Quanti americani hanno attualmente l'herpes?

Quanti americani hanno attualmente l'herpes?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Diciamo che vivi in ​​un condominio. Potrebbero esserci facilmente 100 persone che vivono nel tuo edificio, anche se è alto solo un paio di piani. Ma nonostante quel gran numero di persone che vivono in un piccolo edificio, probabilmente vedrai ancora le stesse poche ancora e ancora perché sei sullo stesso programma. È un po' come l'herpes. (Rimani con me.) L'herpes è in realtà una famiglia di virus con oltre 100 membri (Whitley, 1996). Ma nonostante l'enorme albero genealogico, solo otto di questi virus infettano abitualmente gli esseri umani.

Ma anche all'interno di quel sottoinsieme di vicini che vedi effettivamente nella hall, probabilmente pensi solo a una coppia. Forse è il tuo Mr. Heckles al piano di sotto a la Friends o, si spera, qualcuno con cui hai stretto amicizia. Qualunque cosa sia, si distinguono. Anche l'herpes è così. Alcuni tipi di herpes, come l'herpes simplex virus 1 (HSV-1) e l'herpes simplex virus 2 (HSV-2), attirano tutta l'attenzione perché causano infezioni a trasmissione sessuale (IST). Tuttavia, gli altri tipi di herpes sono molto più comuni di quanto pensi. Altri virus di questa stessa famiglia possono causare malattie come la varicella, la mononucleosi (mono) e anche l'herpes zoster.

Vitali

  • Esistono oltre 100 tipi di herpesvirus, ma solo otto di essi infettano abitualmente gli esseri umani.
  • L'HSV-1, che le persone associano a herpes labiale o vesciche di febbre, colpisce quasi la metà degli americani di età compresa tra 14 e 49 anni.
  • L'HSV-2, che le persone associano all'herpes genitale, colpisce l'11,9% degli americani.
  • Non c'è modo di proteggersi da una trasmissione efficace al 100%.
  • Lo screening regolare delle IST, le pratiche sessuali sicure e la comunicazione aperta con i tuoi partner possono aiutare a ridurre il rischio.

Quante persone negli Stati Uniti hanno l'herpes?

HSV-1 e HSV-2 sono entrambi noti per causare l'herpes genitale. Si stima che, negli Stati Uniti, 47,8% delle persone di età compresa tra 14 e 49 anni ha l'HSV-1, mentre l'11,9% degli americani nella stessa fascia di età ha l'HSV-2 (Herpes Simplex Virus, 2017). In teoria, ciò significa che oltre 195 milioni di persone negli Stati Uniti potrebbero avere l'herpes genitale. Ma sappiamo che il numero deve essere effettivamente inferiore a questo. Non tutte le infezioni da herpes causano effettivamente sintomi e, se lo fanno, non sono sempre nei genitali. L'herpes può causare un'infezione latente, il che significa che il virus può rimanere dormiente nel sistema senza causare alcun sintomo. Per questo motivo, non tutti coloro che hanno l'herpes lo sanno anche se i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) stimano che ci siano 776.000 nuovi casi di herpes genitale negli Stati Uniti ogni anno (Satterwhite, 2013). E questo significa che le nostre stime su quante persone sono infette potrebbero essere lontane.

Annuncio pubblicitario

Trattamento per l'herpes genitale su prescrizione

Parla con un medico su come trattare e sopprimere i focolai prima del primo sintomo.

Per saperne di più

Come si trasmette l'herpes?

L'herpes è un'infezione a trasmissione sessuale e può essere trasmessa attraverso il contatto sessuale, sia esso vaginale, anale o orale. Ma nonostante la credenza popolare, l'herpes non si diffonde solo in questi modi. HSV-1, come molti altri tipi di herpesvirus, può essere trasmesso attraverso la saliva. Per questo motivo, i bambini, ad esempio, possono essere infettati attraverso il contatto con la saliva dei loro genitori (ad esempio, i baci della buonanotte) o da altri bambini all'asilo condividendo utensili, cannucce o spazzolini da denti.

lunghezza media del pene all'età di 19 anni

Entrambi i tipi di herpes sono più contagiosi nel periodo intorno a un focolaio quando la persona infetta sta vivendo una riacutizzazione dei sintomi o un prodromo che sta per arrivare una riacutizzazione. Ma questo non significa che l'herpes non possa essere trasmesso quando la persona che lo ha è asintomatica: può, è solo meno probabile.

Come prevenire la trasmissione dell'herpes

Per prima cosa: non c'è modo di proteggersi da HSV-1 e HSV-2 che sia efficace al 100%. Limitare il contatto sessuale quando qualcuno sta avendo un'epidemia di herpes è un primo passo importante, che può ridurre il rischio di trasmissione. Sebbene al momento non esista una cura, i farmaci antivirali giornalieri possono essere prescritti da un operatore sanitario a seguito di una diagnosi di herpes che aiuta a gestire e prevenire le epidemie. Attualmente, le infezioni da herpes vengono trattate con antivirali prescritti da un operatore sanitario, come aciclovir (marchio Sitavig, Zovirax), valaciclovir (marchio Valtrex) o famciclovir (marca Famvir). L'uso di preservativi e dighe dentali può anche aiutare a ridurre le possibilità di trasmissione.

Sottoporre te stesso e il tuo partner a uno screening per l'herpes può essere un modo per aiutare a prevenire la diffusione del virus. L'herpes di solito non fa parte dello screening STI di routine, quindi assicurati di dire al tuo medico che sei interessato a essere controllato anche per l'herpes, che richiederebbe un esame del sangue. Tieni presente, tuttavia, che i risultati degli esami del sangue potrebbero non essere in grado di rilevare con precisione un'infezione recente. È anche importante ricordare che è possibile avere una vita sessuale attiva, sana e sicura se tu o un partner avete l'herpes.

Riferimenti

  1. Virus dell'herpes simplex. (2017, 31 gennaio). Estratto il 1 febbraio 2020 da https://www.who.int/en/news-room/schede/dettagli/virus-herpes-simplex
  2. Holmes KK, Sparling PF, Stamm WE, et al. (editori). Malattie trasmesse sessualmente. 4a ed. New York: McGraw-Hill; 2008: 399-437, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK11734/
  3. Looker, K. J., Magaret, A. S., May, M. T., Turner, K. M. E., Vickerman, P., Gottlieb, S. L. e Newman, L. M. (2015). Stime globali e regionali delle infezioni da virus Herpes Simplex di tipo 1 prevalenti e incidenti nel 2012. Plos One, 10(10). doi: 10.1371/journal.pone.0140765, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26510007
  4. Satterwhite, C. L., Torrone, E., Meites, E., Dunne, E. F., Mahajan, R., Ocfemia, M. C. B., … Weinstock, H. (2013). Infezioni sessualmente trasmissibili tra donne e uomini statunitensi. Malattie sessualmente trasmissibili, 40(3), 187–193. doi: 10.1097/olq.0b013e318286bb53, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23403598
  5. Whitley, RJ (1996). Herpesvirus. In microbiologia medica (4a ed.). Galveston, TX: Filiale medica dell'Università del Texas a Galveston, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK8157/
  6. Yura, Y., Iga, H., Kondo, Y., Harada, K., Yanagawa, T., Yoshida, H., & Sato, M. (1991). Infezione da virus dell'herpes simplex di tipo 1 e di tipo 2 nella mucosa orale umana in coltura. Journal of Oral Pathology and Medicine, 20 (2), 68-73. doi: 10.1111/j.1600-0714.1991.tb00892.x, https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1600-0714.1991.tb00892.x
Vedi altro