Integratore di vitamina A palmitato

Integratore di vitamina A palmitato

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

All'interno dei tuoi occhi ci sono milioni di cellule chiamate bastoncelli. Sebbene queste cellule abbiano un nome semplice, sono di fondamentale importanza nella tua visione. In particolare, le aste supportano la tua capacità di vedere al buio e di adattarsi ai cambiamenti di illuminazione. Ma cosa c'entra questo con la vitamina A?

Bene, la vitamina A (altrimenti nota come retinolo) è un precursore di una proteina vitale, chiamata rodopsina, che si trova in queste aste. Senza vitamina A, non saremmo affatto in grado di sviluppare queste canne. Quindi, la vitamina A è piuttosto importante. Oltre alla salute degli occhi, la vitamina A è un vitamina essenziale importante per la tua pelle e il tuo sistema immunitario. È stato anche comunemente descritto come antiossidante contro i radicali liberi potenzialmente dannosi (Chea, 2020).

Annuncio pubblicitario



Roman Daily: multivitaminico per uomini



Il nostro team di medici interni ha creato Roman Daily per colmare le lacune nutrizionali comuni negli uomini con ingredienti e dosaggi scientificamente supportati.

Per saperne di più

Qual è la differenza tra palmitato di retinile e vitamina A?

Il palmitato di vitamina A, altrimenti noto come palmitato di retinile, è una versione preformata della vitamina A. Si trova in prodotti animali come uova o fegato di pollo e manzo. La vitamina A viene spesso aggiunta anche a prodotti lattiero-caseari come il latte (Chea, 2020). Ma si può trovare anche negli integratori sugli scaffali dei drugstore.

puoi ottenere lo streptococco dal sesso orale?

La vitamina A può essere classificata in due tipi di nutrienti dietetici: retinoidi e carotenoidi. Puoi ottenere entrambi da a dieta sana di vari frutti , verdure e proteine.



  • I carotenoidi (come il beta carotene) sono pigmenti che si trovano in frutta e verdura. Questi nutrienti vengono convertiti in vitamina A dopo averli mangiati (NIH, 2020).
  • I retinoidi (che includono il palmitato di vitamina A) sono forme biodisponibili di vitamina A, il che significa che non devono essere convertiti allo stesso modo del beta carotene dopo l'ingestione (NIH, 2020). C'è anche alcune ricerche che suggerisce che forme topiche di retinoidi potrebbero essere utili in dermatologia (Riahi, 2016).

Ci sono benefici nell'integrare con la vitamina A?

Abbiamo toccato alcuni potenziali benefici della vitamina A per la salute degli occhi, della pelle e del sistema immunitario, ma esaminiamo questi e altri benefici un po' più da vicino.

A causa dell'importanza ben documentata della vitamina A sulla salute umana, i ricercatori dagli anni '80 hanno cercato di studiare se l'assunzione di vitamina A (di solito in combinazione con altre vitamine) può prevenire il cancro, le malattie cardiache o condizioni specifiche dell'occhio.

La maggior parte di questi studi non ha mostrato risultati promettenti, tranne in casi particolari come una condizione dell'occhio chiamata degenerazione maculare senile.

Ecco una sintesi di alcuni degli studi:

  • Prova ATBC: questa prova è stata segnalata nessun vantaggio significativo nel tasso di cancro alla prostata e nel rischio di cancro ai polmoni nei fumatori di sesso maschile di età compresa tra 50 e 69 anni che assumevano integratori di alfa-tocoferolo (vitamina E) e beta carotene (gruppo di studio sulla prevenzione del cancro ATBC, 1994).
  • Studi AREDS e AREDS2: persone che hanno preso una miscela di integratori (beta carotene, vitamina E, vitamina C, zinco e rame) hanno un rischio inferiore di sviluppare degenerazione maculare senile avanzata del 25%. Sebbene ciò non abbia impedito i sintomi della malattia, sembrava rallentare la progressione della visione offuscata e della cecità (gruppo di ricerca AREDS, 2001). Ma circa un decennio dopo, i risultati erano meno promettenti. Nello studio di follow-up AREDS2, i ricercatori hanno rivelato che il beta carotene non ha avuto un ruolo nella prevenzione della malattia ed è stato successivamente rimosso dalla formula AREDS (gruppo di ricerca AREDS2, 2013).

A causa della mancanza di benefici documentati della vitamina A supplementare o dei suoi derivati ​​nelle persone senza una carenza, il Task Force dei servizi preventivi degli Stati Uniti (USPSTF) raccomanda esplicitamente di non utilizzare il beta carotene per prevenire malattie cardiovascolari o cancro (Moyer, 2014).

Sebbene siano disponibili integratori alimentari che contengono palmitato di retinile, vengono forniti con un disclaimer che non sono approvati dalla FDA per il trattamento o la prevenzione delle malattie. Sono raccomandati solo in caso di nota carenza di vitamina A.

C'è differenza tra Retin-A e tretinoina?

6 minuti di lettura

Quali rischi sono possibili dall'assunzione di vitamina A?

La vitamina A presa da una donna incinta può avere gravi effetti sullo sviluppo del bambino. Gli operatori sanitari raccomandano l'integrazione di vitamina A nelle donne in gravidanza solo se sono note per essere carenti, quindi assicurati di parlare con il tuo fornitore se sei incinta e la vitamina A è in un integratore che prendi (Chea, 2020)

Prendere troppa vitamina A può portare ad alcuni effetti collaterali. Sebbene questi rischi siano rari, possono verificarsi quando le persone assumono troppi integratori. Assicurati di sapere quanta e quale forma di vitamina A stai assumendo e assicurati di controllare anche i tuoi multivitaminici.

modi naturali per sbarazzarsi di eczema

Poiché il palmitato di retinile è una vitamina liposolubile, può accumularsi nel fegato, causando effetti collaterali. Se hai una malattia al fegato o ai reni, assumere un integratore contenente vitamina A potrebbe non essere adatto a te (Chea, 2020).

L'assunzione costante di troppa vitamina A può portare a (Chea, 2020):

  • Dolori e dolori fisici
  • Vertigini
  • mal di testa
  • Nausea e vomito

I prodotti contenenti vitamina A possono anche interagire con altri farmaci che prendi, quindi parla con il tuo medico prima di iniziare qualsiasi vitamina o integratore.

Riferimenti

  1. Gruppo di ricerca sulle malattie degli occhi legate all'età (2001). Uno studio clinico randomizzato, controllato con placebo, sull'integrazione ad alte dosi con vitamine C ed E, beta carotene e zinco per la degenerazione maculare senile e la perdita della vista: rapporto AREDS n. 8. Archivi di oftalmologia (Chicago, Ill.: 1960), 119(10), 1417–1436. doi: 10.1001/archopht.119.10.1417. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1462955/
  2. Gruppo di ricerca sulle malattie degli occhi legate all'età 2 (2013). Luteina + zeaxantina e acidi grassi omega-3 per la degenerazione maculare legata all'età: studio clinico randomizzato sullo studio 2 (AREDS2) della malattia dell'occhio correlato all'età. JAMA, 309 (19), 2005–2015. doi: 10.1001/jama.2013.4997. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23644932/
  3. Chea, E. P., Lopez, M. J. e Milstein, H. (2020). Vitamina A. In StatPearls. Pubblicazione StatPearls. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29493984/
  4. de Carvalho Melo-Cavalcante, A.A., da Rocha Sousa, L., Alencar, M., de Oliveira Santos, J.V., & da Mata, A., et al. (2019). Retinolo palmitato e acido ascorbico: ruolo nella prevenzione e terapia oncologica. Biomedicina e farmacoterapia = Biomedicina e farmacoterapia, 109 , 1394-1405. doi: 10.1016/j.biopha.2018.10.115. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30551390/
  5. Imdad, A., Mayo-Wilson, E., Herzer, K., & Bhutta, Z. A. (2017). Supplemento di vitamina A per prevenire la morbilità e la mortalità nei bambini dai sei mesi ai cinque anni di età. Il database Cochrane delle revisioni sistematiche, 3 (3), CD008524. doi: 10.1002/14651858.CD008524.pub3. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28282701/
  6. Moyer, V. A. e Task Force dei servizi preventivi degli Stati Uniti (2014). Integratori vitaminici, minerali e multivitaminici per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari e del cancro: dichiarazione di raccomandazione della task force sui servizi preventivi degli Stati Uniti. Annali di medicina interna, 160 (8), 558-564. doi: 10.7326/M14-0198. Recuperato da http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24566474
  7. NIH Office of Dietary Supplements (2020). Vitamina A. Estratto da https://ods.od.nih.gov/factsheets/VitaminA-HealthProfessional/
  8. Riahi, R. R., Bush, A. E. e Cohen, P. R. (2016). Retinoidi topici: meccanismi terapeutici nel trattamento della pelle fotodanneggiata. Rivista americana di dermatologia clinica, 17 (3), 265-276. doi: 10.1007/s40257-016-0185-5. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26969582/
  9. Il gruppo di studio sulla prevenzione del cancro ATBC. (1994). Lo studio sulla prevenzione del cancro del polmone alfa-tocoferolo e beta-carotene: progettazione, metodi, caratteristiche dei partecipanti e conformità. Annali di epidemiologia, 4(1), 1–10. doi: 10.1016/1047-2797(94)90036-1. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/8205268/
Vedi altro