L'uomo con un'erezione di due giorni ha una parte del suo pene amputata dopo aver sviluppato la cancrena

L'uomo con un'erezione di due giorni ha una parte del suo pene amputata dopo aver sviluppato la cancrena

UN UOMO che ha avuto un'erezione per due giorni ha dovuto subire l'amputazione della punta del pene dopo aver sviluppato la cancrena.

L'uomo senza nome, dall'India, è andato prima in ospedale perché non riusciva a liberarsi di un'erezione 'dolorosa e prolungata'.

Un uomo che ha avuto un'erezione per due giorni ha dovuto subire l'amputazione dell'estremità del pene dopo aver sviluppato la cancrena

I medici hanno drenato il sangue ma sono riusciti a lasciare un catetere, che ha rapidamente fatto diventare nera la testa del suo pene.

Quando il 52enne è tornato in ospedale, c'era così tanto tessuto morto che i chirurghi non hanno avuto altra scelta che amputare.

Tre settimane dopo l'intervento che gli ha cambiato la vita, l'uomo è stato in grado di urinare normalmente e aveva una 'ferita sana'.

Il caso straordinario, della King George's Medical University di Lucknow, è stato pubblicato su una rivista medica, secondo un articolo di Segnalazioni di casi BMJ .

Willy doloroso

Per prima cosa è andato dal medico che soffriva di priapismo - il termine medico per un'erezione persistente e dolorosa del pene - per 48 ore.

Il priapismo è considerato un'emergenza medica se dura più di due ore.

Non è chiaro cosa abbia scatenato la condizione dolorosa di quest'uomo, ma secondo il SSN può essere causato da anemia falciforme, droghe illegali e legali o dall'assunzione di rimedi per l'erezione come il Viagra.

Cosa fare se si soffre di priapismo?

Il priapismo è un'erezione dolorosa di lunga durata. Può causare danni permanenti al pene se non trattata rapidamente.

Fare:

  • prova a fare pipì
  • fare un bagno o una doccia calda
  • bevi tanta acqua
  • vai a fare una passeggiata tranquilla
  • prova esercizi, come squat o corsa sul posto
  • prendi antidolorifici come il paracetemolo se necessario

Non:

  • non applicare impacchi di ghiaccio o acqua fredda sul pene: questo può peggiorare le cose
  • non fare sesso o masturbarsi - non farà andare via la tua erezione
  • non bere alcolici
  • non fumare

Fonte: NHS

Inizialmente, i chirurghi hanno trattato il suo priapismo inserendo uno shunt nel suo pene, un dispositivo destinato a deviare il flusso lì.

Hanno anche inserito un catetere urinario e l'hanno avvolto in una medicazione compressiva.

Ma il giorno dopo, la testa del suo pene, che era diventata flaccida, iniziò a diventare nera.

Il dottor Saqib Mehdi, che ha curato il paziente, ha scritto nel rapporto del caso: 'Abbiamo rimosso il suo catetere uretrale.

'Ma il giorno dopo il colore nero del glande si è ulteriormente intensificato ed è diventata visibile una linea di demarcazione netta tra esso e l'asta del pene'.

Il dottor Mehdi ha suggerito che il catetere e la medicazione indossati dopo la procedura iniziale avrebbero potuto innescare la cancrena, la morte irreversibile della pelle e della carne.

Poiché la cancrena non poteva essere curata, l'unica opzione era l'amputazione della testa del pene.

I medici dicono che è stato dimesso 48 ore dopo l'intervento e si stava riprendendo bene.

Al paziente della Sex Clinic viene detto che deve 'lavarsi il pene' dopo una confessione shock