L'obesità come fattore di rischio per il COVID-19

L'obesità come fattore di rischio per il COVID-19

Importante

Le informazioni sul nuovo coronavirus (il virus che causa il COVID-19) sono in continua evoluzione. Aggiorneremo periodicamente il nostro nuovo contenuto sul coronavirus in base ai risultati sottoposti a revisione paritaria appena pubblicati a cui abbiamo accesso. Per le informazioni più affidabili e aggiornate, visitare il Sito web CDCC o il I consigli dell'OMS per il pubblico.

Cos'è l'obesità?

L'obesità è una condizione medica cronica comune, soprattutto negli Stati Uniti. Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) , oltre il 40% degli adulti americani ha l'obesità, che viene determinata utilizzando l'indice di massa corporea (BMI), una misurazione basata sul peso e l'altezza. Persone con un BMI di 30 kg/mDueo superiore sono considerati obesità. Questa condizione medica è più di un semplice problema di peso: l'obesità aumenta il rischio di molti altri problemi di salute, tra cui malattie cardiache, diabete e ipertensione. Nel caso della malattia da coronavirus 2019 (COVID-19), l'obesità aumenta anche il rischio di sviluppare un grave COVID-19, probabilmente più nelle persone di età inferiore ai 60 anni ( Accendino, 2020 ).

Vitali

  • L'obesità è una condizione medica cronica che colpisce più del 40% degli adulti americani
  • Diversi studi recenti suggeriscono fortemente che le persone con obesità hanno un rischio maggiore di avere gravi sintomi di COVID-19, portando al ricovero in ospedale e alla ventilazione meccanica.
  • L'obesità può aumentare il rischio di COVID-19 grave contribuendo alla riduzione della funzione polmonare e all'aumento della risposta del sistema immunitario.
  • Vaccinarsi è un buon modo per prevenire la diffusione del coronavirus e proteggere te stesso e chi ti circonda.

L'obesità come fattore di rischio per i sintomi gravi del COVID-19

Il COVID-19 colpisce alcuni gruppi di persone più di altri. L'età è un fattore di rischio significativo per avere sintomi gravi, in particolare se hai più di 64 anni o vivi in ​​una casa di cura. Lo stesso vale per il diabete o altre condizioni mediche croniche, come problemi ai polmoni o al cuore. Tuttavia, gli scienziati hanno recentemente scoperto che l'obesità è un altro fattore di rischio per la grave malattia da COVID-19, specialmente per le persone di età inferiore ai 60 anni. E non è solo perché l'obesità ti mette a rischio di altri problemi medici. Le persone con obesità, indipendentemente da altre condizioni di salute, sembrano sviluppare gravi sintomi di COVID-19 a un tasso più elevato rispetto alle persone senza obesità.

PER studia esaminando oltre 4.000 persone a New York che sono risultate positive al COVID-19 hanno scoperto che le persone con obesità avevano più del doppio delle probabilità di richiedere il ricovero in ospedale per COVID-19 rispetto a quelle senza (Petrilli, 2020). Di tutte le condizioni mediche croniche associate a sintomi critici di COVID-19, l'obesità si è classificata più in alto del diabete, delle malattie cardiache o dei problemi polmonari in questo particolare studia (Petrilli, 2020). Dati degli ospedali di New York hanno anche mostrato che le persone che avevano meno di 60 anni e avevano un BMI >35 kg/mDueavevano quasi il doppio delle probabilità di essere ricoverati nell'unità di terapia intensiva (ICU) (Lighter, 2020).

Annuncio pubblicitario

Incontra Plenity —uno strumento di gestione del peso approvato dalla FDA

come avere un'erezione forte

Plenity è una terapia solo su prescrizione. Per un uso sicuro e corretto di Plenity, parlare con un operatore sanitario o fare riferimento al Istruzioni per l'uso .

Per saperne di più

Altri dati dalla Francia hanno suggerito che c'era un più alto tasso di obesità nei pazienti COVID-19 che dovevano essere ricoverati in terapia intensiva (Simonnet, 2020). Inoltre, i pazienti con un BMI >35 kg/mDueintubazione richiesta (ventilazione meccanica) a causa di gravi sintomi di COVID-19 nel 90% dei casi (Simonnet, 2020). Guardando un ospedale in Cina nei mesi di gennaio e febbraio 2020, i ricercatori hanno notato che le persone con obesità avevano più del doppio delle probabilità di progredire verso una polmonite grave, indipendentemente da altre comorbidità (Qingxian, 2020). Molti di questi studi sono piccoli o esaminano solo una particolare popolazione e la maggior parte non è sottoposta a revisione paritaria. Gli scienziati stanno continuando a studiare il COVID-19, ma i dati suggeriscono fortemente un legame tra la grave malattia da COVID-19 e l'obesità.

Perché l'obesità aumenta il rischio?

Anche se studiamo il COVID-19 da dicembre 2019, ci sono molte cose al riguardo che semplicemente non sappiamo. Una cosa che sembra avere un ruolo in questa malattia sono i livelli più elevati di infiammazione e risposta del sistema immunitario nel corpo. Anche l'obesità tende a aumentare l'infiammazione , quindi questo potrebbe essere il motivo per cui le persone obese sono a maggior rischio di malattie gravi con COVID-19 (Petrilli, 2020). Un altro pensiero è che l'obesità può ridurre la funzione polmonare , rendendo le persone obese più soggette a problemi respiratori (Qingxian, 2020). Indipendentemente dalle teorie, le persone con obesità devono essere più vigili in quanto sono a maggior rischio di sviluppare sintomi gravi e di richiedere il ricovero in ospedale.

Cosa sai fare?

Indipendentemente dal fatto che tu abbia o meno l'obesità, puoi adottare misure per evitare di contrarre COVID-19. Vaccinarsi è un ottimo modo per proteggere te stesso e chi ti circonda dal contrarre il coronavirus. Ci sono molte risorse locali disponibili per trovare un sito di vaccinazione e ricorda che i vaccini COVID-19 sono sempre gratuiti. Parla con la tua farmacia locale per trovare il centro di vaccinazione più vicino a te.

Riferimenti

  1. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) – Coronavirus Disease 2019 (COVID-19). (2020, 23 aprile). Estratto il 27 aprile 2020 da https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/need-extra-precautions/index.html
  2. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). FastStats – Prevalenza del sovrappeso. (2016, 13 giugno). Estratto il 27 aprile 2020 da https://www.cdc.gov/nchs/fastats/obesity-overweight.htm
  3. Jennifer Lighter, MD, Michael Phillips, MD, Sarah Hochman, MD, Stephanie Sterling, MD, Diane Johnson, MD, Fritz Francois, MD, Anna Stachel, MPH. (2020) L'obesità nei pazienti di età inferiore ai 60 anni è un fattore di rischio per il ricovero ospedaliero per Covid-19, Clinical Infectious Diseases https://doi.org/10.1093/cid/ciaa415
  4. Petrilli, C., Jones, S., Yang, J., Rajagopalan, H., O'Donnell, L., & Chernyak, Y. et al. (2020). Fattori associati all'ospedalizzazione e alla malattia critica tra 4.103 pazienti con malattia COVID-19 a New York City. doi: 10.1101/2020.04.08.20057794, https://www.medrxiv.org/content/10.1101/2020.04.08.20057794v1
  5. Qingxian, C., Fengjuan, C., Fang, L., Xiaohui, L., Tao, W. e Qikai, W. et al. (2020). Obesità e gravità del COVID-19 in un ospedale designato a Shenzhen, in Cina. Preprint con The Lancet https://dx.doi.org/10.2139/ssrn.3556658, https://papers.ssrn.com/sol3/papers.cfm?abstract_id=3556658&fbclid=IwAR1d8yXcTO6l7lgAbw_eSidmXdtmtJyVLXWr3NuTL3G9FwkODpFrkKeeO40
  6. Simonnet, A., Chetboun, M., Poissy, J., Raverdy, V., Noulette, J., & Duhamel, A. et al. (2020). Alta prevalenza di obesità nella sindrome respiratoria acuta grave coronavirus-2 (SARS-CoV-2) che richiede ventilazione meccanica invasiva. Obesità. doi: 10.1002/oby.22831, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32271993
Vedi altro