Miele come cura per le allergie: realtà vs finzione

Miele come cura per le allergie: realtà vs finzione

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

In un'epoca di clamore intorno al mangiare pulito e vivere verde, può essere allettante cercare rimedi naturali per problemi di salute comuni. Una delle condizioni di salute più comuni e fastidiose che alcuni di noi affrontano sono le allergie stagionali, ogni anno, come un orologio. Molte persone credono che mangiare miele locale possa lenire i sintomi dell'allergia; il rimedio popolare si tramanda da generazioni. Ma il miele funziona davvero per le allergie stagionali? Ecco la teoria e cosa dice la scienza.

Vitali

  • Si ritiene che mangiare miele locale (alias miele crudo o miele non trasformato) sia benefico per le persone che soffrono di allergie stagionali.
  • Sfortunatamente, questo non è scientificamente provato.
  • La teoria è che mangiare miele locale esporrà una persona allergica a piccole quantità di polline locale, che la desensibilizzeranno a quell'allergene.
  • Mangiare miele può comportare rischi per le persone con gravi allergie o per i bambini.

Cosa sono le allergie stagionali?

Le allergie stagionali possono essere fonte di sofferenza per i 40-60 milioni di americani che ogni anno sono affetti da rinite allergica. Definita anche febbre da fieno, le allergie stagionali possono causare rinite allergica, un'infiammazione nel canale nasale che produce i classici sintomi allergici di starnuti, naso che cola, prurito o lacrimazione e tosse.

Tendiamo a pensare che la stagione delle allergie inizi in primavera, quando il polline degli alberi in fiore e delle piante da fiore raggiunge il picco. (In effetti, la febbre da fieno ha preso il nome dalla stagione del taglio del fieno, che causerebbe ad alcuni agricoltori una reazione allergica.) Ma le allergie stagionali possono emergere tutto l'anno, non solo nelle stagioni di punta come la primavera e l'autunno. Ci sono allergeni interni (polvere, muffa) e allergeni esterni, che possono produrre sintomi simili e avere chi ne soffre in cerca di sollievo.

I trattamenti esistenti per le allergie stagionali includono farmaci da banco e da prescrizione, come antistaminici, corticosteroidi, decongestionanti, spray nasali e colliri. I colpi di allergia sono una forma di immunoterapia, in cui le iniezioni regolari di piccole quantità di allergeni mirano ad acclimatare il sistema immunitario e a ridurre la reazione allergica. E alcune persone cercano rimedi naturali per le loro allergie stagionali. Uno dei più citati negli ultimi anni è il miele locale.

In che modo il miele può aiutare con le allergie stagionali?

L'idea alla base del consumo di miele locale come rimedio per le allergie stagionali è che potrebbe funzionare in modo simile a un'iniezione di allergia. Quando le api producono miele, contiene piccole quantità di polline dei fiori vicini. Consumare quel miele, e quindi il polline, può combattere le allergie stagionali in un determinato luogo. L'ingestione di polline da una certa regione, si pensa, potrebbe renderti meno sensibile ad esso.

È un'idea interessante che, sfortunatamente, non è stata dimostrata. La ricerca è scarsa e inconcludente. mentre uno piccolo studio in Malesia hanno scoperto che il consumo di miele era benefico per la rinite allergica (Asha'ari, 2019), e piccolo studio precedente presso l'Università del Connecticut non hanno riscontrato alcun beneficio nei soggetti allergici che hanno consumato miele locale, miele lavorato commercialmente o placebo (Rajan, 2002).

C'è una debolezza fondamentale nel mangiare il miele come rimedio contro l'allergia: la quantità di polline che le api depositano nel miele può variare notevolmente. Quindi non esiste uno standard per la quantità di polline che stai consumando, potrebbe anche non essere il tipo che causa i sintomi dell'allergia, quindi affidarsi al miele per alleviare la febbre da fieno è una specie di colpo nel buio.

Non ci sono prove scientifiche che mangiare miele locale migliori le allergie stagionali, dice l'American College of Allergy, Asthma, and Immunology (ACAAI, 2018).

Potenziali rischi del miele locale come trattamento per le allergie

E l'uso del miele locale come rimedio contro le allergie comporta dei rischi. Il miele può scatenare l'anafilassi (una reazione allergica pericolosa per la vita in cui la gola e la bocca si gonfiano, compromettendo la respirazione) nelle persone con gravi allergie. E consumare miele locale non è sicuro per i bambini, poiché il miele crudo può contenere spore del batterio che causa il botulismo. (Anche il miele lavorato acquistato in negozio può contenere quelle spore, quindi il CDC raccomanda che i bambini di età inferiore ai dodici mesi non dovrebbero assolutamente ricevere il miele.) (CDC, 2019)

Riferimenti

  1. Asha'ari, Z. A., Ahmad, M. Z., Jihan, W. S., Che, C. M. e Leman, I. (2013). L'ingestione di miele migliora i sintomi della rinite allergica: prove da uno studio randomizzato controllato con placebo nella costa orientale della Malesia peninsulare. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24188941 .
  2. Rajan, T. V., Tennen, H., Lindquist, R. L., Cohen, L. e Clive, J. (2002, febbraio). Effetto dell'ingestione di miele sui sintomi della rinocongiuntivite. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11868925 .
  3. Prevenzione. (2019, 7 giugno). Recuperato da https://www.cdc.gov/botulism/prevention.html
  4. Il miele allevierà le mie allergie stagionali? (2018, 5 febbraio). Recuperato da https://acaai.org/resources/connect/ask-allergist/will-honey-relieve-my-seasonal-allergies
Vedi altro