Quanto tempo può vivere il COVID-19 fuori dal corpo?


Quanto tempo può vivere il COVID-19 fuori dal corpo?

Importante

Le informazioni sul nuovo coronavirus (il virus che causa il COVID-19) sono in continua evoluzione. Aggiorneremo periodicamente il nostro nuovo contenuto sul coronavirus in base ai risultati sottoposti a revisione paritaria appena pubblicati a cui abbiamo accesso. Per le informazioni più affidabili e aggiornate, visitare il Sito web CDCC o il I consigli dell'OMS per il pubblico.

Quanto tempo possono vivere i coronavirus fuori dal corpo

I coronavirus sono una famiglia di virus che causano malattie come il comune raffreddore, la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS). La malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) è causata da un virus chiamato sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2), che appartiene a questa famiglia di virus. I coronavirus sono zoonotici, il che significa che possono essere trasmessi tra animali e umani. Un nuovo o nuovo coronavirus è quello che è recentemente passato dagli animali agli umani.



modi per allungare il tuo cazzo

Poiché il virus COVID-19 è geneticamente simile al virus che ha causato la SARS, la durata di questi virus respiratori sulle superfici potrebbe essere approssimativamente la stessa. Una revisione di 22 studi precedenti su altri tipi di coronavirus (non necessariamente SARS-CoV-2) hanno scoperto che il virus può sopravvivere su superfici come vetro, metallo e plastica fino a nove giorni a temperatura ambiente, ma che è facilmente inattivato dai detergenti (Kampf, 2020).

PER studia pubblicato in New England Journal of Medicine ha scoperto che SARS-CoV-2 può essere rilevato negli aerosol fino a tre ore, sul rame fino a quattro ore, sul cartone fino a 24 ore e su plastica e acciaio inossidabile fino a 72 ore (Doremalen, 2020) .

Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che è improbabile che una persona venga infettata da COVID toccando una superficie . La maggior parte delle prove sembra dimostrare che il virus stesso non è molto stabile al di fuori dei nostri corpi e solo i resti non infettivi del virus rimangono sulle superfici (Goldman, 2020).



Il CDC rileva che esiste un basso rischio di infezione da prodotti che sono stati spediti da aree con epidemie a causa della bassa sopravvivenza del virus sulle superfici.

Il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie rileva che esiste un basso rischio di infezione da prodotti che sono stati spediti da aree con focolai a causa della bassa sopravvivenza del virus sulle superfici (domande frequenti 2019-nCoV, 2020). Che cosa vuol dire? Non c'è bisogno di strofinare la spesa con il disinfettante prima di metterla in frigo.

Come prevenire la trasmissione del coronavirus

Innanzitutto, lavati regolarmente le mani, poiché questo è uno dei modi migliori per fermare la diffusione di molti agenti patogeni, incluso il coronavirus. È necessario seguire una corretta igiene delle mani, che consiste nel lavarsi le mani con acqua tiepida e sapone per almeno 20 secondi dopo aver usato il bagno, dopo aver tossito o starnutito e prima di mangiare. Evita di toccarti occhi, bocca o naso con le mani non lavate. Finché un disinfettante ha una concentrazione di alcol superiore al 60%, può essere utilizzato quando acqua e sapone non sono disponibili. Ma è importante ricordare che il lavaggio delle mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi è il metodo preferito per ridurre il rischio di trasmissione.

Evita di passare del tempo con persone al di fuori della tua famiglia, soprattutto senza mascherina. Poiché i sintomi di molti virus respiratori possono essere simili e circa l'80% dei casi di coronavirus sono lievi o asintomatici, potresti non sapere se una persona è malata di COVID-19.

Tuttavia, se qualcuno ha bisogno di cure mediche, dovrebbe cercarlo. La tecnologia è un ottimo modo per facilitare la cura senza esposizione e rischio di infezione. Se qualcuno che conosci è malato, assicurati che riceva le cure di cui ha bisogno. Se sei tu quello che si ammala, resta a casa dal lavoro o dalla scuola per evitare di esporre gli altri e cercare cure mediche e test. La maggior parte dei sistemi sanitari dispone di un protocollo per lo screening di potenziali esposizioni, comprese alcune opzioni di screening digitale.



Come è iniziato il COVID-19

Nel dicembre 2019, i funzionari sanitari locali di Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina, hanno segnalato diversi casi di polmonite tra un gruppo di persone legate a un mercato all'ingrosso a Wuhan. Quello fu l'inizio del COVID-19. Questo focolaio è iniziato in un'area densamente popolata, nei mesi invernali, nel periodo della celebrazione del capodanno cinese. Dall'epidemia, si è diffuso in tutto il mondo. Sono state messe in atto restrizioni di viaggio e quarantene obbligatorie per rallentare la diffusione del virus.

Il virus ha un lungo periodo di incubazione, che lo rende difficile da contenere completamente, poiché le persone possono essere senza sintomi fino a 14 giorni dopo l'esposizione. Il Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha posto il periodo di incubazione tra 1-14 giorni, con una media di circa cinque giorni (Q&A on Coronaviruses, 2020). Ma c'è stato un caso documentato in cui i sintomi non si sono manifestati fino al giorno 27.

Il coronavirus si diffonde attraverso le goccioline respiratorie, prodotte quando si tossisce o si starnutisce. Le goccioline respiratorie non tendono a rimanere sospese nell'aria, ma possono viaggiare per circa sei piedi nell'aria. Quindi, se una persona si trova nelle immediate vicinanze di una persona infetta con sintomi respiratori o si muove in un'area affollata, esiste la possibilità di esposizione. Il virus può anche diffondersi se viene introdotto nelle mucose (superfici) della bocca, del naso o degli occhi. Potresti essere infettato toccando queste aree se le tue mani sono contaminate, motivo per cui seguire un'adeguata igiene delle mani è così importante.

dieta dimagrante estrema che funziona

Se sei esposto a una persona con coronavirus, il CDC raccomanda l'auto-quarantena per 10 giorni. Alcune persone non sviluppano mai i sintomi del coronavirus, anche se sono infette, quindi anche se ti senti bene, è importante stare lontano dagli altri. Se ti viene diagnosticato il coronavirus, dovresti autoisolarti e stare lontano anche dalle persone della tua stessa famiglia, se possibile. È particolarmente importante stare lontano dalle persone che sono a rischio di sviluppare un caso grave di virus se esposte. Ciò include le persone di età superiore ai 65 anni, quelle con condizioni respiratorie sottostanti come l'asma o la BPCO e le persone con disturbi immunitari (CDC, 2020).

Riferimenti

  1. 2019-nCoV Domande e risposte frequenti. (2020, 14 febbraio). Estratto il 29 febbraio 2020 da https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/faq.html
  2. Doremalen, N. V., Bushmaker, T., Morris, D. H., Holbrook, M. G., Gamble, A., Williamson, B. N., … Munster, V. J. (2020). Aerosol e stabilità superficiale di SARS-CoV-2 rispetto a SARS-CoV-1. New England Journal of Medicine . doi: 10.1056 / nejmc2004973, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32182409
  3. Goldman, E. (2020, 01 AGOSTO) Rischio esagerato di trasmissione di COVID-19 da parte dei fomiti. The Lancet, Malattie infettive: VOLUME 20, NUMERO 8, P892-893, Estratto da https://www.thelancet.com/journals/laninf/article/PIIS1473-3099(20)30561-2/fulltext
  4. Kampf, G., Todt, D., Pfaender, S., & Steinmann, E. (2020). Persistenza dei coronavirus su superfici inanimate e loro inattivazione con agenti biocidi. Giornale di infezione ospedaliera. doi: 10.1016/j.jhin.2020.01.022, https://www.journalof h ospitalinfection.com/article/S0195-6701(20)30046-3/fulltext
  5. Domande e risposte sui coronavirus (COVID-19). (2020, 23 febbraio). Estratto il 29 febbraio 2020 da https://www.who.int/news-room/q-a-detail/q-a-coronaviruses
Vedi altro