Cancro alla prostata: i segni e i sintomi

Cancro alla prostata: i segni e i sintomi

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Cancro alla prostata. È una delle diagnosi di cancro più temute dagli uomini, e con buone ragioni. Dopo il cancro della pelle, è il cancro più comune common (ACS, 2019) negli uomini e la seconda causa più comune di morte per cancro. E mentre la maggior parte degli uomini con cancro alla prostata non morirà a causa della malattia, la morte non è l'unica cosa spaventosa.

In primo luogo, c'è una paura viscerale associata alla posizione della ghiandola delle dimensioni di una noce all'interno del sistema genito-urinario. Quindi, in relazione a ciò, c'è il fatto che il trattamento per il cancro alla prostata può causare effetti collaterali, tra cui disfunzioni sessuali e incontinenza urinaria.



VitalS

  • Il cancro alla prostata in fase iniziale di solito non causa sintomi.
  • Gli uomini con sintomi del tratto urinario inferiore (LUTS) non hanno maggiori probabilità di avere il cancro alla prostata rispetto agli uomini senza di loro.
  • La maggior parte delle diagnosi di cancro alla prostata sono il risultato dello screening.
  • Lo screening viene eseguito misurando i livelli di antigene prostatico specifico (PSA) con o senza un esame rettale digitale (DRE).
  • Alcune società mediche sostengono che i rischi dello screening del cancro alla prostata nella popolazione generale possono superare i benefici.

Va notato, tuttavia, che questi sintomi sono meno comuni e più facili da affrontare rispetto a una volta. Notizie più incoraggianti: con le giuste informazioni e un buon sistema di supporto, la maggior parte degli uomini può vivere una vita produttiva dopo una diagnosi di cancro alla prostata.

I sintomi del cancro alla prostata

Non sorprende che gli uomini vogliano sapere cosa cercare in termini di sintomi del cancro alla prostata per migliorare la loro prognosi nel caso in cui abbiano la malattia. In generale, tuttavia, i tumori allo stadio iniziale curabili (stadi 1 e 2) non causano sintomi. In effetti, la maggior parte dei tumori rilevati dallo schermo si trova negli uomini senza alcun sintomo, di cui parleremo tra un momento.



Annuncio pubblicitario

quanto tempo rimane la levotiroxina nel corpo?

Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).



Per saperne di più

Fino a poco tempo fa si pensava che il cancro alla prostata (Hamilton, 2004) provocasse sintomi dovuti a tumori che premevano sulle strutture locali e provocavano sintomi del tratto urinario inferiore (LUTS) . I sintomi LUTS includono:

  • Esitazione urinaria
  • Perdita urinaria
  • urgenza urinaria
  • Flusso urinario debole
  • Dolore o fastidio durante la minzione (disuria)
  • Frequenza urinaria, anche notturna (nicturia)

È importante capire che (LUTS) non si verificano solo nel cancro alla prostata. Il più delle volte, i LUTS derivano da condizioni benigne, più comunemente iperplasia prostatica benigna (IPB), la causa più tipica di ingrossamento della prostata.

Più recente studi (Bhindi, 2017) esaminando la relazione tra LUTS e cancro alla prostata suggerisce che la presenza di LUTS non aumenta il rischio di avere il cancro alla prostata. Un altro modo per interpretare questi risultati: gli uomini con LUTS non hanno più probabilità di avere il cancro alla prostata rispetto agli uomini senza LUTS. Indipendentemente da ciò, sperimentare LUTS è un motivo assolutamente sufficiente per fissare un appuntamento con il medico che potrebbe decidere o meno che un test di screening del cancro alla prostata è appropriato per te.

Un altro modo in cui i tumori alla prostata possono causare sintomi è la metastasi (diffusione) ad organi distanti. Per definizione, il cancro alla prostata metastatico è lo stadio IV. Il luogo più comune in cui si diffonde il cancro alla prostata sono le ossa, comprese la colonna vertebrale e le costole. In questi casi, il dolore è il sintomo più comune, spesso presente in qualsiasi posizione e talvolta peggiora di notte.

I sintomi meno comuni del cancro alla prostata includono sangue nelle urine o nello sperma, perdita di peso e debolezza o intorpidimento delle gambe a causa di tumori che premono sul midollo spinale.

Screening del cancro alla prostata

È importante capire che il cancro alla prostata generalmente non causa sintomi fino a quando non è in una fase avanzata. Ciò significa che la maggior parte dei tumori alla prostata, almeno nei paesi sviluppati, viene diagnosticata attraverso lo screening. Lo screening viene effettuato con test PSA con o senza esame rettale digitale (DRE). Le raccomandazioni per il cancro alla prostata variano a seconda della società medica.

Il Associazione Urologica Americana (AUA) raccomanda (Detection, 2018) che:

  • Uomini di età inferiore ai 40 anni: lo screening del cancro alla prostata non è raccomandato
  • Uomini 40-54 anni: lo screening dovrebbe essere individualizzato, tenendo in considerazione i fattori di rischio per il cancro alla prostata.
  • Uomini di età compresa tra 55 e 69 anni: gli uomini dovrebbero impegnarsi in un processo decisionale condiviso con i loro medici quando decidono se eseguire lo screening per il cancro alla prostata.
  • Uomini di età superiore ai 70 anni: lo screening del cancro alla prostata non è raccomandato

L'AUA raccomanda inoltre di eseguire lo screening misurando i livelli di antigene prostatico specifico (PSA) con o senza DRE.

Il Task Force dei servizi preventivi degli Stati Uniti (USPSTF) ha raccomandazioni (USPSTF, 2018) molto simili all'AUA mentre The Accademia americana di pratica familiare (AAFP) raccomanda (AAFP, 2018) contro lo screening di routine per il cancro alla prostata perché ritengono che i rischi superino i benefici.

Tali rischi includono la possibilità di una biopsia con conseguente dolore, sanguinamento o infezione e gli effetti psicologici di sapere che il cancro alla prostata è presente, anche se è un tumore a crescita lenta che non provoca malattia. L'AAFP non è chiaro se i medici debbano iniziare una conversazione con gli uomini sullo screening o debbano eseguire lo screening solo se qualcuno lo richiede specificamente.

Vivere con il cancro alla prostata

Ricevere una diagnosi di cancro alla prostata può essere devastante, ma c'è speranza sotto forma di una serie di opzioni di trattamento che rientrano nelle seguenti categorie.

  • Radioterapia: esistono diversi tipi di radioterapia, tra cui la radioterapia a intensità modulata (IMRT), la radiochirurgia stereotassica e la brachiterapia ad alto e basso dosaggio. Ogni approccio presenta diversi vantaggi e svantaggi.
  • Prostatectomia radicale: consiste nella rimozione completa della ghiandola prostatica. La prostatectomia radicale e la radioterapia sono i pilastri del trattamento per la malattia in fase iniziale (stadi 1 e 2).
  • Sorveglianza attiva/monitoraggio attivo: ciò include il monitoraggio del cancro per segni di progressione, che richiederebbero il trattamento.
  • Terapia ormonale: di solito è riservata ai tumori della prostata avanzati e comporta la riduzione della produzione di testosterone o il blocco della sua azione.
  • Chemioterapia: viene utilizzata quando i tumori della prostata avanzati non rispondono alla terapia ormonale.
  • Trattamenti sperimentali: questi includono la crioterapia e il vaccino contro il cancro alla prostata.

Se ti è stato diagnosticato un cancro alla prostata, lavora con il tuo medico per capire quale opzione di trattamento è la migliore per te. Assicurati di includere i tuoi cari nel tuo viaggio come supporto da amici, familiari, partner romantici - anche parenti sconosciuti che hanno subito un trattamento - può rendere molto più facile affrontare questo processo impegnativo e può avere un notevole effetto sui risultati.

Ricerca (Zhou, 2010) del 2010 ha rilevato che livelli più elevati di supporto sociale all'inizio del trattamento (prostatectomia radicale o radiazioni) prevedevano un migliore benessere emotivo due anni dopo. Un altro studia (Imm, 2017) dello studio del 2017 ha esaminato l'effetto del supporto sociale sugli uomini afroamericani che avevano subito una prostatectomia radicale. I ricercatori hanno concluso che il rafforzamento del supporto sociale può aiutare a migliorare la qualità della vita.

Ancora più recente ricerca (Lienert, 2017) ha dimostrato che l'interazione sociale può aumentare l'efficacia della chemioterapia. Gli scienziati hanno scoperto che i pazienti sottoposti a chemioterapia che hanno interagito con altri pazienti sottoposti a chemioterapia e sopravvissuti per cinque anni o più, hanno visto un aumento del proprio tasso di sopravvivenza. Gli autori dello studio ipotizzano che questo risultato possa essere dovuto all'interazione sociale che riduce lo stress e la risposta ormonale del corpo ad esso.

In parole povere, accettare o invitare l'aiuto e l'attenzione degli altri può avere un impatto positivo e tangibile sulla tua esperienza di cancro alla prostata.

Riferimenti


  1. Accademia americana dei medici di famiglia. (2018). Screening del cancro alla prostata. Accademia americana dei medici di famiglia. Recuperato da https://www.aafp.org/patient-care/clinical-recommendations/all/cw-prostate-cancer.html
  2. Società americana del cancro. (2019). Fatti e cifre sul cancro 2019. Società americana del cancro . Recuperato da https://www.cancer.org/content/dam/cancer-org/research/cancer-facts-and-statistics/annual-cancer-facts-and-figures/2019/cancer-facts-and-figures-2019. PDF
  3. Bhindi, A., Bhindi, B., Kulkarni, G. S., Hamilton, R. J., Toi, A., Kwast, T. H. V. D., … Fleshner, N. E. (2017). Il cancro alla prostata moderno non è significativamente associato ai sintomi del tratto urinario inferiore: analisi di una coorte abbinata al punteggio di propensione. Rivista dell'Associazione Urologica Canadese , undici (1-2), 41-46. doi: 10.5489 / cuaj.4031, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5403675/
  4. Detection of Prostate Cancer Guidelines Panel dell'American Urological Association Education and Research, Inc. (2018). Diagnosi precoce del cancro alla prostata (2018). Associazione Urologica Americana . Recuperato da https://www.auanet.org/guidelines/prostate-cancer-early-detection-guideline#x2619
  5. Hamilton, W., & Sharp, D. (2004). Diagnosi sintomatica del cancro alla prostata nelle cure primarie: una revisione strutturata. Il British Journal of General Practice , 54 (505), 617-621. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1324845/
  6. Imm, K. R., Williams, F., Housten, A. J., Colditz, G. A., Drake, B. F., Gilbert, K. L. e Yang, L. (2017). Sopravvivenza al cancro alla prostata afroamericano: esplorare il ruolo del supporto sociale nella qualità della vita dopo la prostatectomia radicale. Journal of Psychosocial Oncology , 35 (4), 409-423. doi: 10.1080 / 07347332.2017.1294641, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28398149
  7. Lienert, J., Marcum, C. S., Finney, J., Reed-Tsochas, F. e Koehly, L. (2017). Influenza sociale sulla sopravvivenza a 5 anni in una rete di co-presenza del reparto di chemioterapia longitudinale. Scienza della rete , 5 (3), 308-327. doi: 10.1017 / nws.2017.16, https://europepmc.org/article/med/29503731
  8. Rawla, P. (2019). Epidemiologia del cancro alla prostata. World Journal of Oncology , 10 (2), 63-89. doi: 10.14740 / wjon1191, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31068988
  9. Task Force per i servizi preventivi degli Stati Uniti. (2018). Dichiarazione di raccomandazione finale: Cancro alla prostata: screening. Task Force per i servizi preventivi degli Stati Uniti . Recuperato da https://www.uspreventiveservicestaskforce.org/Page/Document/RecommendationStatementFinal/prostate-cancer-screening1
  10. Zhou, E. S., Penedo, F. J., Bustillo, N. E., Benedict, C., Rasheed, M., Lechner, S., … Antoni, M. H. (2010). Effetti longitudinali del supporto sociale e del coping adattivo sul benessere emotivo dei sopravvissuti al cancro alla prostata localizzato. Il Journal of Supportive Oncology , 8 (5), 196-201. doi: 10.1016 / j.suponc.2010.09.004, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21086876
Vedi altro