Cos'è il restauro del prepuzio?


Cos'è il restauro del prepuzio?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi di carattere medico, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

La circoncisione maschile, la rimozione di parte o parte del prepuzio, viene eseguita per molte ragioni. I genitori fanno circoncidere i loro figli maschi per scopi religiosi, altri come misura preventiva contro futuri problemi medici. Alcuni bambini maschi non circoncisi alla fine hanno la procedura per motivi medici. Uno dei più comuni è la fimosi, un prepuzio anormalmente stretto che non si ritrae.



La ricerca ha costantemente dimostrato alcuni benefici medici per la circoncisione. Il rischio di infezioni del tratto urinario è maggiore nei maschi non circoncisi di tutte le età (Morris, 2013). Uno studio in Sud Africa ha scoperto che la circoncisione, se eseguita da professionisti medici, riduce del 60% il rischio di trasmissione dell'HIV da donna a uomo (Auver, 2005). Tra gli uomini gay e bisessuali, gli studi hanno suggerito che i top circoncisi (coloro che si impegnano sessualmente solo nel ruolo di inserimento) hanno un rischio HIV significativamente ridotto anche (Wiysonge, 2011).

Vitali

  • Alcuni uomini circoncisi desiderano ripristinare i loro prepuzi per una serie di motivi.
  • Il restauro del prepuzio, chiamato anche incirconcisione o posthioplastica, è stato praticato per secoli.
  • L'attuale tecnologia medica non può veramente ripristinare un prepuzio, ma potrebbe essere in grado di ricrearne l'aspetto.

La circoncisione è con noi da millenni e l'idea di ripristinare il prepuzio esiste da quasi altrettanto tempo. Dai tempi antichi fino agli anni '40, il restauro del prepuzio è stato principalmente tentato da uomini ebrei per passare per un'altra etnia.

Qualcuno potrebbe pensare al prepuzio, che i biologi chiamano il prepuzio , è semplicemente un lembo di pelle in eccesso. Mentre una persona può ovviamente vivere senza uno, il prepuzio è diverso dalla pelle che lo circonda. La ricerca suggerisce che il prepuzio è più sensibile del glande (testa del pene) (Taylor, 1996).



Ci sono una serie di ragioni per cui alcuni uomini desiderano ripristinare il loro prepuzio. Poiché quel tessuto è più sensibile del glande, alcuni uomini circoncisi credono di perdere il piacere sessuale non avendo un prepuzio. Alcuni uomini cercano il restauro perché sentono di recuperare qualcosa perduto, mentre alcuni potrebbero soffrire di problemi di immagine corporea relativi all'aspetto del loro pene. Altri ancora lo vedono come una forma di espressione personale, una modifica del corpo come un piercing o un tatuaggio.

Annuncio pubblicitario

Ottieni $ 15 di sconto sul tuo primo ordine di trattamento per la disfunzione erettile



Un vero professionista sanitario autorizzato negli Stati Uniti esaminerà le tue informazioni e ti ricontatterà entro 24 ore.

Per saperne di più

Ci sono molti argomenti a favore e contro la circoncisione, che non approfondiremo qui. Lo scopo di questo articolo sarà la storia del restauro del prepuzio, i metodi attualmente utilizzati e gli eventuali rischi potenziali.

Dovremmo notare in anticipo che la frase restauro del prepuzio, sebbene comunemente usata, è un nome leggermente improprio. Una volta rimosso, non si può far crescere un nuovo prepuzio, non più di quanto non possa crescere un nuovo dito del piede. Ciò che chiamiamo restauro è creare una copertura che abbia l'aspetto, e alcuni credono la sensazione, di un prepuzio.

Storia del restauro del prepuzio

Un malinteso comune in Occidente è che la circoncisione sia iniziata come un antico rituale ebraico, diffuso attraverso le religioni abramitiche. Ma ci sono prove che le circoncisioni fossero pratica comune nella penisola arabica almeno fin dal 3000 aC , precedendo l'esistenza del giudaismo moderno di oltre duemila anni. Dipinti in Egitto risalenti al 2.300 aC raffigurano la pratica, almeno cinquecento anni prima della nascita di Abramo (Doyle, 2005).

Non era nemmeno limitato al Medio Oriente e al Nord Africa. La pratica è comune nelle tribù aborigene australiane e polinesiane. Ci sono alcune prove che si verificano tra i popoli Inca, Maya e Aztechi. Alcuni ricercatori ipotizzano che i popoli antichi sviluppato come pratica igienica as , come prevenzione contro l'infezione (Doyle, 2005).

Qualunque siano le ragioni per togliere il prepuzio, l'idea della ricreazione o dell'estensione del prepuzio esiste da secoli. Il Primo Libro dei Maccabei, scritto intorno al II secolo a.C., parla di ebrei laici che ha nascosto il fatto della circoncisione per adattarsi meglio ai gentili della regione (Tushnet, 1965). Hanno raggiunto questo obiettivo attaccando pesi al loro prepuzio rimanente e allungandolo lentamente.

Nell'antica Roma, un prepuzio più lungo era considerato da molti più attraente. Aulo Cornelio Celso Di Medicina , scritto a volte nel primo secolo, descrive un piuttosto raccapricciante processo per allungare un piccolo prepuzio (Schultheiss, 1998). Dioscoride' Di Materia Medica , scritto tra il 50 e il 70 d.C., raccomanda un unguento di carota mortale ( Thapsia ) succo e zolfo come soluzione meno invasiva.

Domande sull'anatomia del pene: muscolo o osso?

4 minuti di lettura

C'è persino un riferimento al restauro del prepuzio nel Nuovo Testamento. Sebbene i seguaci di Gesù abbiano deciso di abbandonare la circoncisione come pratica, San Paolo ha parlato male degli uomini che tentano di diventare incirconcisi in 1 Corinzi. Suona il glande che ti viene dato, ha detto (o qualcosa in tal senso).

Andando avanti veloce di quasi duemila anni, un pene circonciso potrebbe rapidamente diventare una condanna a morte per gli uomini ebrei nell'Europa occupata dai nazisti. La chirurgia plastica per simulare il prepuzio divenne un mercato sotterraneo. Un medico dell'Olanda occupata ha descritto un metodo in qualche modo simile a quello di Celso. Il chirurgo farebbe un'incisione intorno alla base del pene. Quindi, hanno fatto scivolare la pelle dell'asta sul glande. Poiché questo esponeva la base dell'asta, prelevavano la pelle dalla parte posteriore dello scroto per innestare la ferita (Schultheiss, 1998).

I metodi moderni di restauro del prepuzio non differiscono troppo dai vecchi metodi, ma sono stati perfezionati e sono molto più sicuri.

Metodi non chirurgici

Pelle cresce quando allungato . Questa crescita avviene attraverso un processo chiamato mitosi. È molto complicato, ma in termini più semplici, vengono create nuove cellule della pelle quando una cellula madre si divide in due cellule figlie geneticamente identiche. Lo stiramento eccessivo della pelle induce questo processo (Zöllner, 2013).

Tipicamente questo viene fatto con espansori tissutali. Questi sono palloncini posizionati sotto la pelle che vengono gonfiati lentamente per settimane o mesi. Nel tempo, si è verificata un'espansione tissutale sufficiente per lo scopo necessario. I chirurghi estetici fanno questo per far crescere nuova pelle per qualche scopo, come sostituire la pelle danneggiata su una vittima di ustione.

Le procedure non chirurgiche che allungano la pelle dall'esterno hanno lo stesso effetto. L'espansione della pelle è una delle più antiche modifiche del corpo conosciute che gli esseri umani abbiano eseguito. Risale a molto più lontano del millennio con gli indicatori per le orecchie nella tua caffetteria locale. Gli archeologi hanno trovato barelle per le labbra (chiamate labrets) risalente al lontano 8700 a.C. (Gara, 2017).

Dagli ebrei nell'antica Grecia ai restauratori di prepuzio dei giorni nostri, lo stretching è stato la pratica più comune di restauro del prepuzio (Collier, 2011).

Ci sono diversi modi per allungare la pelle. Il più semplice è lo strattone manuale della pelle del pene. Una volta che hai abbastanza allentamento, applicando un peso sulla pelle del pene alla fine lo allungherai abbastanza da coprire il glande.

Wayne Griffiths, il fondatore della National Organization of Restoring Men (NORM), ha sviluppato un prodotto per questo scopo che ha chiamato Foreballs. I fori sembravano piccoli bilancieri e fornivano lo stesso peso su entrambi i lati dell'asta. Si potrebbero attaccare Foreball sempre più pesanti fino a raggiungere la lunghezza desiderata.

crema alla tretinoina acne prima e dopo

Oggi sono disponibili molti dispositivi di ripristino del prepuzio più complessi per semplificare e accelerare il processo. Non c'è molta letteratura su questi dispositivi e i rapporti sulla loro efficacia e sicurezza sono aneddotici.

L'allungamento della pelle richiede tempo. Potrebbe volerci ovunque da sei mesi a diversi anni per ottenere l'effetto desiderato. La pelle tesa non si restringerà verso la punta del glande come farebbe un prepuzio originale. Alcuni uomini possono scegliere un intervento chirurgico per creare una tale conicità dopo aver raggiunto la lunghezza ottimale del prepuzio (Schultheiss, 1998).

Come notato sopra, tuttavia, questo non è un prepuzio restaurato ma uno nuovo e diverso. La pelle dell'asta del pene non ha lo stesso trucco di un prepuzio. Esistono diverse strutture capillari e nervose.

Prima di decidere di intraprendere qualsiasi procedura come questa, anche se ti sembra generalmente sicura, è meglio consultare il tuo medico.

Metodi chirurgici

Le moderne tecniche chirurgiche differiscono poco da quelle utilizzate in passato e i risultati non sono sempre molto migliori. Nel suo libro La gioia di non essere circoncisi , l'autore Jim Bigelow ha intervistato diversi uomini che erano stati sottoposti a restauro chirurgico del prepuzio. Non tutti i pazienti erano soddisfatti dei risultati , e uno è andato per la ricirconcisione. Cicatrici e differenze nella struttura della pelle tra gli innesti e la pelle originale sono state tra le ragioni indicate, nessuna delle quali è stata riscontrata con il metodo di stretching (Schultheiss, 1998).

Il restauro non chirurgico del prepuzio è talvolta consigliato da alcuni operatori sanitari al posto dell'intervento chirurgico. Alcuni chirurghi falloplastica (chirurghi plastici del pene) non eseguirà il processo chirurgico (Collier, 2011). Detto questo, è sempre meglio discutere di decisioni come questa con il proprio medico per scoprire quale approccio è veramente giusto per te

Il futuro dei prepuzi

Alcune ricerche su bioingegneria nuovi prepuzi ha avuto luogo presso una società italiana denominata Foregen. La loro teoria è che decellularizzando i prepuzi dai peni di cadavere e ricellularizzando la struttura vuota con le cellule di un paziente, si può far ricrescere un vero prepuzio. Tuttavia, questa scienza è agli inizi e non è ancora stata sottoposta a sperimentazioni sugli animali.

I metodi non chirurgici rimangono l'approccio più consigliato, anche se sono un po' lenti. Parla con un operatore sanitario e segui i suoi consigli medici prima di iniziare qualsiasi regime di ripristino del prepuzio.

Riferimenti

  1. Auvert, B., Taljaard, D., Sitta, R., Puren, A., Lagarde, E., & Sobngwi-Tambekou, J. (2005). Studio randomizzato e controllato di intervento sulla circoncisione maschile per la riduzione del rischio di infezione da HIV: lo studio anrs 1265. Estratto il 23 febbraio 2021 da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16231970/
  2. Collier, R. (2011). Tutto di nuovo: la pratica del restauro del prepuzio. CMAJ: Canadian Medical Association Journal = Journal de l'Association Medicale Canadienne, 183 (18), 2092-2093. doi: 10.1503/cmaj.109-4009 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22083672/
  3. Doyle, D. (2005). Circoncisione maschile rituale: una breve storia. The Journal of the Royal College of Physicians di Edimburgo, 35(3), 279-285. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16402509/
  4. Garve, R., Garve, M., Türp, J. C., & Meyer, C. G. (2017). Labret in Africa e in Amazzonia: implicazioni mediche e determinanti culturali. Medicina tropicale e salute internazionale: TM e IH, 22 (2), 232-240. doi: 10.1111/tmi.12812 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27862688/
  5. Morris, B.J., & Wiswell, T.E. (2013). Circoncisione e rischio per tutta la vita di infezione del tratto urinario: una revisione sistematica e una meta-analisi. Il Journal of Urology, 189(6), 2118-2124. doi: 10.1016/j.juro.2012.11.114 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23201382/
  6. Purpura, V., Bondioli, E., Cunningham, EJ, De Luca, G., Capirossi, D., Nigrisoli, E., Drozd, T., Serody, M., Aiello, V., & Melandri, D. (2018). Lo sviluppo di un'impalcatura biomateriale basata su matrice extracellulare decellularizzata derivata dal prepuzio umano ai fini della ricostruzione del prepuzio nei maschi circoncisi. Journal of Tissue Engineering, 9, 2041731418812613. doi: 10.1177/2041731418812613 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30622692/
  7. Schultheiss, D., Truss, M. C., Stief, C. G. e Jonas, U. (1998). Incirconcisione: una revisione storica del restauro prepuziale. Chirurgia plastica e ricostruttiva, 101 (7), 1990-1998. doi: 10.1097/00006534-199806000-00037 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/9623850/
  8. Taylor, J.R., Lockwood, A.P., & Taylor, A.J. (1996). Il prepuzio: mucosa specializzata del pene e sua perdita per circoncisione. British Journal of Urology, 77(2), 291-295. doi: 10.1046/j.1464-410x.1996.85023.x Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/8800902/
  9. Tushnet, L. (1965). Incirconcisione. Medical Times, 93, 588-593. Recuperato da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/14287361/
  10. Wiysonge, C.S., Kongnyuy, E.J., Shey, M., Muula, A.S., Navti, O.B., Akl, E.A., & Lo, Y.-R. (2011). Circoncisione maschile per la prevenzione dell'acquisizione omosessuale dell'HIV negli uomini. Il database Cochrane delle revisioni sistematiche, 6, CD007496. doi: 10.1002/14651858.CD007496.pub2 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21678366/
  11. Zöllner, A. M., Olanda, M. A., Honda, K. S., Gosain, A. K. e Kuhl, E. (2013). Crescita su richiesta: revisione della meccanobiologia della pelle allungata. Journal of the Mechanical Behavior of Biomedical Materials, 28, 495-509. doi: j.jmbbm.2013.03.018 Estratto da https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23623569/
Vedi altro