico e l'acido lattico, sono ingredienti comuni nei prodotti per la cura della pelle disponibili al banco a concentrazioni tipiche del 5-10%. Questi composti possono aiutare a illuminare la pelle e ridurre l'aspetto delle rughe. La ricerca passata ha dimostrato che gli idrossiacidi possono aumentare il turnover cellulare della pelle. Gli alfa-idrossiacidi riducono anche la protezione della pelle dai raggi UVA, quindi è importante indossare la protezione solare quando si utilizzano questi prodotti (Tang, 2018).

Trattamento laser

Esiste un'ampia varietà di trattamenti laser e le procedure possono aiutare con diversi problemi della pelle, incluso l'aspetto delle linee sottili. Le maggiori differenze in questi trattamenti laser dal punto di vista di un paziente sono i tempi e i costi di guarigione. I trattamenti laser che possono aiutare a ridurre le linee sottili includono:

hai bisogno di una ricetta per acquistare il viagra?
  • Laser di resurfacing non ablativo (Fraxel Restore)
  • Laser ablativi resurfacing (Fraxel, Sciton Profractional)
  • Laser LLLT (terapia della luce a basso livello)

I trattamenti laser agiscono provocando danni microscopici alla pelle. Anche se potrebbe sembrare controintuitivo, in realtà offre alla pelle la possibilità di rigenerarsi e reintegrarsi con nuovo collagene, migliorando la compattezza e alleviando gli elementi che contribuiscono allo sviluppo delle rughe (Ganceviciene, 2012).

I trattamenti di resurfacing laser in genere funzionano meglio se eseguiti in serie. Tuttavia, il recupero dopo ogni trattamento può richiedere settimane, quindi il tuo dermatologo o specialista della pelle può offrire un programma personalizzato per la frequenza con cui dovresti farlo. Sebbene i risultati non siano permanenti, alcuni dei trattamenti più forti possono avere effetti che durano anni. Alcuni laser più intensi, come Fraxel e Thermage, hanno risultati che possono durare due anni, afferma il dott. Green.

Terapia laser (luce) a basso livello o LLLT utilizza luci a LED e ha dimostrato di ridurre la comparsa delle rughe eliminando le fibre di collagene danneggiate e creandone di nuove. A differenza di altre terapie laser, la LLLT non è così dura sulla pelle. Ciò significa che i tempi di inattività non sono in genere un problema e sul mercato sono disponibili persino dispositivi domestici.

La ricerca mostra che anche i pazienti sono soddisfatti dei loro risultati. Di coloro che hanno ricevuto solo un trattamento LED, il 90% ha affermato di aver notato che la loro pelle era più morbida, la consistenza era più uniforme e le linee sottili erano diminuite. Studi precedenti che hanno esaminato gli effetti dei trattamenti effettuati due volte a settimana non hanno riscontrato effetti collaterali dal trattamento (Avci, 2013).

Microneedling

Durante questa procedura, un dermatologo utilizza aghi per creare migliaia di punture nella pelle, che possono o meno essere accompagnate dall'applicazione di sieri progettati per affrontare specifici problemi della pelle. La ricerca ha trovato che il micro-needling aumenta la produzione di fibre di elastina e collagene e capillari, portando a queste strutture cutanee di supporto. Il risultato è una pelle più soda e dall'aspetto più giovane dopo sei sessioni di micro-needling eseguite a intervalli di due settimane. Ma potresti vedere risultati ancora migliori se il tuo dermatologo usa tretinoina, un retinoide o un siero di vitamina C durante le procedure (Singh, 2016).

Sebbene ci siano dispositivi domestici per il micro-needling, probabilmente dovrai consultare un dermatologo per ottenere i migliori risultati. C'è una grande differenza tra le loro attrezzature di livello professionale e questi strumenti domestici. I trattamenti professionali forano tra 0,25 mm e 2 mm, mentre molti dispositivi domestici hanno aghi con lunghezze da 0,25 a 0,3 mm. Gli aghi più corti aprono canali più corti nella barriera epidermica, che possono influenzare i risultati in due modi:

Skincare routine: cosa significa? Dovresti averne uno?

9 minuti di lettura

In primo luogo, queste piccole punture potrebbero non attivare allo stesso modo la guarigione delle ferite e, per estensione, i benefici per la pelle che ne derivano; in secondo luogo, i canali più piccoli non consentono a prodotti come i sieri di penetrare così profondamente nella pelle, il che significa che non stai vedendo la piena efficacia dei prodotti per la cura della pelle (Singh, 2016).

Microdermoabrasione

Da non confondere con il micro-needling, non ci sono aghi coinvolti in questa procedura dermatologica. Gli strati più alti di cellule della pelle vecchie e morte (chiamati strato corneo) vengono rimossi durante una sessione di microdermoabrasione per rivelare la pelle più luminosa e dall'aspetto più giovane.

crestor ti fa ingrassare?

Quando il tuo corpo crea nuove cellule epidermiche (della pelle), vengono aggiunti come livello più in basso della pelle e lentamente si fanno strada verso la superficie mentre le cellule morte sulla parte superiore vengono eliminate (Zasada, 2019). Quindi la pelle rivelata dopo una sessione di microdermoabrasione esfoliante è, in effetti, una pelle più nuova di quella che hai guardato allo specchio.

Ci sono anche prove che funziona. In un piccolo studio che i partecipanti si sono sottoposti a sessioni di microdermoabrasione una volta alla settimana per sei settimane, le linee sottili sono state migliorate entro la terza settimana. Entro la sesta settimana, i partecipanti hanno notato una riduzione della visibilità delle linee sottili (Spencer, 2006). Ma ulteriori ricerche hanno trovato che il trattamento va più in profondità di quanto si pensasse in precedenza.

La microdermoabrasione provoca un aumento della densità delle fibre di collagene, che può migliorare l'elasticità della pelle e levigare l'aspetto delle linee sottili. La tecnica è anche favorita per la sua capacità di migliorare la penetrazione della pelle se combinata con vari prodotti per la cura della pelle come AHA e vitamina C, consentendo loro di essere consegnati esattamente dove funzionano meglio (Shah, 2020).

Come prevenire linee sottili e rughe

Combattere i danni del sole, il più grande contributo esterno alle linee sottili e alle rughe, è un enorme passo nella giusta direzione. Ciò significa indossare sempre una protezione solare di almeno SPF 30 quando sai che sarai esposto alla luce solare, indipendentemente dalla tua età. Prima inizi ad applicare costantemente la protezione solare, più danni UV puoi prevenire. Anche il fumo di sigaretta è uno dei principali responsabili dell'invecchiamento cutaneo, solo un motivo in più per evitarlo (Morita, 2007). Rimanere in salute seguendo una dieta equilibrata, bevendo abbastanza acqua e facendo esercizio può migliorare la salute generale, inclusa la pelle.

Anche la tossina botulinica (o Botox, come viene solitamente definita) ha guadagnato terreno negli ultimi anni come un modo favorevole per migliorare l'aspetto di linee sottili e rughe. Iniettata nella pelle da un professionista della cura della pelle, la tossina botulinica è ciò che viene chiamato neuromodulatore, il che significa che altera il modo in cui i nervi controllano i muscoli facciali, congelando temporaneamente i muscoli facciali.

Questo può levigare le linee sottili e le rughe esistenti, un effetto che dura circa quattro mesi e può aiutare a prevenire o ritardare lo sviluppo di rughe future. Poiché alcune linee sottili e rughe si formano dall'uso ripetitivo del muscolo o dalla formazione di un'espressione facciale unita al deterioramento delle fibre strutturali sotto la pelle, il congelamento dei muscoli impedisce questi movimenti ripetitivi e riduce lo sviluppo di quei segni di invecchiamento naturale.

Se stai considerando un neuromodulatore, il Botox non è l'unico sul mercato. Parla con il tuo dermatologo per conoscere le varie opzioni.

Riferimenti

  1. Avci, P., Gupta, A., Sadasivam, M., Vecchio, D., Pam, Z., Pam, N., & Hamblin, M. R. (2013). Terapia laser (luce) a basso livello (LLLT) nella pelle: stimolante, curativa, riparatrice. Seminari di medicina e chirurgia cutanea, 32(1), 41–52, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4126803/
  2. Ganceviciene, R., Liakou, A. I., Theodoridis, A., Makrantonaki, E., & Zouboulis, C. C. (2012). Strategie antietà per la pelle. Dermato-Endocrinologia, 4(3), 308-319. doi:10.4161/derm.22804. Recuperato da https://www.tandfonline.com/doi/full/10.4161/derm.22804
  3. Oro, M. (2007). Utilizzo di filler di acido ialuronico per il trattamento del viso invecchiato. Interventi clinici nell'invecchiamento, Volume 2, 369-376. doi:10.2147/cia.s1244. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2685277/
  4. Humbert, P. G., Haftek, M., Creidi, P., Lapiere, C., Nusgens, B., Richard, A., . . . Zahouani, H. (2003). Acido ascorbico topico sulla pelle fotoinvecchiata. Valutazione clinica, topografica e ultrastrutturale: studio in doppio cieco vs placebo. Dermatologia sperimentale, 12(3), 237-244. doi:10.1034/j.1600-0625.2003.00008.x. Recuperato da https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1034/j.1600-0625.2003.00008.x
  5. Morita, A. (2007, 24 ottobre). Il fumo di tabacco provoca l'invecchiamento precoce della pelle. J Dermatol Sci. Dic 2007;48(3):169-75. doi: 10.1016/j.jdermsci.2007.06.015. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17951030/
  6. Mukherjee, S., Date, A., Patravale, V., Korting, H. C., Roeder, A. e Weindl, G. (2006). I retinoidi nel trattamento dell'invecchiamento cutaneo: una panoramica dell'efficacia e della sicurezza clinica. Interventi clinici nell'invecchiamento, 1(4), 327-348. doi:10.2147/ciia.2006.1.4.327. Recuperato da http://europepmc.org/article/med/18046911
  7. Nusgens, B. V., Colige, A. C., Lambert, C. A., Lapière, C. M., Humbert, P., Rougier, A., Creidi, P. (2001). La vitamina C applicata localmente migliora il livello di mRNA dei collageni I e III, i loro enzimi di elaborazione e l'inibitore tissutale della matrice metalloproteinasi 1 nel derma umano. Journal of Investigative Dermatology, 116(6), 853-859. doi:10.1046/j.0022-202x.2001.01362.x. Recuperato da https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0022202X15412564
  8. Schieber, M., & Chandel, N. (2014). Funzione ROS nella segnalazione Redox e nello stress ossidativo. Biologia attuale, 24(10). doi:10.1016/j.cub.2014.03.034, R453-R462. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24845678/
  9. Shah, M., & Crane, J. S. (2020). Microdermoabrasione. L'isola del tesoro, FL: StatPearls Publishing. Recuperato da: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK535383/
  10. Singh, A., & Yadav, S. (2016). Microneedling: progressi e ampliamento degli orizzonti. Rivista online di dermatologia indiana, 7 (4), 244. doi: 10.4103/2229-5178.185468, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4976400/
  11. Spencer, J. M., & Kurtz, E. S. (2006). Approcci per documentare l'efficacia e la sicurezza della procedura di microdermoabrasione. Chirurgia dermatologica, 32(11), 1353-1357. doi:10.1097/00042728-200611000-00006. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17083587/
  12. Tang, S. e Yang, J. (2018). Doppio effetto degli alfa-idrossiacidi sulla pelle. Molecole, 23(4), 863. doi:10.3390/molecole23040863. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6017965/
  13. Traikovich, S.S. (1999). Uso dell'acido ascorbico topico e dei suoi effetti sulla topografia cutanea fotodanneggiata. Archivi di Otorinolaringoiatria–Chirurgia della testa e del collo, 125(10), 1091. doi:10.1001/archotol.125.10.1091. Recuperato da https://jamanetwork.com/journals/jamaotolaryngology/fullarticle/509859
  14. Zasada, M., & Budzisz, E. (2019). Retinoidi: Molecole attive che influenzano la formazione della struttura della pelle nei trattamenti cosmetici e dermatologici. Progressi in dermatologia e allergologia, 36(4), 392-397. doi:10.5114/ada.2019.87443. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6791161/
Vedi altro