Il sumatriptan è un narcotico che crea assuefazione?

Il sumatriptan è un narcotico che crea assuefazione?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Il sumatriptan è un narcotico?

L'emicrania può mettere un freno alla tua vita. Non sono solo normali vecchi mal di testa. Possono essere debilitanti e, per alcuni, gli attacchi di emicrania possono significare te rinchiuditi in una stanza buia , mancanza di lavoro, vita e qualsiasi normale interazione sociale. Anche nei giorni in cui tiri su i calzini e fai forza, può essere difficile funzionare quando ti senti nauseato, vertigini o debole (Friedman, 2016). In giorni come questi, alcune persone scoprono che alcuni farmaci da prescrizione possono davvero aiutare.

Vitali

  • Il sumatriptan non è un narcotico. Il sumatriptan è un triptano, che è una classe di farmaci tipicamente usati per trattare l'emicrania. I narcotici, d'altra parte, sono antidolorifici oppioidi che possono creare assuefazione.
  • Il sumatriptan allevia specificamente il dolore dell'emicrania, ma non altri tipi di dolore come i crampi mestruali o una distorsione alla caviglia.
  • Sumatriptan funziona meglio se usato precocemente, ai primi segni di emicrania. Non è adatto per l'uso come farmaco preventivo.

Il sumatriptan è uno dei farmaci più comunemente prescritti per l'emicrania e il mal di testa a grappolo e la ricerca mostra che è efficace (Smith, 2020). Se stai assumendo sumatriptan per la prima volta, potresti avere domande sulla sua sicurezza e se crea dipendenza. Il sumatriptan non è un narcotico che crea assuefazione, ma è possibile abusare di farmaci per l'emicrania .

Un risultato è un mal di testa da uso eccessivo di farmaci (MOH) o mal di testa di rimbalzo (Diener, 20014). Un altro risultato più grave potrebbe essere la sindrome serotoninergica , che può essere fatale se non trattata (Heller, 2018). Continua a leggere per sapere come funziona sumatriptan e come usarlo in sicurezza.

Annuncio pubblicitario

Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più

Il sumatriptan è un narcotico?

La risposta breve è no. Sumatriptan (nome commerciale Imitrex) è un triptano , uno di un gruppo di farmaci che include almotriptan, zolmitriptan, frovatriptan, rizatriptan, naratriptan, eletriptan e, naturalmente, sumatriptan (Smith, 2020). I narcotici sono completamente un altro gruppo di droghe , chiamati oppioidi. Gli oppioidi sono antidolorifici come codeina, fentanil, ossicodone, tramadolo e morfina e possono creare assuefazione (Vorvick, 2019). Mentre il sumatriptan è usato per alleviare il dolore dell'emicrania, non è un antidolorifico generale. Non allevierà il dolore di una caviglia slogata, ad esempio, o i crampi mestruali, e non ti farà sballare.

I medici possono prescrivere narcotici per alleviare l'emicrania, ma solo se altri trattamenti non hanno funzionato. I narcotici possono creare dipendenza e spesso non sono più efficaci dell'aspirina nell'alleviare l'emicrania. Gli operatori sanitari normalmente proveranno prima altre opzioni di trattamento e prescriveranno narcotici solo quando altri trattamenti falliscono (Worthington, 2013).

E mentre il sumatriptan non è un narcotico, lo è comunque possibile prendere troppo . L'assunzione di troppo sumatriptan o altri farmaci per l'emicrania può portare a mal di testa da uso eccessivo di farmaci (MOH) o mal di testa di rimbalzo (Diener, 2014).

Che cos'è un mal di testa da uso eccessivo di farmaci?

Un mal di testa da uso eccessivo di farmaci (MOH) è un mal di testa causato dall'uso di troppi farmaci, in particolare antidolorifici. interessante, non è qualcosa che accade alle persone che usano antidolorifici per altre condizioni come l'artrite —è specifico per le persone che hanno un disturbo di cefalea (Kristofferson, 2014). saprai di averlo se hai avuto mal di testa per almeno 15 giorni al mese per tre mesi consecutivi e se il tuo mal di testa peggiora durante l'uso di farmaci per l'emicrania (AMF, 2016).

L'ultima cosa che vuoi dal tuo farmaco per l'emicrania è un altro mal di testa. L'etichetta Imitrex consiglia di limitare usando farmaci per l'emicrania fino a 10 volte al mese (FDA, 2013). Questo include sumatriptan (o altri triptani), ergotamine (come Cafergot, Ergomar, Wigraine), diidroergotamina (come Migrenal) e altri farmaci tipo ergot, o oppioidi (come codeina o ossicodone) o qualsiasi combinazione di questi (NIH, 2015). Puoi anche ottenere la MOH da un uso eccessivo di antidolorifici da banco come il paracetamolo (Friedman, 2016).

Mentre il mal di testa da abuso di farmaci è sicuramente qualcosa che vuoi evitare, c'è un motivo ancora più urgente per non abusare dei farmaci per l'emicrania: la sindrome serotoninergica.

Cos'è la sindrome serotoninergica?

La serotonina è una sostanza chimica naturale nel nostro corpo. Passa segnali dalle nostre cellule cerebrali e tra il cervello e il resto del nostro corpo. Il sumatriptan e molti altri farmaci agiscono agendo come la serotonina o influenzando i livelli di serotonina del nostro corpo. Prendere troppi di questi farmaci o combinarli può causare la sindrome serotoninergica , che può essere fatale se non trattata (Heller, 2018).

I segni della sindrome serotoninergica includono ipertensione, battito cardiaco accelerato, sudorazione, febbre e diarrea. Altri sintomi includono spasmi muscolari, tremori o brividi, movimenti oculari anormali e mancanza di coordinazione. La sindrome serotoninergica può anche farti sentire ansioso, disorientato o confuso, irrequieto o persino causare allucinazioni (Heller, 2018). Questi sintomi di solito si verificano entro pochi minuti o ore dall'assunzione di sumatriptan o iniziando un nuovo dosaggio aumentato (FDA, 2013). Se manifesta uno di questi sintomi, interrompa immediatamente l'assunzione di sumatriptan e cerchi assistenza medica di emergenza.

Per evitare la sindrome serotoninergica, non prenda più della dose prescritta di sumatriptan. Inoltre, parla con il tuo medico per ricevere istruzioni su quanto prendere se stai assumendo uno dei seguenti farmaci, che sono spesso prescritti per la depressione o il morbo di Parkinson:

Come fanno i triptani a fermare l'emicrania?

Sumatriptan (nome commerciale Imitrex) è uno dei farmaci per l'emicrania più comunemente prescritti e la ricerca mostra che funziona (Derry, 2014). Tuttavia, i ricercatori non sono ancora esattamente sicuri di come funzionano l'emicrania e i farmaci per l'emicrania. Ma sappiamo alcune cose importanti.

Sappiamo che l'emicrania si verifica quando un grilletto accende segnali di dolore . I trigger differiscono da persona a persona, ma i trigger comunemente riportati includono stress, mancanza di sonno, cambiamenti ormonali (come avere il ciclo) o persino cibo, alcol o determinati odori (Friedman, 2016).

Sappiamo anche che sumatriptan è specifico per l'emicrania (Smith, 2020). è ferma un'emicrania in azione e impedisce che peggiori (Ahn, 2005). Ecco perchè funziona meglio se usato il prima possibile, non appena inizia il dolore . Sfortunatamente, non funziona per prevenire gli attacchi di emicrania e non può essere usato per prevenirli (Worthington, 2013).

Quanto Imitrex dovrei prendere?

Ora sai solo di prendere sumatriptan (nome commerciale Imitrex) dopo l'inizio dell'emicrania e che è possibile prenderne troppo. Quindi quanto dovresti prendere? Imitrex è un farmaco soggetto a prescrizione medica e deve essere assunto secondo le istruzioni fornite dal medico o dal farmacista.

Il dosaggio di sumatriptan dipende da come lo prendi. È disponibile come compressa, spray nasale o iniezione. È anche disponibile in una compressa che combina sumatriptan con l'antidolorifico naprossene (nome commerciale Treximet). Ecco alcune nozioni di base su ciascun formato.

Compresse orali di sumatriptan:

  • Disponibile in dosi da 25 mg, 50 mg o 100 mg .
  • Le dosi da 100 mg funzionano meglio, ma le dosi da 50 mg possono bilanciare l'efficacia con la riduzione degli effetti collaterali.
  • La dose massima in un periodo di 24 ore è di 200 mg.
  • Problematico per i pazienti che diventano nausea e vomito, soprattutto all'inizio dell'emicrania (Smith, 2020).

Sumatriptan nasale:

Iniezioni di sumatriptan:

Il tablet mostra:

Quali sono gli effetti collaterali di Imitrex?

Sumatriptan (nome commerciale Imitrex) può farti sentire stanco o assonnato , quindi non guidare e non fare nulla che richieda la massima attenzione (FDA, 2013). Altri effetti collaterali del farmaco dipendono da come lo prendi.

Le persone che assumono la compressa di sumatriptan orale possono sperimentare mal di stomaco o diarrea, crampi, vampate di calore e freddo o sensazione di formicolio. Potresti anche sentirti stanco, assonnato o pesante (NIH, 2015)

L'effetto indesiderato più comune riportato dalle persone che assumono sumatriptan nasale è che lascia un sapore sgradevole in bocca (Smith, 2020). Altri effetti collaterali comuni sono mal di gola, irritazione o sensazione di formicolio al naso, nausea, vampate di calore o battito cardiaco irregolare o martellante (NIH, 2019).

Pazienti che usano autoiniezioni di sumatriptan può avere una reazione nel sito di iniezione, incluso arrossamento o irritazione o formicolio o sensazione di calore. Altri effetti collaterali includono crampi muscolari, nausea e vomito (NIH, 2017).

Alcuni effetti collaterali del sumatriptan possono essere più gravi. Sintomi come senso di oppressione alla gola, al collo, alla mascella o al torace , un battito cardiaco martellante, mancanza di respiro e dolori al petto sono tutti effetti collaterali potenzialmente gravi del sumatriptan (NIH, 2015). Questi segni possono anche essere sintomi di qualcos'altro, come ad esempio un infarto (FDA, 2013). Se si verifica uno di questi effetti collaterali, soprattutto se ha mai avuto problemi cardiaci o se si è a rischio di infarto, è importante che venga valutato da un operatore sanitario.

Chi non dovrebbe assumere sumatriptan?

Un operatore sanitario può scegliere un farmaco diverso per te se hai qualsiasi condizione o assumere farmaci che potrebbero rendere il sumatriptan potenzialmente dannoso per te. Ecco alcuni dei fattori di rischio.

quando ci sarà un viagra generico?

Malattie cardiache o condizioni vascolari: Il sumatriptan agisce restringendo i vasi sanguigni, il che significa che potrebbe essere dannoso per le persone che hanno malattie cardiache o altre condizioni dei vasi sanguigni (vascolari) . Questi includono malattia coronarica (CAD), un precedente infarto, attacchi ischemici transitori (TIA), angina di Prinzmetal, ipertensione, vasospasmi, malattia ischemica intestinale o una storia di ictus o ipertensione non controllata, tra le altre condizioni (FDA, 2013 ).

Il sumatriptan può anche causare aritmie (battiti cardiaci irregolari) (FDA, 2013). Fai sapere al tuo medico se hai avuto questa condizione in passato. Potrebbero esserci trattamenti alternativi che possono aiutare meglio ad alleviare le tue emicranie.

Interazioni farmacologiche: Sumatriptan non può essere combinato con farmaci contenenti ergot. Questi farmaci, che includono farmaci come Cafergot, Ergomar o Wigraine sono anche frequentemente prescritti per il trattamento dell'emicrania. Poiché sia ​​questi che i farmaci triptani come il sumatriptan restringono i vasi sanguigni, la loro combinazione può provocare gravi effetti collaterali e persino la morte.

Le linee guida attuali raccomandano di attendere almeno 24 ore tra l'assunzione di un farmaco per l'ergot e l'assunzione di un triptano. Inoltre, non combinare diversi farmaci triptani. (NIH, 2015). Informa il tuo medico di eventuali altri farmaci che stai assumendo. Il sumatriptan può essere molto pericoloso se combinato con altri farmaci , compresi alcuni farmaci usati per trattare l'ansia e la depressione, nonché i farmaci usati per trattare il morbo di Parkinson (FDA, 2013).

Malattia del fegato: Le persone con malattie del fegato potrebbero aver bisogno di una dose più bassa (FDA, 2013).

Fai sapere al tuo medico se :

  • Hai avuto una reazione allergica al sumatriptan o a qualsiasi ingrediente del farmaco
  • Hai una storia di convulsioni o qualsiasi altra condizione che ti rende incline alle convulsioni
  • Hai una storia di ictus o attacco ischemico transitorio (TIA)

Se sei preoccupato se il tuo farmaco per l'emicrania è sicuro, parla con il tuo medico. Comprendere come funziona il tuo farmaco e i fattori di rischio significherà che sarai armato delle conoscenze per aiutarti a usare i tuoi farmaci per l'emicrania in modo sicuro ed efficace.

Riferimenti

  1. Ahn, A.H., & Basbaum, A.I. (2005). Dove agiscono i triptani nel trattamento dell'emicrania? Dolore, 115(1), 1-4. https://doi.org/10.1016/j.pain.2005.03.008 Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1850935/
  2. Derry, C.J. (2014, 24 maggio). Sumatriptan (tutte le vie di somministrazione) per attacchi di emicrania acuti negli adulti - panoramica delle revisioni Cochrane. https://www.cochranelibrary.com/cdsr/doi/10.1002/14651858.CD009108.pub2/full
  3. Diener, H.-C., & Limmroth, V. (2004). Cefalea da abuso di farmaci: un problema mondiale. La neurologia della lancetta, 3(8), 475-483. https://doi.org/10.1016/s1474-4422(04)00824-5 Estratto l'11 settembre 2020 da https://www.thelancet.com/journals/laneur/article/PIIS1474-4422(04)00824-5/fulltext
  4. Friedman, D. I. (2016). La persona amata ha l'emicrania. Mal di testa: The Journal of Head and Face Pain, 56(8), 1368-1369. doi:10.1111/head.12880 Estratto l'11 settembre 2020 da: https://headachejournal.onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/head.12880
  5. GlaxoSmith Kline. (2013, novembre). Compresse Imitrex Sumatriptan succinato, etichetta approvata dalla FDA. Estratto il 3 settembre 2020 da https://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2013/020132s028,020626s025lbl.pdf
  6. Heller, J. L. (2018, aprile). Sindrome serotoninergica: Enciclopedia medica MedlinePlus. MedlinePlus. Recuperato da https://medlineplus.gov/ency/article/007272.htm
  7. Kristoffersen, E. S., & Lundqvist, C. (2014). Cefalea da abuso di farmaci: epidemiologia, diagnosi e trattamento. Progressi terapeutici nella sicurezza dei farmaci, 5 (2), 87-99. https://doi.org/10.1177/2042098614522683 Estratto l'11 settembre 2020 da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4110872/#bibr46-2042098614522683
  8. Law, S., Derry, S. e Moore, R.A. (2010). Sumatriptan più naprossene per l'emicrania acuta negli adulti. Database Cochrane di revisioni sistematiche. https://doi.org/10.1002/14651858.cd008541 , Estratto l'11 settembre 2020 da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4176624/
  9. Istituto Nazionale della Salute. (2015, novembre). Sumatriptan: informazioni sui farmaci MedlinePlus. MedlinePlus. Estratto il 3 settembre 2020 da https://medlineplus.gov/druginfo/meds/a601116.html
  10. Istituti Nazionali di Sanità. (2017, dicembre). Iniezione di sumatriptan: informazioni sul farmaco MedlinePlus. MedlinePlus. Estratto il 3 settembre 2020 da https://medlineplus.gov/druginfo/meds/a696023.html
  11. Istituto Nazionale della Salute. (2019, settembre). Sumatriptan nasale: informazioni sul farmaco MedlinePlus. MedlinePlus. Estratto il 3 settembre 2020 da https://medlineplus.gov/druginfo/meds/a614029.html
  12. Negro, A., Koverech, A., & Martelletti, P. (2018). Agonisti del recettore della serotonina nel trattamento acuto dell'emicrania: una rassegna sul loro potenziale terapeutico. Journal of Pain Research, Volume 11, 515-526. Recuperato da https://doi.org/10.2147/jpr.s132833
  13. Perry, C. M. e Markham, A. (1998). Sumatriptano. Droghe, 55(6), 889-922. https://doi.org/10.2165/00003495-199855060-00020
  14. Rothrock, J.F. (2010). Sumatriptan iniettabile: ora basato sull'ago o senza ago: AMF. Estratto il 10 settembre 2020 da https://americanmigrainefoundation.org/resource-library/injectable-sumatriptan-now-needle-based-needle-free/
  15. Smith, J.H. (2020, agosto). Trattamento acuto dell'emicrania negli adulti. Estratto il 3 settembre 2020 da https://www.uptodate.com/contents/acute-treatment-of-migraine-in-adults?topicRef=734&source=see_link
  16. Vorvick, L.J. (2019, maggio). Farmaci per il dolore – narcotici: MedlinePlus Medical Encyclopedia. MedlinePlus. Estratto il 3 settembre 2020 da https://medlineplus.gov/ency/article/007489.htm
  17. Worthington, I., Pringsheim, T., Gawel, M. J., Gladstone, J., Cooper, P., Dilli, E., … Becker, W. J. (2013). Linea guida della Canadian Headache Society: terapia farmacologica acuta per l'emicrania. Il Canadian Journal of Neurological Sciences, 40 (S3). Recuperato da https://doi.org/10.1017/s0317167100017819
Vedi altro