Carenza di zinco: 8 segni e sintomi comuni

Carenza di zinco: 8 segni e sintomi comuni

Dichiarazione di non responsabilità

In caso di domande o dubbi medici, si prega di parlare con il proprio medico. Gli articoli sulla Guida alla salute sono sostenuti da ricerche e informazioni sottoposte a revisione paritaria tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale.

C'è una vera e propria crisi di infertilità in corso negli Stati Uniti, e non solo per le donne. Nel 2013, oltre il 9% degli uomini americani di età compresa tra 15 e 44 anni aveva avuto problemi di fertilità (Chandra, 2013). E uno studio su 43.000 uomini provenienti da Nord America, Europa, Australia e Nuova Zelanda ha scoperto che il numero di spermatozoi per millilitro di sperma è diminuito di quasi il 60% tra il 1973 e il 2011 (Levine, 2017). Anche se non stai ancora pensando ai bambini, dovresti preoccuparti della salute del tuo sperma, che potrebbe essere facile come prevenire la carenza di zinco.

Lo zinco è un minerale e un oligoelemento cruciale per il tuo corpo in molti modi. Sebbene siano necessarie solo tracce (la dose dietetica raccomandata è di 11 mg al giorno per gli uomini adulti e 8 mg al giorno per le donne adulte), questo micronutriente aiuta a mantenere il corretto funzionamento del corpo svolgendo un ruolo chiave nella guarigione delle ferite e nella funzione immunitaria, nella divisione cellulare, e la formazione di DNA e proteine. È anche vitale per la crescita e lo sviluppo e influenza il gusto e l'olfatto e può potenzialmente rallentare la degenerazione maculare senile.

Vitali

  • Lo zinco è un minerale e un oligoelemento cruciale per il tuo corpo in molti modi.
  • Anche livelli sierici di zinco leggermente bassi possono avere un impatto sulla funzione immunitaria.
  • Ci sono diversi gruppi di persone che hanno maggiori probabilità di diventare carenti di zinco. Negli Stati Uniti, i bambini che allattano al seno e gli anziani hanno il rischio più elevato.
  • Per prevenire bassi livelli, un medico può consigliarti di assumere un multivitaminico, che generalmente contiene il minerale, ma lo zinco orale è disponibile anche da solo.

Sintomi di carenza di zinco

La carenza di zinco può essere difficile da diagnosticare (ci arriveremo), motivo per cui è necessario conoscere i segni e i sintomi. Poiché alcuni di essi non sono specifici (molte condizioni potrebbero causare la stessa cosa), sarà utile al tuo medico se riesci a riconoscere e descrivere la tua esperienza con loro. Ecco cosa devi sapere su cosa potresti sperimentare se i tuoi livelli di zinco diventano troppo bassi, chi è più a rischio di sviluppare una carenza di zinco lieve o grave e come gli operatori sanitari faranno la diagnosi.

Sebbene tutti questi possano essere segni di carenza di zinco, è importante notare che l'esperienza di tutti non sarà la stessa. Potresti avere questi sintomi se i livelli sierici di zinco diventano troppo bassi, oppure no. Potresti avere altri sintomi del tutto, poiché il corpo di tutti può mostrare i segni in modo leggermente diverso.

Perdita di appetito

La dottoressa Dana Hunnes, dietista senior presso il Ronald Reagan UCLA Medical Center, afferma che la perdita di appetito è un segno rivelatore di bassi livelli di zinco. Ma mentre i professionisti medici vedono pazienti con basso contenuto di zinco che riferiscono una diminuzione dell'appetito, gli studi tendono ad andare nella direzione opposta. Questo minerale è così strettamente legato all'appetito che uno studio ha mostrato che l'integrazione di zinco ha aumentato con successo l'apporto calorico nei pazienti con anoressia (Khademian, 2014). Sebbene siano necessari ulteriori studi specificamente sugli esseri umani per chiarire il ruolo dello zinco, si ritiene che lo zinco influenzi l'appetito a causa del modo in cui influisce sulla grelina (Suzuki, 2011). Questo ormone, a volte indicato come ormone della fame, stimola l'appetito, aumenta l'assunzione di cibo e favorisce l'accumulo di grasso.

Sistema immunitario indebolito

Anche livelli sierici di zinco leggermente bassi possono avere un impatto sulla funzione immunitaria (Prasad, 2008). Una meta-analisi ha mostrato che lo zinco supporta il sistema immunitario in modo tale che l'integrazione con il minerale può ridurre la durata e la gravità del comune raffreddore, purché venga assunto in anticipo (Rao, 2011). Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, il lavoro preliminare sembra dimostrare che le losanghe a base di gluconato di zinco sono efficaci quanto l'acetato di zinco (Hemilä, 2017). Quindi, invece di tormentarti per la decisione in farmacia, puoi semplicemente sceglierne uno e iniziare il tuo regime di integratori. (Fai attenzione con quegli spray nasali allo zinco poiché le persone hanno segnalato un senso dell'olfatto opaco come effetto collaterale.)

Perdita di peso

Lo zinco basso è anche noto per causare la perdita di peso. Lo zinco manipola i livelli di grelina e leptina, gli ormoni della sazietà, nel tuo corpo. Ecco perché livelli di zinco inferiori a quelli ideali possono lasciarti senza appetito e, di conseguenza, una perdita di peso involontaria.

quando inizia la calvizie maschile?

Diarrea

Sfortunatamente, dovrai prestare attenzione alla diarrea su entrambi i lati dell'assunzione di zinco. Prendere troppo può causare questo sintomo sgradevole, oltre ad avere una carenza. La diarrea può anche peggiorare una carenza di questo minerale cruciale perché ne impedisce il corretto assorbimento. Questo è anche serio perché lo zinco è essenziale per la risposta immunitaria ai problemi intestinali che potrebbero causare feci molli. Quindi, se sai già di essere carente, anche se hai già un piano di trattamento, e soffri di diarrea da diversi giorni, è ora di chiamare il tuo medico.

Incapacità di guarire le ferite

È difficile sopravvalutare quanto sia vitale questo minerale per questo processo. Il ruolo dello zinco nella guarigione delle ferite è multidimensionale. Ottenere la giusta quantità di zinco consente di eseguire ogni fase di questo processo (Lin, 2017). Lo zinco elementare è necessario per la coagulazione (coagulazione del sangue nel sito della ferita), la difesa immunitaria dove sei stato ferito e la riparazione delle cellule della pelle per riportarlo alla normalità. È anche vitale per la formazione di cicatrici e la sintesi di proteine ​​e collagene.

Senso del gusto o dell'olfatto offuscato

Gli anziani sono particolarmente inclini a perdere il senso del gusto e dell'olfatto se non ricevono un'adeguata quantità di zinco (Pisano, 2016). In America, la carenza potrebbe non essere troppo comune, ma si stima che il 20-25% degli adulti di età pari o superiore a 60 anni non assuma abbastanza zinco, anche dopo aver contato gli integratori (NIH, 2019).

come si sentono i ragazzi dopo il sesso?

La perdita di capelli

La perdita dei capelli, o alopecia, è un segno estremamente comune di carenza di zinco (Saper, 2009), sebbene non tutti coloro che hanno un basso contenuto di zinco lo svilupperanno. Fortunatamente, sembra che questo effetto dei livelli di zinco troppo bassi possa essere invertito o alleviato aumentando i livelli di zinco nel siero. In un piccolo studio, la caduta dei capelli è rallentata o è stata curata dall'integrazione di zinco in persone carenti e affette da alopecia (Karashima, 2012). In un altro, 9 pazienti su 15 hanno visto un miglioramento, anche se i ricercatori affermano che questo non è abbastanza significativo per trarre conclusioni sul ruolo dello zinco (Park, 2009). È necessario lavorare di più, ma lo zinco alimentare può essere un modo semplice e sicuro per aumentare i numeri e potenzialmente rallentare o arrestare la caduta dei capelli.

ipogonadismo

Il nostro fabbisogno giornaliero di zinco è relativamente basso, ma aumenta per le donne in gravidanza. Lo zinco è vitale per una crescita e uno sviluppo adeguati per i bambini nell'utero e un basso contenuto di zinco può causare un ritardo della crescita. Ciò è particolarmente pronunciato nel sistema riproduttivo, in cui una carenza di zinco può causare l'arresto della pubertà. Un esempio è la sindrome di Prasad (Karaca, 2007), causata da carenze di ferro e zinco, che è caratterizzata da alterazioni cutanee, anemia (mancanza o disfunzione dei globuli rossi nel sangue) e ipogonadismo (quando le ghiandole sessuali producono poco o nessun ormone sessuale), tra gli altri sintomi.

Chi è a rischio di carenza di zinco?

Ci sono diversi gruppi di persone che hanno maggiori probabilità di diventare carenti di zinco. Negli Stati Uniti, i bambini che allattano al seno e gli anziani hanno il rischio più elevato. Tuttavia, le donne incinte possono facilmente soffrire di bassi livelli di zinco, poiché i loro bisogni aumentano man mano che il bambino si sviluppa. Anche gli alcolisti corrono un rischio maggiore a causa del malassorbimento. Anche le persone con anemia falciforme hanno un rischio maggiore.

Anche le malattie croniche che influenzano l'assorbimento dello zinco sono fattori di rischio, tra cui malattie del fegato, morbo di Crohn e acrodermatite enteropatica, una rara malattia genetica che lega lo zinco, causando molti sintomi che si allineano con la carenza di zinco come alopecia, dermatite e diarrea. Le persone che assumono inibitori della pompa protonica (PPI) per ridurre l'acidità di stomaco possono anche soffrire di bassi livelli di zinco poiché il farmaco interferisce con l'assorbimento.

Diagnosi di carenza di zinco

Le professioni mediche possono utilizzare più di un test per vedere se sei a basso contenuto di minerali vitali. Questo perché lo zinco è distribuito in tutte le cellule del tuo corpo in quantità molto piccole. Per questo motivo, sebbene ci siano alcuni test che i professionisti possono provare, nessuno di questi è accurato al 100%. Potresti avere livelli di zinco normali durante il test, anche se in realtà sei carente di zinco.

Il tuo medico potrebbe testare il tuo zinco plasmatico, prelevato dal plasma sanguigno (il componente liquido giallastro del sangue) se sospettano che tu sia carente. Ma i professionisti medici possono anche scegliere di testare la concentrazione di zinco attraverso un test delle urine o un'analisi dei capelli. Una volta confermata la tua diagnosi, lavoreranno con te per arrivare alla radice del problema. È relativamente facile assumere abbastanza zinco attraverso il nostro apporto alimentare, quindi se lo zinco sierico è basso, potrebbe essere un sintomo di una condizione sottostante.

Trattamenti a basso contenuto di zinco

Il piano per il trattamento dei bassi livelli di zinco nel siero dipende da quanto grave sia la carenza. In ospedale, diamo zinco per via endovenosa o raccomandiamo 220 mg di solfato di zinco al giorno per 14 giorni, spiega il dott. Hunnes. (L'acetato di zinco è un'altra forma comune del minerale usato per trattare le carenze.) Tuttavia, i pazienti inizieranno a sentirsi meglio abbastanza rapidamente. A seconda di quanto sia grave la carenza, potrebbero essere necessari alcuni giorni per 'riparare', dice, ma dal momento che non immagazziniamo davvero lo zinco, di solito è una rapida inversione di tendenza. In caso di grave carenza di zinco, il miglioramento dello stato di zinco può richiedere un'integrazione ad alte dosi. Sfortunatamente, non tutti i sintomi scompaiono così rapidamente come i tuoi numeri possono rimbalzare. La crescita dei capelli richiede un po' di tempo per riprendersi, afferma il dott. Hunnes.

Integratori e zinco dietetico

Se hai intenzione di utilizzare integratori, dovresti sempre seguire i consigli medici. Anche avere troppo zinco può essere pericoloso. Per prevenire bassi livelli, un medico può consigliarti di assumere un multivitaminico, che generalmente contiene il minerale, ma lo zinco orale è disponibile anche da solo. Potrebbe non essere necessario integrare, tuttavia, poiché l'indennità giornaliera raccomandata è relativamente facile da raggiungere per gli onnivori. (Le linee guida sull'assunzione di riferimento nella dieta limitano l'assunzione giornaliera di zinco a 40 mg (Inst. of Medicine, 2001), un numero basato su quando lo zinco inizia a interagire negativamente con i nostri livelli di rame.)

L'aggiunta di carne rossa, pollame e ostriche alla tua dieta può aumentare significativamente l'assunzione di zinco per raggiungere la dose dietetica raccomandata. I cereali integrali contengono anche l'oligoelemento, sebbene alcuni come l'avena contengano fitato o acido fitico, un composto presente nella crusca e nei semi che ostacola l'assorbimento dello zinco. Un modo per aggirare questo problema è scegliere cereali per la colazione fortificati realizzati con cereali integrali per aumentare l'apporto dietetico. La fortificazione sembra eludere questa interazione che causa il malassorbimento (Lönnerdal, 2000). Vegani e vegetariani possono appoggiarsi a legumi come arachidi, ceci e fagioli poiché hanno una solida quantità di zinco.

Riferimenti

  1. Chandra, A., Copen, C. E. e Stephen, E. H. (2013). Infertilità e ridotta fecondità negli Stati Uniti, 1982–2010: dati del National Survey of Family Growth (pp. 1–19). Hyattsville, MD: Centro nazionale per le statistiche sanitarie.
  2. Hemila, H. (2017). Pastiglie di zinco e il comune raffreddore: una meta-analisi che confronta l'acetato di zinco e il gluconato di zinco e il ruolo del dosaggio di zinco. JRSM Aperto, 8(5), 2054270417694291. doi: 10.1177/2054270417694291
  3. Gruppo di esperti scientifici sui micronutrienti dell'Istituto di Medicina (USA). (2001). 12: Zinco. Estratto da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK222317/
  4. Karaca, Z., Tanriverdi, F., Kurtoglu, S., Tokalioglu, S., Unluhizarci, K., & Kelestimur, F. (2007). Arresto puberale dovuto a carenza di Zn L'effetto della supplementazione di zinco. Ormoni: International Journal of Endocrinology and Metabolism, 6 (1), 71-74. Estratto da http://www.hormones.gr/172/article/article.html
  5. Karashima, T., Tsuruta, D., Hamada, T., Ono, F., Ishii, N., Abe, T., … Hashimoto, T. (2012). Terapia orale di zinco per il telogen effluvium correlato alla carenza di zinco. Terapia dermatologica, 25(2), 210-213. doi: 10.1111/j.1529-8019.2012.01443.x
  6. Khademian, M., Farhangpajouh, N., Shahsanaee, A., Bahreynian,, M., Mirshamsi,, M., & Kelishadi6, R. (2014). Effetti dell'integrazione di zinco sulle sottoscale dell'anoressia nei bambini: uno studio controllato randomizzato. Pakistan Journal of Medical Sciences, 30 (6), 1213-1217. doi: 10.12669/pjms.306.6377
  7. Levine, H., Jørgensen, N., Martino-Andrade, A., Mendiola, J., Weksler-Derri, D., Mindlis, I., … Swan, S. H. (2017). Tendenze temporali nel conteggio degli spermatozoi: una revisione sistematica e un'analisi di meta-regressione. Aggiornamento sulla riproduzione umana, 23(6), 646-659. doi: 10.1093/humupd/dmx022
  8. Lin, P. H., Sermersheim, M., Li, H., Lee, P. H. U., Steinberg, S. M. e Ma, J. (2017). Zinco nella modulazione della guarigione delle ferite. Nutrienti , 10 (1), 16. doi: 10.3390 / nu10010016
  9. Lönnerdal Bo. (2000). Fattori dietetici che influenzano l'assorbimento dello zinco. Il giornale della nutrizione, 130 (5S Suppl), 1378S-1383S. doi: 10.1093/jn/130.5.1378s
  10. National Institutes of Health: Ufficio degli integratori alimentari. (2019, 10 luglio). Zinco: scheda informativa per gli operatori sanitari. Estratto da https://ods.od.nih.gov/factsheets/zinc-HealthProfessional/
  11. Park, H., Kim, C.W., Kim, S.S., & Park, C.W. (2009). L'effetto terapeutico e il cambiamento del livello di zinco nel siero dopo l'integrazione di zinco nei pazienti con alopecia areata che avevano un basso livello di zinco nel siero. Annali di dermatologia, 21(2), 142-146. doi: 10.5021/ad.2009.21.2.142
  12. Pisano, M., & Hilas, O. (2016). Zinco e disturbi del gusto negli anziani: una revisione della letteratura. Il farmacista consulente, 31(5), 267-270. doi: 10.4140/tcp.n.2016.267
  13. Prasad, A.S. (2008). Zinco nella salute umana: effetto dello zinco sulle cellule immunitarie. Medicina molecolare, 14(5-6), 353-357. doi: 10.2119/2008-00033.prasad
  14. Rao, G., & Rowland, K. (2011). Zinco per il comune raffreddore, non se, ma quando. Il Journal of Family Practice, 60(11), 669–671. Estratto da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3273967/
  15. Saper, R. B., & Rash, R. (2009). Zinco: un micronutriente essenziale. Medico di famiglia americano, 79(9), 768–772. Estratto da https://www.aafp.org/afp/2009/0501/p768.html
  16. Suzuki, H., Asakawa, A., Li, J. B., Tsai, M., Amitani, H., Ohinata, K., … Inui, A. (2011). Zinco come stimolatore dell'appetito: il possibile ruolo dello zinco nella progressione di malattie come cachessia e sarcopenia. Brevetti recenti su cibo, nutrizione e agricolturae, 3(3), 226-231. doi: 10.2174/2212798411103030226
Vedi altro