Iperinsulinemia: una conseguenza dell'insulino-resistenza


Iperinsulinemia: una conseguenza dell'insulino-resistenza

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Il termine iperinsulinemia si riferisce a uno stato in cui c'è troppa insulina che scorre nel sangue. La parola è piuttosto un boccone, quindi scomponiamola: iper- significa che c'è un eccesso di qualcosa, -insulina- è un ormone che viene prodotto nel corpo e -emia si riferisce a qualcosa che è nel sangue.

L'insulina è uno degli ormoni nel corpo che aiuta a regolare la glicemia, o glucosio nel sangue. Quando i livelli di glucosio sono alti, l'insulina viene secreta dal pancreas, un organo che si trova dietro lo stomaco. L'insulina aiuta il glucosio a muoversi nelle cellule per essere utilizzato per produrre energia o per essere immagazzinato per un momento successivo, abbassando lo zucchero nel sangue nel processo.

Una domanda che sorge spesso intorno all'iperinsulinemia è: l'iperinsulinemia è uguale al diabete? La risposta è no, anche se i due sono spesso associati l'uno all'altro. L'iperinsulinemia non è una condizione medica primaria; piuttosto, è un segno o un sintomo di qualche altra causa sottostante. La gestione dell'iperinsulinemia, quindi, è diretta verso il trattamento della causa primaria piuttosto che affrontare direttamente l'eccesso di insulina.



Vitali

  • L'iperinsulinemia non è una condizione medica primaria; piuttosto, è un segno o un sintomo di qualche altra causa sottostante.
  • L'iperinsulinemia è più comunemente causata da una condizione chiamata insulino-resistenza che causa anche il diabete mellito di tipo 2.
  • Perdita di peso, dieta ed esercizio fisico sono i modi migliori per invertire la resistenza all'insulina e migliorare l'iperinsulinemia.
  • Il trattamento dell'iperinsulinemia è mirato ad affrontare la causa sottostante.

Quali sono le cause dell'iperinsulinemia?

Resistenza all'insulina: L'iperinsulinemia è più comunemente causata da una condizione chiamata insulino-resistenza. Qualcuno è insulino-resistente quando la sensibilità all'insulina diminuisce, il che significa che i tessuti del corpo diventano meno sensibili all'insulina. Ciò significa che il glucosio non entra nei muscoli, nel grasso o nel fegato come dovrebbe e inizia ad accumularsi nel sangue (iperglicemia).

In risposta a questa resistenza, il pancreas secerne livelli più elevati di insulina nel sangue. Questa è iperinsulinemia. Alla fine, quando il pancreas non è più in grado di compensare adeguatamente la resistenza all'insulina e i livelli di zucchero nel sangue non sono controllati, si sviluppa il diabete di tipo 2. Ma mentre l'insulino-resistenza porta all'iperinsulinemia e causa il diabete di tipo 2, l'iperinsulinemia e il diabete di tipo 2 non sono la stessa cosa l'uno con l'altro. Infatti, più tardi nel corso del diabete di tipo 2, il pancreas viene spesso danneggiato e viene prodotta troppo poca insulina.

Annuncio pubblicitario

Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese



Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

il viagra per le donne funziona?
Per saperne di più

L'aumento di peso e l'inattività sono due dei fattori di rischio per lo sviluppo dell'insulino-resistenza e l'insulino-resistenza è un componente della sindrome metabolica, un gruppo di condizioni che aumentano il rischio di malattie cardiache.

Iatrogeno: Questa parola è un altro boccone e significa essenzialmente causato da cure mediche. L'iperinsulinemia iatrogena si riferisce a livelli elevati di insulina nel sangue che sono il risultato diretto di un qualche tipo di trattamento medico.

Tutte le persone con diabete di tipo 1 e alcuni pazienti con diabete di tipo 2 si somministrano insulina (attraverso un'iniezione o con una pompa per insulina) come parte del trattamento per la loro condizione. In alcuni casi, l'iperinsulinemia può essere ricondotta al modo in cui un paziente riceve insulina. Se il paziente si sta somministrando troppa insulina, di proposito o inavvertitamente, ciò può causare livelli ematici troppo alti, portando la glicemia a livelli pericolosamente bassi.

Questo è potenzialmente molto pericoloso e la dose di insulina del paziente dovrebbe essere aggiustata, o dovrebbero essere consigliati sui modi corretti per somministrare l'insulina.

Insulinoma: Insulinomi sono tumori molto rari (solo 4 casi ogni 1.000.000 di persone ogni anno) che secernono insulina (UpToDate, 2019a). I tumori sono un tipo di tumore neuroendocrino, il che significa che sono costituiti da cellule che rispondono al sistema nervoso del corpo e rilasciano ormoni nel flusso sanguigno.

Gli insulinomi sono costituiti dalle cellule che producono insulina nel pancreas. Nella maggior parte dei casi sono benigni, causano episodi di ipoglicemia (a causa degli alti livelli di insulina) e possono essere rimossi chirurgicamente. Le cause degli insulinomi sono sconosciute, ma alcuni disturbi genetici possono aumentare il rischio di svilupparne uno.

Nedidioblastosi: Nesidioblastosi è un termine che è caduto in disgrazia, ma generalmente si riferisce a una condizione in cui c'è un numero maggiore di cellule che producono insulina nel pancreas rispetto al normale. Questo è distinto da un insulinoma perché non c'è una vera crescita del tumore. Invece, c'è un'abbondanza di cellule che secernono insulina nel sangue, portando a livelli più alti. Ci sono state segnalazioni di adulti che sviluppano nesidioblastosi dopo aver subito un intervento chirurgico di bypass gastrico Roux-en-Y (un tipo di chirurgia per la perdita di peso) (UpToDate, 2019b).

Iperinsulinismo congenito: Il termine congenito si riferisce a condizioni che esistono dalla nascita. L'iperinsulinismo congenito, quindi, si riferisce ad alti livelli di insulina nel sangue che sono correlati a qualche tipo di problema presente alla nascita. L'iperinsulinismo congenito può essere una causa di episodi di ipoglicemia (basso livello di glucosio nel sangue) nei neonati e nei bambini e colpisce da 1 su 2.500 a 1 su 50.000 neonati. La condizione è causata da mutazioni genetiche che portano ad un aumento della secrezione di insulina dal pancreas. Finora sono state identificate almeno nove mutazioni genetiche che causano l'iperinsulinismo congenito.

C'è un modo per prevenire l'iperinsulinemia?

La prevenzione dell'iperinsulinemia è possibile solo quando la causa è dovuta all'insulino-resistenza o alla somministrazione di farmaci. Per i pazienti che hanno insulino-resistenza, la perdita di peso, la dieta e l'esercizio fisico sono i modi migliori per invertire la resistenza e migliorare l'iperinsulinemia. In genere è consigliabile che le persone si impegnino in almeno trenta minuti di esercizio moderato almeno cinque volte a settimana per rimanere in salute. Per le persone che si somministrano insulina o usano una pompa per insulina come farmaco, essere consapevoli della dose e del programma corretti è il modo migliore per evitare l'iperinsulinemia iatrogena. Se riscontri frequenti episodi di ipoglicemia, dovresti parlare con il tuo medico per aggiustare la dose.



Quali sono i sintomi dell'iperinsulinemia?

Il sintomo più comune di iperinsulinemia è avere episodi di ipoglicemia. Ciò significa periodi in cui la glicemia diventa troppo bassa (inferiore a 70 mg/dL). Questo è chiamato ipoglicemia iperinsulinemica. Questi episodi sono un risultato diretto dell'eccesso di insulina che spinge il glucosio nelle cellule adipose, muscolari e epatiche per l'uso e la conservazione. I sintomi sono più probabili quando l'iperinsulinemia è causata da un insulinoma e meno probabili quando è causata dall'insulino-resistenza.

I sintomi dell'ipoglicemia includono ansia, vertigini, affaticamento, mal di testa, battito cardiaco irregolare, tremori e sudorazione. Tuttavia, l'ipoglicemia può essere molto pericolosa e può evolvere in alterazioni della vista, confusione, convulsioni, perdita di coscienza e morte. È importante riconoscere l'ipoglicemia il più rapidamente possibile e agire su di essa.

Come viene diagnosticata l'iperinsulinemia?

Gli operatori sanitari generalmente non effettuano screening per l'iperinsulinemia. Tuttavia, se la tua storia medica e i sintomi sembrano coerenti con una diagnosi di iperinsulinemia, il tuo medico può eseguire un esame del sangue per controllare i livelli di insulina dopo aver digiunato.

Qual è il trattamento per l'iperinsulinemia?

Il trattamento dell'iperinsulinemia è mirato ad affrontare la causa sottostante.

Se l'insulino-resistenza sta causando iperinsulinemia, la perdita di peso, la dieta e l'esercizio fisico sono i modi migliori per migliorare entrambe le condizioni. Se la tua resistenza all'insulina è progredita verso il prediabete o il diabete di tipo 2 e ti sono stati prescritti farmaci dal tuo medico, rimanere conforme ai tuoi farmaci può aiutare a migliorare la tua iperinsulinemia.

La metformina, che può essere prescritta sia per il prediabete che per il diabete di tipo 2, è un tipo di farmaco che migliora il modo in cui il corpo risponde all'insulina, riducendo potenzialmente la necessità per il pancreas di compensare la resistenza all'insulina.

Se la tua iperinsulinemia è causata da un insulinoma, la resezione chirurgica (rimozione) del tumore può portare a un trattamento definitivo. Sebbene rari, alcuni insulinomi possono metastatizzare in altre parti del corpo. In questi casi possono essere necessari interventi più avanzati.

Se l'iperinsulinemia è causata da nesidioblastosi, le prove hanno dimostrato che la rimozione chirurgica di una porzione del pancreas può essere efficace per il trattamento (Witteles, 2001). Un rischio di questa procedura è lo sviluppo successivo del diabete mellito insulino-dipendente perché il pancreas non è più in grado di produrre tanta insulina di cui il corpo ha bisogno.

Riferimenti

  1. Aggiornato. (2019a). Insulinoma. Recuperato da https://www.uptodate.com/contents/insulinoma
  2. Aggiornato. (2019b). Sindrome da ipoglicemia pancreatogena non insulinoma. Recuperato da https://www.uptodate.com/contents/noninsulinoma-pancreatogenous-hypoglycemia-syndrome .
  3. Witteles, R. M. (2001). Nesidioblastosi ad esordio nell'età adulta che causa ipoglicemia. Archivi di Chirurgia , 136 (6), 656. doi: 10.1001/archsurg.136.6.656, https://jamanetwork.com/journals/jamasurgery/fullarticle/391614
Vedi altro