Che cos'è la malattia cardiaca? Cosa puoi fare per prevenirlo?

Che cos'è la malattia cardiaca? Cosa puoi fare per prevenirlo?

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

La malattia cardiaca è un termine generico che include molte condizioni diverse che colpiscono il cuore e i suoi vasi sanguigni. Un'altra parola per le malattie cardiache è malattie cardiovascolari, anche se di solito si riferiscono a problemi cardiaci che derivano da vasi sanguigni ristretti. Altre forme di malattie cardiache includono ritmi cardiaci anormali (aritmie), problemi del muscolo cardiaco (cardiomiopatia), malattia coronarica, problemi alle valvole cardiache, infezioni cardiache e problemi cardiaci con cui sei nato (difetti cardiaci congeniti).

Vitali

  • Le malattie cardiache si riferiscono a molte condizioni diverse che colpiscono il cuore, tra cui aritmie, cardiomiopatia, malattia coronarica, cardiopatia valvolare, endocardite e cardiopatia congenita.
  • Le malattie cardiache sono una delle principali cause di morte sia per gli uomini che per le donne negli Stati Uniti; è responsabile di una morte su quattro ogni anno.
  • I fattori di rischio per la maggior parte dei tipi di malattie cardiache includono età, ipertensione, colesterolo alto, diabete, fumo, stress e genetica.
  • Il trattamento delle malattie cardiache è specifico per il tipo di problema cardiaco, ma può comportare una combinazione di modifiche dello stile di vita, farmaci e talvolta procedure o interventi chirurgici.

Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) , circa un decesso su quattro ogni anno (circa 610.000 persone) negli Stati Uniti è dovuto a malattie cardiache (CDC, 2019). È la principale causa di morte sia per gli uomini che per le donne. Comprendere le malattie cardiache è essenziale per la tua salute perché molte forme di malattie cardiache possono essere prevenute o trattate con scelte di vita sane, soprattutto nelle prime fasi della malattia. I fattori di rischio per le malattie cardiache includono quanto segue:

  • Età: Con l'avanzare dell'età, le nostre arterie si induriscono e hanno maggiori probabilità di restringersi o subire ostruzioni.
  • Genere: Gli uomini hanno maggiori probabilità di contrarre malattie cardiache, soprattutto dopo i 45 anni. Dopo i 55 anni, il rischio per le donne si avvicina a quello degli uomini.
  • Genetica : le persone con una storia familiare di malattie cardiache sono a rischio più elevato. Ciò è particolarmente vero se a tuo padre o tuo fratello è stata diagnosticata una malattia cardiaca prima dei 55 anni o se tua madre o tua sorella l'hanno sviluppata prima dei 65 anni (NIH, n.d.)
  • Fumare: Fumare, anche inalare il fumo passivo, può danneggiare i vasi sanguigni e aumentare il rischio di sviluppare malattie cardiache.
  • Alta pressione sanguigna: L'ipertensione non adeguatamente controllata fa lavorare di più il cuore e contribuisce all'indurimento delle arterie, aumentando così il rischio di malattie cardiache.
  • Colesterolo alto: Alti livelli di colesterolo nel sangue aumentano il rischio di formazione di placche e di aterosclerosi nelle arterie.
  • Diabete: Il diabete aumenta il rischio di malattie cardiache. Secondo il Associazione americana del cuore (AHA) , circa il 68% delle persone con diabete di età superiore ai 65 anni muore per qualche forma di malattia cardiaca (AHA, 2016). Nello stesso gruppo, il 16% muore di ictus.
  • Obesità o sovrappeso: Le persone che hanno un eccesso di grasso corporeo, specialmente intorno alla vita, hanno un rischio maggiore sia di malattie cardiache che di altri fattori di rischio per le malattie cardiache, come l'ipertensione e il diabete.
  • Stile di vita sedentario: Le persone che non si allenano hanno un rischio maggiore di sviluppare malattie cardiache, così come alcuni dei suoi fattori di rischio, come l'obesità.
  • Fatica: Lo stress può danneggiare le arterie e metterti a rischio di malattie cardiache.
  • Dieta: Mangiare una dieta povera ad alto contenuto di zucchero, grassi, sale e colesterolo aumenta il rischio di obesità e malattie cardiache.
  • Apnea notturna: In questa condizione, ti fermi ripetutamente e inizi a respirare mentre dormi, causando un calo dei livelli di ossigeno nel sangue. Questi cali improvvisi possono aumentare la pressione sanguigna, mettendo a dura prova il sistema cardiovascolare, che può portare a malattie cardiache.

Annuncio pubblicitario

Oltre 500 farmaci generici, ciascuno $ 5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni riempite per soli $ 5 al mese ciascuna (senza assicurazione).

Per saperne di più

Tipi di malattie cardiache

aritmie

Le aritmie sono un tipo di malattia cardiaca in cui la frequenza o il ritmo cardiaco è anormale. Il cuore può battere troppo velocemente (tachicardia), troppo lento (bradicardia), saltare un battito, avere battiti extra o battere con un ritmo insolito. Sebbene le aritmie siano comuni e non pericolose per la maggior parte delle persone, in alcuni casi possono avere conseguenze potenzialmente letali. Le aritmie si verificano a causa di un problema con il normale flusso di impulsi elettrici che attivano il cuore per contrarsi (spremere) e rilassarsi. Quando questi impulsi vengono interrotti, il cuore non può più pompare in modo efficiente per spingere il sangue in tutto il corpo. I sintomi delle aritmie includono:

  • Battito cardiaco svolazzante o tremante (palpitazioni)
  • Un battito cardiaco accelerato o un battito cardiaco lento
  • Dolore o pressione al petto
  • Fiato corto
  • Debolezza, vertigini e vertigini
  • Ansia
  • Svenimento (sincope)
  • Confusione
  • Fatica
  • Collasso e arresto cardiaco improvviso (in casi estremi)

Diversi fattori possono causare aritmie; possono verificarsi improvvisamente a causa di sforzo fisico, stress, farmaci o problemi con le vie di segnalazione elettrica nel cuore. Possono anche essere dovuti a danni ai tessuti cardiaci, come un infarto; a volte, la causa di un'aritmia non è chiara. Le cause note di aritmie includono:

  • Un attacco di cuore o cicatrici da un precedente attacco di cuore
  • Malattia coronarica (accumulo di placca nelle arterie che alimentano il cuore)
  • Condizioni che influenzano la struttura generale del cuore, come la cardiomiopatia
  • Alta pressione sanguigna
  • Problemi alla tiroide
  • Disidratazione
  • Basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia)
  • Livelli anormali di elettroliti come potassio, magnesio, sodio o calcio nel sangue
  • Alcuni farmaci da banco, come farmaci per l'allergia e il raffreddore
  • Fumare
  • Bere troppo alcol o caffeina
  • Abuso di droghe, in particolare anfetamine e cocaina
  • Genetica

Cause, trattamento e prevenzione della fibrillazione atriale o AFib

9 minuti di lettura

Cardiomiopatia

La cardiomiopatia si riferisce a un gruppo di condizioni in cui il muscolo cardiaco si indebolisce e non può pompare il sangue in modo efficace. A volte non ci sono sintomi in queste condizioni, specialmente nella fase iniziale. Tuttavia, con il progredire della cardiomiopatia, potresti notare segni e sintomi come:

  • Mancanza di respiro (a riposo o sotto sforzo)
  • Gonfiore a gambe, piedi o caviglie ankle
  • Accumulo di liquido addominale
  • Fatica
  • Vertigini o stordimento
  • Tosse, soprattutto quando si è sdraiati (accumulo di liquidi nei polmoni)
  • Dolore o pressione al petto
  • Battito cardiaco accelerato o svolazzante

Esistono tre tipi principali di cardiomiopatia: dilatativa, ipertrofica e restrittiva. La cardiomiopatia dilatativa (DCM) è il tipo più comune di cardiomiopatia e si verifica più spesso negli uomini di mezza età. In questa condizione, parte del cuore si dilata (ingrandisce) e il cuore non può più pompare efficacemente il sangue nel resto del corpo; questo fa lavorare il cuore di più e può portare a insufficienza cardiaca. Le cause della cardiomiopatia dilatativa includono:

  • Malattia coronarica
  • Attacco di cuore
  • Alta pressione sanguigna
  • Altre condizioni mediche come diabete, malattie della tiroide, epatite virale e HIV
  • Complicazioni negli ultimi mesi di gravidanza
  • Droghe illegali, come cocaina e anfetamine, e alcuni farmaci usati per curare il cancro (farmaci chemioterapici)
  • Infezioni, in particolare infezioni virali che infiammano il muscolo cardiaco (endocardite)
  • Genetica

La cardiomiopatia ipertrofica (HCM) è una condizione in cui il muscolo cardiaco diventa anormalmente spesso, in particolare i ventricoli (camere inferiori del cuore). I tessuti ispessiti restringono le camere e fanno lavorare di più il cuore per pompare il sangue nel resto del corpo. Questo tipo di cardiomiopatia può essere grave se inizia durante l'infanzia; le persone con HCM hanno spesso una storia familiare della malattia e ci sono diverse mutazioni genetiche legate alla cardiomiopatia ipertrofica. In alcuni casi, la cardiomiopatia ipertrofica si sviluppa nel tempo a causa di ipertensione, cambiamenti dell'invecchiamento, diabete o malattie della tiroide. Altre volte, non viene trovata alcuna causa.

La cardiomiopatia restrittiva è il tipo meno comune di cardiomiopatia. Si verifica quando il muscolo cardiaco si irrigidisce ma non si ispessisce. I muscoli cardiaci rigidi significano che il cuore non può pompare il sangue in modo efficace; non è in grado di rilassarsi e riempirsi di sangue. Nel tempo, il cuore si indebolisce e si possono sviluppare insufficienza cardiaca e problemi alle valvole cardiache. La cardiomiopatia restrittiva a volte si verifica senza motivo (idiopatica). Altre volte, può essere causato da uno dei seguenti:

  • Amiloidosi: proteine ​​anomale si accumulano nel cuore e in altre parti del corpo
  • Disturbi del tessuto connettivo
  • Emocromatosi: troppo ferro nel corpo, che può danneggiare il cuore
  • Sarcoidosi: una condizione autoimmune in cui il corpo attacca se stesso
  • Trattamenti contro il cancro, come radiazioni e chemioterapia

Coronaropatia

La malattia coronarica (chiamata anche CAD, malattia coronarica, malattia cardiovascolare o cardiopatia ischemica) è una condizione in cui il flusso sanguigno al cuore è limitato o ridotto a causa del restringimento o del blocco delle arterie che lo alimentano. Nelle prime fasi, la maggior parte delle persone non manifesta alcun sintomo. Tuttavia, poiché il flusso sanguigno al cuore continua a diminuire, potresti iniziare a manifestare sintomi, tra cui:

da dove prendere le pillole di viagra?
  • Angina: dolore o pressione al petto (come un pesante peso sul petto), che può verificarsi a riposo, con l'attività fisica o con lo stress emotivo.
  • Mancanza di respiro, soprattutto con l'esercizio
  • Dolce freddo
  • Vertigini
  • Fatica
  • Ansia

Perché il colesterolo è troppo importante per essere ignorato

6 minuti di lettura

Le donne, tuttavia, possono avere una presentazione diversa della loro malattia coronarica. Possono avere dolore al petto, ma possono anche avvertire oppressione o pressione al petto, nausea, dolore addominale, vomito, affaticamento e vertigini. La malattia coronarica è più spesso dovuta all'aterosclerosi; questo è un accumulo di placca lungo le pareti delle arterie coronarie. Man mano che l'aterosclerosi progredisce e i depositi di placca grassa si infittiscono, il canale centrale (lume) dei vasi sanguigni (dove scorre il sangue) si restringe. Questo lume stretto si traduce in meno sangue (e ossigeno) che arriva alle cellule del cuore. I fattori di rischio per lo sviluppo dell'aterosclerosi (e della malattia coronarica) includono:

  • Diabete
  • Colesterolo alto
  • Alta pressione sanguigna
  • Fumare
  • Mancanza di esercizio
  • Diete ricche di sale, grassi, colesterolo e zuccheri

Puoi saperne di più sulla malattia coronarica facendo clic su Qui .

Cardiopatia valvolare

Il tuo cuore è composto da quattro camere (atrio sinistro, atrio destro, ventricolo sinistro, ventricolo destro) e quattro valvole unidirezionali (valvole tricuspide, polmonare, mitrale e aortica) per guidare il flusso di sangue attraverso il cuore e prevenire il sangue dal muoversi all'indietro. La cardiopatia valvolare si verifica quando si ha un problema con una o più di queste valvole. Ci sono tre modi principali in cui queste valvole possono non funzionare correttamente:

  • Rigurgito: la valvola non può chiudersi a tenuta e si ottiene una perdita all'indietro; esempi includono il rigurgito mitralico e il rigurgito aortico.
  • Stenosi: la valvola non è in grado di aprirsi completamente, determinando un canale stretto attraverso il quale il sangue può fluire; questo impedisce alla normale quantità di sangue di passare attraverso la valvola, portando a una diminuzione del flusso sanguigno. Gli esempi includono la stenosi aortica e la stenosi polmonare.
  • Atresia: valvola cardiaca poco sviluppata che non ha un'apertura per il flusso del sangue; questo è un tipo di difetto cardiaco congenito presente alla nascita ed è il tipo meno comune di cardiopatia valvolare.

Cardiopatia valvolare: cause, sintomi e trattamento

10 minuti di lettura

Il principale segno fisico della cardiopatia valvolare è un battito cardiaco anormale, chiamato soffio cardiaco. Molte persone con malattia della valvola cardiaca non hanno sintomi, soprattutto all'inizio della malattia. Segni e sintomi che possono manifestare le persone con cardiopatia valvolare includono:

  • Fatica
  • Mancanza di respiro o difficoltà a riprendere fiato, soprattutto quando si è sdraiati o con uno sforzo (come camminare)
  • Dolore al petto
  • Sentirsi come se il tuo cuore battesse, correndo o saltando i battiti
  • Piedi, gambe o addome gonfi
  • Vertigini o episodi di svenimento

Puoi saperne di più sulla cardiopatia valvolare facendo clic su Qui .

Insufficienza cardiaca congestizia

L'insufficienza cardiaca congestizia (CHF) è una condizione in cui il cuore non è in grado di pompare sangue a sufficienza per soddisfare le esigenze del corpo. L'insufficienza cardiaca congestizia si verifica quando c'è un problema con: 1) Come il cuore si riempie di sangue o 2) Come il cuore pompa il sangue in avanti. Quando il cuore ha difficoltà a riempirsi di sangue, si parla di insufficienza cardiaca diastolica o insufficienza cardiaca con frazione di eiezione conservata. Quando il cuore ha difficoltà a pompare il sangue in avanti, si parla di insufficienza cardiaca sistolica o insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta. (La frazione di eiezione è la percentuale di sangue nel cuore che viene spinto in avanti ogni volta che il cuore batte.)
L'insufficienza cardiaca congestizia può essere causata da altre condizioni cardiache, tra cui cardiomiopatia, CAD, cardiopatia valvolare e persino aritmie. In CHF, c'è spesso un accumulo di liquidi nel corpo e i sintomi sono gli stessi dei sintomi sopra elencati per la cardiomiopatia.

Endocardite (infezioni cardiache)

L'endocardite è un'infezione dell'endocardio, il rivestimento interno del cuore; è una condizione rara ma può essere pericolosa per la vita. Nell'endocardite, batteri, virus o funghi viaggiano attraverso il sangue e infettano il rivestimento del cuore. A volte questi batteri o funghi si accumulano su una delle valvole cardiache; se quel grumo si interrompe nel flusso sanguigno, può viaggiare in altre parti del corpo, come il cervello, bloccando il flusso sanguigno e diffondendo l'infezione (embolo). Segni e sintomi comuni di endocardite infettiva includono:

  • Febbre, brividi o altri sintomi simil-influenzali
  • Un soffio al cuore nuovo o cambiato rispetto a prima
  • Fatica
  • Dolori articolari e muscolari
  • Sudorazioni notturne
  • Fiato corto
  • Dolore al petto, soprattutto quando respiri
  • Gonfiore ai piedi, alle gambe o all'addome
  • Dolore addominale
  • Cambiamenti della pelle, come dolorose protuberanze rosse o viola sulle dita delle mani o dei piedi (nodi di Osler), macchie rosse piatte indolori sui palmi delle mani o sulla pianta dei piedi (lesioni di Janeway) o minuscole macchie rosso porpora da vasi sanguigni rotti sulla pelle, sugli occhi o in bocca (petecchie).

L'endocardite è causata da germi, come batteri e funghi, che entrano nel cuore dal flusso sanguigno. Esistono diversi percorsi che gli insetti possono utilizzare per accedere al sangue di una persona, tra cui:

  • Attività dentistiche: lavarsi i denti o altre attività che potrebbero far sanguinare le gengive; queste attività consentono ai batteri di entrare nel flusso sanguigno, soprattutto se non hai gengive sane. Allo stesso modo, le procedure dentistiche che tagliano le gengive possono anche introdurre germi nel sangue.
  • Infezioni: i batteri possono diffondersi da un'area infetta, come un'infezione della pelle, alla circolazione sanguigna.
  • Cateteri: le persone che necessitano di cateteri (tubi sottili) posizionati per iniettare farmaci o rimuovere liquidi hanno un rischio maggiore che i batteri entrino nel loro corpo attraverso il catetere; questo è particolarmente vero se il catetere è in posizione per un lungo periodo
  • Aghi: gli aghi usati per tatuaggi, piercing o uso illegale di droghe per via endovenosa (IV) (come eroina o cocaina) possono essere contaminati da batteri e trasportarli nel flusso sanguigno.

Esistono diversi tipi di difetti cardiaci congeniti, un termine generico per anomalie della struttura del cuore che sono presenti alla nascita. Alcuni di questi difetti non necessitano di cure perché non causano sintomi; tuttavia, possono causare complicazioni da adulto. Altri tipi richiedono un intervento chirurgico, a volte subito dopo la nascita, a causa di conseguenze potenzialmente letali. I tipi di difetti cardiaci congeniti consistono in buchi nel cuore, flusso sanguigno bloccato, vasi sanguigni anormali, problemi alle valvole cardiache e un cuore poco sviluppato; i bambini possono anche nascere con una combinazione di difetti. Non tutti i difetti cardiaci congeniti causano sintomi, ma per quelli che lo fanno, i sintomi comuni includono:

  • Colore della pelle grigio o blu (cianosi)
  • Mancanza di energia
  • Soffi cardiaci (suoni cardiaci anormali)
  • Respirazione rapida
  • Mancanza di respiro durante l'alimentazione
  • Gonfiore all'addome, alle gambe o intorno agli occhi
  • I bambini più grandi possono notare che si stancano rapidamente, hanno il fiato corto o svengono durante l'esercizio

I difetti cardiaci congeniti si verificano a causa di un problema con lo sviluppo del cuore nel feto; lo sviluppo del cuore inizia tipicamente nelle prime sei settimane di gravidanza. I ricercatori non conoscono definitivamente il motivo per cui alcune persone sviluppano difetti cardiaci congeniti. La genetica può svolgere un ruolo e anche i farmaci, alcune condizioni mediche e il fumo possono essere coinvolti.

Come diagnosticare le malattie cardiache

La diagnosi di malattie cardiache inizia con un esame fisico e parlando con il medico dei sintomi e della storia familiare. Oltre a controllare il sangue per controllare il colesterolo, lo zucchero, gli elettroliti o altre anomalie, il medico può anche ordinare uno o più dei seguenti test:

  • Elettrocardiogramma (ECG o ECG): questo è un semplice test che esamina l'attività elettrica del cuore e può essere eseguito nell'ufficio del medico.
  • Monitor Holter o monitor di eventi: si tratta di ECG portatili che forniscono informazioni su come funziona il cuore durante le attività quotidiane.
  • Test da sforzo: mentre ti alleni su un tapis roulant (o dopo aver assunto farmaci per far battere il cuore più velocemente per simulare l'esercizio), vengono scattate foto del tuo cuore per vedere come funziona sotto stress.
  • Ecocardiogramma: gli ecocardiogrammi utilizzano le onde sonore (ultrasuoni) per creare un'immagine del tuo cuore e osservarne la struttura e la funzione.
  • Angiografia cardiaca (cateterismo): in questa procedura minimamente invasiva, un tubo sottile viene inserito in un vaso sanguigno nell'inguine o nel braccio e guidato nel cuore. Quindi viene iniettato un colorante speciale nei vasi sanguigni per visualizzare come il sangue scorre attraverso i vasi sanguigni e le valvole cardiache.
  • Scansione TC o RM cardiaca: viene eseguita una scansione TC o RM del cuore per rilevare o valutare eventuali anomalie.

Trattamento delle malattie cardiache

I diversi trattamenti per le malattie cardiache variano a seconda del tipo (o dei tipi) di malattie cardiache coinvolte. Le terapie possono includere qualsiasi combinazione di quanto segue: modifiche dello stile di vita, farmaci e procedure o interventi chirurgici.

Le modifiche allo stile di vita possono aiutare non solo a curare le malattie cardiache, ma anche a ridurre i fattori di rischio per le malattie cardiache e migliorare la salute generale del cuore. Le modifiche che puoi apportare includono:

  • Mangiare sano per il cuore con una dieta povera di sodio e grassi saturi e ricca di frutta e verdura
  • Mantenere un peso sano
  • Ridurre al minimo lo stress
  • Fare esercizio per almeno 30 minuti più volte a settimana
  • Smettere di fumare

Per alcune persone, i cambiamenti nello stile di vita non sono sufficienti per curare la propria malattia cardiaca; in questi casi, l'operatore sanitario può prescrivere farmaci come:

Farmaco Come può aiutare con le malattie cardiache
Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) e bloccanti del recettore dell'angiotensina II (ARB) Diminuire la pressione sanguigna, abbassando così la richiesta di ossigeno del cuore; esempi includono losartan e valsartan (ARB) ed enalapril e lisinopril (ACE-inibitori)
Farmaci antiaritmici (come bloccanti dei canali del potassio e bloccanti dei canali del sodio Mantieni il cuore che batte con un ritmo normale
Antibiotici Per prevenire o curare le infezioni
Anticoagulanti (fluidificanti del sangue) Diminuire il rischio di sviluppare coaguli di sangue che possono portare ad infarti e ictus; Esempi: warfarin, enoxaparina, apixaban, dabigatran, rivaroxaban
Asprin Riduce il rischio di formazione di coaguli impedendo alle piastrine di attaccarsi tra loro, riducendo così il rischio di attacchi di cuore
Beta-bloccanti Riduce la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, riducendo così la richiesta di ossigeno del cuore; esempi includono metoprololo, atenololo, bisoprololo, sotalolo
Calcio-antagonisti Può essere utilizzato per abbassare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna per ridurre il carico di lavoro sul cuore; esempi includono verapamil e diltiazem
Farmaci per il colesterolo La diminuzione del colesterolo può ridurre l'aterosclerosi e la malattia coronarica; esempi includono statine, niacina e fibrati
Farmaci per il diabete Mantenendo la glicemia controllata, si riduce il rischio di malattie cardiache
Diuretici (pillole d'acqua) Aiuta a ridurre l'accumulo di liquidi nel sangue e nei tessuti corporei, diminuendo così il carico di lavoro sul cuore
vasodilatatori Apre i vasi sanguigni nel cuore e nel corpo per ridurre il carico di lavoro del cuore e incoraggiare il sangue a muoversi in avanti piuttosto che fuoriuscire all'indietro

Se la combinazione di farmaci e cambiamenti nello stile di vita non è sufficiente, o se la tua malattia cardiaca è grave, potresti aver bisogno di un intervento chirurgico per affrontare la tua condizione. Le tue opzioni chirurgiche dipendono dal tuo problema cardiaco specifico.

Tipo di malattia cardiaca Procedura/opzioni chirurgiche (elenco non esaustivo)
aritmia – Impianto di un pacemaker o di un defibrillatore cardiaco impiantabile (ICD) – dispositivi per mantenere il normale battito cardiaco
– Cardioversione – ripristinare il ritmo del tuo cuore
– Ablazione – distruggere le cellule cardiache che agiscono in modo anomalo
Cardiomiopatia – Impianto di un pacemaker o di un defibrillatore cardiaco impiantabile (ICD) – dispositivi per mantenere il normale battito cardiaco
– Impiantare un dispositivo di assistenza ventricolare sinistra (LVAD) – aiuta il tuo cuore indebolito a pompare il sangue
– Ablazione cardiaca – distruggere le cellule cardiache che agiscono in modo anomalo
– Intervento chirurgico per rimuovere la parete ispessita del cuore (miectomia settale)
– Chirurgia del trapianto di cuore
Coronaropatia – Intervento coronarico percutaneo (PCI) – aprire i vasi coronarici bloccati con un palloncino e quindi inserire uno stent per tenerlo aperto; precedentemente chiamata angioplastica con stent
– Innesto di bypass dell'arteria coronaria (CABG) – crea un nuovo passaggio (bypass) per far fluire il sangue nelle aree del cuore che non ricevono più sangue a causa di un'arteria bloccata
Cardiopatia valvolare – Riparazione della valvola
– Sostituzione della valvola mediante catetere (sostituzione della valvola aortica transcatetere o TAVR) o tramite chirurgia a cuore aperto
Endocardite – Rimuovere qualsiasi tessuto infetto danneggiato
– Riparare o sostituire le valvole cardiache danneggiate
Difetti cardiaci congeniti – Riparare il difetto cardiaco
- Trapianto di cuore

Prevenire le malattie cardiache

Alcuni tipi di malattie cardiache non possono essere evitati, in particolare i difetti cardiaci congeniti con cui sei nato. Per molti altri, tuttavia, è possibile prevenire le malattie cardiache apportando cambiamenti nello stile di vita sano. Le malattie cardiache possono iniziare già nell'infanzia ma non si manifestano fino all'età adulta, quindi non è mai troppo presto per iniziare a pensare alla salute del tuo cuore. Cose che puoi fare per ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiache:

  • Smettere di fumare
  • Mantieni un peso sano
  • Segui una dieta sana per il cuore ricca di frutta e verdura e povera di zuccheri, grassi, sale e colesterolo
  • Allenati più volte a settimana
  • Controlla e controlla regolarmente la pressione sanguigna, la glicemia e i livelli di colesterolo; se sei in cura per ipertensione, diabete o colesterolo alto assicurati di prendere i farmaci come prescritto
  • Gestire lo stress

Se hai domande sui tuoi rischi di malattie cardiache, parla con il tuo medico. Insieme, puoi sviluppare un piano per mantenere il tuo cuore sano per gli anni a venire.

Riferimenti

  1. American Heart Association (AHA) – Comprendi i tuoi rischi per prevenire un attacco di cuore. (2016, 30 giugno). Estratto il 4 dicembre 2019 da https://www.heart.org/it/argomenti-di-salute/attacco-di-cuore/comprendere-i-rischi-per-prevenire-un-infarto
  2. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) - Fatti sulle malattie cardiache. (2019, 2 dicembre). Estratto il 4 dicembre 2019 da https://www.cdc.gov/heartdisease/facts.htm
  3. National Institutes of Health (NIH), National Heart, Lung, and Blood Institute - Cardiopatia ischemica. (n.d.). Estratto il 4 dicembre 2019 da https://www.nhlbi.nih.gov/health-topics/ischemic-heart-disease
Vedi altro