Sumatriptan: tutto quello che devi sapere

Sumatriptan: tutto quello che devi sapere

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Il sumatriptan è un farmaco più comunemente usato per trattare l'emicrania, da solo o in combinazione con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e cefalea a grappolo. Può essere assunto per via orale, somministrato come iniezione sottocutanea (sottocutanea) o nel naso (intranasale) come liquido, spray o polvere.

Il sumatriptan fa parte di un gruppo di farmaci che agisce come una sostanza naturale chiamata serotonina nel nostro cervello. La serotonina è un neurotrasmettitore (nel senso che trasporta segnali tra le cellule nervose del nostro corpo). Anche se non è esattamente chiaro come funzionano questi farmaci per alleviare alcuni tipi di mal di testa, ci sono alcune teorie. Abbiamo coperto tutto ciò che devi sapere su sumatriptan, a cosa serve e quali tipi di effetti collaterali può portare di seguito.

Vitali

  • Sumatriptan (nome commerciale Imitrex) è un farmaco più comunemente usato per trattare l'emicrania e il mal di testa a grappolo.
  • Può essere somministrato per via orale, sottocutanea o nasale.
  • Il sumatriptan può causare sonnolenza e vertigini. Consultare il proprio medico prima di guidare un'auto quando si assume questo farmaco.
  • Sumatriptan non può essere usato in pazienti con anamnesi di malattie del fegato, attacchi cardiaci, ictus o pressione alta o se in precedenza ha avuto una reazione allergica al sumatriptan.

Cosa sono le emicranie?

Le emicranie non sono come un vecchio mal di testa. Spesso si presentano con una serie di sintomi associati come sensibilità alla luce o ai rumori forti, nausea, vomito, vertigini, intorpidimento, visione doppia o difficoltà a parlare. Per le persone con disturbi di emicrania, molti sanno che sta arrivando perché sperimentano qualcosa chiamato aura (segni visivi che compaiono prima che inizi l'emicrania). Di una persona su otto soffrirà di emicrania , e sono più di tre volte più comuni nelle donne che negli uomini (Lipton, 2001).

Fatto divertente: Il tuo cervello non può effettivamente sentire direttamente il dolore . Lo sappiamo perché la maggior parte degli interventi chirurgici al cervello vengono eseguiti quando i pazienti sono completamente svegli. Ma mentre il tuo cervello non può sentire dolore, gli strati che circondano il tuo cervello, conosciuti come le meningi—pronunciato meh-NIN-jeez—, sono molto sensibili (Strassman, 1996). Sembra che i segnali di dolore in quegli strati, così come in un nervo principale nella nostra testa chiamato nervo trigemino, si accendano e mentre gli scienziati hanno teorie sul perché ciò accada, il meccanismo non è del tutto chiaro (Bolay, 2002).

Annuncio pubblicitario

Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più

Anche se non sempre sappiamo cosa causa l'emicrania, per le persone con emicrania cronica, a volte può emergere uno schema. Disturbi del sonno, stress emotivo e cambiamenti ormonali (come periodi mestruali o menopausa) sono stati tutti identificati come fattori scatenanti nelle persone inclini all'emicrania .

Per altri, l'emicrania può essere causata da determinati alimenti, alcol, odori o dolcificanti artificiali. Alcuni medici consigliano di tenere un diario del mal di testa e di annotare tutto ciò che hai fatto/mangiato/bevuto o qualsiasi cambiamento recente nella tua vita per identificare i fattori scatenanti ed evitarli. Gli studi dimostrano che le emicranie possono essere genetiche in alcuni casi, il che significa che se i tuoi familiari le hanno, potresti avere maggiori probabilità di svilupparle tu stesso (Friedman, 2016).

Come si sente un'emicrania? Se hai mai avuto un'emicrania, probabilmente non hai bisogno di ricordare quanto sia grave. Ma se hai mai conosciuto qualcuno che ha l'emicrania, potresti chiederti perché si sono chiusi in camera da letto e hanno spento tutte le luci.

In genere, un'emicrania è un mal di testa pulsante (alcune persone lo descrivono come la sensazione che il loro cuore stia battendo nella loro testa). I movimenti improvvisi della testa di solito peggiorano la situazione, così come la tosse o il piegamento. Sensibilità alla luce o talvolta anche il suono è un classico segno di emicrania (Friedman 2016).

Quando si usa il sumatriptan per trattare l'emicrania?

Nota che il sumatriptan non è usato per prevenire l'emicrania: funziona solo per trattarli una volta che iniziano. Se tuo le emicranie sono lievi e non associato a nausea o vomito, il tuo medico probabilmente ti consiglierà di provare un antidolorifico da banco come il paracetamolo (marca Tylenol) o i FANS (come Advil). Se avverti nausea o vomito, probabilmente riceverai anche farmaci noti come antiemetici, che possono aiutare con questi sintomi (Becker, 2015).

Se si verificano attacchi di emicrania da moderati a gravi che non rispondere a farmaci antidolorifici da banco come Tylenol, sumatriptan e altri farmaci triptani (come zolmitriptan, frovatriptan o almotriptan) o una combinazione di sumatriptan e un FANS somministrato per via orale sono due opzioni che il tuo medico potrebbe consigliare (Becker, 2015 ).

Se sperimenti un particolare grave emicrania e il trattamento regolare non funziona isn , un operatore sanitario può suggerire l'uso di sumatriptan come iniezione sottocutanea, che è un'iniezione che viene somministrata proprio sotto la pelle (Kelley, 2012).

Cosa sono le cefalee a grappolo?

Il mal di testa a grappolo, sebbene molto meno comune dell'emicrania (trovato in meno dell'1% della popolazione), è in realtà circa quattro volte più comune negli uomini che nelle donne (Ekbom, 2002). Come l'emicrania, si pensa che il mal di testa a grappolo coinvolga un grande nervo nella testa/viso chiamato nervo trigemino. Sebbene la causa esatta rimanga poco chiara, sembrano essere più comuni tra i fumatori (sebbene smettere di fumare non inverta il problema), e c'è sicuramente una componente genetica - è molto più probabile che tu soffra di cefalea a grappolo se qualcuno della tua famiglia ne soffre (Russel, 2001).

qual è la differenza tra viagra e cialis?

Uno di caratteristiche distintive del mal di testa a grappolo è che il dolore compare tipicamente su un lato della testa durante un dato attacco, in un occhio, sopra l'occhio o vicino all'occhio, ed è spesso accompagnato da lacrime, palpebra cadente o costrizione del allievo da quella parte (Manzoni, 1995).

Sumatriptan per la cefalea a grappolo

Per pazienti affetti da cefalea a grappolo , il trattamento di prima linea è ossigeno al 100%. Sebbene sia prontamente disponibile in un ambiente ospedaliero, di solito non è disponibile per i pazienti a casa. Per questi pazienti, la prima scelta per il trattamento sono le iniezioni sottocutanee di sumatriptan, che sono piccole siringhe utilizzate per iniettare il farmaco sotto la pelle. Nei pazienti che non hanno accesso al 100% di ossigeno e non possono tollerare le iniezioni sottocutanee, il medico può raccomandare l'uso di triptani intranasali (spray, polveri o liquidi che possono essere inalati attraverso il naso) (Obermann, 2015).

Quali sono gli effetti collaterali del sumatriptan?

Questi farmaci sono generalmente ben tollerati e gli effetti collaterali in genere si risolvono entro 30 minuti dall'assunzione del farmaco (Tfelt-Hansen, 1998). Ci sono tre diverse vie di somministrazione per questo farmaco: Sumatriptan può essere prescritto come pillole da assumere per bocca, iniezioni sottocutanee e forme somministrate per via nasale (come polveri, liquidi o spray). Il effetti collaterali che accompagnano sumatriptan dipendono dal modo in cui prendi il farmaco (maggio 2020).

  • Quando somministrato come compressa assunta per bocca, sumatriptan è generalmente ben tollerato, sebbene alcuni pazienti riferiscano di avere vampate di calore/freddo, dolore/pressione toracica o oppressione, intorpidimento e affaticamento.
  • Quando viene iniettato sotto la pelle (per via sottocutanea), il sumatriptan provoca più comunemente una sensazione di formicolio, capogiro o vertigine (che è una sensazione come se ti stessi muovendo, anche quando non lo sei). Alcune persone riferiscono di sentirsi accaldate in generale dopo aver ricevuto il farmaco. Altri avvertono calore nel sito di iniezione e alcune persone sviluppano arrossamento o gonfiore nel sito di iniezione. Proprio come con le pillole di sumatriptan, i pazienti hanno riferito una sensazione di bruciore, senso di pesantezza o pressione, intorpidimento o oppressione al petto, alla mascella o al collo.
  • Quando somministrato per via intranasale, gli effetti collaterali più comunemente riportati sono una perdita della sensazione gustativa o un sapore sgradevole in bocca. Molte persone riferiscono anche nausea e vomito. Alcuni scoprono che la somministrazione intranasale è scomoda, provoca dolore o intorpidimento al naso o irrita il passaggio nasale, causando naso che cola o fastidio al seno.

Avvertenze sui farmaci sumatriptan

Poiché sumatriptan può causare vertigini, debolezza e sonnolenza in alcune persone, il medico ti dirà di non guidare o utilizzare macchinari pesanti durante l'assunzione di questo farmaco. Inoltre, vi sono prove che il sumatriptan aumenta la possibilità di convulsioni nelle persone con un disturbo convulsivo e nei pazienti senza anamnesi di convulsioni.

Sumatriptan e altri farmaci triptani sono non pensato per essere usato per prevenire l'emicrania o cefalea a grappolo. Invece, sono pensati per essere usati come trattamenti di salvataggio per fermare il mal di testa quando inizia. I medici hanno scoperto che l'uso di questi farmaci più di dieci giorni al mese può causare un mal di testa da uso eccessivo, che richiederà l'interruzione dell'uso del farmaco.

Poiché sumatriptan può causare aritmie (ritmi cardiaci anormali), non deve essere usato in pazienti a cui è stata diagnosticata questa condizione in passato. Se sviluppi una nuova aritmia durante l'assunzione del farmaco, il tuo medico interromperà il trattamento.

Nei pazienti con malattie del fegato, il sumatriptan non viene eliminato con la stessa efficacia dal loro sistema e, pertanto, un operatore sanitario può raccomandare di utilizzare una dose più bassa. Come qualsiasi farmaco, sumatriptan non può essere somministrato a pazienti con ipersensibilità o allergia ai suoi componenti.

Poiché il farmaco provoca la contrazione dei vasi sanguigni, non può essere utilizzato in pazienti con anamnesi di cardiopatia ischemica (come un precedente infarto), vasospasmi, angina di Prinzmetal, anamnesi di ictus o attacchi ischemici transitori (TIA) o in pazienti con ipertensione non controllata. Se il tuo medico determina che sei a rischio per queste condizioni, potrebbe decidere che questo trattamento non è giusto per te (FDA, 2013).

Il sumatriptan restringe i vasi sanguigni nel cervello e, quindi, non deve essere assunto entro 24 ore da farmaci come l'ergotamina (nomi commerciali Ergocomp-PB, Belcomp PB o altri), che fanno la stessa cosa, poiché l'effetto combinato può essere molto pericoloso (Worthington, 2013).

Oltre ai farmaci triptani, ci sono molti farmaci che agiscono come la serotonina o influenzano i livelli di serotonina naturale nel corpo. Alcuni possono essere usati come antidepressivi o antipsicotici o come trattamenti per il morbo di Parkinson.

Le combinazioni di questi farmaci possono avere gravi effetti sui livelli di serotonina nel corpo, portando a una condizione molto pericolosa nota come sindrome serotoninergica . Questi includono agonisti 5HT-1 e inibitori delle monoaminossidasi (IMAO), che sono farmaci a volte usati per trattare la depressione o il morbo di Parkinson: questi includono selegilina (marca Emsam), fenelzina (marca Nardil) e rasagilina (marca Azilect), tra gli altri.

I sintomi della sindrome serotoninergica, che possono essere il risultato di interazioni farmacologiche o overdose accidentali o intenzionali, possono includere ansia, irrequietezza o disorientamento. I pazienti possono anche essere sudati, avere un battito cardiaco accelerato, ipertensione, vomito o diarrea oltre a tremori o tremori. Senza trattamento, questa condizione può essere fatale. Se pensi che tu o qualcuno che conosci possiate aver preso troppo di questo farmaco, consultate un medico di emergenza (FDA, 2013).

Riferimenti

  1. Becker, WJ (2015). Trattamento dell'emicrania acuta negli adulti. Mal di testa: The Journal of Head and Face Pain, 55(6), 778-793. doi:10.1111/head.12550 https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25877672/
  2. Bolay, H., Reuter, U., Dunn, A., Huang, Z., Boas, D., & Moskowitz, M. (2002, 8 febbraio). L'attività cerebrale intrinseca innesca le afferenze meningee trigeminali in un modello di emicrania. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/11821897/
  3. Ekbom, E., Svensson, K., Träff, D., & Waldenlind, H. (2002, marzo). Età di esordio e rapporto tra i sessi nella cefalea a grappolo: osservazioni su tre decenni. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/11972575/
  4. Friedman, D. I. (2016). La persona amata ha l'emicrania. Mal di testa: The Journal of Head and Face Pain, 56(8), 1368-1369. doi:10.1111/head.12880 Estratto da: https://headachejournal.onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/head.12880
  5. GlaxoSmith Kline. (2013, novembre). Compresse Imitrex Sumatriptan succinato, etichetta approvata dalla FDA. Estratto il 27 agosto 2020 da https://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2013/020132s028,020626s025lbl.pdf
  6. Kelley, N. E., & Tepper, D. E. (2011). Terapia di salvataggio per l'emicrania acuta, parte 1: triptani, diidroergotamina e magnesio. Mal di testa: The Journal of Head and Face Pain, 52 (1), 114-128. doi:10.1111/j.1526-4610.2011.02062. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22211870/
  7. Lipton, R. B., Stewart, W. F., Diamond, S., Diamond, M. L. e Reed, M. (2001). Prevalenza e carico di emicrania negli Stati Uniti: dati dall'American Migraine Study II. Mal di testa: The Journal of Head and Face Pain, 41(7), 646-657. doi:10.1046/j.1526-4610.2001.041007646.x Estratto da: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/11554952/
  8. Manzoni, G. C., Terzano, M. G., Bono, G., Micieli, G., Martucci, N., & Nappi, G. (1983). Cefalea a grappolo - Risultati clinici in 180 pazienti. Cefalalgia, 3 (1), 21-30. doi: 10.1046/j.1468-2982.1983.0301021.x, Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/6850818/
  9. maggio, A. (2020, agosto). Cefalea a grappolo: epidemiologia, caratteristiche cliniche e diagnosi. Estratto il 28 agosto 2020 da https://www.uptodate.com/contents/cluster-headache-epidemiology-clinical-features-and-diagnosis
  10. Obermann, M., Holle, D., Naegel, S., Burmeister, J., & Diener, H. (2015). Opzioni farmacoterapeutiche per la cefalea a grappolo. Parere di esperti sulla farmacoterapia, 16(8), 1177-1184. doi:10.1517/14656566.2015.1040392 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25911317/
  11. Russell, MB (2001). Evento familiare nelle cefalee primarie. Il giornale del mal di testa e del dolore, 2 (S1). doi:10.1007/s101940170016, Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/7897418/
  12. Strassman, A., Raymond, S., & Burstein, R. (1996, 12 dicembre). Sensibilizzazione dei neuroni sensoriali meningei e origine delle cefalee. Estratto il 28 agosto 2020 da https://www.nature.com/articles/384560a0
  13. Tfelt-Hansen, P. (1998). Efficacia ed eventi avversi del sumatriptan sottocutaneo, orale e intranasale utilizzato per il trattamento dell'emicrania: una revisione sistematica basata sul numero necessario per il trattamento. Cefalalgia, 18(8), 532-538. doi:10.1046/j.1468-2982.1998.1808532.x Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/9827244/
  14. Worthington, I., Pringsheim, T., Gawel, M. J., Gladstone, J., Cooper, P., Dilli, E., . . . Becker, WJ (2013). Linea guida della Canadian Headache Society: terapia farmacologica acuta per l'emicrania. Il giornale canadese delle scienze neurologiche, 40 (S3). doi:10.1017/s0317167100017819 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23968886/
Vedi altro