Vitamine per la caduta dei capelli: funzionano?

Vitamine per la caduta dei capelli: funzionano?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

Ci sono molti miti che circondano la calvizie maschile. Ci sono sempre stati. Nell'antico Egitto, i medici giuravano che una miscela di ippopotamo, coccodrillo e grasso di serpente lo avrebbe invertito: letteralmente olio di serpente, si potrebbe dire. Poco dopo, Ippocrate prescrisse l'applicazione topica di escrementi di piccione come cura.

Oggi, abbiamo ottenuto uno skoch più sofisticato, ma le finzioni rimangono. Uno dei più grandi è che puoi assumere vitamine per capelli o integratori per la salute dei capelli appositamente formulati per nutrire i follicoli e migliorare la crescita dei capelli. Il tuo dermatologo potrebbe anche conservarne alcuni nel loro ufficio. Che si tratti di zinco, vitamine del gruppo B o acido folico, non mancano i produttori che affermano che le loro formulazioni ispessiscono, rafforzano, preservano o ricrescono i capelli.

Ma la realtà è questa: quasi sempre, la calvizie maschile è causata da un processo biologico che la stragrande maggioranza delle vitamine e degli integratori alimentari non può toccare.

Nel 2019, un gruppo di ricercatori recensito 125 articoli scientifici su vitamine e perdita di capelli, pubblicando i loro risultati sulla rivista Dermatologia e Terapia . Hanno concluso che non c'erano dati sufficienti per raccomandare molte delle vitamine e dei minerali propagandati per aiutare la crescita dei capelli, tra cui zinco, riboflavina, acido folico, vitamina B12, vitamina E e biotina. In effetti, hanno messo in guardia sull'uso della biotina (Almohanna, 2019). Anche se non esiste un limite massimo per la quantità di biotina che puoi assumere, la biotina può interferire con i risultati dei test di laboratorio se stai facendo controllare altre cose, come la tua salute cardiovascolare e i livelli ormonali (FDA, 2017).

È stato scoperto che esattamente una vitamina e un minerale influiscono sulla calvizie maschile (alopecia androgenetica, se sei cattivo). Più su quelli in un secondo.

Vitali

  • Molte formulazioni e integratori vitaminici sono pubblicizzati o comunemente ritenuti, per rallentare, fermare o invertire la calvizie maschile.
  • La stragrande maggioranza di essi non è supportata da dati scientifici.
  • Una revisione del 2019 di decenni di studi su vitamine e perdita di capelli ha scoperto che esattamente una vitamina e un minerale possono aiutare con la calvizie.
  • Un popolare integratore per la salute dei capelli, la biotina, può essere particolarmente pericoloso se assunto ad alti livelli, non perché sia ​​tossico, ma perché può interferire con i risultati di altri test di laboratorio.

Per decenni, gli studi sullo zinco e la caduta dei capelli sono stati un po' dappertutto: alcuni studi mostrano un'associazione tra un basso livello di zinco e la caduta dei capelli; altri studi no. Alcuni studi mostrano una correlazione tra precisi livelli di zinco e la gravità della caduta dei capelli; altri studi lo contraddicono.

Riferimenti

  1. Almohanna, H. M., Ahmed, A. A., Tsatalis, J. P. e Tosti, A. (2019). Il ruolo di vitamine e minerali nella perdita dei capelli: una revisione. Dermatologia e Terapia , 9 (1), 51-70. doi: 10.1007 / s13555-018-0278-6
  2. Daroach, M., Narang, T., Saikia, U. N., Sachdeva, N. e Sendhil Kumaran, M. (2017). Correlazione dell'espressione della vitamina D e del recettore della vitamina D in pazienti con alopecia areata: un paradigma clinico. Rivista internazionale di dermatologia , 57 (2), 217-222. doi: 10.1111 / ijd.13851
  3. Gade, V. K. V., Mony, A., Munisamy, M., Chandrashekar, L. e Rajappa, M. (2018). Un'indagine sullo stato della vitamina D nell'alopecia areata. Medicina Clinica e Sperimentale , 18 (4), 577-584. doi: 10.1007 / s10238-018-0511-8
  4. MacFarquhar, J. K., Broussard, D. L., Melstrom, P., Hutchinson, R., Wolkin, A., Martin, C., … Jones, T. F. (2010). Tossicità acuta del selenio associata a un integratore alimentare. Archivi di Medicina Interna , 170 (3), 256–261. doi: 10.1001/archinternmed.2009.495
  5. Naziroglu, M., & Kokcam, I. (2000). Antiossidanti e stato di perossidazione lipidica nel sangue di pazienti con alopecia. Biochimica e funzione cellulare , 18 (3), 169-173. doi: 10.1002 / 1099-0844 (200009) 18: 33.0.co; 2 volumi
  6. Ramadan, R., Tawdy, A., Hay, R. A., Rashed, L. e Tawfik, D. (2013). Il ruolo antiossidante della paraoxonasi 1 e della vitamina E in tre malattie autoimmuni. Farmacologia e fisiologia della pelle , 26 , 2-7. doi: 10.1159 / 000342124
  7. Romano. (n.d.). Trattamento per la caduta dei capelli. Estratto da https://www.getroman.com/hair-loss/
  8. Romano. (n.d.). Finasteride: Propecia generico. Estratto da https://www.getroman.com/drugs/finasteride/#ISI
  9. Romano. (n.d.). Minoxidil: Rogaine generico. Estratto da https://www.getroman.com/drugs/minoxidil/
  10. Food & Drug Administration degli Stati Uniti. (2017, 28 novembre). La FDA avverte che la biotina può interferire con i test di laboratorio. Recuperato da https://www.fda.gov/medical-devices/safety-communications/fda-warns-biotin-may-interfere-lab-tests-fda-safety-communication
Vedi altro