Vitamina D 5000 UI: ti serve il dosaggio extra?

Vitamina D 5000 UI: ti serve il dosaggio extra?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Potresti averli visti nel tuo negozio di droga locale. Compresse di vitamina D 5000 UI, pubblicizzate come integratori extra forti o ad alta potenza che supportano ossa, muscoli e sistema immunitario sani.

La verità è che abbiamo bisogno di vitamina D per rimanere in salute, ma 5000 UI (unità) di vitamina D in una compressa al giorno sono più di quanto la maggior parte delle persone ha bisogno.

Vitali

  • Gli integratori di vitamina D 5000 UI possono essere usati per trattare la carenza di vitamina D.
  • Le carenze di vitamina D colpiscono circa il 40% degli americani.
  • La maggior parte degli adulti ha bisogno solo di 600-800 UI di vitamina D al giorno per mantenersi in salute.
  • Una grave carenza di vitamina D può causare affaticamento e debolezza muscolare, ma molte persone con un basso livello di vitamina D non presentano alcun sintomo.

Il limite massimo giornaliero raccomandato di vitamina D nelle persone sane è di 4000 UI. Ciò include l'assunzione di cibo, bevande e integratori. Gli integratori extra per la forza sono destinati solo a persone con bassi livelli di vitamina D.

Cos'è la vitamina D 5000 UI?

La vitamina D è un nutriente essenziale per la regolazione del livello di calcio, ossa forti e una sana funzione immunitaria.

Ci sono due modi in cui le persone possono assumere la vitamina D: l'esposizione al sole e la dieta ( Wimalawansa, 2018 ). Ottieni la maggior parte della tua vitamina D dal sole. Il resto viene dalla dieta. La maggior parte delle persone ha bisogno di circa 600-800 UI (unità) di vitamina D al giorno attraverso la dieta ( NIH, n.d. ).

Annuncio pubblicitario

Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più

La vitamina D 5000 UI è un integratore ad alte dosi che può aiutare a trattare la carenza di vitamina D, che si verifica quando le persone non assumono abbastanza vitamina D attraverso il sole o la dieta.

Questo accade abbastanza frequentemente: le persone che vivono in climi nordici o coloro che trascorrono la maggior parte del loro tempo in ambienti chiusi spesso non si espongono abbastanza alla luce solare. Inoltre, non molti alimenti contengono naturalmente vitamina D ( Naeem, 2010 ).

Gli integratori di vitamina D 5000 UI che vedi nella tua farmacia locale contengono vitamina D3, una forma che si trova naturalmente nel pesce grasso. La vitamina D2 è l'altra forma di vitamina D derivata da fonti vegetali. È più probabile che tu veda D3 negli integratori, poiché la ricerca ha dimostrato che è più efficace nell'aumentare i livelli di vitamina D rispetto a D2 ( Tripkovic, 2017 ).

Per coloro che hanno limitazioni dietetiche o un'esposizione al sole inadeguata, l'assunzione di integratori di vitamina D può aiutare a soddisfare il fabbisogno giornaliero. Tuttavia, prendere troppa vitamina D, può avere effetti tossici .

Ricorda, il limite giornaliero consigliato per la maggior parte delle persone è di 4000 UI. Gli integratori di vitamina D 5000 UI sono nella fascia alta dello spettro. Le dosi tipiche di integratori di vitamina D sono di 400, 800, 1000 e 2000 UI ( NIH, n.d. ).

Di quanta vitamina D ho bisogno?

Secondo la ricerca, il 42% degli adulti negli Stati Uniti non assume abbastanza vitamina D. Le persone con la pelle più scura corrono un rischio ancora maggiore. Circa l'82% degli afroamericani e il 69% degli ispanici non ne ha abbastanza ( Forrest, 2011 ). Questo perché più la tua pelle è scura, meno vitamina D ottieni dall'esposizione alla luce solare.

La maggior parte delle persone negli Stati Uniti consuma meno delle 600-800 UI raccomandate al giorno ( NIH, n.d. ). Solo pochi prodotti alimentari contengono naturalmente vitamina D, come il pesce grasso ei tuorli d'uovo. La vitamina D viene aggiunta a molti alimenti quotidiani, come latte e cereali, in uno sforzo di salute pubblica per assicurarsi che tutti ne abbiano abbastanza ogni giorno.

Ecco alcuni prodotti alimentari di uso quotidiano e la quantità di vitamina D che contengono ( NIH, n.d. ):

  • Olio di fegato di merluzzo, 1 cucchiaio—1.360 UI
  • Salmone (sockeye), cotto, 3 once—570 IU
  • Trota (arcobaleno), d'allevamento, cotta, 3 once—645 IU
  • Funghi, bianchi, crudi, affettati, esposti alla luce UV, ½ tazza—366 IU
  • Uovo, 1 grande, con tuorlo—44 IU
  • Fegato, manzo, brasato, 3 once—42 IU
  • Tonno (leggero), in scatola in acqua, sgocciolato, 3 once—40 IU
  • Sardine (Atlantico), in scatola sott'olio, sgocciolate, 2 sardine—46 IU
  • Formaggio, cheddar, 1 oncia—12 IU
  • Cereali pronti, fortificati con il 10% del DV per la vitamina D, 1 porzione—8 UI

Vitamina D: quali livelli sono consigliati per me

4 minuti di lettura

Controlla l'etichetta nutrizionale per vedere la quantità esatta contenuta in un prodotto alimentare. L'etichetta ti dirà quanto del tuo valore giornaliero di vitamina D è soddisfatto da ogni porzione. Un consiglio utile per la conversione da tenere a mente è che 1 mcg equivale a 40 UI di vitamina D (NIH, n.d.).

Per le persone che in genere non mangiano molti prodotti a base di pesce o latticini, gli integratori possono aiutare a soddisfare il fabbisogno giornaliero raccomandato.

Come faccio a sapere se ho bassi livelli di vitamina D?

Il modo migliore per saperlo è ottenere un analisi del sangue della vitamina D . Ma non tutti devono sottoporsi a test dei livelli di vitamina D, soprattutto perché i test possono essere costosi e i laboratori possono testare o riportare i livelli in modi diversi.

Gli esperti raccomandano il test solo per coloro che sono ad alto rischio di carenza di vitamina D ( Canile, 2010 ). I test di screening per la carenza di vitamina D non sono consigliati ( Task Force del servizio preventivo degli Stati Uniti, 2021 ).

La maggior parte dei pazienti con bassa vitamina D non ha sintomi. Ma per carenze di vitamina D gravi e prolungate, alcuni segni comuni includono ( Sizar, 2020 ):

  • Debolezza muscolare
  • Fatica
  • dolore osseo
  • fratture

Gli intervalli di riferimento per i livelli ematici di vitamina D non sono ben definiti. Secondo l'Office of Dietary Supplements del NIH e l'Institute of Medicine (IOM), gli intervalli di riferimento sono i seguenti ( NIH, n.d. ):

Carenza di vitamina D Meno di 12 ng/mL
Inadeguato e potenziale carenza Tra 12 ng/mL e 20 ng/mL
Adeguati livelli di vitamina D Maggiore o uguale a 20 ng/mL
Alto (potenziale di tossicità) Superiore a 50 ng/mL

Supponiamo di avere bassi livelli o una carenza. In tal caso, un operatore sanitario può suggerire di aumentare l'assunzione alimentare attraverso prodotti alimentari, esposizione al sole o integratori come pillole di vitamina D 5000 UI ad alte dosi.

Collabora con un operatore sanitario per determinare se gli integratori sono necessari e quanto ne hai bisogno.

Puoi prendere troppa vitamina D?

Se esageri con gli integratori, la vitamina D può essere tossica. E l'assunzione di grandi quantità come la vitamina D 5000 UI rende molto più facile superare la dose massima giornaliera.

Quantità più elevate aumentano anche il rischio di effetti collaterali della vitamina D. È interessante notare che l'assunzione di troppa vitamina D è sempre dovuta all'assunzione orale, non all'eccessiva esposizione al sole (Sizar, 2020).

Poiché la vitamina D aiuta l'assorbimento del calcio, gli effetti tossici di dosi elevate spesso derivano da alti livelli di calcio nel sangue. Ciò può interferire con la funzione cardiaca e muscolare ( Sadiq, 2020 ). Gli effetti indesiderati comuni del sovradosaggio di vitamina D includono nausea, vomito, dolori muscolari e minzione frequente ( Sizar, 2020 ).

Se ti stai chiedendo se hai bisogno di assumere integratori di vitamina D 5000 UI, la risposta dipende dai tuoi livelli. Se sospetti di avere livelli bassi, parla con un operatore sanitario per sapere se il test della vitamina D è giusto per te.

Se hai un basso livello di vitamina D, un operatore sanitario raccomanderà di aumentare l'assunzione alimentare attraverso cibo o integratori. Evita di assumere dosi superiori a quelle raccomandate senza prima parlarne con un medico.

Riferimenti

  1. Forrest, K. Y. e Stuhldreher, W. L. (2011). Prevalenza e correlati della carenza di vitamina D negli adulti statunitensi. Ricerca nutrizionale, 31 (1), 48-54. doi: 10.1016/j.nutres.2010.12.001, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21310306
  2. Holick MF, Binkley NC, Bischoff-Ferrari HA, Gordon CM, Hanley DA, Heaney RP, Murad MH, Weaver CM., Endocrine Society. (2011). Valutazione, trattamento e prevenzione della carenza di vitamina D: una linea guida per la pratica clinica della Endocrine Society. Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, 96 (7), 1911-30. doi: 10.1210/jc.2011-0385. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21646368/
  3. Kennel, K., Drake, M. e Hurley, D. (2010). Carenza di vitamina D negli adulti: quando eseguire il test e come trattarla. Atti della Mayo Clinic, 85 (8), 752-758. doi: 10.4065/mcp.2010.0138. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/20675513/
  4. Naeem Z. Carenza di vitamina d: un'epidemia ignorata. Rivista internazionale di scienze della salute, 4 (1): V-VI. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21475519/
  5. Ufficio degli integratori alimentari (ODS). (gennaio 2021). Scheda informativa sulla vitamina D per i consumatori. NIH. Estratto l'8 febbraio 2021 da https://ods.od.nih.gov/factsheets/VitaminD-Consumer/
  6. Ufficio degli integratori alimentari (ODS). (ottobre 2020). Scheda informativa sulla vitamina D per gli operatori sanitari. NIH. Estratto il 16 febbraio 2021 da https://ods.od.nih.gov/factsheets/VitaminD-HealthProfessional
  7. Sadiq NM, Naganathan S, Badireddy M. (2021). Ipercalcemia. StatPearls. Estratto il 16 febbraio 2021 da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK430714/#_NBK430714_pubdet_
  8. Sizar O, Khare S, Goyal A, et al. (2020). Carenza di vitamina D. StatPearls. Estratto il 1 febbraio 2021 da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK532266/
  9. Tripkovic, L., Wilson, LR, Hart, K., Johnsen, S., de Lusignan, S., Smith, CP, Bucca, G., Penson, S., Chope, G., Elliott, R., Hyppönen , E., Berry, JL e Lanham-New, SA (2017). Integrazione giornaliera con 15 μg di vitamina D2 rispetto alla vitamina D3 per aumentare lo stato invernale di 25-idrossivitamina D nelle donne sane dell'Asia meridionale e dell'Europa bianca: uno studio di fortificazione alimentare randomizzato e controllato con placebo di 12 settimane L'American Journal of Clinical Nutrition, 106 (2), 481–490. doi: 10.3945/ajcn.116.138693. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28679555/
  10. Task Force del servizio preventivo degli Stati Uniti. Dichiarazione di raccomandazione finale: Carenza di vitamina D negli adulti: screening. Recuperato da: https://www.uspreventiveservicestaskforce.org/uspstf/document/RecommendationStatementFinal/vitamin-d-deficiency-screening#bootstrap-panel–1
  11. Wimalawansa, S.J., Razzaque, M.S., & Al-Daghri, N.M. (2018). Calcio e vitamina D nella salute umana: Hype o reale? Il giornale di biochimica degli steroidi e biologia molecolare , 180, 4–14. doi: 10.1016/j.jsbmb.2017.12.009. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29258769/
Vedi altro