Trapianto di pene: una recente scoperta scientifica


Trapianto di pene: una recente scoperta scientifica

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Può sembrare cibo per un film dell'orrore o un progetto mal concepito di Adam Sandler (che potrebbe essere la stessa cosa), ma il trapianto di pene è una vera procedura.



Almeno dall'aprile 2018, quando i chirurghi del Johns Hopkins Hospital hanno trapiantato un pene a un veterano dell'esercito americano che è stato gravemente ferito dopo aver incontrato un ordigno esplosivo in Afghanistan. Il paziente aveva perso le gambe e il pene; in una procedura di 14 ore, i chirurghi hanno eseguito un trapianto di pene e scroto da un donatore deceduto e hanno riparato parte della sua parete addominale.

Vitali

  • Un trapianto di pene è una procedura medica abbastanza nuova in cui il pene e lo scroto di un donatore deceduto vengono trapiantati su un ricevente vivente.
  • Un trapianto di pene è una procedura molto rara.
  • Un candidato per un trapianto di pene potrebbe aver perso tutto o parte del proprio pene a causa di lesioni o cancro.
  • Come con la maggior parte dei trapianti, la procedura comporta seri rischi.

Il paziente è stato dimesso dall'ospedale con un catetere vescicale per la minzione, ma i medici hanno detto che sarebbe stato rimosso entro poche settimane e che sarebbe stato in grado di avere un'erezione entro sei mesi. Siamo ottimisti che lo farà riacquistare funzioni urinarie e sessuali quasi normali , ha affermato W. P. Andrew Lee, direttore della chirurgia plastica e ricostruttiva presso la Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora, nel Maryland (Nitkin, 2018).

(La procedura non includeva i testicoli a causa di preoccupazioni etiche: qualsiasi sperma prodotto includerebbe materiale genetico del donatore deceduto.)



È una vera ferita da capogiro, non facile da accettare, ha detto il destinatario del trapianto, che ha chiesto di rimanere anonimo. Quando mi sono svegliato per la prima volta, mi sono sentito finalmente più normale... [con] anche un livello di fiducia. Fiducia... come se finalmente fossi a posto ora. (Nitkin, 2018)

Annuncio pubblicitario

come si curano le palline blu?

Ottieni $ 15 di sconto sul tuo primo ordine di trattamento per la disfunzione erettile



Un vero professionista sanitario autorizzato negli Stati Uniti esaminerà le tue informazioni e ti ricontatterà entro 24 ore.

perché gli uomini si svegliano con il legno mattutino?
Per saperne di più

Gli articoli di follow-up nel 2019 hanno rilevato che il paziente stava bene. Il suo ritorno alla funzione ha effettivamente superato le nostre aspettative, ha affermato il dottor Richard Redett, professore di chirurgia plastica e ricostruttiva presso la Johns Hopkins nel New England Journal of Medicine. Un anno e mezzo dopo il trapianto , il paziente è stato in grado di urinare normalmente, provare sensazioni ordinarie nel pene, avere erezioni quasi normali e raggiungere l'orgasmo (Cavalcanti, 2020).

Trapianto di pene è estremamente raro . La prima procedura di successo è stata eseguita nel 2014 quando un medico in Sud Africa ha attaccato un pene donatore a un uomo di 21 anni i cui genitali erano diventati cancrenosi dopo una circoncisione mal riuscita. Nel 2016, un'équipe chirurgica del Massachusetts General Hospital ha eseguito un trapianto su un uomo di 64 anni che aveva perso il pene a causa del cancro. Un'altra vittima sudafricana di una circoncisione mal eseguita ha ricevuto un trapianto l'anno successivo (Zaleski, 2020). Secondo quanto riferito, il primo trapianto di pene in assoluto è stato eseguito in Cina nel 2006, anche se secondo quanto riferito ha dovuto essere annullato.

Il Dott. Curtis Cetrulo, uno dei principali chirurghi del paziente di 64 anni, disse che tre anni dopo l'operazione, quel paziente stava vedendo risultati positivi simili al paziente della Johns Hopkins (Cavalcanti, 2020).

Motivi per il trapianto di pene

In rari casi, il pene può essere parzialmente o totalmente rimosso. Questi includono:

  • Traumi o lesioni
  • Cancro del pene (una forma di cancro molto rara)

Chi è un candidato?

Non è chiaro cosa renda qualcuno un candidato adatto per un pene trapiantato e la procedura non è ampiamente eseguita. Sono state sviluppate delle linee guida per una procedura più vecchia chiamata falloplastica (vedi Tipi di trapianti di pene di seguito), che viene anche utilizzata per costruire i genitali maschili per una persona che sta subendo un intervento chirurgico di affermazione del genere. Le indicazioni per la falloplastica includono assenza congenita, ipoplasia o malformazione del pene; trauma mutilante; genitali ambigui; infezione; e cause iatrogene, come le lesioni da circoncisione (Rashid, 2013).

Urto sul pene: ecco le solite cause

5 minuti di lettura

L'esercito degli Stati Uniti riferisce che circa 1.400 dei suoi membri subiscono una lesione genito-urinaria ogni anno, ma non si sa quanti di loro potrebbero beneficiare di un trapianto di pene.

quanto ginseng prendere per ed?

Il costo della procedura può variare da $ 300.000 a $ 400.000 e l'accordo standard per il donatore di organi non include tutti i problemi del corpo: il trapianto di pene non è nell'elenco. Quindi le squadre di trapianto devono avvicinarsi alle famiglie dei potenziali donatori deceduti. Il paziente della Johns Hopkins era in lista d'attesa per il trapianto da più di un anno.

La procedura

Il trapianto di pene è raro, costoso e complicato. Ma l'innesto di un pene da un donatore deceduto su un ricevente vivente è un'amalgama caotica che comporta la cucitura di vasi sanguigni e nervi larghi millimetri con minuscole suture, secondo il MIT Technology Review notato (Zaleski, 2019).

Tipi di trapianti di pene

Al momento del trapianto del paziente della Johns Hopkins, la procedura standard per ricostruire i genitali maschili era a falloplastica , un tubo arrotolato di tessuto, vasi sanguigni e nervi prelevato dall'avambraccio o dalla coscia e trapiantato all'inguine, un surrogato del pene che necessita di una pompa esterna per essere eretto (Zaleski, 2019).

C'è una differenza tra un pene circonciso e non circonciso?

4 minuti di lettura

Potenziali rischi e complicazioni

Come ogni paziente che riceve un trapianto di organo, i pazienti con trapianto di pene devono assumere farmaci immunosoppressori per garantire che i loro corpi non sviluppino una risposta immunitaria contro il tessuto estraneo, rigettando così l'organo trapiantato. L'immunosoppressione a lungo termine può compromettere la capacità del sistema immunitario di combattere malattie gravi come il cancro. Sia Redett che Cetrulo hanno evidenziato questo come un rischio coinvolto nella procedura.

Ma Cetrulo ha detto che il miglioramento della qualità della vita risulta dalla procedura giustificato i suoi rischi . Alcune persone potrebbero dire che questo tipo di trapianto cambia la vita, ma non salva la vita, quindi vale la pena rischiare? Egli ha detto. Penso che i nostri pazienti rispondano a questa domanda (Cavalcanti, 2020).

Riferimenti

  1. Cavalcanti e altri, A., Group, T., & Ibarrondo e altri, F. (2020, 23 luglio). Trapianto totale di pene, scroto e parete addominale inferiore: NEJM. Estratto il 31 luglio 2020 da https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMc1907956
  2. Nitkin, K. (2018, 23 aprile). Il primo trapianto di pene e scroto fa la storia alla Johns Hopkins. Estratto il 31 luglio 2020 da https://www.hopkinsmedicine.org/news/articles/first-ever-penis-and-scrotum-transplant-makes-history-at-johns-hopkins
  3. Rashid, M. e Tamimy, M. S. (2013). Falloplastica: il sogno e la realtà. Rivista indiana di chirurgia plastica: pubblicazione ufficiale dell'Associazione dei chirurghi plastici dell'India, 46(2), 283–293. https://doi.org/10.4103/0970-0358.118606
  4. Zaleski, A. (2019, 14 ottobre). Incontra il veterano ferito che ha subito un trapianto di pene. Estratto il 31 luglio 2020 da https://www.technologyreview.com/2019/10/14/132305/meet-the-wounded-veteran-who-got-a-penis-transplant/
Vedi altro