Motivazione alla perdita di peso: come costruirla e mantenerla

Motivazione alla perdita di peso: come costruirla e mantenerla

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

È solo buon senso: è più probabile che completi un'attività con successo se sei motivato a farlo. Quando si tratta di perdere peso, quella motivazione può sembrare difficile, o quasi impossibile, da trovare, sia quando si inizia che quando si cerca di mantenerla. Ecco cosa indica la ricerca è più efficace per la motivazione alla perdita di peso.

Come posso trovare la motivazione per perdere peso?

Gli studi dimostrano che la perdita di peso ha più successo quando deriva da una motivazione intrinseca (quello che viene da dentro di te) piuttosto che dalla motivazione estrinseca (la pressione esercitata dagli altri), e quando ti senti come se avessi il controllo del processo (Teixiera, 2012). Ecco come farlo.



Annuncio pubblicitario

come perdere peso con metformina

Incontra Plenity —uno strumento di gestione del peso approvato dalla FDA



Plenity è una terapia solo su prescrizione. Per un uso sicuro e corretto di Plenity, parlare con un operatore sanitario o fare riferimento al Istruzioni per l'uso .

Per saperne di più

Sii realista

Se stai guardando un obiettivo di perdita di peso di 20-30 libbre, quel numero da solo potrebbe sembrare scoraggiante, persino impossibile. Suddividerlo in blocchi più piccoli, come un obiettivo settimanale, farà sembrare il compito più realizzabile e probabilmente ti darà più motivazione. Particolarmente importante: sii realistico su quanto peso puoi perdere e quanto velocemente.

Stabilisci obiettivi specifici e raggiungibili

Stabilisci obiettivi SMART: specifici, misurabili, realizzabili, realistici e programmati.



Pensare che devo perdere 10 chili prima del matrimonio di mia sorella in due settimane ti sta preparando al fallimento. Questo studio fornisce un miglior esempio : Mi impegnerò in 30 minuti di attività fisica aerobica 5 giorni a settimana per le prossime 4 settimane (Bailey, 2017). Questo è specifico, misurabile, realizzabile, realistico e programmato, per non dire focalizzato sulle azioni, piuttosto che sui risultati. Consideralo come una tabella di marcia per il tuo percorso di perdita di peso.

Mantieni alta la tua motivazione interna e preparati al successo della perdita di peso considerando la tua nuova routine come un cambiamento nello stile di vita, un impegno per il benessere e il benessere piuttosto che la dieta.

La parola dieta connota qualcosa di temporaneo e vuoi che la tua perdita di peso rimanga, giusto? Sappi che le abitudini sane richiedono del tempo per svilupparsi. Uno studio pubblicato su Giornale Europeo di Psicologia Sociale scoperto che ci voleva un gruppo di persone da 18 a 254 giorni adottare una nuova attività come abitudine quotidiana (Lally, 2009). Quindi, ricorda di essere paziente con te stesso.

Quanta perdita di peso posso aspettarmi?

La potenziale perdita di peso varia da persona a persona e dipende dall'approccio utilizzato. Non esiste una garanzia di perdita di peso valida per tutti. Ma seguire i suggerimenti di cui sopra manterrà alta la tua motivazione e, una volta che questo si trasformerà in un cambiamento positivo nello stile di vita a lungo termine, ti sentirai più sano, indipendentemente dal numero sulla bilancia.

Riferimenti

  1. Bailey R. R. (2017). Definizione degli obiettivi e pianificazione delle azioni per il cambiamento del comportamento sanitario. Rivista americana di medicina dello stile di vita, 13 (6), 615–618. doi: 10.1177/1559827617729634. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31662729/
  2. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Perdere peso. (2020, 17 agosto). Recuperato da https://www.cdc.gov/healthyweight/losing_weight/index.html
  3. Ingels, J., Misra, R., Stewart, J., Lucke-Wold, B. e Shawley-Brzoska, S. (2017). L'effetto dell'aderenza al monitoraggio dietetico sulla perdita di peso: utilizzo di HLM per modellare la perdita di peso nel tempo. Giornale di ricerca sul diabete , 2017. , 6951495. doi: 10.1155/2017/6951495. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28852651/
  4. Johns, D., Hartmann-Boyce, J., Jebb, S., Aveyard, P., e gruppo di revisione della gestione del peso comportamentale. (2014). Interventi dietetici o di esercizio vs programmi combinati di gestione del peso comportamentale: una revisione sistematica e una meta-analisi di confronti diretti. Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics , 114 (10), 1557–1568. doi: 10.1016/j.jand.2014.07.005. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4180002/
  5. Karfopoulou, E., Mouliou, K., Koutras, Y. e Yannakoulia, M. (2013). Comportamenti associati al mantenimento e al recupero della perdita di peso in un campione di popolazione mediterranea. Uno studio qualitativo. Obesità clinica, 3 (5), 141-149. doi: 10.1111/cob.12028. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25586629/
  6. Lally, P., Jaarsveld, C., Potts, H., & Wardle, J. (2009). Come si formano le abitudini: modellare la formazione delle abitudini nel mondo reale. Rivista europea di psicologia sociale, 40 : 998-1009. doi: 10.1002/ejsp.674. Recuperato da https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1002/ejsp.674
  7. Poulimeneas, D., Anastasiou, C. A., Kokkinos, A., Panagiotakos, D. B. e Yannakoulia, M. (2021). Motivi per la perdita di peso e il mantenimento della perdita di peso: risultati dello studio MedWeight. Journal of Human Nutrition and Diettics: la rivista ufficiale della British Dietetic Association . doi: 10.1111/jhn.12856. Pubblicazione online anticipata. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33493356/
  8. Rajan, T. M. e Menon, V. (2017). Disturbi psichiatrici e obesità: una revisione degli studi di associazione. Rivista di medicina post-laurea, 63 (3), 182-190. doi: 10.4103/jpgm.jpg'https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28695871/' rel='noreferrer noopener'>https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28695871/
  9. Teixeira, P. J., Silva, M. N., Mata, J., Palmeira, A. L. e Markland, D. (2012). Motivazione, autodeterminazione e controllo del peso a lungo termine. La rivista internazionale di nutrizione comportamentale e attività fisica, 9 , 22. doi: 10.1186/1479-5868-9-22. Recuperato da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3312817/
  10. Wing, R.R., & Jeffery, R.W. (1999). Vantaggi del reclutamento di partecipanti con gli amici e dell'aumento del supporto sociale per la perdita e il mantenimento del peso. Rivista di consulenza e psicologia clinica, 67 (1), 132-138. doi: 10.1037//0022-006x.67.1.132. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/10028217/
Vedi altro