Quanto sono accurati i test COVID e qual è il migliore?

Quanto sono accurati i test COVID e qual è il migliore?

Importante

Le informazioni sul nuovo coronavirus (il virus che causa il COVID-19) sono in continua evoluzione. Aggiorneremo periodicamente il nostro nuovo contenuto sul coronavirus in base ai risultati sottoposti a revisione paritaria appena pubblicati a cui abbiamo accesso. Per le informazioni più affidabili e aggiornate, visitare il Sito web CDCC o il I consigli dell'OMS per il pubblico.

Quale test COVID è il più accurato?

In genere, i test COVID più accurati attualmente disponibili sono i test PCR. Ma non sempre è la scelta migliore.

chirurgia di restauro del prepuzio prima e dopo

Nel complesso, il test PCR fa un ottimo lavoro nell'identificare le persone che hanno COVID, rendendolo altamente sensibile. E mentre hanno una precisione quasi perfetta in un ambiente di laboratorio, nella vita reale, i test COVID PCR sono circa 80% sensibile (Yohe, n.d.). Quindi il test PCR può perdere persone che hanno effettivamente COVID circa il 20% delle volte.

Poiché nessun test è sempre accurato al 100%, la maggior parte degli operatori sanitari utilizzerà altre informazioni, come la potenziale esposizione, i sintomi e l'alto rischio di una persona, per interpretare i risultati del test. Sebbene la PCR sia molto efficace nel rilevare il virus COVID, è più costosa e richiede più tempo dei test dell'antigene. I campioni spesso devono essere inviati a laboratori con costose macchine per PCR, il che può richiedere ore o addirittura giorni prima di ottenere i risultati.

I test rapidi dell'antigene non sono accurati come i test PCR, ma possono essere eseguiti più velocemente e sono relativamente economici. Ma se il virus non è presente nel campione o è troppo presto nell'infezione, il test potrebbe essere negativo quando si ha effettivamente il COVID.

Se hai un test dell'antigene inconcludente o negativo e hanno sintomi di COVID, il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) consiglia di sottoporsi a un test PCR per confermare i risultati. Indipendentemente dal test che ottieni, dovresti metterti in quarantena in attesa dei risultati (CDC, 2020).

Il test degli anticorpi è un modo accurato per determinare se sei stato infettato dal coronavirus in passato, ma non viene utilizzato per diagnosticare se lo hai in questo momento. Fortunatamente, la maggior parte dei test sugli anticorpi disponibili è ottima per rilevare persone con anticorpi, quindi puoi essere abbastanza sicuro che i risultati siano accurati (CDC-b, 2020).

Nel complesso, la maggior parte dei test COVID che sono stati approvati dalla FDA sono abbastanza bravi a scoprire se hai COVID o meno. I test PCR sono considerati i più accurati. Sebbene siano stati sviluppati per catturare ogni singolo caso di COVID, nella vita reale, non è vero. Ci sono tutti i tipi di fattori che possono rendere questi test meno accurati, inclusa la raccolta impropria, la contaminazione con altri campioni e altro ancora.

E mentre i test dell'antigene non sono così efficaci nel catturare ogni singolo caso di COVID, ciò potrebbe non essere una cosa così brutta . I ricercatori hanno scoperto che quei test PCR super accurati rimangono positivi dopo che le persone non sono più infettive, il che significa che non sono una buona opzione per decidere se è ancora necessario o meno mettere in quarantena (Mina, 2020).

Vitali

  • L'accuratezza di un test dipende da quanto è bravo a identificare correttamente le persone che hanno il virus e identificare correttamente le persone che non lo fanno.
  • Sebbene i test PCR siano davvero accurati, possono richiedere più tempo dei test antigenici e talvolta la velocità è più importante dell'accuratezza.
  • L'accuratezza di un test può anche essere influenzata dalle tecniche di campionamento e da altri fattori.

Quali sono i diversi tipi di test COVID?

I test COVID più comunemente usati includono ( Il marchio, 2020 ):

  • I test PCR rilevano la presenza del materiale genetico del virus.
  • I test dell'antigene cercano proteine ​​​​specifiche del virus (come le proteine ​​​​spike sul guscio esterno del virus).
  • I test anticorpali, a volte chiamati test sierologici, controllano la reazione del tuo corpo al virus e indicano un'infezione passata.

Come viene misurata l'accuratezza dei diversi test COVID-19?

I test sono parte integrante della gestione della diffusione della pandemia. Le persone che risultano positive possono quindi isolarsi per evitare di esporre gli altri al virus. Ma affinché un test sia utile, deve essere accurato.

E sebbene nessun test sia accurato al 100%, gli scienziati possono misurare due caratteristiche importanti per determinare il test precisione : sensibilità e specificità (Swift, 2020).

La sensibilità è una misura della frequenza con cui una persona che ha il COVID lo farà in realtà risulta positivo . La specificità indica quanto bene un test identifica correttamente le persone che non hanno il virus come negativo (Swift, 2020).

Usiamo un esempio per illustrare come funzionano la sensibilità e la specificità.

Immagina di avere due persone. Questo è Dan. Ha il COVID. Viene sottoposto a test e il test risulta positivo. Questo è un vero positivo, perché è vero che è positivo al COVID. Ma cosa succede se il test è sbagliato e dice che non ha il COVID, anche se lo fa? Questo è considerato un falso negativo, perché è falso dire che è negativo.

Diamo un'occhiata all'altro nostro amico, Stan.

Stan non ha il coronavirus. Fa il test COVID, che risulta negativo. Questo è un vero negativo, confermando che non ha il COVID. Ma se il test dice erroneamente che Stan ha il COVID, è un falso positivo perché in realtà non è positivo.

Un test perfettamente accurato identificherebbe tutte le persone che hanno il COVID come positive e tutte le persone che non hanno il COVID come negative.

Quindi cosa sono la sensibilità e la specificità?

La sensibilità misura la frequenza con cui un test individua correttamente le persone che hanno COVID (veri positivi). Se un test è sensibile al 98%, significa che su 100 persone che hanno effettivamente COVID, 98 casi saranno veri positivi e due persone che hanno COVID risulteranno negative, anche se hanno il virus.

come ingrandire il tuo pennis in modo naturale

La specificità misura quanto bene un test contrassegna correttamente le persone che non hanno il COVID come negative (veri negativi). Se un test è specifico al 98%, significa che su 100 persone senza COVID, identificherà correttamente che 98 di quelle persone sono libere da COVID. Ma identificherà erroneamente due di loro come positivi per COVID (falsi positivi).

Quando si tratta di utilizzare i test COVID, vogliamo quelli con un'alta sensibilità in modo da poter catturare ogni caso di COVID. In questo modo, le persone possono isolarsi ed evitare di diffondere il virus. Ma vogliamo anche assicurarci che i test abbiano un'elevata specificità e non dicano erroneamente che la persona ha il COVID troppo spesso.

Dire alle persone che hanno il COVID quando non lo fanno può essere stressante e dirompente. Ecco perché gli scienziati mirano a test con il più alto tasso di sensibilità e specificità possibile.

Cosa fare se si risulta positivo al COVID-19?

Se sei positivo al coronavirus, dovresti seguire il Linee guida CDC e isolare a casa, anche dalle persone della propria famiglia (CDC-c, 2021). Assicurati di informare il tuo medico e tutti i contatti stretti che potresti aver avuto negli ultimi giorni.

Puoi smettila di isolarti una volta (CDC-c, 2021):

  • Sono trascorsi almeno 10 giorni dal tuo test positivo se non hai avuto alcun sintomo
  • Sono trascorsi almeno 10 giorni dalla prima comparsa dei sintomi e
  • Sei stato senza febbre per almeno 24 ore senza usare farmaci per abbassare la febbre, qualsiasi altro sintomo COVID che hai sta migliorando.

Riferimenti

  1. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Guida provvisoria per il test dell'antigene per SARS-CoV-2. (2020, 16 dicembre). Estratto il 13 gennaio 2021 da https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/symptoms-testing/testing.html
  2. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) (b): Linee guida provvisorie per i test sugli anticorpi COVID-19 (2020, 1 agosto). Estratto il 13 gennaio 2021 da https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/lab/resources/antibody-tests-guidelines.html#anchor_1590264273029
  3. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) (c): isolare se si è malati (2021, 7 gennaio) Estratto il 14 gennaio 2021 da https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/if-you-are-sick/isolation.html
  4. La Marca, A., Capuzzo, M., Paglia, T., Roli, L., Trenti, T., & Nelson, S. M. (2020). Test per SARS-CoV-2 (COVID-19): una revisione sistematica e una guida clinica ai test diagnostici in vitro molecolari e sierologici. Biomedicina riproduttiva online, 41(3), 483-499. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7293848/
  5. Mina, M. J., Parker, R. e Larremore, D. B. (2020). Ripensare la sensibilità ai test Covid-19: una strategia per il contenimento. Il giornale di medicina del New England, 383(22), e120. Recuperato da https://www.nejm.org/doi/10.1056/NEJMp2025631
  6. Swift A., Heale R., Twycross A. (2020). Cosa sono la sensibilità e la specificità? Infermieristica basata sull'evidenza, 23:2-4. Recuperato da https://ebn.bmj.com/content/23/1/2
  7. Yohe, S., MD. (n.d.). Quanto sono validi i test diagnostici PCR per COVID-19 (SARS-CoV-2)? CAP: College of American Pathologists. Estratto il 9 gennaio 2021 da https://www.cap.org/member-resources/articles/how-good-are-covid-19-sars-cov-2-diagnostic-pcr-tests#:~:text=The%20analytic%20performance%20of % 20PCR, specificità% 20 è% 20 vicino a% 20 100% 25% 20anche
Vedi altro