Metformina: potenziali interazioni ed effetti collaterali

Metformina: potenziali interazioni ed effetti collaterali

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Non pensiamo sempre all'alcol come una droga, ma è potente! Interferisce con molti farmaci e può essere pericoloso per le persone con determinate condizioni bere.

Prima di iniziare la metformina (o qualsiasi farmaco), è importante conoscere eventuali interazioni farmacologiche e se puoi bere alcolici mentre lo prendi. Il tuo medico sarà in grado di rispondere alle tue domande se non sei sicuro di qualcosa.



Vitali

  • La metformina è un farmaco efficace per il diabete usato per trattare il diabete mellito di tipo 2. È anche usato off-label per trattare il prediabete e la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS).
  • Va bene bere una quantità moderata di alcol mentre si è sotto metformina: un drink per le donne e due drink per gli uomini al giorno. Se bevi più di così, potrebbe essere necessario ridurre l'assunzione di alcol prima di iniziare la metformina poiché il consumo eccessivo può aumentare il rischio di una condizione chiamata acidosi lattica.
  • L'acidosi lattica è quando i livelli di acido lattico nel sangue sono pericolosamente alti. È una rara complicanza associata alla metformina ed è l'unico effetto avverso pericoloso per la vita della metformina di cui siamo a conoscenza.
  • Gli effetti collaterali più comuni della metformina sono diarrea, nausea, vomito, crampi, mal di stomaco e altri sintomi gastrointestinali.

Puoi bere alcolici durante l'assunzione di metformina?

Non ci sono controindicazioni specifiche per bere alcolici, in quantità moderate, durante l'assunzione di metformina. Secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti , bere moderato generalmente significa un drink al giorno per le donne e due drink al giorno per gli uomini (2015). Tuttavia, il binge drinking o l'uso di alcol pesante non è raccomandato durante la metformina. Ecco perché:

Annuncio pubblicitario



Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

cosa fa la clindamicina per l'acne?
Per saperne di più

La metformina può causare acidosi lattica

Il motivo per cui bere molto non è una buona idea durante l'assunzione di metformina è a causa dell'aumento del rischio di acidosi lattica. La metformina è un farmaco molto sicuro con quasi nessun effetto avverso, ma in casi estremamente rari , è stato associato a una condizione chiamata acidosi lattica, quando c'è un pericoloso aumento dell'acido lattico nel sangue (Stang, 1999). Questo può portare a insufficienza renale o epatica.



L'associazione tra metformina e acidosi lattica è così rara che alcuni ricercatori credo che non valga la pena preoccuparsene affatto (Misbin, 2004).

Anche se il rischio è molto basso, non è raccomandato per le persone ad alto rischio di sviluppare acidosi lattica assumere metformina. Ciò include le persone con funzionalità renale gravemente ridotta o malattia epatica avanzata, nonché le persone che bevono molto alcol.

Come funziona la metformina? I ricercatori non lo sanno esattamente

8 minuti di lettura

L'alcol può aumentare il rischio di acidosi lattica

Poiché c'è una preoccupazione per l'aumento del rischio di acidosi lattica durante l'assunzione di metformina, non è una buona idea mescolare la metformina con un forte consumo di alcol. Questo perché l'alcol stesso aumenta il rischio di acidosi lattica (Fulp, 1989). Anche piccole quantità di alcol causano un accumulo di acido lattico nel sangue, ma non abbastanza da preoccupare il consumo moderato. Più bevi, più acido lattico aumenta nel sangue e maggiore è il rischio di sviluppare acidosi lattica.

C'è anche un aumento del rischio di acidosi lattica nelle persone con gravi problemi al fegato, che possono verificarsi con un uso eccessivo prolungato di alcol.

È importante che tu sia aperto e onesto con i tuoi operatori sanitari sulle tue abitudini di consumo e che segua attentamente i loro consigli medici.

Altre interazioni con metformina

L'alcol non è l'unica droga che potrebbe interagire con metformina (Maiden, 2017). Ecco alcune altre possibili interazioni farmacologiche:

  • Contrasto iodato (usato nei test di imaging)
  • Alcuni farmaci antitumorali (in particolare vandetanib e farmaci che rientrano nella classe chiamata inibitori della tirosin-chinasi)
  • Alcuni farmaci antimicrobici (come cefalexina e rifampicina)

C'è anche una possibile interazione con alcuni farmaci per l'HIV, come dolutegravir (Canzone, 2016).

La maggior parte di queste interazioni sono segnalate per lo stesso motivo del consumo eccessivo di alcol, perché l'assunzione di questi farmaci può aumentare i livelli di acido lattico nel corpo. Poiché esiste una rara possibilità di sviluppare acidosi lattica durante la terapia con metformina, c'è preoccupazione per l'assunzione di qualsiasi altra cosa che possa aumentare ulteriormente i livelli di acido lattico.

Se stai assumendo uno di questi farmaci, ciò non significa necessariamente che la metformina sia fuori dal tavolo per te. Il tuo medico potrebbe semplicemente volerti monitorare da vicino.

Cosa non dovresti mangiare durante l'assunzione di metformina?

Anche se non dovresti bere troppo alcol durante l'assunzione di metformina, puoi mangiare tutto ciò che ti piace con questo farmaco. Alcuni farmaci hanno restrizioni sul consumo di pompelmo o cibi ricchi di grassi, ma non ci sono restrizioni come questa con la metformina.

Carboidrati e dimagrimento: cosa mostra la ricerca

3 minuti di lettura

Si raccomanda di assumere metformina con il cibo per ridurre eventuali sintomi gastrointestinali (GI), che sono abbastanza comune con metformina (Cofano, 2016).

Problemi di sicurezza con metformina

La metformina potrebbe avere molti effetti collaterali gastrointestinali, ma lo è abbastanza sicuro , e anche le persone che hanno effetti collaterali di solito possono tollerare questo farmaco (Diabetes Prevention Program Research Group, 2012). Non solo è sicuro, ma c'è anche ricerca dimostrando che la metformina può ridurre i tassi di mortalità per cause legate al diabete, così come tutte le altre cause nei pazienti con diabete di tipo 2 (Markowicz-Piasecka, 2017).

L'acidosi lattica è l'unica possibile complicanza avversa grave associata alla metformina, ma è estremamente rara ( Così raro che alcuni ricercatori pensano che non sia affatto motivo di preoccupazione) (Misbin, 2004).

Tuttavia, è importante stare attenti a evitare tutto ciò che può aumentare il rischio di acidosi lattica durante l'assunzione di metformina, come il consumo eccessivo di alcol. Allo stesso modo, la metformina non è raccomandata anche per i pazienti con malattia epatica o renale avanzata poiché queste persone sono a maggior rischio di sviluppare acidosi lattica. c'è nessuna controindicazione per i pazienti con malattia renale da lieve a moderata, ma questi pazienti potrebbero dover essere monitorati più da vicino (MacCallum, 2019).

Ad un certo punto, la metformina era considerata non sicura per i pazienti con una storia di infarto o insufficienza cardiaca congestizia (CHF), ma è stato dimostrato di essere al sicuro —e forse anche benefico—in questi pazienti (Tahrani, 2007).

Puoi semplicemente smettere di prendere metformina?

Come qualsiasi farmaco, è importante seguire il consiglio medico del proprio medico se si desidera interrompere l'assunzione di metformina. Non c'è pericolo nello smettere, ma il tuo medico vorrà sapere perché stai pensando di interrompere la metformina in modo che possa assicurarsi che tu stia assumendo i farmaci e i dosaggi giusti per aiutare la tua condizione.

Se interrompi l'assunzione di metformina, cesseranno anche tutti gli effetti positivi del farmaco.

Avvertenze sulla metformina

C'è uno avviso in scatola dalla FDA per la metformina (Crowley, 2016). L'etichetta informativa del farmaco mette in guardia contro chiunque abbia una malattia renale avanzata dall'assunzione di metformina a causa dell'aumento del rischio di acidosi lattica.

Cosa viene usata per trattare la metformina?

La metformina è solo approvata dalla FDA per il trattamento del diabete di tipo 2, ma è spesso usata anche nei pazienti con insulino-resistenza moderata (prediabete) per impedire che la loro condizione progredisca in diabete (Lilly, 2009).

Alcuni ricercatori pensano che la metformina abbia il potenziale per essere il droga perfetta per il trattamento di un'ampia gamma di condizioni mediche (Markowicz-Piasecka, 2017). Non abbiamo ancora abbastanza ricerche, ma ci sono alcune prove promettenti che la metformina potrebbe essere utile in altre condizioni, come il cancro, le malattie cardiache e l'invecchiamento. Per ora, però, la metformina non è usata per trattare queste condizioni.

Esiste, tuttavia, un uso off-label della metformina su cui molti operatori sanitari fanno affidamento con i loro pazienti. Sebbene non sia approvato dalla FDA per questo scopo, la metformina è abbastanza efficace a trattamento della sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) , una condizione che causa molti sintomi ormonali nelle donne (Johnson, 2014). Questi possono variare da sintomi lievi come l'acne e la crescita eccessiva dei peli a sintomi gravi come l'infertilità e la perdita precoce della gravidanza.

In che modo la metformina tratta il diabete di tipo 2?

La metformina funziona da diminuzione della produzione di glucosio nel fegato, che abbassa i livelli di zucchero nel sangue e migliora il controllo glicemico e la sensibilità all'insulina (Lv, 2020). Questa è una funzione importante per le persone con diabete di tipo 2 poiché le loro cellule non elaborano correttamente l'insulina, il che fa sì che i loro livelli di glucosio nel sangue siano molto più alti di quanto dovrebbero essere.

La metformina funziona bene insieme ai cambiamenti chiave dello stile di vita per riportare lo zucchero nel sangue a un livello sano. Tieni presente che i sintomi gastrointestinali sono piuttosto comuni, tuttavia, durante l'assunzione di metformina, poiché viene assorbita principalmente nell'intestino tenue e causa alcuni importanti reazioni nell'intestino , compreso l'aumento dell'acido biliare e la modifica del microbioma intestinale (McCreight, 2016).

Cos'è il glucofago?

glucofagophag è uno dei marchi più comunemente prescritti per la metformina (National Library of Medicine, 2018). È disponibile in una formula a rilascio immediato, da assumere due volte al giorno, e come compressa a rilascio prolungato (chiamata Glucophage XR), da assumere una volta al giorno. La versione a rilascio prolungato è spesso la scelta migliore se si verificano sintomi gastrointestinali con la formula a rilascio immediato (Jabbour, 2011).

Il tuo medico potrebbe anche prescrivere uno degli altri marchi di metformina: Glumetza, Riomet o Fortamet. Indipendentemente dal nome sulla bottiglia, fare attenzione a non esagerare con il consumo di alcol durante l'assunzione di questo farmaco.

Effetti indesiderati comuni di metformina

Uno dei possibili aspetti negativi della metformina è il suo profilo di effetti collaterali. Le maggiori lamentele sono Sintomi gastrointestinali , come nausea, diarrea, vomito, sapore metallico in bocca e dolore addominale (Bonnet, 2016). Questi sintomi possono verificarsi in fino al 25% delle persone , ma sono generalmente lievi e tollerabili. Solo il 5% circa delle persone ha bisogno di interrompere la metformina a causa di gravi sintomi gastrointestinali (McCreight, 2016).

L'assunzione di metformina a stomaco vuoto può rendere più probabili i sintomi gastrointestinali, quindi potresti volerla assumere con il cibo. Il tuo medico può anche iniziare con una dose più bassa e aumentare lentamente il dosaggio o passare alla metformina a rilascio prolungato per cercare di evitare i sintomi gastrointestinali.

Un altro effetto collaterale noto è la carenza di vitamina B12, che può verificarsi in fino al 20% dei pazienti (de Jager, 2010). Il tuo medico può raccomandare un integratore di vitamina B12 se i tuoi livelli scendono troppo.

L'effetto collaterale più grave associato alla metformina è acidosi lattica , ma questo è molto raro (Foucher, 2020). L'acidosi lattica è quando i livelli di acido lattico nel sangue diventano pericolosamente alti. Questo è il motivo per cui non è consigliabile bere alcolici pesantemente durante l'assunzione di metformina poiché la combinazione di metformina e alcol eccessivo può aumentare i livelli di acido lattico nel sangue.

viagra con il cibo o a stomaco vuoto

Metformina diarrea Met

L'effetto collaterale gastrointestinale più comune della metformina è la diarrea, che colpisce oltre il 60% dei pazienti che lamentano sintomi gastrointestinali (Fatima, 2018).

Non sappiamo con certezza perché la diarrea sia così comune con la metformina, ma è probabile che l'assunzione di metformina provochi l'aspirazione di più liquidi nell'intestino aumentando le contrazioni muscolari nel tratto gastrointestinale. Il modo in cui funziona è che la metformina riduce la quantità di sali biliari che vengono assorbiti nell'intestino mentre aumenta la segnalazione della serotonina nell'intestino.

Anche senza metformina, tuttavia, i pazienti con diabete di tipo 2 manifestano diarrea a tassi più elevati rispetto al resto della popolazione. circa il 20% di tutti i pazienti con diabete di tipo 2 (Gould, 2009). Quindi, è possibile che l'aggiunta di metformina nel mix aggravi solo questo problema. Ben il 50% dei pazienti con diabete che assumono metformina manifesta diarrea come effetto collaterale.

La metformina può causare la perdita di peso?

Uno dei motivi per cui molti pazienti e operatori sanitari amano la metformina è che può contribuire a modesta perdita di peso (Apolzan, 2019). Per lo meno, non causa aumento di peso.

Molti pazienti con diabete di tipo 2 sono preoccupati per l'aumento di peso sui loro farmaci poiché l'aumento di peso è così comune con altri farmaci usati per il diabete di tipo 2 (Provilus, 2011). Questi includono una classe di farmaci chiamati sulfoniluree (alcuni esempi sono glimepiride, glipizide e gliburide), un'altra classe chiamata tiazolidinedioni o TZD (Avandia e Actos sono i due farmaci di questa classe) e l'insulina.

Sii aperto con il tuo medico

Prima di iniziare con la metformina, informa il tuo medico della tua storia medica completa, compresi i farmaci che stai assumendo. Se bevi più di una quantità moderata di alcol, condividi queste informazioni in modo da poter lavorare con il tuo medico per capire un buon piano di trattamento.

Riferimenti

  1. Apolzan, J. W., Venditti, E. M., Edelstein, S. L., Knowler, W. C., Dabelea, D., Boyko, E. J., . . . Gadde, K. M. (2019). Perdita di peso a lungo termine con metformina o intervento sullo stile di vita nel programma di prevenzione del diabete Risultati dello studio [Abstract]. Annali di medicina interna, 170(10), 682-690. doi:10.7326/M18-1605. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/3100939/
  2. Bonnet, F., & Scheen, A. (2016). Comprensione e superamento dell'intolleranza gastrointestinale alla metformina. Diabete, obesità e metabolismo, 19(4). doi:10.1111/dom.12854. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27987248/
  3. Crowley, M.J., Diamantidis, C.J., & McDuffie, J.R. (2016). Uso di metformina in pazienti con controindicazioni o precauzioni storiche. Washington (DC): Dipartimento degli affari dei veterani (USA). APPENDICE A, ANNUNCI DELLA FDA SULLA SICUREZZA PER LA METFORMINA. Disponibile da: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK409379/
  4. De Jager, J., Kooy, A., Lehert, P., Wulffelé, M. G., Van der Kolk, J., Verburg, J., . . . Stehouwer, C.D. (2010). Trattamento a lungo termine con metformina in pazienti con diabete di tipo 2 e rischio di carenza di vitamina B-12: studio randomizzato controllato con placebo [Abstract]. BMJ, 340 (C2181). doi:10.1136/bmj.c2181. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/20488910/
  5. Il gruppo di ricerca del programma di prevenzione del diabete. (2012). Sicurezza a lungo termine, tollerabilità e perdita di peso associate alla metformina nello studio sugli esiti del programma di prevenzione del diabete. Cura del diabete, 35(4), 731-737. doi: 10.2337/dc11-1299. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3308305/
  6. Fatima, M., Sadeeqa, S. e Nazir, S. U. (2018). Metformina e i suoi problemi gastrointestinali: una revisione. Ricerca biomedica, 29(11). doi:10.4066/biomedicalresearch.40-18-526. https://www.alliedacademies.org/articles/metformin-and-its-gastrointestinal-problems-a-review-10324.html
  7. Foucher, C. D., & Tubben, R. E. (2020). Acidosi lattica. StatPearls. Estratto il 9 novembre 2020 da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK470202/
  8. Fulop, M. (1989). Alcolismo, chetoacidosi e acidosi lattica [Abstract]. Recensioni di diabete/metabolismo, 5(4), 365-378. doi:10.1002/dmr.5610050404. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/2656160/
  9. Gould, M., & Sellin, J. H. (2009). Diarrea diabetica. Rapporti attuali di gastroenterologia, 11(5), 354-359. doi:10.1007/s11894-009-0054-y. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/19765362/
  10. Jabbour, S., & Ziring, B. (2011). Vantaggi della metformina a rilascio prolungato nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 [Abstract]. Medicina post-laurea, 123 (1), 15-23. doi:10.3810/pgm.2011.01.2241. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21293080/
  11. Johnson, N.P. (2014). Uso di metformina nelle donne con sindrome dell'ovaio policistico. Annali di medicina traslazionale, 2(6), 56a ser. doi:10.3978/j.issn.2305-5839.2014.04.15. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4200666/
  12. Lilly, M., & Godwin, M. (2009). Trattamento del prediabete con metformina: revisione sistematica e meta-analisi. Medico di famiglia canadese, 55 (4), 363-369. Estratto l'11 novembre 2020 da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2669003/
  13. Lv, Z., & Guo, Y. (2020). Metformina e i suoi benefici per varie malattie. Frontiere in endocrinologia, 11(191). doi:0.3389/fendo.2020.00191. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7212476/
  14. MacCallum, L., & Senior, P. A. (2019). Uso sicuro della metformina negli adulti con diabete di tipo 2 e malattia renale cronica: sono essenziali dosaggi più bassi e istruzione per il giorno della malattia [Abstract]. Canadian Journal of Diabetes, 43 (1), 76-80. doi:10.1016/j.jcjd.2018.04.004. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30061044/
  15. Maideen, N. M., Jumale, A. e Balasubramaniam, R. (2017). Interazioni farmacologiche della metformina che coinvolgono proteine ​​trasportatrici di farmaci. Bollettino farmaceutico avanzato, 7(4), 501-505. doi:10.15171/apb.2017.062. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5788205/
  16. Markowicz-Piasecka, M., Huttunen, K. M., Mateusiak, , Mikiciuk-Olasik, E., & Sikora, J. (2017). La metformina è un farmaco perfetto? Aggiornamenti in farmacocinetica e farmacodinamica. Progettazione farmaceutica attuale, (23), 2532-2550. doi: 10.2174 / 1381612822666161201152941. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27908266/
  17. McCreight, L. J., Bailey, C. J. e Pearson, E. R. (2016). Metformina e tratto gastrointestinale. Diabetologia, (59), 426-435. doi:10.1007/s00125-015-3844-9. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4742508/
  18. Misbin, R. I. (2004). Il fantasma dell'acidosi lattica dovuta alla metformina nei pazienti con diabete. Cura del diabete, 27(7), 1791-1793. doi:10.2337/diacare.27.7.1791. https://care.diabetesjournals.org/content/27/7/1791
  19. Biblioteca Nazionale di Medicina. (2018). DailyMed: Glucophage – compressa di metformina cloridrato, rivestita con film; Glucophage XR – compressa di metformina cloridrato, a rilascio prolungato. Estratto il 10 novembre 2020 da https://dailymed.nlm.nih.gov/dailymed/drugInfo.cfm?setid=4a0166c7-7097-4e4a-9036-6c9a60d08fc6
  20. Provlus, A., Abdallah, M., & McFarlane, S. I. (2011). Aumento di peso associato a farmaci antidiabetici. Terapia, 8(2), 113-120. doi:10.2217/TI.11.8. https://www.openaccessjournals.com/articles/weight-gain-associated-with-antidiabetic-medications.pdf
  21. Song, I. H., Zong, J., Borland, J., Jerva, F., Wynne, B., Zamek-Gliszczynski, M. J., . . . Choukour, M. (2016). L'effetto di dolutegravir sulla farmacocinetica della metformina in soggetti sani [Abstract]. Giornale delle sindromi da immunodeficienza acquisita, 72 (4), 400-407. doi:10.1097/QAI.0000000000000983. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4935531/
  22. Stang, M. (1999). Incidenza di acidosi lattica negli utilizzatori di metformina [Abstract]. Cura del diabete, 22(6), 925-927. doi:10.2337/diacare.22.6.925. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/10372243/
  23. Tahrani, A. A., Varughese, G. I., Scarpello, J. H., & Hanna, F. W. (2007). Metformina, insufficienza cardiaca e acidosi lattica: la metformina è assolutamente controindicata? BMJ, 335(7618), 508-512. doi:10.1136/bmj.39255.669444.AE. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1971167/
  24. Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti e Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti. Linee guida dietetiche 2015 – 2020 per gli americani. 8a edizione. 2015. Disponibile su https://health.gov/our-work/food-and-nutrition/2015-2020-dietary-guidelines/
Vedi altro