Cos'è un pelo pubico incarnito?

Cos'è un pelo pubico incarnito?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

I peli incarniti sono proprio come sembrano: invece di crescere fuori dalla pelle, un fusto del pelo cresce verso l'interno. È disponibile in due varietà. Nel penetrazione extrafollicolare , i capelli si arricciano all'indietro e si estendono verso il basso, perforando la pelle e causando infiammazione. L'altro tipo è penetrazione transfollicolare , che è quando i capelli crescono lateralmente attraverso la pelle prima ancora che si rompano in superficie.

I peli incarniti a volte si manifestano sulla superficie della pelle come piccole protuberanze chiamate papule. Possono sembrare piccole protuberanze color carne o rosse, simili a brufoli. Se una papula si riempie di pus, diventa una pustola. Entrambe le forme possono diventare irritate, pruriginose o dolorose.



Vitali

  • I peli pubici incarniti possono essere fastidiosi e dolorosi.
  • Di solito sono facili da trattare e non richiedono cure mediche.
  • Ma se non trattati, i peli incarniti possono portare a infezioni.

Potresti aver sentito un'irritazione irregolare dalla rasatura chiamata ustione da rasoio o anche indicata come follicolite. Tuttavia, il termine medico appropriato per questa irritazione irregolare è pseudofollicolite (Puhan, 2015). Sebbene queste condizioni sembrino in qualche modo simili e possano essere entrambe spiacevoli, la vera follicolite è specificamente un'infezione del follicolo pilifero. Possono essere correlati, però. Se un capello raccoglie un batterio dalla superficie della pelle prima di rientrare, la pseudofollicolite può causare una vera follicolite.

La pseudofollicolite viene solitamente diagnosticata sul viso, ma può verificarsi ovunque si verifichi la crescita dei peli, comprese le ascelle o l'area pubica. Alcune persone sono più inclini di altre, specialmente quelle con i capelli stretti e ricci.



I peli incarniti spesso si verificano dopo aver provato a rimuovere i peli, sia con la rasatura, con le pinzette o con la spiumatura. Ma se compaiono molte protuberanze nell'area pubica nello stesso momento e non hai effettuato alcuna depilazione recente, consulta un operatore sanitario. Un'eruzione cutanea potrebbe essere una reazione allergica a qualcosa, ma... potrebbe anche essere un segno di infezioni trasmesse sessualmente come l'herpes genitale, il papillomavirus umano (HPV) o la sifilide (Garcia, 2020).

quanto costa fare il test per il coronavirus

Quali sono le cause dei peli incarniti?

La causa più comune di peli incarniti è la depilazione. Suona controintuitivo, vero? Ma ogni volta che rimuoviamo completamente i peli dalla superficie, c'è la possibilità che uno possa ricrescere nella direzione sbagliata. Ecco perché un grappolo di peli incarniti può anche essere conosciuto come protuberanze da rasoio. Ma i peli incarniti non derivano solo dall'uso di rasoi: possono derivare da ceretta, spiumatura, prodotti chimici depilatori o qualsiasi altro metodo di rimozione dei peli.

I capelli ricci hanno una maggiore probabilità di curvarsi all'indietro verso la pelle e diventare un pelo incarnito. Di conseguenza, la pseudofollicolite sul viso è più comune negli uomini di origine africana che si radono (Ogunbiyi, 2019). Quando si tratta di peli pubici, però, uno studio ha trovato le donne bianche tre volte più probabili rispetto alle donne nere e il doppio delle probabilità rispetto alle donne ispaniche di segnalare complicazioni cliniche. Di tutte le donne nel sondaggio, indipendentemente dalla loro razza o etnia, quasi un terzo ha riportato esperienza con peli incarniti (DeMaria, 2014).



I peli incarniti possono anche verificarsi senza la depilazione intenzionale. Qualsiasi pressione può strappare i capelli o piegarli nella direzione sbagliata . Alcuni violinisti maschi ottengono una condizione chiamata collo del violinista dal movimento dello strumento sotto il mento. Allo stesso modo, un paio di jeans attillati potrebbe sembrare fantastico, ma l'attrito degli indumenti stretti contro la pelle può avere lo stesso effetto sulla regione pubica e sulle gambe (Ribero, 2010).

Annuncio pubblicitario

Semplifica la tua routine di cura della pelle

Ogni bottiglia di Nightly Defense prescritta dal medico è fatta per te con ingredienti potenti e scelti con cura e consegnata a casa tua.

Per saperne di più

Trattamento

I peli incarniti sono probabilmente presenti fin dagli albori della rasatura. Troverai molti rimedi casalinghi suggeriti su Internet. Di solito, queste raccomandazioni comportano l'estrazione manuale dei peli incarniti. I suggerimenti vanno dall'aggressivo, come strapparlo con le pinzette, a idee più delicate come massaggiarlo con uno spazzolino da denti.

Sì, questi approcci potrebbero rilasciare con successo i capelli, ma arrivano con il loro rischio. Le pinzette nel tuo armadietto dei medicinali probabilmente non sono incredibilmente igieniche e possono lasciare cicatrici. Scavare nella pelle o strofinare un'area infiammata con lo spazzolino da denti che hai messo in bocca potrebbe introdurre una cornucopia di infezioni. L'uso di uno di questi rimedi casalinghi rischia di scambiare una lieve irritazione con qualcosa di molto più grave.

Spesso è meglio aspettare pazientemente, poiché la maggior parte dei peli incarniti si risolve nel tempo. I peli transfollicolari alla fine emergono dalla pelle e quelli extrafollicolari si rilasciano quando l'anello diventa abbastanza grande da essere forzato dalla tensione. Se un pelo incarnito ha davvero bisogno di cure, un operatore sanitario utilizzerà delicatamente un ago sterilizzato per estrarlo dalla pelle.

Se hai peli pubici incarniti, il primo passo è smettere di raderti. Rasatura su una zona irritata non farà altro che peggiorare le cose . L'interruzione della depilazione per quattro settimane consente ai peli di crescere abbastanza a lungo da staccarsi, come descritto sopra (Ogunbiyi, 2019). Prendere le pinzette può essere allettante, ma lasciare che la natura faccia il suo corso è più sicuro. Strappare un pelo dalla radice può solo trasformare un pelo incarnito extrafollicolare in uno transfollicolare, non risolvendo davvero il problema.

Alcuni i prodotti da banco possono offrire sollievo . I corticosteroidi come la crema all'idrocortisone possono ridurre l'infiammazione. I prodotti contenenti perossido di benzoile possono ridurre il rossore e aiutare a prevenire infezioni secondarie come la vera follicolite. L'acido salicilico o l'acido glicolico possono ammorbidire la pelle indurita intorno ai follicoli (Ogunbiyi, 2019).

Se il problema persiste, consultare un operatore sanitario o uno specialista come un dermatologo. Possono prescrivere una crema steroidea per ridurre l'infiammazione o una lozione retinoide per eliminare le cellule morte della pelle. Se hai un'infezione, potrebbero darti antibiotici orali o topici anche (Ogunbiyi, 2019). Se non trattata, una pustola infetta può trasformarsi in una cisti o peggio, quindi assicurati di parlare con il tuo medico se sei preoccupato.

Prevenzione

Il modo migliore per prevenire i peli incarniti è non rimuovere i peli in primo luogo. Se stai bene con un po' di barba, usa un rasoio elettrico impostato su almeno 1 millimetro e tagliare regolarmente. Una lunghezza di almeno 1 millimetro aiuta a ridurre le probabilità che i peli ricrescano verso la pelle.

Ma forse vuoi davvero una lucentezza pulita nel mezzo, che si tratti solo della linea del bikini o della completa deforestazione. Ci sono precauzioni che puoi prendere per ridurre al minimo i peli incarniti.

La rasatura lascia punte affilate e smussate, che aumentano le probabilità di penetrazione nella pelle. Ci sono alcune cose che puoi fare per smussare questi spigoli vivi , anche se. Un bagno in acqua tiepida prima della rasatura farà gonfiare i follicoli. L'esfoliazione ti darà una superficie più liscia su cui lavorare, riducendo al minimo l'attrito. Usa sempre la crema da barba. Radersi con leggeri movimenti verso il basso con la grana e non tirare mai la pelle mentre lo si fa (Ogunbiyi, 2019).

Strofinare l'area con un movimento circolare con un asciugamano ruvido dopo la rasatura può aiutare a liberare i peli rimasti sulla pelle. Usa una crema idratante se la pelle è secca.

corretto la cura del rasoio è essenziale anche. Sciacquare la lama in acqua calda tra una passata e l'altra. Puliscilo bene dopo aver finito e cambia le lame dopo cinque utilizzi. Un rasoio smussato non ti sta facendo alcun favore. (Ribero, 2010).

Creme depilatorie può essere più efficace della rasatura o della ceretta . Lasciano i capelli con una punta morbida che difficilmente penetrerà in qualcosa. Ma non funzionano per tutti. Non sono sempre piacevoli sulla pelle spessa, per non parlare della pelle sensibile come la vulva o l'asta del pene. Testare sempre su un piccolo punto prima dell'uso (RIbero, 2010).

Un passo davvero definitivo, anche se costoso, per eliminare i peli incarniti è la depilazione permanente tramite terapia laser o elettrolisi. Se questo non è conveniente e i peli incarniti sono un fastidio regolare, parla con un dermatologo per stabilire un regime di cura della pelle che possa affrontare il problema.

Riferimenti

  1. DeMaria, A. L., Flores, M., Hirth, J. M. e Berenson, A. B. (2014). Complicazioni legate alla depilazione pubica. Giornale americano di ostetricia e ginecologia, 210(6), 528.e1-5. doi: 10.1016/j.ajog.2014.01.036 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24486227/
  2. Garcia, M. R. e Wray, A. A. (2020). Infezioni trasmesse sessualmente. In StatPearls. Pubblicazione StatPearls. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32809643/
  3. Ogunbiyi, A. (2019). Pseudofollicolite barbae; attuali opzioni di trattamento. Dermatologia clinica, cosmetica e sperimentale, 12, 241-247. doi: 10.2147/CCID.S149250 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31354326/
  4. Puhan, MR e Sahu, B. (2015). Pseudofolliculitis corporis: una nuova entità diagnosticata dalla dermatoscopia. Rivista internazionale di tricologia, 7 (1), 30-32. doi: 10.4103/0974-7753.153453 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25878447/
  5. Ribera, M., Fernández-Chico, N., & Casals, M. (2010). [Pseudofollicolite barbae]. Actas Dermo-Sifiliograficas, 101 (9), 749-757. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/2103475/
Vedi altro