Losartan (bloccante del recettore dell'angiotensina) vs betabloccanti

Losartan (bloccante del recettore dell'angiotensina) vs betabloccanti

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Losartan non è un beta-bloccante. Losartan appartiene a una classe di farmaci chiamati bloccanti del recettore dell'angiotensina II, o ARB, che sono usati per trattare l'ipertensione. Questi sono diversi dai beta-bloccanti, un altro tipo di farmaco prescritto a volte usato per abbassare la pressione sanguigna.

I beta-bloccanti come atenololo e metoprololo sonorolo approvato dalla Food and Drug Administration statunitense per il trattamento ipertensione (ipertensione), battito cardiaco anormalmente veloce (tachicardia), battito cardiaco irregolare (aritmia) e insufficienza cardiaca congestizia, nonché per ridurre il rischio di infarto (Farzam, 2020). Sono per lo più abituati a regolare il ritmo cardiaco e aiuta a prevenire un secondo infarto heart in individui che ne hanno già avuto uno (Kühlkamp, ​​2002; Freemantle, 1999).



Vitali

  • Losartan non è un beta-bloccante, tuttavia, come i beta-bloccanti, anche il losartan (chiamato ARB o bloccante del recettore dell'angiotensina) è usato per trattare l'ipertensione.
  • Gli ARB abbassano la pressione sanguigna bloccando l'azione di un ormone che causa la costrizione dei vasi sanguigni, mentre i beta-bloccanti riducono la frequenza con cui batte il cuore.
  • Sebbene possano aiutare ad abbassare la pressione sanguigna, i beta-bloccanti non sono generalmente la prima scelta per il trattamento dell'ipertensione nella maggior parte dei pazienti.
  • I beta-bloccanti sono usati principalmente per regolare il ritmo cardiaco e ridurre il rischio di un secondo infarto in pazienti che ne hanno già avuto uno.

In generale, questi farmaci abbassano la pressione sanguigna facendo battere il cuore più lentamente e con meno forza bloccando un ormone chiamato adrenalina , che viene rilasciato dal tuo corpo durante i periodi di stress (Frishman, 2010). Questo effetto è anche il motivo per cui sono off-label comunemente usato per trattare l'ansia da prestazione (Newman, 2013).

quanto tempo impiega il retin per lavorare sull'acne?

Alcuni beta-bloccanti agiscono solo sul cuore, mentre altri agiscono anche sui vasi sanguigni, aprendoli per migliorare il flusso sanguigno e abbassare la pressione sanguigna. Nonostante la loro capacità di abbassare la pressione sanguigna, farmaci da prescrizione diversi dai beta-bloccanti in genere non sono la prima scelta per il trattamento della pressione alta nella maggior parte dei pazienti (James, 2014).



come aumentare il numero di spermatozoi e il volume

Sebbene i beta-bloccanti possano essere prescritti da soli, sono anche usati in combinazione con altri farmaci. La ricerca passata ha scoperto che combinandoli con un altro tipo di medicinale per la pressione sanguigna chiamato ACE-inibitori possono aumentare il loro beneficio per i pazienti con determinate condizioni cardiache (Vantrimpont, 1997).

Come i beta-bloccanti, anche gli ARB sono farmaci per la pressione sanguigna, ma abbassano la pressione sanguigna in un modo diverso. ARB bloccare l'azione di un diverso ormone chiamato angiotensina II (Burner, 2001). L'angiotensina II, che viene prodotta naturalmente dal nostro corpo, provoca la costrizione dei vasi sanguigni e dice ai nostri reni di trattenere l'acqua, e una quantità eccessiva di questo ormone può portare a un'ipertensione nel tempo. Farmaci come il losartan impediscono all'ormone di agire nel nostro corpo per abbassare la pressione sanguigna (DailyMed, 2020).

Annuncio pubblicitario



Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più

Cos'è il losartan?

Losartan appartiene a una classe di farmaci chiamati bloccanti del recettore dell'angiotensina (ARB). Questo farmaco da prescrizione è approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti per il trattamento ipertensione (ipertensione), rischio di ictus e problemi renali dovuti al diabete (DailyMed, 2020). è può essere utilizzato anche off-label per aiutare le persone con insufficienza cardiaca che non possono assumere alcuni altri farmaci per abbassare la pressione sanguigna e può essere usato per trattare la malattia renale non diabetica (UpToDate, n.d.).

Losartan è disponibile sia come compresse di losartan potassico generiche che con il marchio Cozaar. Le compresse sono disponibili in dosaggi da 25 mg, 50 mg e 100 mg.

come funziona buspar sul cervello?

Potenziali effetti collaterali di losartan

Gli effetti indesiderati comuni del losartan dipendono dalla condizione trattata. Nelle persone con pressione alta, gli effetti collaterali più comuni di losartan includono vertigini, naso chiuso e mal di schiena. Negli individui con diabete di tipo 2 che assumono losartan per gestire problemi ai reni, gli effetti collaterali più comuni sono dolore toracico, diarrea, alti livelli di potassio nel sangue, bassa pressione sanguigna, ipoglicemia e stanchezza (FDA, 2018).

Con losartan sono possibili effetti collaterali gravi e possono includere gravi reazioni allergiche, inclusi orticaria, prurito, eruzioni cutanee e problemi di respirazione, bassa pressione sanguigna (ipotensione), potassio nel sangue alto (iperkaliemia) e alterazioni della funzione renale che possono includere insufficienza renale in alcuni casi (DailyMed, 2020).

Poiché alti livelli ematici di potassio possono essere pericolosi, potrebbe essere necessario evitare cibi ad alto contenuto di potassio durante l'assunzione di ARB. La ricerca passata suggerisce che l'alto contenuto di potassio nella dieta può essere sicuro per le persone con una corretta funzionalità renale (Malta, 2016).

i migliori farmaci da banco

Coloro che assumono ARB come il losartan che hanno già problemi ai reni come la malattia renale cronica (CKD) potrebbe essere necessario limitare gli alimenti ad alto contenuto di potassio come patate, pomodori, arance e banane, tuttavia (Han, 2013). Dovrebbero essere evitati anche i sostituti del sale che utilizzano cloruro di potassio e integratori di potassio.

Losartan possono anche causare gravi effetti avversi se combinati con determinati farmaci. Non deve essere miscelato con litio, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) (come ibuprofene e naprossene), ACE inibitori e aliskiren, un altro tipo di farmaco utilizzato anche per abbassare la pressione sanguigna (DailyMed, 2020).

Fai sapere al tuo medico se sei incinta o stai pianificando una gravidanza. Se assunto durante la gravidanza, il losartan può causare lesioni fetali e persino la morte (FDA, 2018). Informa il tuo medico o il farmacista di qualsiasi altro farmaco o integratore che stai assumendo prima di iniziare il losartan per assicurarti di ricevere i consigli sanitari più accurati.

Riferimenti

  1. DailyMed – Losartan Compresse di potassio 25 mg, rivestite con film (2020). Recuperato da https://dailymed.nlm.nih.gov/dailymed/drugInfo.cfm?setid=a3f034a4-c65b-4f53-9f2e-fef80c260b84
  2. Farzam, K. e Jan, A. (2020). Beta-bloccanti. L'isola del tesoro, FL: StatPearls Publishing. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK532906/
  3. Food and Drug Administration (FDA). (2018, ottobre). Etichetta Cozaar (losartan potassio). Recuperato da https://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2018/020386s062lbl.pdf
  4. Freemantle, N., Cleland, J., Young, P., Mason, J., & Harrison, J. (1999). beta blocco dopo infarto miocardico: revisione sistematica e analisi di meta regressione. BMJ (Ricerca clinica ed.), 318 (7200), 1730-1737. doi:10.1136/bmj.318.72000.1730. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC31101/
  5. Frishman, WH, Cheng-Lai, A., & Nawarskas, J. (2005). Bloccanti beta-adrenergici. In Attuali farmaci cardiovascolari (pp. 152-186). Filadelfia, PA: Current Medicine LLC. Recuperato da https://books.google.com/books?id=y3R1Vd3NHqcC&pg=PA152&dq=mode+of+action+of+beta+blockers&hl=en#v=onepage&q=mode%20of%20action%20of%20beta%20blockers&f=false
  6. Han, H. (2013). Farmaci per la pressione sanguigna: ACE-I/ARB e malattia renale cronica. Journal of Renal Nutrition, 23, e105-e107. Recuperato da https://www.jrnjournal.org/article/S1051-2276%2813%2900152-0/pdf
  7. James, P. A., Oparil, S., Carter, B. L., Cushman, W. C., Dennison-Himmelfarb, C., Handler, J., . . . Ortiz, E. (2014). 2014 Linee guida basate sull'evidenza per la gestione dell'ipertensione negli adulti. Jama, 311(5), 507-520. doi:10.1001/jama.2013.284427. Recuperato da https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/1791497
  8. Kühlkamp, ​​V., Bosch, R., Mewis, C., & Seipel, L. (2002). Uso dei beta-bloccanti nella fibrillazione atriale. Giornale americano dei farmaci cardiovascolari, 2 (1), 37-42. doi:10.2165/00129784-2020202010-00005. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/14727997/
  9. Malta, D., Arcand, J., Ravindran, A., Floras, V., Allard, J. P. e Newton, G. E. (2016). Un'adeguata assunzione di potassio non causa iperkaliemia in soggetti ipertesi che assumono farmaci che antagonizzano il sistema renina angiotensina aldosterone. L'American Journal of Clinical Nutrition, 104 (4), 990-994. doi:10.3945/ajcn.115.129635. Recuperato da https://academic.oup.com/ajcn/article/104/4/990/4557116
  10. Fondazione nazionale del rene. (2020, 26 agosto). Cos'è l'iperkaliemia? Recuperato da https://www.kidney.org/atoz/content/what-hyperkalemia
  11. Newman, W. J., Xiong, G. L. e Barnhorst, A. V. (2013). Beta-bloccanti. Revisione psicofarmaceutica, 48(10), 73-80. doi:10.1097/01.psyphr.0000436763.15959.dc. Recuperato da https://journals.lww.com/psychopharmrev/Citation/2013/10000/Beta_Blockers___Off_Label_Use_in_Psychiatric.1.aspx
  12. Vantrimpont, P., Rouleau, J. L., Wun, C., Ciampi, A., Klein, M., Sussex, B., . . . Pfeffer, M. (1997). Effetti benefici additivi dei beta-bloccanti sugli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina nello studio SAVE (Survival and Ventricular Enlargement) fn1fn1 Questo studio è stato supportato da una sovvenzione università-industria del Medical Research Council, Ottawa, Ontario, Canada e Bristol Myers Squibb, Montreal , Québec, Canada. Giornale dell'American College of Cardiology, 29(2), 229-236. doi:10.1016/s0735-1097(96)00489-5. Recuperato da https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0735109796004895?via%3Dihub
Vedi altro